Notizie » SLIDER Presentato l'esoscheletro Indego

E' stato presentato in anteprima europea presso l'Istituto Prosperius di Umbertide “Indego”, l'esoscheletro di ultimissima generazione realizzato dall'istituto di ricerca Sheperd Center di Atlanta, negli Stati Uniti, dispositivo robotico in grado di accelerare il recupero funzionale dell'attività motoria in pazienti affetti da gravi patologie neurologiche o che hanno subito gravi traumi, ma che soprattutto è in grado di realizzare un sogno, permettere alle persone costrette su una sedia e rotelle di mettersi in piedi e tornare a camminare. La presentazione alla stampa e alle autorità, tra le quali c'era anche il sindaco Marco Locchi, è avvenuta ieri mattina nell'ambito del workshop “Le nuove frontiere in riabilitazione robotica”, al quale hanno partecipato neurochirurghi, neurologi e riabilitatori, e ha lasciato tutti senza fiato: Michael, paziente arrivato direttamente dall'America, si è infilato il suo esoscheletro che, rispetto ai precedenti modelli, è molto più leggero e facile da indossare, e, sotto il controllo di Clare Hartigan, responsabile scientifica dello Sheperd Center di Atlanta che verificava i parametri del robot attraverso un I-phone, si è messo in piedi ed ha iniziato a camminare per la stanza, in completa autonomia. “Indego”, che è ancora in fase sperimentale e che verrà perfezionato nei prossimi mesi grazie anche al contributo dei professionisti dell'Istituto Prosperius, si differenzia da tutti gli altri esoscheletri fino ad oggi prodotti soprattutto perché consente il movimento non solo in orizzontale ma anche in verticale quindi, una volta messo a punto, il paziente potrà non solo spostarsi autonomamente da una stanza all'altra ma anche salire e scendere le scale. Ancora una volta quindi l'Istituto Prosperius Tiberino si conferma come un centro all'avanguardia a livello internazionale nel campo della riabilitazione robotica; non a caso ogni anno arrivano ad Umbertide 40-50 studenti da oltre 30 università statunitensi per fare didattica e ricerca. Da qualche anno oramai l'istituto si sta specializzando nella riabilitazione robotica che ad oggi ha interessato oltre 700 pazienti tra i 24 e i 70 anni di età, di cui il 50% proveniente da fuori regione, sviluppando procedure e protocolli per l'utilizzo dei dispositivi Amadeo e Bi-Manutrack, per l'arto superiore e Lokomat ed Ekso per l'arto inferiore.

29/04/2015 11:28:29

Cultura Inaugurati al Campus Da Vinci di Umbertide i primi due Bibliopoint

Giovedì 23 aprile, in occasione della giornata mondiale del libro, il Campus "Leonardo da Vinci" ha presentato il Progetto "Liberi di leggere: la Scuola Biblioteca", un progetto innovativo, sostenuto con il finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, che ha preso il via all'inizio di questo anno scolastico e si concluderà nel 2016. Il progetto "ribalta" il concetto di Biblioteca a scuola, facendo diventare l'intera scuola una Biblioteca dove i libri saranno ovunque: nelle aule speciali e dipartimentali, nei laboratori, in Aula Magna,  nelle aule stesse, nella nuova Aula lettura e nei Blibliopoint, una delle vere novità di questo lavoro di risistemazione. I  Bibliopoint sono stati pensati come angoli di libera lettura dislocati nei vari piani dove  gli alunni potranno prendere i libri che desiderano, leggerli in libertà anche fuori dall’edificio scolastico – magari in giardino o a casa - scambiarli con altri studenti e riportarli poi negli stessi Bibliopoint che saranno alimentati con continuità da nuovi testi donati da genitori, docenti, studenti , personale ATA  e da tutti coloro che ruoteranno intorno alle diverse iniziative culturali legate al nuovo progetto del Campus. Il programma  della serata, dedicato alla lettura e non solo, dopo la presentazione  del Progetto, ha previsto anche l' inaugurazione dei primi due Bibliopoint, frutto di un eccellente lavoro di squadra di docenti , studenti e personale ATA coordinato dalla Prof.ssa Barbara Moretti, che ha potuto contare sulla preziosa collaborazione tecnico-artistica della prof.ssa Clarissa Sirci, docente  di Disegno e Storia dell'Arte. Sono seguiti interventi che hanno messo in luce azioni qualificanti, ormai "storiche" , dell' Istituto, buone prassi come l’ "Incontro con l'Autore", presentato dalla Prof.ssa M. Antonietta De Rosa, "Il Progetto Lettura, presentato dalla Prof.ssa Tomassina Rossi con due suoi ex- studenti che hanno proiettato un interessante video sull' esperienza. Poi è stato il momento della "scuola che scrive": il Concorso letterario, presentato dalle proff. Antonella Belli e Claudia Castaldi, e la staffetta di scrittura creativa delle classi prime, quest'anno particolarmente coinvolte, di cui ha parlato la Prof.ssa  Lucia Stramaccioni. Il Dirigente Scolastico, Prof.ssa Franca Burzigotti, ha ringraziato gli alunni, i genitori, i docenti e tutti i presenti sottolineando  l' idea innovativa del Progetto che spinge verso la libertà e la soddisfazione di leggere e che rappresenta anche una "sfida", un' apertura di credito verso il senso di responsabilità degli alunni ai quali si consegna un patrimonio che potrà essere liberamente fruito, ma anche rispettato. "Sono certa di potermi fidare dei miei studenti, comunque se  qualcuno si divertirà a distruggere libri, farà  male solo a se stesso, perderà un' occasione, perché ogni libro distrutto sarà sostituito con molti altri e vincerà, come sempre, chi alimenta idee  e azioni positive" ha  affermato la Preside Burzigotti, che non ha trascurato di sottolineare quanto il Progetto sia legato alla qualità della partecipazione di tutte le componenti della scuola "Abbiamo bisogno di tutti perché il Progetto prosegua con successo: di voi alunni che siete il cuore  e l' anima di tutto ciò che facciamo, di voi genitori che ci aspettiamo protagonisti di iniziative anche autonome intorno al tema della lettura, di voi docenti che siete i motori della curiosità dei ragazzi, di voi ex alunni che dopo tanti anni trovate tempo e piacere a condividere le nostre iniziative, di voi "non docenti" che spesso in "ombra" rendete possibile ciò che facciamo ". La Dirigente infine  ha ringraziato la Prof.ssa Moretti Barbara per aver magistralmente redatto il Progetto e la Prof.ssa Birgitta Roselletti per averne curato impeccabilmente l'iter procedurale della presentazione  al Bando 2013 della Fondazione. Molto significativo l’intervento della prof.ssa Barbara Moretti che ha sintetizzato l’idea innovativa della Biblioteca aperta e libera: “Un valore aggiunto per la scuola- ha detto- la cui finalità è di tipo culturale: promuovere la lettura riscoprendo, nell’era digitale, il libro cartaceo e il suo fascino, di tipo relazionale favorendo l’incontro nei Bibliopoint tra alunni, il dialogo che parte dai libri e arriva altrove e di educazione alla cittadinanza attraverso  la tutela del bene comune: i libri liberi e disponibili per tutti e ovunque” Ricco di emozione il momento finale quando un genitore -Conti Gianpaolo-, una Docente- la Prof.ssa Ricci Paola- due alunni - Virginia Spantini e Irene Uda- e un collaboratore scolasico-  Susanna Cammarota - hanno letto alcuni brani del loro "Libro del Cuore", spiegando, con qualche momento di commozione, le ragioni della loro scelta.

29/04/2015 11:19:56

Attualità » Primo piano Primo Maggio a Umbertide: il programma

Sarà il segretario nazionale della FISAC CGIL, Agostino Megale, a tenere il comizio conclusivo della Festa del 1° Maggio ad Umbertide che quest'anno sarà caratterizzata da un forte legame con il territorio. Oltre al tradizionale corteo, Cgil, Cisl e Uil hanno infatti organizzato anche due ulteriori iniziative per rendere omaggio ad Antonio Picistrelli, giovane nato ad Umbertide e poi trasferitosi a Roma che morì durante gli scontri con le forze dell'ordine nel corso della manifestazione del 1° Maggio del 1891 nella Capitale, e agli antifascisti e ai lavoratori umbertidesi che il 1° Maggio del 1921 parteciparono, per l'ultima volta prima dell'avvento del fascismo, alla Festa dei Lavoratori.   Il programma prevede alle ore 9.30 il concentramento del corteo in piazza Gramsci con partenza alle ore 10. Il corteo, che sarà aperto dai mezzi agricoli e delle cooperative del territorio e sarà accompagnato dalla musica della banda di Umbertide diretta dal maestro Galliano Cerrini, percorrerà le principali vie cittadine, passando anche per la rotatoria tra via Unità d'Italia, via Roma, via Morandi e via Colombo, dove per l'occasione verrà allestita una mostra di fotografie storiche della Festa del 1° Maggio ad Umbertide. Il corteo arriverà poi in piazza Matteotti dove alle ore 11.30 si terrà il comizio conclusivo con l'intervento del segretario nazionale della federazione assicurazione e credito della CGIL Agostino Megale. Alle ore 12 poi le celebrazioni continueranno in via Spoletini con la deposizione di una corona di fiori davanti alla lapide dedicata ad Antonio Picistrelli, mentre alle ore 16 presso il circolo Arci di Niccone verrà inaugurata una targa a ricordo degli antifascisti umbertidesi che festeggiarono l'ultimo 1° Maggio prima dell'avvento del fascismo, ritrovandosi, di soppiatto, proprio a Niccone, così come ricordato da Francesco Pierucci nel suo libro “1921-22 Violenze e crimini fascisti in Umbria. Diario di un antifascista”. Alla cerimonia sarà presente anche la partigiana Mirella Alloisio, dell'Anpi di Perugia.   “Umbertide si caratterizza come la piazza più importante dell'Umbria in termini di partecipazione alla Festa del 1° Maggio – ha affermato il responsabile della Cgil Alto Tevere Alessandro Piergentili – Il 1° Maggio continua ad essere una festa di popolo e per questo intendiamo ogni anno rinnovarla, caratterizzandola come festa che nasce e vive nel territorio”.   “Sulla scia dello slogan scelto da Cgil, Cisl e Uil per la festa nazionale 'La solidarietà fa la differenza. Integrazione, lavoro e sviluppo. Rispettiamo i diritti di tutti, nessuno escluso' che si terrà a Pozzallo, anche ad Umbertide vogliamo ribadire il concetto che non ci può essere né lavoro né sviluppo senza il rispetto dei diritti dei lavoratori – ha aggiunto il segretario della Camera del Lavoro di Umbertide Francesco Biccheri – Quest'anno inoltre, in occasione del 70esimo anniversario della Liberazione, abbiamo voluto far vedere, attraverso la mostra di foto storiche e le due commemorazioni, cosa Umbertide abbia rappresentato per la lotta al fascismo e come il 1° Maggio sia sempre stata per gli umbertidesi una data importante, anche negli anni più bui e difficili”. 

29/04/2015 11:13:08

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy