Attualità » Primo piano Umbertide torna a commemorare il 25 Aprile

Umbertide si appresta a commemorare il 25 aprile, data dalla doppia ricorrenza perché, oltre ad essere il 71esimo anniversario della Liberazione dell'Italia dall'occupazione nazi-fascista, è anche il giorno in cui si ricordano le settanta vittime del bombardamento di Borgo San Giovanni, avvenuto il 25 aprile 1944. Le celebrazioni si terranno, come da tradizione, nell'antico borgo San Giovanni, oggi piazza XXV Aprile, distrutto dalle bombe sganciate dagli Alleati nel tentativo di distruggere il ponte sul fiume Tevere. Alle ore 9,30 il vescovo Mario Ceccobelli concelebrerà insieme ai parroci del territorio la santa messa, per proseguire alle 10,30 con la cerimonia civile, dal titolo “I valori del XXV Aprile”, alla quale interverranno il sindaco Marco Locchi, l'on. Giampiero Giulietti e lo storico prof. Fabrizio Bracco. Alle ore 11 prenderà poi il via il corteo che, sulle note della banda musicale “Città di Umbertide” diretta dal maestro Galliano Cerrini, percorrerà le vie della città per deporre corone ai piedi dei monumenti ai caduti. Le celebrazioni per il 25 Aprile si terranno anche nelle frazioni di Pierantonio e Montecastelli. A Pierantonio alle ore 11.30 il parroco don Mauro Lironi officerà la santa messa in piazza XXV Aprile e a seguire alle ore 12,30, alla presenza del sindaco Marco Locchi, dell'on. Giampiero Giulietti e del consigliere comunale Nicola Orsini, e sulle note della banda musicale cittadina, verrà deposta una corona di alloro ai piedi del monumento dedicato ai caduti. A Montecastelli le celebrazioni prenderanno il via alle ore 18 con la commemorazione e la deposizione della corona di alloro presso la lapide di Giuseppe Bernardini situata all'incrocio tra via della Chiesa e viale Europa; saranno presenti il sindaco Marco Locchi, l'on. Giampiero Giulietti, il parroco don Graziano Bartolucci e l'assessore comunale Raffaela Violini. Seguirà la deposizione della corona di alloro presso la targa ai Caduti situata all'ingresso della chiesa. Si terrà invece domenica 24 aprile, alle ore 10 presso il Centro socio-culturale San Francesco, la cerimonia di premiazione dei vincitori della XXXIV edizione del Concorso Nazionale di Poesia “Umbertide XXV Aprile”. Interverranno il sindaco Marco Locchi, l'assessore comunale alla Cultura Raffaela Violini, il presidente del Centro culturale San Francesco Sergio Bargelli, il presidente della Sezione Anpi di Umbertide Umberto Zoppo e il presidente della commissione giudicatrice del concorso Mario Bartocci. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

22/04/2016 21:33:18

Notizie » Società Civile Lions Club e Polizia Municipale insieme per la sicurezza stradale

Il Lions Club di Umbertide, in collaborazione con la Polizia municipale di Umbertide, ha incontrato gli studenti delle quarti classi dell'Istituto d'istruzione superiore “Leonardo da Vinci” per sensibilizzarli al tema sempre attuale della sicurezza stradale, in vista del prossimo conseguimento della patente di guida. “I Giovani e la sicurezza stradale” è il titolo dell’iniziativa che ha visto la presenza del presidente del Lions club Anna Paola Giacché, che ha sottolineato il forte impegno del sodalizio al fianco dei giovani, il maresciallo della Polizia Municipale di Umbertide Giuliano Sabbiniani, che ha illustrato i comportamenti da tenere sulla strada, e il giovane umbertidese Francesco Caracchini che ha portato la sua testimonianza. Ogni anno sono 13.500 i giovani tra i 15 e i 24 anni che perdono la vita o restano gravemente invalidi a causa di incidenti stradali; di fronte a questi numeri, che evidenziano un vero e proprio problema sociale, il Lions Club International ha sentito l’esigenza di attivarsi in prima persona, con l’obiettivo di cercare di contenere questa tragedia e di fornire strumenti semplici e allo stesso tempo incisivi per combatterla. Il progetto è quindi diventato un service e lo scopo della campagna è quello di promuovere la cultura della sicurezza stradale e di ridurre, di conseguenza, il numero di morti e feriti da incidente stradale. E' per questo che con gli studenti dell'Istituto “Leonardo Da Vinci” si è parlato di corretto uso dei sistemi di protezione individuale (cinture e seggiolini per bambini), moderazione della velocità, informazione sul consumo di alcool e droghe e sulle loro conseguenze, rispetto dei pedoni. Il tutto sostanziato da numeri e statistiche che danno la dimensione di quanto è concretamente possibile fare. Soddisfatte la dirigente scolastica dell'Istituto Franca Burzigotti e le professoresse Sonia Venturi e Giuliana Contadini che hanno coordinato lo svolgimento dell’iniziativa.

22/04/2016 21:29:16

Cultura » Mostre Invasione Digitale al Museo di Santa Croce

Anche quest'anno il circuito Terre & Musei dell’Umbria partecipa all'evento “Invasioni Digitali”, progetto nazionale rivolto alla promozione e diffusione della cultura attraverso il mondo digitale per favorire una concezione “aperta e diffusa” del patrimonio del Paese. Nei giorni24, 25 e 30 aprile i musei del circuito, tra cui anche il Museo Santa Croce di Umbertide, apriranno quindi le porte agli “invasori digitali” per una visita guidata a tema in cui i visitatori saranno coinvolti in un percorso speciale alla scoperta dei particolari nelle opere d’arte e nelle bellezze culturali e potranno scattare selfie e foto da condividere sui social network utilizzando l'hashtag #EmozionidArte. Filo conduttore dell'iniziativa saranno infatti le emozioni, così ogni visita al museo sarà caratterizzata da un'emozione: passione, sorpresa, incanto, meraviglia, curiosità, forza, amore, piacere, ispirazione, libertà, commozione, benessere. Al Museo Santa Croce di Umbertide l'invasione digitale, ad ingresso gratuito, è in programma lunedì 25 aprile alle ore 17 e sarà guidata dal sentimento dell'ispirazione. “Signorelli e la forza delle emozioni” il titolo dell'iniziativa che, ispirata dalla maestria del pittore cortonese, condurrà i visitatori in un viaggio alla scoperta della maestosa “Deposizione dalla Croce”. Per informazioni contattare il numero 075 9420147 o inviare una mail all'indirizzo umbertide@sistemamuseo.it . 

22/04/2016 21:23:53

Notizie » Politica Il PD umbertidese è pronto per una nuova fase

Riceviamo e pubblichiamo “a non sbagliare quasi mai. Ritardi e incertezze nell’azione di Governo verranno ancora tutti evidenziati e non bisogna mai dimenticarsi che ci troviamo in un quadro sociale ed economico difficile, il quale condiziona fortemente l’opinione pubblica. Nel già faticoso lavoro dei Consiglieri comunali e della Giunta, chi ha le responsabilità amministrative maggiori dovrà lavorare sempre più e sempre meglio“. “In un momento in cui le forze politiche a noi antagoniste si stanno preparando in anticipo alle elezioni del 2019,  abbiamo il dovere di cominciare a costruire un cantiere. Se vogliamo giocare la partita, se non vogliamo consegnare la città a quella variegata coalizione che abbiamo visto lavorare insieme sul tema del centro culturale islamico (rancorosi ex PD, grillini, umbertidesi che cambiano con la Lega Nord e la destra) non possiamo vivere di rendita. E non possiamo neanche arrivare al giorno prima delle prossime elezioni amministrative senza le idee chiare e con improvvisazione”. “Il Partito Democratico si rimbocca dunque le maniche per ricostruire, da subito, un clima positivo e di fiducia, consapevole, rispetto alle altre forze politiche, che non esistono formule magiche per risolvere in un batter di ciglio problemi molto complessi”. “D’ora in poi, tutti dovremo cercare con entusiasmo di investire nella crescita di un gruppo di persone che, nei prossimi anni, sia attivo e protagonista della vita politica umbertidese. Dobbiamo stimolare la crescita di questo gruppo attraverso valori come il senso di appartenenza a una storia e a una comunità, lo spirito di servizio nei confronti degli altri (in particolare i più soli e deboli) e il rispetto nei confronti dei compagni di strada: tutte cose in netta discontinuità con quanto abbiamo visto negli ultimi tempi, anche dentro il nostro partito, anche ad Umbertide”.  

21/04/2016 20:04:08

Notizie » Politica PD Umbertide su fuga renziani

Riceviamo e pubblichiamo “I dimissionari facevano parte del gruppo di 15 persone che nel 2014 era stato chiamato ad entrare nell’unione comunale del PD di Umbertide, anche nel giusto tentativo di ricomporre le diverse ‘correnti’ nell’anno delle elezioni amministrative; quindi i dimissionari non sono stati eletti nei congressi di circolo ma erano lo stesso membri a pieno titolo di questa assemblea”. “Nella sostanza questa scelta non determinerà grandi cambiamenti nel lavoro che siamo chiamati a svolgere in quanto, purtroppo, quasi nessuno degli 11 dimissionari ha in questi anni partecipato all’attività ordinaria del nostro partito. Tornando sui presunti “nodi irrisolti” (il centro culturale islamico tanto criticato da Guasticchi, l’ex fornace e l’impianto a biomasse), che sarebbero stati alla base della decisione dei dimissionari, e sull’ “abusata” autoqualifica di “renziani”, il Partito Democratico sottolinea nuovamente il concetto espresso nell’ultima occasione, ribadendo Come PD di Umbertide, stante il lamentato disaccordo sulle ‘grandi scelte politico-amministrative’, riterremmo coerenti e politicamente consequenziali le dimissioni di chi, tra coloro che sono usciti dalla nostra unione comunale, ricopre cariche istituzionali con retribuzione (tra cui il presidente del Consiglio Comunale e l’assessore al Commercio)". La segreteria, infine, ha rinnovato il proprio apprezzamento per l’impegno dei tre assessori del PD, membri del coordinamento comunale (Montanucci, Tosti e Violini), chiamati a continuare con dedizione il  lavoro svolto almeno fino a quando le condizioni lo renderanno possibile. “Anzi, – conclude il Pd – sarebbe opportuno che i tre assessori sopracitati fossero messi dal Sindaco nelle condizioni di fornire un contributo ancora più utile, assumendo, come già da tempo auspicato da molti di noi, alcune deleghe (servizi sociali, lavori pubblici e sanità) sulle quali è necessario che l’amministrazione dimostri maggiore cura e spirito di iniziativa”.    

20/04/2016 19:36:09

Attualità » Primo piano Impianto a Biomasse: ulteriori precisazioni dell'Amministrazione

Riceviamo e pubblichiamo Ennesime dichiarazioni di Umbertide Cambia che non corrispondono alla realtà dei fatti  Alla luce delle dichiarazioni, apparse questa mattina sulla stampa, a firma dell'associazione e del gruppo consiliare di Umbertide Cambia, che continuano a diffondere informazioni che non corrispondono al vero, con il solo obbiettivo di denigrare, sempre e comunque, l'operato dell'Amministrazione Comunale, ritrasmettiamo il comunicato stampa già diffuso in data 15 aprile 2016, al fine di chiarire, per l'ennesima volta, i fatti relativi alla sentenza del Tar dell'Umbria sull'impianto a biomasse di Pian D'Assino: “In merito agli articoli apparsi sulla stampa a firma del Comitato Verde Pian d'Assino riguardanti il ricorso al TAR dell’Umbria da questo promosso contro il provvedimento che ha autorizzato la realizzazione dell’impianto a biomasse presentato dalla impresa GMP Bioenergy, l'Amministrazione Comunale di Umbertide intende fornire i seguenti chiarimenti sugli aspetti fondamentali della vertenza. Occorre innanzitutto premettere che il TAR ha estromesso dal giudizio il “Comitato Verde Pian d’Assino” per difetto di legittimazione ad agire, in quanto lo stesso si è costituito esclusivamente in funzione della impugnazione degli atti del procedimento autorizzatorio, essendo quindi privo del grado di rappresentatività e stabilità adeguato a perseguire in modo non occasionale gli obiettivi di tutela ambientale. Viceversa il TAR ha ritenuto legittimato ad agire il ricorrente sig. Francesco Cancian, in quanto proprietario di compendi immobiliari presenti nella zona. Nel merito il TAR ha poi accolto soltanto uno degli otto motivi presentati dal sig. Cancian riconoscendo il solo motivo, riguardo al procedimento in questione, dell’applicabilità della direttiva comunitaria 2011/092/CE, secondo la quale non può essere escluso l'obbligo di sottoposizione a VIA per gli impianti a biomasse soltanto perché di potenza inferiore ad 1 Mwe, così come invece previsto dal R.R. n. 7/2011 che richiede per tali impianti solo la Procedura abilitativa semplificata (PAS ). Il TAR ha poi riconosciuto che il Comune di Umbertide non è affatto venuto meno all’obbligo di valutare le memorie e i documenti del Comitato e in particolare la relazione tecnica del consulente esperto del Comitato, dott. Valerio, così come pure si è comportato correttamente e legittimamente nel convocare la conferenza di servizi tra tutti gli enti competenti al rilascio dei pareri ai fini della PAS da parte degli enti competenti (Regione, Provincia, Arpa, Vigili del Fuoco). Dal momento che i rilievi del TAR si riferiscono alla circostanza che il Regolamento regionale n. 7/2011 non ha recepito di fatto i principi della direttiva comunitaria 2011/092/CE in materia di VIA, mentre non riguardano la correttezza formale e sostanziale del procedimento amministrativo condotto dal SUAPE del Comune di Umbertide, la Giunta ha deliberato di non proporre appello alla sentenza del TAR dell’Umbria innanzi al Consiglio di Stato. Si ricorda infine che, sinora, l’impresa GMP Bioenergy non ha iniziato i lavori di realizzazione dell'impianto la cui autorizzazione di PAS è ora venuta meno a seguito della sentenza del TAR n. 266/2016”. 

20/04/2016 19:27:24

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy