Notizie » SLIDER Comuni e Regione a confronto sul futuro della ex Fcu

In una sala San Francesco gremita si è svolto ieri pomeriggio il Consiglio comunale aperto sulle prospettive di sviluppo della ferrovia ex Fcu, al quale hanno partecipato anche i comuni altotiberini percorsi dal tracciato della ferrovia, la Regione Umbria, Bus Italia oltre a tecnici del settore. La seduta è stata aperta dai sindaci dei Comuni di Umbertide Marco Locchi, di Città di Castello Luciano Bacchetta, di San Giustino Paolo Fratini e di Sansepolcro Daniela Frullani che hanno sottolineato il ruolo fondamentale della ex Fcu come dorsale strategica della regione e ribadito la necessità di ripristinare quanto prima la circolazione sulla tratta Umbertide- Città di Castello, interrotta oramai da mesi per motivi di sicurezza. Per i sindaci altotiberini è fondamentale che si rilanci la ferrovia, come peraltro previsto nel Piano regionale dei trasporti, integrando il trasporto su ferro con quello su gomma e, in questo senso, hanno accolto con favore i contatti tra Regione Umbria e Rfi per il trasferimento della ex Fcu alla rete ferroviaria italiana. Il tutto anche alla luce delle risorse annunciate dal ministro alle infrastrutture Graziano Del Rio per la riqualificazione e messa in sicurezza della E 45 (1,5 miliardi di euro circa) e il completamento della E 78 (1,8 miliardi di euro circa). “La Fcu è considerata fondamentale nel Piano regionale dei trasporti ed è nostra intenzione valorizzarla e integrarla sempre di più con il trasporto su gomma al fine di incrementare il numero di passeggeri – ha dichiarato l'assessore regionale alle Infrastrutture Giuseppe Chianella – In quest'ottica la Regione ha già avviato contatti per il trasferimento in concessione per almeno tre anni della ex Fcu a Rfi; questo consentirà da una parte di ripristinare la tratta oggi chiusa che collega Umbertide con Città di Castello, dall'altra di inserire la ferrovia regionale nella rete ferroviaria italiana”. Con i suoi 157 km di tracciato e un'utenza pari a circa 4.000 utenti giornalieri, oggi la ex Fcu necessita di investimenti cospicui, che un soggetto come Rfi potrebbe garantire, per la riqualificare l'intero tracciato e porre le basi per un'infrastruttura moderna e al passo con i tempi, in grado di intercettare, anche grazie all'interconnessione con il trasporto su gomma, un'utenza dai numeri ben maggiori rispetto agli attuali. Nel corso della seduta hanno preso la parola, oltre ai consiglieri comunali Faloci, Venti, Palazzoli, Valdambrini e Conti, anche Diego Zurli, coordinatore d'Ambito territorio, infrastrutture e mobilità della Regione Umbria, Mauro Fagioli, direttore esercizio Bus Italia, l'ing. Luigi Fressoia e l'ing. Mario Tosti in qualità di tecnici, il vicepresidente del Consiglio regionale Valerio Mancini e l'on. Giampiero Giulietti che, come invitati esterni, hanno apportato il loro contributo di opinioni e conoscenze al tema oggetto del consiglio comunale. 

19/02/2016 14:58:24

Notizie » SLIDER Lettera dei ragazzi dei Lavori Estivi ai vandali del passaggio pedonale della stazione

Riceviamo e pubblichiamo la lettera scritta dai ragazzi del progetto Lavori estivi del Comune di Umbertide, dopo l'atto vandalico ai danni del passaggio pedonale della stazione “Noi ragazzi del Progetto Lavori estivi del Comune di Umbertide abbiamo deciso di rispondere civilmente, usando le pagine di un giornale, a voi che incivilmente avete usato un muro bianco, frutto del nostro impegno e delle nostre fatiche, per lanciare un “messaggio”. Ci riferiamo ai vandali che hanno imbrattato il sottopasso ferroviario. A livello umano, per noi l'esperienza dei lavori estivi guidati, oltre che comportare il sacrificio di svegliarci tutte le mattine alle 7.00, ci ha permesso di fare nuove conoscenze con coetanei, di stringere relazioni con loro, di fare nuove esperienze come quella di avvicinarci al mondo del lavoro. Non tutti abbiamo lavorato all' imbiancatura del sottopasso ferroviario, ma tutti abbiamo lavorato per rendere migliore la città e occuparci di  “beni comuni”. Alcuni di noi si svegliavano presto la mattina per andare a ripulire il Parco Ranieri, altri si impegnavano in una doppia turnazione per ripulire le aule dei centri estivi comunali dove i bambini passavano la loro estate e altri appunto si occupavano di scartavetrare e rimbiancare il sottopasso. Nel corso dei nostri lavori abbiamo incontrato cittadini del nostro piccolo paese che ci hanno incoraggiato a lavorare per Umbertide. Non era raro sentire persone che passeggiando per il sottopasso ci dicevano “Bravi ragazzi!Fate bene! Era ora che qualcuno lo ripulisse”. Allo stesso tempo alcuni passanti ci avevano “avvertito” con un “prima o poi qualche cretino ve lo ri-sporca!”. Ma ciò nonostante noi ci abbiamo creduto e abbiamo lavorato. Di certo questi gesti non ci lasciano indifferenti ma suscitano in noi sdegno, il danno fatto non è solo ad un “muro” ma è un danno a noi, alla collettività. Quello che ci “sconvolge” di più è pensare che tutto ciò sia potuto accadere in pieno giorno. Senza che nessuno si accorgesse di nulla. Non si tratta di avere o non avere telecamere. Si tratta invece di spronare le persone a denunciare episodi come questo. Se fosse stato il muro di casa vostra? Il nostro appello è rivolto ai cittadini, a quelli che Umbertide la sentono propria. Non chiudete gli occhi davanti a questi atti, ma teneteli aperti e usate la vostra voce per rompere questi silenzi”.

18/02/2016 18:51:19

Attualità » Primo piano Bilancio di previsione, l'Amministrazione incontra la Cna

Si è tenuto nei giorni scorsi presso la Residenza comunale un incontro tra l'Amministrazione Comunale di Umbertide e l'associazione di categoria Cna in previsione della predisposizione del bilancio preventivo 2016. Erano presenti per l'Amministrazione il sindaco Marco Locchi e gli assessori al Bilancio Pier Giacomo Tosti e ai Tributi Cinzia Montanucci mentre la delegazione della Cna era composta da Enrico Ceccarelli, presidente della Consulta territoriale Cna dell’area di Umbertide, dal responsabile dell’ufficio locale Claudio Rossi e dal funzionario Fabiano Coletti. La Cna ha avanzato la richiesta all'Amministrazione Comunale di contenere la tassazione locale sulle imprese. “Chiediamo innanzitutto la rimodulazione della percentuale a carico delle attività produttive della tassa sui rifiuti. – ha affermato Ceccarelli – Si tratta di un’imposta che rappresenta un costo significativo per le imprese, sia di servizio che di produzione ed oggi gli artigiani pagano il doppio del dovuto a vantaggio delle famiglie. Quello che chiediamo è di pagare in base ai rifiuti effettivamente prodotti”. In merito all’IMU e alla TASI è stata inoltre chiesta l’invarianza dell’aliquota al 2 per mille sia per i laboratori che per gli opifici. “Purtroppo – ha proseguito Ceccarelli - spesso queste imposte colpiscono il patrimonio delle imprese in base a rendite catastali largamente superiori ai reali valori di mercato. Siamo perfettamente consapevoli che i Comuni sono chiamati a far cassa per conto dello Stato, ma se non si vuole indebolire ulteriormente la capacità produttiva delle aziende artigiane, che rappresentano il vero motore economico del territorio umbertidese, va fermato l’aumento della tassazione locale”. L'Amministrazione comunale ha sottolineato la particolare attenzione riservata alle imprese, pur nelle difficoltà in cui sono costretti ad operare oggi gli Enti locali, favorendo sia le attività già avviate che i nuovi insediamenti, anche attraverso la riproposizione dei due bandi comunali per la concessione di contributi per l'assunzione e/o stabilizzazione del personale e per le agevolazioni finanziarie per la nascita di nuove imprese e lo sviluppo di imprese esistenti. “Lo scorso anno abbiamo deciso di non aumentare le tasse, nonostante i tagli ai trasferimenti statali e, grazie anche alle nuove disposizioni previste dalla Legge di Stabilità, non ci saranno aumenti nemmeno per il 2016 – hanno risposto il sindaco Locchi e gli assessori Tosti e Montanucci – E' intenzione dell'Amministrazione comunale confermare l'attenzione nei confronti delle imprese, sia favorendo lo sviluppo delle attività esistenti, sia promuovendo la nascita di nuovi insediamenti perché siamo convinti che il tessuto economico e produttivo locale sia il cuore pulsante del nostro territorio”. L'incontro con Cna fa seguito a quello tenutosi nei giorni scorsi con Cgil, Cisl e Uil e fa parte della partecipazione al bilancio di previsione 2016 del Comune di Umbertide. 

18/02/2016 18:49:56

Notizie » SLIDER Gli studenti del Leonardo da Vinci alle semifinali delle Olimpiadi della Cultura e del talento

La squadra del Campus “Leonardo da Vinci” di Umbertide si è classificata prima nella Regione Umbria ottenendo un posto per le semifinali delle Olimpiadi della Cultura e del Talento, che si terranno a Civitavecchia il prossimo 17 marzo.  La squadra vincitrice “Accipicchia” è composta dai seguenti studenti: Mario Saverio Grassini (IV A Indirizzo Tecnico ITI), Veronica Francescangeli (IV A Liceo delle Scienze Umane), Alessandro Meniconi (IV A Liceo Linguistico), Lavinia Secci (IV B Liceo Scientifico), Federica Machelli (IV A Liceo Economico Sociale) e Jaele Fo (IV A Indirizzo Servizi Commerciali). Con loro il dirigente scolastico Franca Burzigotti, i docenti del dipartimento di Storia e Filosofia e tutta la comunità scolastica si sono complimentati per l' eccellente risultato conseguito, reso più  significativo per  i piazzamenti di rilievo di tutte le squadre partecipanti. Oltre il primo posto, infatti,  il Campus ha ottenuto il secondo e il quarto posto nella classifica umbra, tutta umbertidese se si esclude il terzo posto ottenuto dal Liceo Galilei di Perugia. Ecco gli alunni della squadra “I Da-Vincitori”, seconda classificata: Laura Naticchi (IV B Liceo Linguistico), James Millington (IV A Liceo Linguistico), Letizia Caseti (IV A Liceo Scientifico), Martina Lorenzini (IV A Liceo Scientifico, Jessica Merli (IV A Liceo Economico Sociale), Gianluca Fratta (IV A Liceo delle Scienze Applicate) e della squadra “Gli Incorreggibili”, quarta classificata: Denise Podda (IV A Liceo delle Scienze Umane), Lucia Bucci (IV B Liceo Scientifico), Martina Piredda (IV A Liceo Linguistico), Martina Marchetti (IV A Liceo Economico Sociale), Liridon Nivokazi (IV A Servizi Commerciali), Lorenzo Monsignori (IV Indirizzo Tecnico ITI). Le Olimpiadi della Cultura e del Talento sono un Concorso Culturale Nazionale rivolto alle scuole secondarie di secondo grado di tutto il territorio italiano. Ogni squadra è composta da sei studenti iscritti alla medesima scuola. Il Concorso è una competizione multidisciplinare che si articola in tre fasi: eliminatorie, semifinali e finali. La caratteristica del Concorso è, nell'ambito delle finali, la “Prova Talento” nella quale i partecipanti mettono in mostra una loro particolare dote artistica acquisita in ambito extrascolastico. Le eliminatorie si sono svolte su base regionale il 25 gennaio scorso, esclusivamente on-line sulla piattaforma Net-Learning delle Olimpiadi della Cultura e del Talento e alle semifinali hanno avuto accesso le migliori 340 squadre d’Italia e per l'Umbria la squadra degli alunni del Campus di Umbertide “Accipicchia”.  La prova per l'accesso alle semifinali è stata "di squadra" cioè tutti i sei componenti hanno svolto insieme un unico test dove si richiedeva di risolvere quiz di logica, informatica, storia dell’arte, cultura musicale e cultura sportiva di diverse tipologie: risposta multipla, risposta aperta, completamento, riconoscimento immagini e/o tracce musicali. Le 340 squadre che hanno superato la fase eliminatoria si confronteranno nelle semifinali che si svolgeranno a Civitavecchia  il 17 marzo. Le semifinali consisteranno in 6 prove: 5 test scritti da 16 domande a risposta multipla ciascuno e una prova musicale. I test a quiz e la prova musicale saranno svolti ognuno da un diverso componente della squadra individualmente e verteranno sulle seguenti materie: Letteratura Italiana e Internazionale, Educazione Civica e Attualità Italiane ed Europee, Lingua Inglese, Scienze, Storia e Geografia Mondiale. La prova musicale consisterà nell’ascoltare 16 brani musicali in sequenza per circa 20 secondi (non necessariamente il ritornello). Il componente dovrà trascrivere correttamente titolo ed artista della canzone. I brani proposti potrebbero essere sia in lingua italiana che in lingua inglese. 

15/02/2016 16:02:07 Scritto da: Eva Giacchè

Cultura Al Cinema Metropolis la rassegna “CineCaLibro”

CaLibro Festival e l'associazione Effetto Cinema, con il prezioso sostegno di Lingua Più, organizzano al Cinema Metropolis la mini rassegna “CineCaLibro”, dedicata a film ispirati alla vita di famosi poeti. I film saranno proiettati in lingua originale con sottotitoli in italiano. Un modo originale per avvicinarsi a “CaLibro 2016”, che si terrà a Città di Castello dal 31 marzo al 3 aprile, dove la poesia avrà molto spazio. La prima serata della rassegna sarà anche l'occasione per svelare al pubblico il programma ufficiale del festival. Questi gli appuntamenti in programma al Cinema Metropolis (biglietto unico 4 euro): Giovedì 18 febbraio, ore 21.15 BRIGHT STAR (su John Keats). Introdotto da Eleonora Mariucci. John Keats stava lottando per diventare un grande poeta, ma poi gli successe qualcosa che, allo stesso tempo, intralciò e rese immortali quei suoi sforzi: incontrò Fanny Brawne. Il film di Jane Campion, una delle più importanti registe contemporanee, si concentra sugli ultimi tre anni di vita di Keats, il più importante poeta romantico inglese. E lo fa con una densità e delicatezza che rispecchiano e rendono onore alla poesia di John e al suo amore per Fanny. Giovedì 25 febbraio, ore 21.15 SYLVIA (su Sylvia Plath). Introdotto da Lorenza Mangioni. Sylvia Plath fu una delle più importanti poetesse del Novecento americano. La sua fu una vita difficile, fra depressione, tentativi di suicidio (non tutti falliti) e il tormentato amore con il poeta Ted Hughes. Il film di Christine Jeff si concentra in particolare su questo amore, le cui vicende non sono separabili dalla densità della poesia di Sylvia Plath. Giovedì 3 marzo, ore 21.15 URLO/HOWL (su Allen Ginsberg). Introdotto da Ivan Teobaldelli. Quando nel 1956 venne pubblicato il poema “Urlo” di Allen Ginsberg, fu un evento fondamentale sia per la letteratura mondiale che per la lotta per la libertà d’espressione: l’opera venne portata infatti in tribunale per oscenità e lo scontro legale che seguì fu una memorabile battaglia contro il bigotto perbenismo dilagante. Il film di Rob Epstein e Jeffrey Friedman racconta in parallelo tre aspetti di quella vicenda: il processo, la vita di Ginsberg e dei suoi compari della Beat generation e il poema stesso, attraverso una coinvolgente restituzione animata.

15/02/2016 15:56:35 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » SLIDER Da venerdì 19 febbraio visitabile la sezione archeologica del Museo Santa Croce

Da venerdì 19 febbraio sarà visitabile con il biglietto di ingresso al museo, anche la nuova sezione archeologica allestita al piano superiore del Museo Santa Croce. La sezione archeologica racconta il territorio di Umbertide, caratterizzato storicamente dalla presenza del Tevere, da sempre fondamentale via di diffusione e di comunicazione. Qui la presenza dell’uomo è attestata fin dalle età più antiche: il rinvenimento di materiali ceramici dell’età del Bronzo recente e finale sulla sommità di Monte Acuto negli strati sottostanti il santuario attestano una realtà insediativa di tipo sommitale, mentre in età arcaica le aree alla destra del Tevere, considerate tradizionalmente etrusche, sono caratterizzate da un sistema di insediamenti  a distanza anche ravvicinata. In età ellenistica (III-I sec. a.C.) l’area etrusca alla destra del Tevere restituisce attestazione di una popolazione distribuita in piccole realtà rurali di cui le testimonianze più evidenti sono le tombe a camera costruite in blocchi squadrati, come la bella Tomba Sagraia. In età romana la realtà insediativa appare legata allo sfruttamento del territorio, con una presenza diffusa di ville e di insediamenti rustici. I “protagonisti” della sezione archeologica sono senza dubbio i bronzetti votivi, rinvenuti sulla sommità di Monte Acuto e databili alla fine del VI-V sec. a. C.. Rappresentano prevalentemente figure animale (suini, ovini, bovini) e figure umane (oranti maschili e femminili) ma sono presenti anche figurine da interpretare come Marte con elmo e lancia, guerrieri e particolari anatomici. Inoltre nel museo sono esposti frammenti di ceramica ellenistica, di ceramica a vernice nera e di ceramica comune romana ed un cospicuo gruppo di monete di IV sec. a.C. che testimoniano la frequentazione della zona di Monte Acuto fino in epoca tardo-romana. 

15/02/2016 15:54:41

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy