Sport Judo: due atleti umbertidesi alla European Cup

Sarà un fine settimana intenso per gli atleti umbertidesi del Kodokan Judo Fratta Nicola Becchetti e Stella Brachelente che questo fine settimana parteciperanno alla prestigiosa European Cup, competizione che vedrà sfidarsi i più grandi judoka del mondo in vista delle imminenti Olimpiadi. E il risultato è davvero straordinario perché è la prima volta che due atleti umbri calcheranno il tatami dell'importante competizione internazionale. Per questo motivo questa sera presso la palestra del Kdk Fratta il tecnico Mirco Diarena ha tenuto una conferenza stampa, alla presenza del sindaco Marco Locchi, dell'assessore allo Sport Pier Giacomo Tosti, del vicepresidente del settore judo della Fijkam Leonardo Perini ma anche della presidente della Commissione Pari Opportunità di Umbertide Stefania Bagnini, accompagnata da Agnese Romeggini, e dal prof. Pietro Canterini dell'Istituto “Leonardo Da Vinci” perché l'iniziativa è stata anche l'occasione per tracciare il bilancio dei corsi di autodifesa promossi in collaborazione con le Pari Opportunità e l'Istituto scolastico umbertidese.   “Vent'anni di lavoro ci hanno portati a raggiungere traguardi importantissimi, come la prossima partecipazione alla European Cup con ben due atleti – ha affermato il tecnico Diarena – ma questo è un anno particolarmente ricco di soddisfazioni visto che la Federazione Italiana Sport Paralimpici per Ipovedenti e Ciechi ha scelto il raduno agonistico organizzato dal Kodokan Fratta come ritiro della nazionale italiana in vista delle Paralimpiadi”. Il tutto condito dalla straordinaria partecipazione ai corsi di autodifesa, rivolti soprattutto al sesso femminile, che, tra studentesse dell'istituto superiore e donne umbertidesi, hanno interessato oltre 170 persone.   “E' un orgoglio per l'Amministrazione Comunale e per l'intera città di Umbertide sapere che ci sono società come il Kodokan Judo Fratta che, oltre a promuovere lo sport come strumento di crescita, formazione ed aggregazione, riescono a raggiungere traguardi straordinari, portando il nome della nostra città in giro per il mondo – hanno affermato il sindaco Locchi e l'assessore Tosti – A Nicola Becchetti e Stella Brachelente facciamo un grande in bocca al lupo, consapevoli che avere la possibilità di partecipare alla prestigiosa competizione è già uno straordinario successo di tutto il Kodokan Judo Fratta e del suo tecnico Diarena”. “In settant'anni di storia del judo non era mai successo che due atleti umbri riuscissero ad accedere alla European Cup – ha aggiunto Perini – e il merito è di tutta la società che con passione, impegno e professionalità ha saputo distinguersi a livello nazionale ed internazionale”. Soddisfatti per la riuscita dei corsi di autodifesa anche la presidente della Commissione Pari Opportunità Bagnini e il prof. Cantarini che hanno auspicato il ripetersi dell'iniziativa già dal prossimo autunno. Nel corso della conferenza stampa è stata letta anche la lettera di congratulazioni dell'on. Giampiero Giulietti che si è complimentato con la società per i risultati raggiunti.

02/06/2016 12:28:59

Attualità » Primo piano Aperte le iscrizioni ai Servizi comunali per la prima infanzia

L'Ufficio Servizi scolastici del Comune di Umbertide informa che a partire da oggi, mercoledì 1° giugno, e fino al 30 giugno, sarà possibile presentare domanda di iscrizione al nido d'infanzia comunale e al centro bambini comunale per l'anno educativo 2016/2017. “Quelli della Prima infanzia sono servizi fondamentali sui quali l’Amministrazione Comunale ha sempre posto la massima attenzione e ciò è dimostrato dal fatto che anche per quest’anno abbiamo deciso di mantenere invariate le tariffe – ha affermato l’assessore all’Istruzione Cinzia Montanucci – Offrire alle famiglie umbertidesi un ampio ventaglio di possibilità per la gestione dei propri figli è senza dubbio un segnale di attenzione importante verso la comunità”. Le famiglie interessate ai Servizi comunali per la prima infanzia possono ritirare l’apposito modello di domanda (scaricabile anche dal sito del Comune www.comune.umbertide.pg.it alla sezione servizi e uffici/procedimenti e modulistica/servizi scolastici) presso l'Ufficio Istruzione del Comune (2° piano della Residenza comunale). Le domande di iscrizione pervenute in tempo utile saranno poi collocate in tre distinte graduatorie (piccoli, medi e grandi), strutturate secondo i criteri fissati dal Regolamento comunale che tengono conto delle condizioni economiche delle famiglie, della composizione del nucleo familiare e della condizione lavorativa dei genitori. I posti disponibili verranno assegnati per scorrimento sulla base delle graduatorie formulate. Ulteriori informazioni potranno essere richieste al personale dell'Ufficio Istruzione aperto nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.30 e di martedì e giovedì dalle ore 15.30 alle ore 17.30 (tel. 075 9419225-224).

01/06/2016 17:31:23

Attualità » Primo piano Al via le domande per il Servizio civile nazionale, 29 i posti disponibili ad Umbertide

C'è tempo fino alle ore 14 del 30 giugno prossimo per presentare domanda per partecipare al Servizio civile nazionale, esperienza di vita e di lavoro riservata ai giovani di età compresa tra 18 e 28 anni. Ad Umbertide sono 8 i progetti che sono stati finanziati, 4 promossi da Arci Servizio civile e 4 dalla Lega Nazionale delle Cooperative e Mutue, per un totale di 29 posti disponibili. Questi i progetti presentati da Arci servizio civile: “Diritti” per un totale di 4 posti finalizzati alla promozione dello sport nelle scuole primarie di Umbertide come strumento di integrazione, con particolare riferimento ai disabili, e al potenziamento dello strumento del Tavolo per lo Sport; “Il futuro abita nel passato” con 4 posti per l'assistenza e l'integrazione degli anziani ospiti della Residenza Balducci; “Vi auguro di essere eretici” con 4 posti per il tutoraggio scolastico a favore di adolescenti portatori di handicap; “A scuola e nel territorio” con 8 posti per l'assistenza agli studenti disabili che frequentano le scuole del territorio. La Lega Nazionale delle Cooperative e Mutue ha invece proposto i seguenti progetti: “Anziani amici della città” con 2 posti come volontari per l'assistenza agli anziani ospiti della Residenza Balducci; “Lucignolo e Iqbal Generazione Hasthag” con 3 posti per l'assistenza e l'animazione presso il centro di aggregazione per minori Lucignolo; “Merlino” con un posto finalizzato a favorire l'inclusione sociale dei disabili ospiti del Centro Arcobaleno; “Spazi di vita quotidiana” con 3 posti per l'assistenza agli adulti con disagio mentale presso la comunità terapeutica-riabilitativa Torre Certalda e le unità di convivenza di via Gagarin e via dei Patrioti. E' possibile presentare una sola domanda entro il termine ultimo del 30 giugno prossimo, indirizzandola direttamente all'Ente che promuove il progetto. 

01/06/2016 17:28:57

Attualità » Primo piano Venerdì 3 giugno ‘’Notte al Campus’’ al Da Vinci

Si terrà venerdì 3 giugno presso l'Istituto d'istruzione superiore Leonardo Da Vinci “Notte al campus”, l'iniziativa che vede la scuola umbertidese aprire le porte a studenti ed ex studenti, docenti ed ex docenti, genitori e cittadini per festeggiare insieme la fine dell'anno scolastico e che culminerà con la cena al campus alle ore 19,30 e a seguire con il  concerto degli studenti dell'istituto alle ore 21. Dalle ore 18 fino alle ore 23 sarà possibile partecipare ad una serie di attività organizzate dai vari dipartimenti, da gruppi di docenti e studenti al termine di progetti significativi o di esperienze extracurricolari a cui si intende dare visibilità e valore. La serata, dedicata alla progettualità degli alunni, sarà anche l'occasione per momenti conviviali e ludici che permetteranno di apprezzare il forte senso di appartenenza che si respira al Campus "Da Vinci", centro attorno al quale ruotano le attività culturali, formative, sportive, sociali, d'interesse dei giovani della città e del territorio. Ai genitori, ex alunni, ex docenti, cittadini e quanti vorranno partecipare alla "Notte al Campus" è stata proposta la prevendita del biglietto di ingresso al Campus a 5 euro con il quale si potrà accedere a tutte iniziative in atto, alla cena e al concerto. I biglietti in prevendita sono disponibili presso il bar interno della scuola e l’Ufficio dello Staff e si possono acquistare anche all'ingresso al Campus la sera stessa. Il ricavato da tale vendita sarà utilizzato dalla scuola per arricchire il budget del Progetto "Opera studenti" inserito a bilancio per sostenere attività autogestite dagli alunni, spese per materiali didattici e visite di istruzione per alunni in difficoltà economica. 

01/06/2016 17:25:46

Attualità » Primo piano Consegnati i premi del concorso letterario e grafico ‘’Racconti di amicizia’’

Si è svolta presso l’aula magna “Marcella Monini” del Campus “Leonardo Da Vinci”, la premiazione del concorso letterario e grafico “Racconti di amicizia” promosso dall’istituto umbertidese con il sostegno dell’Amministrazione Comunale, che ha coinvolto gli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado di Umbertide e del territorio: San Giustino, Città di Castello, Lisciano Niccone e Perugia. Giunto alla nona edizione, il concorso è sempre più partecipato e rappresenta un appuntamento ormai atteso da tutte le scuole del territorio. Quest'anno è stato scelto il tema dell'amicizia, un tema che nella dimensione globale e digitale odierna assume significati più ampi e contrastanti: gli studenti, dai più piccoli ai più grandi, non hanno deluso le aspettative della giuria che ha ritenuto i lavori molto profondi, originali e degni di riflessioni significative da parte degli adulti. Un premio speciale è stato consegnato in memoria di Marcella Monini, la madre coraggio che ha perso la vita per salvare i suoi due figli in mare: i ragazzi, Matteo e Giuseppe, stanno frequentando la classe prima dell'Istituto e questo ha arricchito ancora di più l'emozione del momento della premiazione. "I ragazzi stanno crescendo, sono già alla scuola superiore; speriamo di contribuire, anche se per pochissimo, a costruire il miglior progetto di vita che Marcella avrebbe voluto per loro", ha detto la dirigente scolastica Franca Burzigotti ringraziando la famiglia per la presenza alla premiazione.  Alla cerimonia hanno partecipato il sindaco del Comune di Umbertide Marco Locchi, l’assessore all'Istruzione Maria Cinzia Montanucci, i dirigenti Gabriella Bartocci per l'Istituto comprensivo Umbertide-Montone-Pietralunga e Mario Modestini per la scuola primaria Garibaldi e le docenti responsabili del progetto Antonella Belli, Anna Maria Boldrini e Lucia Stramaccioni che ha curato la staffetta di scrittura creativa delle classi prime dell'istituto. Le Commissioni esaminatrici del Concorso letterario, al quale è associato anche un concorso grafico-pittorico, dopo accurato esame degli elaborati pervenuti, tutti meritevoli di complimenti hanno proclamato i vincitori che hanno ricevuto un premio in danaro Scuola Primaria  1° Premio (300 euro)- "LA FUGA DEI DUE AMICI"  di Klim Shkolnik, V A, Primaria “Garibaldi” – Umbertide 2° Premio (200 euro)- "IO E BRUNO" di Nicolò Zebi, V A, Primaria “Garibaldi” - Umbertide 3° Premio (100 euro)- LEI E' UNA VERA AMICA"  di Maddalena Bottai, IV A, Primaria Niccone - “Di Vittorio” - Umbertide   Scuola Secondaria di I grado 1° Premio (300 euro)- "UN PICCOLO GESTO"  di Giulia Venarucci e Arianna Sciurpa, III E, Istituto Comprensivo Umbertide-Montone-Pietralunga 2° Premio (200 euro)- "AMICI PER LE BIGLIE"  di Chiara Ceccagnoli, III B, Istituto Comprensivo Umbertide-Montone-Pietralunga 3° Premio (100 euro)- "L'AMICIZIA COME CONDIVISIONE"  di Diego Bernasconi, I B, Istituto Comprensivo Umbertide-Montone-Pietralunga   Scuola Secondaria di II grado – I.I.S. Campus “ L. Da Vinci” - Umbertide 1° Premio (300 euro)-" ELOGIO DELL' AMICIZIA" di Alessandra Ruggeri, III B Liceo Scientifico 2° Premio (200 euro)- "MULTUM IN PARVO"  di Giulio Foiani, IV B Liceo Scientifico 3° Premio (100 euro)- "ANIMA VERDE" di Stella Bigi, III A Liceo Scientifico.   Il Premio speciale “Marcella Monini” è andato al racconto "L'INIZIO DELLA FINE" di Giulia Ramaccioni de Sousa, Marta Toscano, II E Scuola secondaria di I grado, Istituto Comprensivo Umbertide-Montone-Pietralunga, mentre il Concorso grafico-pittorico, premiato con 100 euro è andato a Yassamine Ziyadi, IV A Liceo Scienze applicate, IIS Campus “Leonardo da Vinci”, Umbertide con il lavoro dal titolo "RICORDI DI AMICIZIA", scelto per la copertina della bellissima pubblicazione di tutti i racconti vincitori della nona edizione. Per la loro significatività sono stati pubblicati anche i lavori di Lois Likaj (V A, Scuola Primaria “Garibaldi”, Umbertide), Letizia Baldelli, III C, Scuola secondaria di I grado “L. da Vinci”, S. Giustino – sede Selci Lama), Irene Ameletti, III E, (Scuola secondaria di I grado “ L. da Vinci” , S. Giustino – sede Selci Lama). Tutti gli altri disegni sono stati esposti nella mostra allestita in Aula Magna, a cura della prof.ssa Sirci Clarissa, dedicata al Concorso e a disposizione degli ospiti e dei genitori anche per l'evento del 3 giugno “Notte al Campus”. La mattinata è stata allietata da intermezzi musicali del Coro del Campus e degli alunni Savino e Schiavolini, coordinati dalla Prof.ssa Paola Perfetti, direttrice del Coro del Campus. Un ringraziamento particolare ai numerosi componenti le tre Giurie a ai loro presidenti Allegra Antonio, Zoccari Silvia e Ferrera Paolo.

01/06/2016 17:21:48

Attualità » Primo piano 2 giugno: il comunicato III Marcia della pace, ''la memoria cammina con noi''

Riceviamo e pubblichiamo Qualcuno ha detto che le commemorazioni devono essere superate e che bisogna guardare avanti e non restare nel rimpianto di un tempo passato. Noi rispondiamo che solo conoscendo il passato e portandolo bene impresso nella nostra memoria potremo evitare di ricadere negli stessi errori. Non sempre nel mondo questo è accaduto, ed oggi rischia di non essere così nemmeno nella nostra Europa, nata da un’idea di pace “la linea di divisione fra partiti progressisti e partiti reazionari cade perciò ormai, non lungo la linea formale della maggiore o minore democrazia, del maggiore o minore socialismo da istituire, ma lungo la sostanziale nuovissima linea che separa coloro che concepiscono, come campo centrale della lotta quello antico, cioè la conquista e le forme del potere politico nazionale, e che faranno, sia pure involontariamente il gioco delle forze reazionarie, lasciando che la lava incandescente delle passioni popolari torni a solidificarsi nel vecchio stampo e che risorgano le vecchie assurdità, e quelli che vedranno come compito centrale la creazione di un solido stato internazionale, che indirizzeranno verso questo scopo le forze popolari e, anche conquistato il potere nazionale, lo adopereranno in primissima linea come strumento per realizzare l'unità internazionale.” Queste parole scritte da Spinelli, Rossi e Coloni oggi più che mai sono attuali e ci dimostrano che in questi settanta anni abbiamo si avuto 70 anni di pace in Europa, ma che ancora l’Unità dell’Europa politica ha da venire, l’Europa che parla con la stessa voce prendendo posizioni condivise rispetto ai principi fondamentali che la sua carta dei diritti recita.   “PREAMBOLO I popoli d'Europa, nel creare tra loro un'unione sempre più stretta, hanno deciso di condividere un futuro di pace fondato su valori comuni. Consapevole del suo patrimonio spirituale e morale, l'Unione si fonda sui valori indivisibili e universali della dignità umana, della libertà, dell'uguaglianza e della solidarietà; essa si basa sul principio della democrazia e sul principio dello Stato di diritto. Pone la persona al centro della sua azione istituendo la cittadinanza dell'Unione e creando uno spazio di libertà, sicurezza e giustizia.” In questo preambolo stanno tutte le carte costituzionali dei paesi europei e la nostra risplende in mezzo ad esse. Ma se le cose scritte allora noi non le teniamo sempre presenti, ogni volta ripartiamo da zero rifacendo inesorabilmente gli stessi errori, la storia nei secoli si è sempre ripetuta, l’unico mezzo per non far ripetere la storia, ma per scriverne una nuova è camminare insieme ad essa, studiarla e proseguire da dove si è fermato chi ci ha preceduto. Ognuno nel mondo usufruisce delle conquiste tecnologiche che avanzano senza distinzione di razza, di credo politico, di religione e di sesso, ma nel mondo non si usufruisce nella stessa maniera delle conquiste civili che gli uomini fanno, c’è la globalizzazione delle scoperte, ma non c’è la globalizzazione delle conquiste civili e dei diritti. Questo perché studiamo tutti come funziona il motore di una macchina, ma non studiamo come si è arrivati alle conquiste dei diritti e perché. Oggi noi ricordiamo come e perché si è arrivati ad avere una repubblica democratica ed ad ottenere un diritto di uguaglianza come il suffragio universale. Il voto alle donne in Italia è stata una marcia lunga e faticosa durata 85 anni e conclusa il 10 marzo 1946 con il voto alle prime elezioni amministrative a suffragio universale. In altre parti del mondo questa marcia non è conclusa o è da poco cominciata e noi dobbiamo contribuire ad aiutare quelle donne a realizzare la loro marcia. Ma ci sono altre marce iniziate che hanno un camino difficile e pericoloso. Le marce per i diritti umani uguali per tutti, le marce per una pace globale. Noi pensavamo di aver sconfitto il razzismo e l’intransigenza con l’Art. 3 della nostra costituzione, ma non abbiamo studiato e non abbiamo camminato con la nostra costituzione ben impressa nella memoria, ed oggi questo articolo viene calpestato non una ma mille volte, da noi stessi e dall’Europa. Da millenni andiamo predicando l’uguaglianza, il rispetto, la liberta, la fraternità, la pace, ma questo cammino sembra non finire mai, ogni volta ci troviamo a ridire le stesse cose, a lottare per gli stessi diritti mai conquistati ed a volte persi e da riconquistare. Il nostro impegno per una società giusta, libera e pacifica, deve riempire di significato queste parole anche con slogan, ed allora: SI alla conoscenza, conoscerci aiuta a capire quanto siamo uguali. SI al rispetto, rispettarci significa dare rispetto e pretenderlo. SI alla libertà, essere liberi significa concedere le stesse libertà agli altri e non concedere quelle che ostacolano le libertà reciproche e pretendere la libertà. Accanto ad un NO all’intransigenza, NO al razzismo, NO ad un mondo diviso, NO alla guerra continua sia di armi che di parole, mettiamo SI alla comprensione, SI all’uguaglianza, SI ad un mondo unito, diversificato, ma unito, SI alla pace ed al rispetto. Vincere il male con il bene. Non è una sciocca utopia. È la via più concreta, costruttiva ed efficace per uscire dal circolo vizioso del male. Il male non conosce limiti né confini. L’illusione di poterlo sconfiggere con gli stessi mezzi alimenta una escalation di violenza senza fine, limiti e confini. Alla teoria della guerra infinita noi dobbiamo contrapporre la volontà di disertare la guerra ovvero la volontà di interrompere la spirale del terrore per non venire stritolati. Con lucida consapevolezza dobbiamo constatare che la violenza non risolve mai i problemi, ma li aggrava. Vincere il male con il bene richiede un lungo e impegnativo lavoro a tutti i livelli, esige una larga assunzione di responsabilità e la ricerca costante del bene comune. La violenza divide. La ricerca del bene comune unisce. La violenza paralizza. La ricerca del bene comune mobilita. Quindi non dobbiamo mai smettere di mobilitarci anche quando pensiamo di aver raggiunto l’obiettivo, perché i diritti nella nostra testa, purtroppo, non sono come le conquiste tecnologiche, trovano posto, ma a volte vengo nascosti o peggio rimossi, dobbiamo mobilitarci e reagire. Dobbiamo reagire non solo perché l'onda montante della violenza e della guerra è alle nostre porte. Non solo, perché fingere di non vedere è terribilmente pericoloso e irresponsabile. Non solo, perché siamo già coinvolti in tante, troppe guerre e traffici di armi. Dobbiamo reagire perché la storia ci insegna che i conflitti alimentano spirali incontrollabili che ci riguardano tutti. Perché ci sentiamo parte della stessa famiglia umana e non possiamo permetterci più di vivere da egoisti e indifferenti. Perché vogliamo salvare la nostra umanità e realizzare il diritto di vivere in pace. Perché ci sentiamo responsabili gli uni degli altri e vogliamo cercare di proteggere chiunque sia vittima o minacciato di abuso o di violenza dovunque accada. Per quanto complicata sia la situazione, per quanto piccoli siano gli strumenti a nostra disposizione ci rifiutiamo di arrenderci a questa realtà. Non possiamo e non vogliamo considerare questo mondo irreparabile. Non ci può essere pace solo per qualcuno e miseria, fame e guerre per gli altri. Questo minaccerebbe anche la pace di chi pensa di averla conseguita per sempre" ha detto Mattarella. "A noi - ha aggiunto - spetta il compito di continuare, di allargare il sentiero della concordia dentro l'Unione Europea e ovunque l'Europa può far sentire la sua voce e sviluppare la sua iniziativa". Ed a Noi Umbertidesi come a tutti i cittadini Europei spetta questo compito di continuare ad allargare il sentiero della concordia. Lavoriamo tutti i giorni per non permettere alle parole dell’odio, di imprimersi nella nostra città.   Umbertide, 28 maggio 2016   Per informazioni e adesioni Coordinamento per la pace comune di Umbertide Piazza Matteotti n. 1 (06019) Umbertide - Perugia - tel. e Fax 075/9419212 Email : marciaperlapaceumbertide@gmail.com

01/06/2016 13:46:30

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy