Attualità » Primo piano Pd Umbertide: il ricavato di stasera andrà alle popolazioni terremotate

Dopo la proposta da parte del Sindaco Locchi di sospendere il programma musicale di stasera alla festa del Pd di Umbertide, la segretria del Partito Democratico ha pubblicato la decisione di non interrompere la festa, sospendendo sì i dibattiti politici previsti, ma avviando una raccolta fondi a favore delle popolazioni colpite. Di seguito la comunicazione del Pd di Umbertide: "Il Pd di Umbertide comunica che, a causa del tragico terremoto che ha sconvolto il Centro Italia, il PD nazionale ha deciso di sospendere i dibattiti politici previsti nella giornata di oggi nell’ambito delle Feste dell’Unità che tuttavia continueranno ad essere aperte al pubblico anche per consentire di avviare la raccolta fondi a favore delle popolazioni. Inoltre, di fronte all’immane tragedia di questa notte, dopo esserci interrogati più volte su cosa fare (interrompere la festa, spegnere la musica, listare a lutto le bandiere ) abbiamo preferito una solidarietà vera a una solidarietà di facciata, raccogliendo fondi per le popolazioni terremotate. Di conseguenza stasera il ricavato della festa sarà devoluto alle popolazioni colpite dal sisma e non solo oggi ma anche nei prossimi giorni continueremo ad attivarci per aiutare chi ha perso tutto. Alcuni nostri concittadini sono già andati in soccorso delle popolazioni terremotate e noi dal Parco Ranieri raccoglieremo risorse per affrontare l’emergenza e stare al fianco delle persone colpite da questa tragedia. Di seguito trovate le coordinate bancarie per la raccolta fondi, pregandovi di diffondere il più possibile questa iniziativa: COORDINATE BANCARIE: IBAN – IT96H0103003200000006365314 BIC – PASCITMMROM PARTITO DEMOCRATICO RACCOLTA FONDI PER TERREMOTO VIA DI SANT’ANDREA DELLE FRATTE 16 00187 ROMA Grazie a tutti. Il PD di Umbertide"

24/08/2016 18:06:55 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Terremoto: chiusa la ''Tre Valli umbre''

Il personale Anas è impegnato sulla rete stradale di competenza nelle aree interessate dal sisma che ha colpito il centro Italia, per la ricognizione dei danni e l'assistenza alla circolazione, in coordinamento con il dipartimento di Protezione civile e con le forze di polizia. Al momento sono impegnati circa 40 tra cantonieri e tecnici con oltre 30 mezzi operativi provenienti dai compartimenti di Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo, oltre al personale delle sale operative regionali e della sala operativa nazionale. Si segnalano alcune limitazioni al transito in seguito ai danni provocati dal sisma. In particolare, tra le province di Perugia e Ascoli Piceno è chiusa la strada statale 685 “delle Tre Valli Umbre” nel tratto compreso da Norcia ad Arquata del Tronto (AP) a causa di danni al corpo stradale rilevati in prossimità di un viadotto e in vari punti del tracciato. Nelle prossime ore è prevista la riapertura del solo tratto tra Norcia e il bivio per Castelluccio, già transitabile dai mezzi di soccorso. Sul versante umbro la stessa strada è chiusa tra Serravalle e Borgo Cerreto (PG) a causa dei danni riscontrati in una galleria paramassi. Nel tratto intermedio tra Norcia e Serravalle il transito è consentito ai mezzi di soccorso e ai residenti. I tecnici e il personale Anas sono sul posto per le verifiche tecniche. Nessun danno è stato rilevato sulle nuove strade statali 318 “di Valfabbrica” (direttrice Perugia-Ancona) e 77 “della Val di Chienti” (direttrice Foligno-Civitanova Marche), nell’ambito del sistema “Quadrilatero Marche-Umbria”.

24/08/2016 13:09:27

Attualità » Primo piano Terremoto: come comportarsi prima, durante e dopo le scosse

La protezione civile fornisce una serie di consigli da seguire prima, durante e dopo un terremoto. IN CASO DI SCOSSA, PRIMA DI TUTTO IDENTIFICARE POSTI SICURI ALL’INTERNO E ALL’ESTERNO    Sotto mobili robusti, come per esempio una pesante scrivania o un tavolo. Contro un muro interno. Lontano da dove vetri potrebbero frantumarsi (come nei pressi di  finestre, specchi, quadri) o da dove librerie pesanti o altri mobili pesanti potrebbero cadere. All’esterno, lontano da edifici, alberi, linee telefoniche ed elettriche, cavalcavia  o autostrade sopraelevate.   In dettaglio,   Se sei in luogo chiuso cerca riparo nel vano di una porta inserita in un muro portante (quelli più spessi) o sotto una trave. Ti può proteggere da eventuali crolli   Riparati sotto un tavolo. È pericoloso stare vicino ai mobili, oggetti pesanti e vetri che potrebbero caderti addosso   Non precipitarti verso le scale e non usare l’ascensore. Talvolta le scale sono la parte più debole dell’edificio e l’ascensore può bloccarsi e impedirti di uscire   Se sei in auto, non sostare in prossimità di ponti, di terreni franosi o di spiagge. Potrebbero lesionarsi o crollare o essere investiti da onde di tsunami   Se sei all’aperto, allontanati da costruzioni e linee elettriche. Potrebbero crollare   Rimani lontano da impianti industriali e linee elettriche. È possibile che si verifichino incidenti   Sta lontano dai bordi dei laghi e dalle spiagge marine. Si possono verificare onde di tsunami   Evita di andare in giro a curiosare e raggiungi le aree di attesa individuate dal piano di emergenza comunale. Bisogna evitare di avvicinarsi ai pericoli   Evita di usare il telefono e l’automobile. È necessario lasciare le linee telefoniche e le strade libere per non intralciare i soccorsi   CHE COSA FARE DOPO LE SCOSSE Due semplici consigli che ci semtiamo di aggiungere. Non salvano la vita, ma aiutano i soccorsi.   Primo: togliere la password al wi-fi, in modo da facilitarne l'uso per aiutare i soccorsi. Va fatto prestando attenzione alla sicurezza e alla privacy, come vi raccontiamo qui.   Secondo: se Facebook ha attivato il Safety Check, il servizio che permette alle persone nelle zone interessate dalle scosse di segnalare ai propri amici dove ci si trova, e se voi siete su Facebook, fate sapere che state bene. È un modo indiretto per indirizzare i soccorsi dove c'è davvero bisogno-

24/08/2016 12:20:31

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy