Attualità » Primo piano Grande festa per i cento anni della scuola primaria 'Giuseppe Garibaldi'

Un tricolore a illuminare l'intera facciata, tanti bambini in festa con bandierine e palloncini, alunni e insegnanti del presente e del passato tutti insieme per festeggiare un importante anniversario: sono iniziate così nel pomeriggio di mercoledì 20 novembre le celebrazioni per il centenario della scuola primaria “Giuseppe Garibaldi”.   La cerimonia che ha dato il via ai festeggiamenti per il primo secolo di attività dell'istituto si è svolta nei giardini davanti all'edificio scolastico alla presenza del dirigente scolastico del I Circolo Silvia Reali, del sindaco Luca Carizia e di altri rappresentanti dell'Amministrazione Comunale, della dirigente tecnica dell'Ufficio scolastico regionale Sabrina Boarelli e degli altri dirigenti scolastici del territorio umbertidese.   Ad allietare l'evento è stata la musica della Banda Città di Umbertide diretta dal maestro Galliano Cerrini, i canti dei bambini del coro della scuola primaria “Garibaldi” (che hanno intonato un inno composto appositamente per i cento anni dell'istituto e l'Inno di Mameli) e la gioia degli alunni della scuola dell'infanzia “Garibaldi”, della primaria e della scuola dell'infanzia di Pierantonio. Uno dei momenti più emozionanti della manifestazione è stato quando la facciata della scuola si è magicamente illuminata di verde, bianco e rosso, un vero e proprio spettacolo di luci che sarà possibile ammirare fino al termine del 2019. La parola è passata quindi alle autorità presenti.   Nel suo intervento la dirigente Reali ha voluto ringraziare le istituzioni, fondazioni, associazioni e aziende private che hanno contribuito all'organizzazione del centenario: “Si tratta – ha proseguito - di un evento straordinario e meraviglioso che ci siamo ritrovato a festeggiare tutti insieme”. Inoltre, la dirigente del I Circolo ha effettuato un breve excursus sulla storia dell'edificio: commissionato dal sindaco di allora, Francesco Andreani, venne progettato dal noto architetto Osvaldo Armanni. I lavori ebbero inizio nel 1914 e vennero ultimati nel 1917. Durante gli anni della I Guerra Mondiale, l'edificio fu adibito a Ospedale Militare e venne restituito alla cittadinanza, riacquistando la sua destinazione originaria, nel 1919.   Il sindaco Carizia ha ricordato il grande valore che ha rappresentato la “Garibaldi” per intere generazioni di umbertidesi: “Questa scuola – ha detto – nel corso di un secolo è stato un punto di riferimento importante per tutta la nostra comunità e dovrà continuare a esserlo anche nei prossimi cento anni”. Il sindaco si è complimentato con la dirigente Reali e con tutto il comitato organizzatore del centenario e ha ricordato che l'Amministrazione Comunale ha fin da subito supportato e sostenuto il progetto del I Circolo. La grande valenza delle celebrazioni per i primi cento anni della “Garibaldi” è stata ribadita anche dalla dirigente tecnica dell'Usr, Boarelli.   La festa quindi si è spostata all'interno dell'edificio, con il taglio del nastro di due esposizioni, visitabili nelle giornate di sabato e domenica prossimi: una ripercorre attraverso significative fotografie di scolaresche l'intera storia della “Garibaldi”, l'altra è invece una mostra di alcuni quadri esposti nelle varie edizioni del Premio Fratta o realizzati da ex allievi della scuola. Il pomeriggio di festa si è concluso con il taglio di una torta celebrativa da parte della dirigente Reali, del sindaco Carizia e della dirigente Boarelli.   Le celebrazioni per i cento anni della scuola “Garibaldi” continueranno il 29 novembre alle 19 con la serata “Musical Food”. Il 5 dicembre, alle ore 17, si svolgerà una conferenza incentrata sulla storia dell'edificio alla quale prenderanno parte il responsabile dell'VIII Settore del Comune di Umbertide, Fabrizio Bonucci, l'architetto Eugenia Cecchetti, l'ingegner Antonio Avorio e Adriano Bottaccioli. Infine il 20 dicembre, alle ore 17, i festeggiamenti per il secolo della scuola termineranno con laboratori realizzati da docenti e da alunni di tutto il I Circolo.

21/11/2019 14:41:42 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Torna il sorriso in casa Volley Umbertide: Pallavolo Perugia superata 3 a 0 nel posticipo della quinta giornata

Una vittoria piena che fa bene al morale, ma soprattutto alla classifica, che vede le umbertidesi al terzo posto a tre sole lunghezze dalla vetta  Un posticipo insolito, anche per il campo. Non si è giocato al PalaMorandi, ma alla palestra della scuola Di Vittorio di Umbertide, dove di solito sono di scena le giovanili del Volley Umbertide. Un campo che aveva visto impegnata la squadra guidata da Maddalena Rosi solo in qualche amichevole di precampionato. Ma nonostante la data e il luogo insoliti, il pubblico non è mancato a sostenere le biancorosse di casa, che hanno ripagato con gli interessi chi era accorso a vederle.   La partita Al fischio di inizio le padrone di casa tentano subito di far valere la loro legge. La concentrazione è massima e consente un break di un paio di punti, che poi diventeranno tre già nelle fasi iniziali. Ma le perugine non ci stanno e nonostante la giovanissima età della squadra, che ha conservato solo alcune “esperte” della compagine dell’anno scorso, riagguantano la parità. Però quando il punteggio si è fatto caldo, l’attacco di Umbertide ha macinato alla perfezione ed ha piazzato l’allungo decisivo che ha consentito la conquista del parziale (25 – 20). Alla ripresa del gioco le ospiti non sembrano mollare. Anzi sono proprio loro a mettere il naso avanti a metà frazione, portandosi a + 3 (11 – 14). Coach Rosi cambia un po’ le carte in tavola, facendo ruotare le sue schiacciatrici e il campo le dà ragione. E con l’apporto del muro e di qualche buon pallone messo a terra dal centro, oltre che con le solite certezze in posto due, c’è l’aggancio e il sorpasso, che diventerà poi definitivo con la conquista del frangente (25 – 20). Le sensazioni sono quelle giuste, tanto che nel terzo set c’è spazio per il cambio della diagonale, per l’ormai consueta rotazione in posto 4, ma anche  per i cambi delle centrali. Funziona anche il servizio, che frutta un paio di aces e che unito al resto consente di largheggiare nel punteggio. C’è un sostanzioso 25 – 11 nel terzo che vale l’intero bottino   La classifica e i prossimi impegni La vittoria da tre punti consente di riavvicinarsi alla vetta della classifica, che vede il Volley Umbertide in solitario al terzo posto a quota dieci, con le prime della classe a sole tre lunghezze di distanza. Forse c’è qualche rammarico per i punti lasciati per strada nelle giornate precedenti, quando la possibilità di ottenere qualcosa in più, soprattutto in considerazione dell’andamento dei primi parziali, effettivamente c’era. Ma l’importante era non perdere il contatto con le prime e guardare avanti. Un avanti che già da sabato prossimo vedrà di nuovo impegnate le umbertidesi davanti al proprio pubblico, questa volta, come di consueto, al PalaMorandi. L’avversario di turno sarà un green team, Spoleto, che occupa l’ultimo posto in classifica. E anche se è scontato dire che si vince sul campo e che di partite facili non ce ne siano, il match è di certo alla portata di Umbertide.     VOLLEY UMBERTIDE – TORME MECCANIA PALLAVOLO PERUGIA  3 – 0   (25-20, 25-20, 25-11)   Arbitro: Giacomo Famian

21/11/2019 10:49:52 Scritto da: Eva Giacchè

Cultura Cosa vedere al Cinema Metropolis dal 21 novembre

Giovedì 21 novembre arriva anche al Metropolis Cetto c'è, Senzadubbiamente, il ritorno del mitico personaggio interpretato da Antonio Albanese. E per i più piccini continua Pupazzi alla riscossa - Uglydolls, divertentissimo film d'animazione con le voci di Elio, Diletta Leotta, Federica Carta e Achille Lauro, prima dell'arrivo del nuovo capitolo di Frozen della Disney, da mercoledì 27 novembre!   [il ritorno del mitico personaggio di antonio albanese] CETTO C’È, SENZADUBBIAMENTE DI giulio manfredonia DA GIOVEDì 21 novembre COMMEDIA / DURATA 100 MIN / ITALIA, 2019 VISION Cetto la Qualunque ha lasciato la politica e l'Italia per trasferirsi felicemente in Germania, dove ha avviato una catena di ristoranti e pizzerie e ha trovato una bella moglie tedesca che gli ha dato una figlia. Ma quando la zia che l'ha cresciuto, sorella di sua madre, lo chiama al capezzale Cetto torna in Calabria, precisamente a Marina di Sopra, dove ora è sindaco suo figlio Melo. La zia ha un segreto da rivelargli: Cetto non è, come aveva sempre creduto, figlio di un venditore ambulante di candeggina, ma l'erede naturale del principe Luigi Buffo di Calabria. Dunque decide di trattenersi al Sud e godere dei privilegi del ruolo di sovrano "assolutista", con il sostegno di un aristocratico gattopardiano. Ma non "tutto tutto" è rose e fiori, e anche il rapporto di Cetto con moglie e figlio verranno messi in gioco. Giovedì 21 ore 19:00 - 21:15 Venerdì 22 ore 19:00 - 21:15 Sabato 23 ore 19:00 - 21:15 Domenica 24 ore 18:30 - 21:15 Lunedì 25 ore 18:30 Martedì 26 ore 18:30 - 21:15   [ALLA SCOPERTA DI NUOVI DIVERTENTISSIMI AMICI...] PUPAZZI ALLA RISCOSSA DI GREG TIERNAN, CONRAD VERNON dA giovedì 21 NOVEMBRE ANIMAZIONE / DURATA 87 MIN / USA, 2019 LUCKY RED Moxy e i suoi amici pupazzi sono pronti a vivere una grande avventura. In un mondo fantasioso e ricco di colori uno strampalato gruppo di pupazzi, morbidi, soffici e felpati, dovrà affrontare con coraggio e determinazione la prova più importante della loro vita: trovare un bambino a cui dare il proprio amore. Per farlo dovranno sfidare il leader incontrastato dell’Accademia della Perfezione, il pupazzo Lou. Riusciranno i nostri eroici pupazzi nella loro impresa? Giovedì 21 ore 17:00 Venerdì 22 ore 17:00 Sabato 23 ore 17:00 Domenica 24 ore 16:30   [PER LA GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE] MUSTANG DI Deniz Gamze Ergüven LUNEDì 25 NOVEMBRE DRAMMATICO / DURATA 97 MIN / FRANCIA/TURCHIA, 2019 MPLC Siamo all'inizio dell'estate. In un remoto villaggio turco Lale e le sue quattro sorelle scatenano uno scandalo dalle conseguenze inattese per essersi messe a giocare con dei ragazzini tornando da scuola. La casa in cui vivono con la famiglia si trasforma un po' alla volta in una prigione, i corsi di economia domestica prendono il posto della scuola e per loro cominciano ad essere combinati i matrimoni. Le cinque sorelle, animate dallo stesso desiderio di libertà, si sottrarranno alle costrizioni loro imposte. Programmazione cinematografica in tema di violenza di genere, organizzata dal Comune di Umbertide e dalla Commissione Pari Opportunità Lunedì 25 ore 21:00 - INGRESSO GRATUITO   [UNA NUOVA FAVOLA DISNEY CON LE PROTAGONISTE DI FROZEN] Frozen II - Il segreto di Arendelle DI CHRIS BUCK, JENNIFER LEE DA MERCOLEDì 27 NOVEMBRE ANIMAZIONE/ DURATA 105 MIN / USA, 2019 DISNEY Frozen 2 - Il segreto di Arendelle, il film d'animazione diretto da Chris Buck e Jennifer Lee, vede Elsa, Anna, Kristoff, Olaf e Sven affrontare una nuova sfida che li metterà sulle tracce di un incredibile segreto da svelare. Sono trascorsi 3 anni dagli eventi di Frozen - Il Regno di Ghiaccio e Arendelle sembra aver ritrovato la pace. Elsa ha ormai imparato a governare i suoi straordinari poteri, mentre Anna è felice di aver trovato in Kristoff l'amore che tanto sognava. Tuttavia, la tranquillità del regno è destinata a essere turbata da una nuova minaccia proveniente dal passato. Mercoledì 27 ore 17:00 - 19:00 - 21:15            

20/11/2019 16:55:49 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Al Centro San Francesco si è svolta la presentazione del Kodokan Judo Fratta

Lunedì 18 novembre alla presenza del sindaco di Umbertide Luca Carizia, del tecnico Mirco Diarena e del presidente regionale del Centro sportivo educativo nazionale (Csen), Fabrizio Paffarini è stata effettuata presso il Centro socio-culturale San Francesco la presentazione del Kodokan Judo Fratta.   “Dal 1996 – ha affermato Diarena - abbiamo trasmesso ai ragazzi valori fondamentali come il rispetto delle regole e delle persone, la lealtà, il coraggio, la voglia di non arrendersi e di rincorrere i propri sogni. Abbiamo formato tecnici, bambini e bambine che oggi sono uomini e donne che trasmettono la loro esperienza ai più piccoli come dei fratelli maggiori. In questi anni siamo andati nelle scuole per cercare di arginare la piaga del bullismo, abbiamo organizzato corsi di difesa per donne in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità e corsi di difesa con la Polizia Municipale”.   Poi c’è l’aspetto agonistico: in 23 anni il Kodokan Fratta ha gareggiato in venti finali ai Campionati nazionali delle varie fasce d’età e di sesso, conquistando in totale undici medaglie, vinto tre medaglie in Coppa Italia e sedici ai Campionati nazionali universitari. Sono state collezionate 120 convocazioni nelle varie rappresentative nazionali e svolto circa 250 incontri in campo europeo, con un bottino di tre medaglie in Coppa Europa e un quinto posto agli Europei. E poi ancora un nono posto ai Campionati Europei Master e un quinto posto ai Campionati del Mondo Master. Due sono stati i titoli italiani conquistati nella Fispic (federazione non vedenti) e un Campionato Europeo sempre per non vedenti.   Fitto è il calendario di impegni per i judoka del Kodokan Fratta. Sabato 23 e domenica 24 novembre numerosi atleti della società sportiva umbertidese affronteranno i Campionati italiani Csen mentre a gareggiare nel Gran Prix per non vedenti sarà Gabriele Scorsolini.   Sempre sabato prossimo Stella Brachelente e Gaia Marchetti saranno in corsa per la conquista di una medaglia in Coppa Italia A2. L' 8 dicembre Annamaria Vergati debutterà nei Campionati italiani Under 15. Infine, dal 27 novembre al 4 dicembre Nicola Becchetti gareggerà in Kazakistan per i Campionati del Mondo di “Kazakh Kures”, una variante orientale del judo che nel paese asiatico è sport nazionale. Il sindaco Carizia ha salutato così i presenti: “A nome della città vi faccio un grande in bocca al lupo per tutte le importanti sfide che vi attendono. Avere dei traguardi da raggiungere è uno stimolo per continuare la pratica della disciplina sportiva. Bisogna inoltre credere fortemente nel valore sociale dello sport, inteso come educazione, rispetto delle regole e di tutto ciò che circonda un atleta, partendo soprattutto dagli spazi che quotidianamente frequenta”. Quindi è stata la volta del presidente del Csen Umbria Fabrizio Paffarini: "Lo sport, in particolare il judo, è lo specchio della vita, perchè ci insegna che bisogna rialzarsi dopo essere caduti a terra”.  

20/11/2019 16:50:36 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Festa degli Alberi: anche ad Umbertide iniziative organizzate da 'Progetto Gaia Umbertide'

La Festa degli alberi del 21 novembre, organizzata dal comitato “Progetto Gaia Umbertide”. Le scuole e i giovani protagonisti della sostenibilità ambientale.   Il 21 di novembre ritorna, anche a Umbertide, la Festa nazionale degli alberi. Per realizzarla si è costituito un nuovo comitato con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini sulle tematiche ambientali, stimolando azioni di tutela e valorizzazione del territorio. Denominato “Progetto Gaia Umbertide”, è coordinato da Tatiana Roscini, laureata in Scienze forestali, esperta ambientale. Il Comitato come afferma la coordinatrice Roscini, «ha in programma azioni ed eventi per lo sviluppo sostenibile nel Comune di Umbertide in sintonia con gli obiettivi di Agenda 2030». In particolare, ricorda Tatiana Roscini, «Progetto Gaia Umbertide è “apartitico” ed è costituito da cittadini che sentono il bisogno di fare qualcosa per migliorare l’ambiente in cui vivono, che hanno un forte senso di appartenenza verso il proprio territorio e una spiccata sensibilità verso gli ambienti naturali e il verde urbano. Chiunque volesse partecipare, condividere opinioni o chiedere maggiori informazioni può contattare il comitato tramite la pagina FaceBook “Progetto Gaia Umbertide”». Per il 21 novembre, Festa nazionale degli alberi, «abbiamo organizzato - afferma Tatiana Roscini - insieme alle scuole del territorio, e con il patrocinio del Comune, la piantumazione di alcuni alberi, rispettando le varietà autoctone e incominciando a fare anche archeologia arborea. Grazie alla disponibilità e al sostegno della Confraternita dell’olivo e dell’olio dell’Alta Valle del Tevere con il Frantoio della famiglia Bruni di Monte Acuto, siamo riusciti a recuperare alcune rare piante di olivo, denominato Bianchella che tutte le classificazioni internazionali danno come specie di Umbertide. Ancora: abbiamo recuperato la varietà della pèsca Ala di Montecorona, specificità territoriale, nonché il cerro che è una quercia autoctona diffusa nel nostro territorio». L’attenzione al verde pubblico e urbano - conclude Tatiana Roscini - parte dall’educazione dei giovani, per questo saranno le scuole al centro dell’iniziativa della Festa degli alberi, come simbolo del patto generazionale per un futuro sostenibile. Comunque questo è il primo passo di una serie di iniziative ambientali, come  le Giornate Fai di Primavera in collaborazione con il Fai (Fondo Ambiente Italiano), la “Festa dei Boschi” in collaborazione con Mola Casanova, il Fai, la Regione Umbria».  

20/11/2019 16:37:28 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy