Cultura UMBRIA CALLING all'Opificio: venerdì 18 marzo sarà la volta dei tifernati “Snow in Damascus”

Con gli “Snow in Damascus” arriva il terzo appuntamento musicale della rassegna Umbria Calling, storico marchio di fabbrica targato Rockin’Umbria e dedicato ai gruppi emergenti umbri di scena all'Opificio di Umbertide. Archiviati i concerti con i perugini The Soul Sailor & Mara’s Acoustic Fire e i folignati Quiver with Joy, prosegue così l’iniziativa che punta a dare spazio alle nuove band e tendenze musicali della regione. Stavolta tocca ad un gruppo che gioca in casa, visto che i cinque musicisti arrivano da Città di Castello. Venerdì 18 marzo alle ore 22.30 (ingresso gratuito) all’Opificio di Umbertide ad esibirsi saranno gli Snow in Damascus, per proseguire con il dj set a cura di Viceversa. Un pre-serata sarà invece organizzato in orario aperitivo (ore 18) presso il bar-panetteria I Fannulloni, con musica selezionata da dj Shaft. Snow in Damascus con la loro musica “folktronica” portano l’ascoltatore all’interno di un viaggio oscuro e sensoriale, claustrofobico ma intenso, in profondi e stretti spazi in cui tutto sembra buio, dove riescono a convivere elettronica, minimal e reminescenze shoegaze. I suoni si fanno spazio attraverso istantanee in cui tensione e calma si rincorrono fino a sfiorarsi. Snow in Damascus ruota inizialmente attorno a Gianluca Franchi (chitarra acustica e voce) e ai pezzi che nel 2011 comincia a suonare insieme a Matteo Bianchini e Davide Besi (reduci da una lunga esperienza nei Moleskin). In seguito le collaborazioni si moltiplicano, per far giungere ogni canzone alla sua forma definitiva, coinvolgendo Andrea Ottaviani (chitarrista, anche lui nei Moleskin), Michele Mandrelli (synth, elettronica e voce), Giorgia Fanelli (voce e percussioni) e Ciro Fiorucci (batteria acustica ed elettronica), il tutto sotto l’orecchio vigile di Michele “Parola” Pazzaglia (Paolo Benvegnù) che cura le registrazioni e il mixaggio nel suo Jam Recordings Studio. Per l'album di debutto “Dylar”, la formazione prende spunto da un romanzo di Don De Lillo, “Rumore bianco”. Nelle pagine dello scrittore italo-americano, il Dylar è un misterioso farmaco in grado di alleviare la più inattaccabile delle paure, quella di morire. La “winter edition” di Umbria Calling, iniziativa realizzata anche con il patrocinio del Comune di Umbertide e il supporto del Centro Socio Culturale San Francesco e del bar-panetteria di Umbertide I Fannulloni, nasce grazie alla collaborazione tra Rockin’Umbria, la fanzine Umbria Noise e l’Opificio. A curare l’organizzazione è la Fondazione SergioPerLaMusica che quindi ha voluto far ripartire il progetto Umbria Calling con l’obiettivo di sostenere nella loro crescita le band della regione. Fino ad aprile la rassegna continuerà così a dare spazio ai gruppi emergenti umbri grazie ad un progetto che fin dalle prime edizioni di Rockin’Umbria ha ospitato, sempre durante lo storico festival estivo umbro e al fianco di nomi importanti della scena nazionale e internazionale, band e musicisti della regione. Per mantenere vivo quindi anche nei mesi primaverili lo spirito di Rockin’Umbria, sul palco dell’Opificio di Umbertide prossimamente sono attesi altri interessanti gruppi della scena musicale regionale comeElephant Brain (9 aprile) ed Assenza (15 aprile).

16/03/2016 15:46:18 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Altotevere Giovedì 10 marzo Nefrologie aperte per la prevenzione e la diagnosi precoce delle malattie renali

Riceviamo e pubblichiamo 09 marzo 2016 -  Nella mattinata di giovedì 10 marzo (ore 9-13), in occasione della Giornata mondiale del Rene e della prevenzione delle malattie renali, le Nefrologie degli ospedali di Città di Castello, Assisi, Gubbio-Gualdo Tadino, Media Valle del Tevere e Castiglione del Lago aprono le loro porte ai cittadini per una valutazione clinica della funzione renale, utile ad individuare i soggetti a rischio e a fornire informazioni utili per una corretta prevenzione delle malattie renali, nell’ottica di una diagnosi precoce di eventuali danni già presenti. “Negli ultimi anni l‘incidenza e la prevalenza dell‘insufficienza renale cronica sono andate sempre più crescendo, anche in virtù dell‘invecchiamento della popolazione generale – spiegano i direttori delle strutture di Nefrologia e dialisi della Usl Umbria 1, Antonio Selvi per l’area sud e Alessandro Leveque per l’area nord – Oggi nel mondo 1 persona su 10 ha un danno renale e in molti casi non lo sa, poiché la malattia renale nei primi stadi non dà sintomi né segni evidenti. Per questo motivo è di fondamentale importanza individuare precocemente  i soggetti a rischio e quelli con iniziale malattia renale al fine di prevenirne l’evoluzione e le sue complicanze”. I controlli prevedono esami semplici (esame urine, glicemia urea e creatinina) e la misurazione della pressione arteriosa.

09/03/2016 18:52:04 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Si apre la stagione 2016 della Rocca, sei le mostre ospitate

Si apre sabato 19 marzo la stagione 2016 della Rocca – Centro per l'arte contemporanea. Dal 1991 centro espositivo permanente per l'arte contemporanea, la fortezza medievale simbolo di Umbertide nelgi anni ha ospitato mostre di elevato spessore culturale e rilievo nazionale ed internazionale e il generoso contributo di artisti, galleristi e collezionisti ha arricchito la collezione comunale che viene esposta periodicamente. Sabato 19 marzo la Rocca riaprirà i battenti per la nuova stagione culturale, che si nutrirà della linfa dell’arte contemporanea stessa, espressa nelle sue più disparate forme, dal disegno alla scultura, dalla pittura alla ceramica, all’insegna del forte legame tra territorio e comunità, valori che l’Assessorato alla Cultura sposa ampiamente, con l’obiettivo di offrire alla città un’opportunità di arricchimento culturale e agli artisti coinvolti un confronto di respiro internazionale. Sono sei le mostre in programma, che da marzo a novembre vedranno la presenza di artisti italiani e stranieri, capaci di reinterpretare con segni, simboli e temi, il linguaggio “camaleontico” dell’arte contemporanea. Si comincerà con la mostra personale dell’artista Silvio Formichetti “Evoluzione del silenzio”, in esposizione fino al 24 aprile. Esponente di spicco dell'espressionismo informale europeo, invitato da Sgarbi alla Biennale di Venezia del 2011, Formichetti presenta ad Umbertide una trentina opere pittoriche astratte di recente produzione, dove è proprio l'assenza dell'immagine e il vigore dei colori a determinarne l'assoluta potenza. A seguire la Rocca ospiterà le mostre “Tre artiste”, collettiva del trio femminile composto da Candida Ferrari, Francesca della Toffola e Mirella Saluzzo (dal 30 aprile al 12 giugno), “The intelligence of love” di Christy Astuy (dal 25 giugno al 31 luglio), “Tre identità” di Katrin Grote, Pierluigi Ricci e William Balthazar Rose (dal 6 al 28 agosto), “Lacer-Azioni” di Leonardo Nobili (dal 3 settembre al 2 ottobre) e “Astrazioni Interattive” di Giulia Gorlova (dall' 8 ottobre al 6 novembre). La Rocca è aperta al pubblico tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle ore 10,30 alle ore 12,30 e dalle ore 16,30 alle ore 18,30. 

09/03/2016 18:40:10 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » SLIDER Civitella Ranieri tra le dieci migliori residenze al mondo per artisti

Vetrina d'eccezione per il Castello di Civitella Ranieri che è stato inserito tra le dieci residenze per artisti più interessanti al mondo dalla prestigiosa rivista d'arte Blouin Art Info, facente parte del gruppo editoriale Louise Blouin Media con sede a New York e dal 2005 consultabile anche online. Con venti edizioni internazionali, dall'Europa (Italia compresa) al Sudamerica, dalla Cina e Giappone all'Australia, Bouin Art Info è un vero e proprio punto di riferimento per artisti e critici d'arte, che qui possono trovare ogni giorno le ultime novità da mostre, gallerie d'arte, case d'asta e musei di tutto il mondo. E in questi giorni sul sito blouinartinfo.com è apparso anche un interessante articolo sui luoghi in cui un artista può trovare la pace, la tranquillità e l'ispirazione necessarie per favorire il proprio processo creativo, individuando le dieci migliori residenze per artisti di tutto il mondo. E l'elenco si apre proprio con il Civitella Ranieri Center, “ricavato – recita l'articolo - in un meraviglioso castello del XV secolo fuori dalla piccola città di Umbertide e fondato dalla defunta esploratrice ed alpinista Ursula Corning, immerso nella campagna umbra, apre le porte sia ad artisti emergenti che creativi già conosciuti - artisti, scrittori e compositori - per partecipare alle quattro sessioni di residenza autogestita da sei settimane l’una organizzate ogni anno”. In mezzo ad atelier artigianali e luoghi quasi immaginari immersi nella natura, dall'Argentina all'Inghilterra, dalla Malesia agli Stati Uniti, passando per il Canada, spicca quindi la cittadina di Umbertide che, con il meraviglioso Castello di Civitella Ranieri, può a ragione definirsi meta prediletta di artisti in cerca di energia creativa. 

26/02/2016 19:16:11

Notizie » Politica Conferenza stampa di Umbertide Cambia per rispondere all'attacco del Pd a Orazi

Umbertide Cambia ha organizzato giovedì sera una conferenza stampa convocata per rispondere all'attacco portato dal Pd di Umbertide al suo consigliere comunale Luigino Orazi. Erano presenti il presidente dell'associazione Umbertide Cambia, Gianni Codovini, l'avvocato Raffaello Agea e lo stesso Orazi. Codovini è subito entrato nel cuore del problema: “Noi abbiamo sollevato una questione politica sul metodo di nomina dei direttori della sanità in Umbria, il Pd ha risposto in modo scomposto con un attacco personale a un nostro consigliere, entrando nel merito della professionalità del suo lavoro. Peraltro alcuni esponenti del Pd locale ci hanno chiamato per prendere le distanze dalla risposta, per cui non si capisce nemmeno se il comunicato sia stato firmato dall'intera segreteria o solo da alcuni. Prendiamo atto che il nostro tentativo di riportare la discussione politica a Umbertide su un piano civile è completamente disatteso. E' ormai costume del Pd locale non entrare mai nel merito dei problemi posti. E' un mese e mezzo che abbiamo formulato richiesta di chiarimenti sul bilancio e ancora nessuna risposta”. Luigino Orazi si è detto sorpreso: “Mai avrei pensato di scatenare un tale polverone parlando solo della non collegialità delle nomine dei direttori della sanità in Umbria. Io sollevo un problema politico, mi si risponde con un attacco personale. Ciò che mi conforta è che esponenti del Pd mi hanno chiamato per dirmi che non solo non condividevano i toni della risposta, ma che loro non l'avevano firmata e anzi non ne sapevano niente”. L'avvocato Agea è entrato nel merito: “Orazi aveva espresso un giudizio politico, certo anche formulando critiche, come è naturale nella dialettica tra partiti. La risposta è stata un inaccettabile attacco personale, con riferimenti al suo lavoro da dipendente dell'Asl e alle sue capacità professionali. Attendiamo chiarimenti pubblici, se non arriveranno percorremo la via giudiziaria”.  

26/02/2016 19:10:53

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy