Attualità » Primo piano Umbertide Cambia: idee chiare sul bilancio di previsione 2016

Lavoro, giovani, welfare. Sono le tre priorità che Umbertide cambia intende trasferire nelle scelte che caratterizzano il bilancio di previsione 2016. Insieme ad una nuova capacità di programmazione ed una diversa cultura di governo. Per la parte urbanistica i temi riguardano invece il recupero  del complesso ex fornace, la gestione dell’ex tabacchi, la destinazione e la bonifica dell’area molino popolare dismessa. Con un punto particolare sul servizio rifiuti, da affidare ad una azienda pubblica, sulle frazioni, in particolare sui temi ambientali, la viabilità e le diverse esigenze di riqualificazione, la manutenzione delle strade e dei parchi del capoluogo e la realizzazione della nuova caserma dei carabinieri, “che per noi  - ha detto Claudio Faloci, capogruppo del movimento civico - rappresenta una parte importante del tema sicurezza”. “Guardiamo al documento programmatico come deve fare una forza di governo – ha aggiunto Faloci - cioè con responsabilità e capacità di proposta, individuando obiettivi immediati ed altri a medio termine, ma sostanzialmente cercando di cogliere le nuove esigenze di una città che cambia in un’ottica territoriale. Lavoro: ribadiamo la nostra proposta di finanziare uno specifico progetto per favorire l’assunzione di categorie marginali nel mercato del lavoro. Al tempo stesso chiederemo un potenziamento della lotta al lavoro irregolare, condizione di sfruttamento, ma anche elemento generatore di ingiusti privilegi sul piano sociale (esenzioni sanitarie, case popolari ….). Giovani: pensiamo ad un vero incubatore d’impresa, da realizzare in collaborazione con l’Istituto superiore e l’imprenditoria locale; intendiamo cambiare il regolamento della borsa di studio per studenti universitari, per la quale abbiamo devoluto tutte le nostre indennità, affinché sia realmente un investimento su ragazzi meritevoli in difficoltà economica; pensiamo sia necessario rivedere l’offerta formativa superiore cercando di avvicinarla quanto più possibile alle competenze richieste dal mondo del lavoro. Welfare: occorre progettare e finanziare un nuovo sistema sociale che valorizzi l’offerta privata di qualità e stimoli le aziende locali ad un investimento in servizi per i propri dipendenti (welfare aziendale). Occorre poi una riflessione vera sul sistema di assistenza agli anziani, guardando a soluzioni che garantiscano al tempo stesso professionalità, umanità e supporto alla famiglia. Chiediamo con forza il potenziamento del sistema di cure palliative rivolte ai malati terminali, alle quali deve essere integrata la realizzazione di un hospice. Se il principio della responsabilità sociale dell’impresa, la promozione della sussidiarietà orizzontale, l’idea di un piano strategico territoriale sono i cardini delle nostre proposte, è chiaro – ha concluso il capogruppo di Umbertide cambia – che la realizzazione del nostro progetto amministrativo passa anche attraverso una intelligente revisione della spesa, una riduzione dei costi della politica e soprattutto uno stile di governo nuovo, fondato sulla reale partecipazione e sulla tutela del bene comune, superando interessi particolari, logiche amicali, legami familistici, rapporti clientelari”. Umbertide cambia

17/05/2016 14:02:03

Attualità » Primo piano Giro 2016 ed Umbertide in fiera: fine settimana ricco di iniziative

E' stato un fine settimana da ricordare per il centro storico di Umbertide che sabato 14 maggio ha ospitato la Carovana del Giro d'Italia che ha portato in una città vestita a festa divertimento ed allegria. Per tutta la mattina in molti si sono ritrovati tra piazza Matteotti, dove si svolgeva inoltre il tradizionale Mercato della Terra, e piazza Mazzini dove intorno a mezzogiorno è arrivata la Carovana. Ad accoglierla tanta gente e tanti studenti che con i loro palloncini rosa hanno salutato i tanti mezzi della Carovana che hanno distribuito a tutti gadget degli sponsor del Giro. A questa si è aggiunta l'iniziativa Giro d'Eatalia, che ha visto Umbertide sfidare Città di Castello a colpi di bellezze artistico-culturali, enogastronomia ed ospitalità, iniziativa proposta dal Giro d'Italia ed organizzata dal Comune di Umbertide, con il contributo di Aimet, Ristorante Fortebraccio e Banca Mediolanum.  Il risultato è stato un video, disponibile sulla pagina Facebook della Carovana e sul sito internet del Giro d'Italia, che in un solo giorno ha ottenuto circa 10.000 visualizzazioni e che, partendo dai suggestivi scorci delle bellezze umbertidesi, dalla Rocca alla Collegiata, passando per il Museo Santa Croce e piazza San Francesco, il Castello di Civitella Ranieri, il Teatro dei Riuniti e l'Abbazia di Montecorona, ha poi proposto il saluto e l'invito del sindaco Marco Locchi a visitare Umbertide per proseguire con la presentazione di un piatto tipico della cucina locale, la Ciaramicola, illustrata da Adriano Bottaccioli, al suono della Banda cittadina diretta dal maestro Cerrini.  Alla fine è stata proprio ad Umbertide a vincere la sfida con Città di Castello, dimostrando di aver trasformato il passaggio del Giro d'Italia e della sua Carovana in una vera e propria festa alla quale tutta la città ha partecipato con entusiasmo. Anche domenica 15 maggio il centro cittadino è stato il cuore pulsante di Umbertide grazie all'iniziativa "Umbertide in fiera" promossa da Confcommercio, Fiva Confcommercio e Fiev con il patrocinio del Comune di Umbertide. Per tutta la giornata piazza Matteotti, piazza Caduti del lavoro e via dei Patrioti hanno ospitato numerose bancarelle con prodotti di artigianato, abbigliamento, calzature, pelletteria, fiori e food che, specie nella mattina, sono state letteralmente prese d'assalto dai visitatori. 

17/05/2016 13:51:41

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy