Notizie » Politica Orazi (Umbertide Cambia):''Grazie al commissario prefettizio stiamo riavvicinando la gente alle istituzioni''

L'ex consigliere comunale di Umbertide Cambia Luigino Orazi, ha scritto in un post su Facebook:“Cari umbertidesi scusate per questo mio piccolo pensiero che riconosco è sempre più lungo però ho tante cose da dirvi e essere sintetico non riesco , buona lettura e spero di non annoiarvi. Oggi il livello della nostra politica locale sta veramente toccando il fondo, tanto che spiegarlo ai cittadini è un’impresa. Il partito che fino ad oggi ha governato sta diventando giorno dopo giorno sempre più ridicolo e inaffidabile. Da una parte c’è l’ex sindaco Locchi (PD), attivo nel fare un tour che va da Molino Vitelli a Pierantonio, per accasarsi poi in paese nelle abitazioni famigliari; stessa cosa fa il (PD) di Giulietti, che anticipa il tour di Locchi di uno o due giorni. Cosa curiosa è che essendo tutti e due dello stesso partito dicono cose l'una opposta dell’altra. Locchi dice che ha ereditato un debito di 15 milioni di euro, ma lui, a suo dire, lo ha riportato a 10 milioni; l’altro tappezza la città con manifesti nei quali scrive che i milioni sono 16 milioni, ma non sono debiti, piuttosto investimenti. Anzi aggiunge che il Comune non ha un euro di debito ed accusa l’altro PD - che peraltro lui stesso ha voluto - di dire bugie e di non avere capito come si compone un bilancio”.   “Ma quali sono - prosegue Orazi - questi famosi investimenti che hanno migliorato la città? Tra di essi spicca la ex fattoria tabacchi, che sta diventando come il pozzo di San Patrizio, e pensare che il sig. Locchi voleva ancora spenderci altri 400.000 euro per una struttura, senza sapere ancora oggi come verrà utilizzata. Cosa curiosa è che nei tour dei due esponenti del PD essi fanno a gara per insultarsi a vicenda, ma soprattutto gareggiano a chi la spara più grossa. Indubbiamente il cittadino è sempre più confuso anche perché i guru della politica umbertidese da dietro le quinte manovrano, parlano, studiano strategie, possibili accordi, appoggiando un PD contro un altro PD, non considerando che questo modo di fare politica è completamente morto. Oltretutto di questa sinistra la gente non ne può più. Oggi questo modo personalistico di fare politica ci ha nauseato. Come lista civica ci attaccano per non avere appoggiato Locchi o non si sa chi, ma soprattutto non dicono per fare che cosa. Invece oggi, dopo tre anni di assoluto immobilismo e lotta per bande, grazie al commissario prefettizio stiamo riavvicinando la gente alle istituzioni; il commissario, un competente servitore dello Stato, riceve tutti quelli che chiedono un confronto, l’ordinario viene svolto con celerità e la macchina amministrativa corre a pieno ritmo e in modo efficiente. Più di prima”.   “Il problema è - conclude l'esponente civico - semmai che questo PD non è assolutamente in grado di affrontare i grandi nodi della politica umbertidese: contrastare la moschea, garantire la sicurezza, ristrutturare zone degradate come la fornace, arrivare ad una soluzione per l’ambiente a Calzolaro, gestire la grave situazione dei rifiuti, la viabilità, la piattaforma, il centro storico, la riconversione industriale e tutti gli altri disastri da loro creati. C’è una soluzione: mandare cittadini competenti e liberi ad amministrare la città, come Umbertide cambia ha cercato e cerca di fare”.

18/01/2018 14:15:30

Notizie » Politica Umbertide Cambia:’’Ci candidiamo a governare la città’’

Riceviamo e pubblichiamo Umbertide Cambia:’’Ci candidiamo a governare la città’’ La disputa sullo stato di salute del bilancio comunale tra PD ed ex Sindaco Locchi, sempre del PD, decisamente ridicola se non riguardasse un aspetto fondamentale dell’amministrazione, rivela come non possano esserci ancora dubbi circa il fatto che l’unica via possibile per salvare la città fosse quella di staccare la spina e andare ad elezioni anticipate. Parlando testualmente di un debito (che non è un “buco”, ma appunto indebitamento) pari a 15.000.000 di euro ereditato dalle precedenti amministrazioni l’ex sindaco, smentito però dal suo partito, non fa altro che sostenere quello che le opposizioni hanno sempre sottolineato in Consiglio comunale, ed egli stesso puntualmente negato: la pesante eredità finanziaria lasciata delle precedenti amministrazioni Giulietti. Questo fardello, si è accorto solo ora Locchi, ha condizionato l’intera consiliatura impedendo di realizzare opere, progetti, azioni necessarie a dare una risposta concreta ai nuovi bisogni della comunità. E non ci consola il fatto che ancora il peso di questa zavorra sia pari, come “certifica” l’ex Sindaco, a 10.337.000 euro. In più restano da pagare per 30 anni quei 34.430 euro a copertura di quello che viene definito “risultato negativo da riaccertamento straordinario”, che tecnicamente diventa un disavanzo di amministrazione. Ma non è solo questo il punto. Ci dica Locchi da cosa deriva questo indebitamento. Forse dalla realizzazione di opere come il recupero dell’ex magazzino tabacchi, incomprensibile, la bretella ferroviaria di Pierantonio, inutile, una parziale azione di ristrutturazione del centro storico, bella, costosa, ma priva di una reale efficacia, una operazione avventata e puramente commerciale costruita sulle aree industriali, onerosa per le imprese e priva di un progetto di sviluppo del settore produttivo locale. Non abbiamo mai dato giudizi sul piano personale. Piuttosto abbiamo valutato con oggettività le situazioni e le scelte amministrative compiute nel tempo. Per questo diciamo che la ex maggioranza PD non è più in grado di amministrare la città e ci candidiamo ad un ruolo di governo. Non con presunzione, ma assumendoci una responsabilità istituzionale.   Un nuovo stile di governo   Intendiamo rappresentare una visione nuova della città e del territorio, un nuovo stile di governo che Umbertide cambia proporrà attraverso un programma condiviso con i cittadini ed una lista aperta alle competenze, alle esperienze, alle persone libere e responsabili che hanno a cuore Umbertide ed intendono dare il proprio contributo per costruire un futuro.   Le cose non fatte e da fare subito   Abbiamo già avanzato una prima concreta proposta di programma che sarà completata attraverso una partecipazione pubblica e che parte dalla attività prodotta in Consiglio Comunale da Umbertide cambia in questi quattro anni di costruttiva e seria opposizione, ricevendo tanti no dal PD. Appunto, le cose non fatte e da fare subito. Ad esempio. Un diverso approccio sul tema della sicurezza, dell’ordine pubblico, della legalità: non bastano le telecamere, occorre una azione incisiva, costante, coordinata. Sul tema della Moschea: non si risolve con un protocollo d’intesa di natura religiosa, occorre fermare le bocce, capire l’impatto sociale e culturale dell’iniziativa, condividere con tutte le comunità straniere un serio patto di cittadinanza, da noi proposto e respinto dal PD. Sul tema sociale e sanitario, dove occorre ripensare i servizi in funzione dei bisogni emergenti: un nuovo sistema per le cure palliative, un convinto sostegno dell’Istituto per anziani Balducci, il bonus famiglie per asili nido, il fondo per l’occupazione di fasce marginali, il diritto allo studio, il “Dopo di noi”, ma anche l’oggi sul tema della disabilità, partendo dal rilanciare una iniziativa economica, la ex serra, che avrebbe dovuto essere stata realizzata già dal 2012 con i soldi incassati dalla vendita dei lotti alla comunità musulmana.   Umbertide cambia

17/01/2018 14:36:12

Notizie » Politica Umbertide, edilizia scolastica: parla l'ex Sindaco Locchi

Riceviamo e pubblichiamo In merito alla Edilizia Scolastica del comune di Umbertide Bene: la segreteria del PD di Umbertide, come per il bilancio, conferma anche sulla scuola la linea che questa amministrazione ha portato avanti e pianificato per il futuro. D' altra parte era uno dei punti principali del programma della legislatura 2014/2019.   Ma vediamo i dati concreti:   1) Scuola Monini: è dal 2015 che l' Amministrazione ha chiesto il finanziamento per la costruzione della nuova scuola, partecipando a numerosi bandi regionali e nazionali. Ad oggi siamo posizionati al quarto posto sulla graduatoria regionale per l' accesso ai fondi BEI. Il tutto è all'esame del governo e si spera che venga sbloccato rapidamente. All'Umbria dovrebbero essere assegnati 25/30 milioni di euro e quindi dovremmo sicuramente rientrarci. Si tratta di € 2.200.000 circa che verranno integrati con un mutuo di € 600.000 per la costruzione della nuova scuola materna ed il nuovo asilo nido.   2) Scuola del Niccone Messi nel piano € 400.000 per la costruzione della prima tranche della scuola (5 aule più mensa) al fine di consentire già dai primi mesi del 2019 il trasferimento dei ragazzi lasciando nella vecchia scuola solo i laboratori.   3) In questi anni sono stati effettuati interventi di miglioramento sismico alla scuola elementare di Pierantonio (€ 150.000) e di efficientamento energetico alla scuole medie (€ 500.000)   4)Programmati interventi di manutenzione straordinaria non ulteriormente rinviabili su tutti gli edifici scolastici: a fine giugno 2018 verranno interessate le scuole Di Vittorio, scuole medie, e scuola Niccone. A fine giugno 2019 sono stati programmati interventi su tutte le altre scuole.   5) Sono state fatte domande per finanziamenti per il miglioramento sismico delle seguenti scuole: Infanzia Calzolaro,Montecastelli,Pierantonio, pimaria Niccone.   6) E' in corso l'elaborazione di un progetto per l'efficientamento energetico dei seguenti edifici pubblici (da realizzare attraverso Project Financing):Palestra scuole medie,primaria Garibaldi e primaria Pierantonio. Il progetto riguarda la sostituzione degli infissi e delle caldaie.   Tutti gli interventi di cui sopra sono suffragati da atti deliberativi concreti e trasparenti a dimostrazione che non si tratta di promesse elettorali, ma di di interventi reali. 

17/01/2018 13:07:42

Notizie » Politica PD Umbertide:''Più investimenti sull'edilizia scolastica nella prossima legislatura''

Riceviamo e pubblichiamo "Oltre 60 milioni di euro per interventi nell'edilizia scolastica in Umbria, 180 gli edifici già finanziati e altri (tra i quali la SCUOLA DELL'INFANZIA DI VIA MORANDI) verranno finanziati nelle prossime settimane. Questo l'impegno di governo, parlamento e giunta regionale per l'edilizia scolastica. Nella nostra città è mancata negli ultimi tempi progettualità e capacità di reperire risorse. È necessario passare dalle chiacchiere degli ultimi anni a fare fatti concreti. Nella prossima legislatura l'impegno del Partito Democratico sarà tangibile soprattutto sull'edilizia scolastica. Programmiamo un piano locale di interventi per mettere in sicurezza le nostre scuole e per continuare il processo virtuoso avviato nelle precedenti legislature di riqualificazione del nostro patrimonio scolastico. UN MILIONE di euro ad annualità per mettere in sicurezza, riqualificare e in alcuni casi realizzare ex novo, i plessi di: scuola elementare di Niccone, asilo nido "Il ranocchio", scuola dell'infanzia di Calzolaro, scuola dell'infanzia di Montecastelli, scuola dell'infanzia di Pierantonio, Scuola dell'infanzia di Molino Vitelli. Oltre alla necessaria manutenzione per gli altri plessi scolastici. Interventi che qualificano la vita di un'Amministrazione e che danno l'idea chiara di non disperdere quella tradizione di buon governo e amore per la propria città che Umbertide aveva sempre avuto."   Segreteria Pd Umbertide

17/01/2018 13:01:41

Notizie » Politica L'ex Sindaco Locchi sulle ''primarie del programma'' di Umbertide Cambia:''Spot elettorali''

Riceviamo e pubblichiamo In merito all' articolo di Umbertide cambia del 15 gennaio 2018 Capisco che Umbertide Cambia ha bisogno estremo di mettere una pietra, anzi un “macigno” sul recente passato e quindi per cercare di distogliere i cittadini dall'azione irresponsabile che due suoi consiglieri hanno condotto ai danni degli Umbertidesi, si inventa le “primarie del programma” sul WEB. Un elenco di cose o irrealizzabili o già messe in cantiere in quanto finanziate, progettate e quindi in fase di realizzazione. Sono soltanto spot elettorali. Ma vediamoli in dettaglio: Parliamo di sicurezza??? Questa amministrazione ha installato circa 20 telecamere ed altre sono in fase di installazione. Telecamere dotate di Software di ultima generazione per il riconoscimento delle auto rubate e/o senza assicurazione con segnalazione in tempo reale alle forze dell'ordine. Controlli quindicinali delle forze dell'ordine?? Tutta roba già chiesta e richiesta al Prefetto il quale ha dato sempre la massima disponibilità nei limiti dell'organico a disposizione. Borse di studio, fondi occupazione?… sono anni che il Comune già destina delle risorse per tali progetti. Riduzione IRPEF?? Che novità! Per anni ci abbiamo pensato, ma l'unico problema è dove trovare le risorse per finanziare tale riduzione. Quindi UC dica dove intende trovarle: tagli?? maggiori entrate?? Ex fornace? A breve partiranno i lavori di manutenzione straordinaria ed entro l'anno il nuovo proprietario procederà alla vendita/affitto degli appartamenti. Serra disabili? I lavori per la realizzazione della struttura nella zona ex draga lungo il Tevere sono in corso di affidamento. Pertanto inizieranno a breve e verranno completati entro ottobre 2018. Ex Fagnus?? Altro spot elettorale. Il recupero non dipende dal Comune, ma da una vicenda molto più articolata e complessa che vede coinvolta Sviluppumbria. Blocco del cantiere del centro Islamico: altro spot elettorale così come la revoca del patto di cittadinanza che è stato condiviso da rappresentanti del governo, della Regione , dal Prefetto, dall' Ambasciatore del Marocco, dalla dicoesi, ecc. Un protocollo che, data la condizione esistente, stabilisce delle regole chiare sulla trasparenza dei finanziamenti, sul sermone in italiano e sulla limitazione alla costruzione del centro islamico.  

16/01/2018 17:27:24

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy