Notizie » Politica Il capogruppo Lega Cavedon si scaglia contro Codovini

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma del Capogruppo Lega Umbertide Lorenzo Cavedon: "Tempo di feste e di bugie per il Pd camuffato guidato dal consigliere comunale Giovanni Codovini, capogruppo di se stesso e reduce da una serie senza fine di insuccessi politici che farebbero impallidire addirittura la segreteria del Partito Democratico nazionale. La solfa che invia alle redazioni è sempre la stessa: un pastrocchio di periodi fatti senza capo né coda che ricevono solo il consenso dei pochi adepti rimasti alla sua corte e che ricevono il plauso, ogni volta, del vero leader nascosto di Codovini e della sua truppa: il sostenitore del PDUC, questo nuovo soggetto politico che ormai da oltre due anni vede unite Partito Democratico e Umbertide Cambia. Questa salda alleanza, invece che dare nuova linfa al centrosinistra umbertidese (rimasto attaccato agli schemi del passato, famoso per aver dequalificato la nostra città) ha prodotto solo disastri. Prima il commissariamento del Comune, poi la sconfitta alle Comunali e, infine, da quando è la voce squillante dell'opposizione, le debacle alle Europee di maggio di anno scorso e alle Regionali di ottobre. Le basi di questa unione, come gli umbertidesi sanno, hanno radici profonde. Mentre il Pd ufficiale permetteva la costruzione della grande moschea, il Pd apocrifo guidato da Codovini (correva l'anno 2016) presentava un ordine del giorno in cui veniva chiesta la costruzione di un cimitero islamico, l'inserimento di carne e cibo halal nelle mense scolastiche e l'istituzione della figura del consigliere comunale aggiunto in rappresentanza della popolazione straniera. Detto questo, il consigliere Codovini (che preferisce sempre mandare avanti sulla stampa i suoi giovani avatar) continui pure a pubblicare su Facebook odi ai vespasiani cittadini: noi della Lega abbiamo il dovere di governare e di portare a nuovo splendore il nostro meraviglioso Comune".

08/01/2020 18:47:25 Scritto da: Eva Giacchè

Cultura A Santa Croce l'incontro col giornalista e scrittore Alvaro Fiorucci organizzato dall'Università della Terza Età

Sabato 11 gennaio l'Università della Terza Età di Umbertide, nell’ambito degli incontri con l’autore che l’associazione organizza per valorizzare i rappresentati del mondo culturale, propone alla cittadinanza una iniziativa di sicuro interesse. Al Museo Santa Croce, alle 17.00, sarà presente Alvaro Fiorucci, giornalista e scrittore, che parlerà, interloquendo con il pubblico, del suo lavoro di ricerca e indagine sui più clamorosi fatti di cronaca che hanno visto l’Umbria al centro di storie “gialle”. L'autore si occuperà, tra l’altro, del “Mostro di Foligno”, della vicenda della piccola Maria Geusa, del caso di Meredith Kercer e Amanda Knox, delle relazioni fra il medico perugino Narducci e il mostro di Firenze e di “Il sangue delle donne”, nel quale racconta trenta anni di femminicidi avvenuti in Umbria.   Fiorucci, che ha anche scritto sul processo che ha riguardato l’omicidio del giornalista Mino Pecorelli, si interessa pure di avvenimenti collegati alla presenza della mafia e della ‘ndrangheta nella nostra regione. Il 13 gennaio, inoltre, riprendono i corsi di UniTre Umbertide presso la sede situata alla Residenza Balducci. Ogni lunedì del mese si svolgerà alle 16 il corso di disegno con Adriano Bottaccioli e alle 17 il corso di francese con Patrizia Baruffi. Martedì 14, 21 e 28 (ore 16) si svolgeranno gli incontri sulle religioni a cura di monsignor Pietro Vispi, mentre alle 17 sarà la volta delle pillole di scienza insieme a Sergio Bargelli.   Tutti i mercoledì (15, 22 e 29) alle 11 si svolgerà il corso di restorative jim a cura di Bianca Migliorati e nel pomeriggio (ore 16) tornano i corsi di inglese con Elio Boldrini.   Giovedì 16 gennaio (alle ore 17) l'appuntamento è con il corso dedicato alla cucina degli avanzi curato da Adriano Bottaccioli. Sempre il 16 e a seguire il 23 e il 30 gennaio avranno luogo il corso dal titolo “L'eredità templare” con Maria Grazia Scapicchi. Infine, il 17 e il 24 gennaio saranno effettuati con esperti della Croce Rossa Italiani riguardanti la prevenzione, il primo soccorso in caso di incidenti domestici, la storia e la struttura della Cri. Negli stessi giorni e il 31, alle 17.30, si svolgerà il corso di burraco con Mariarina Romitelli e Maria Elisabetta Vestrelli.

08/01/2020 17:56:30 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Sabato 11 gennaio il Campus 'Leonardo da Vinci' di Umbertide apre la scuola a famiglie e studenti delle scuole medie del territorio

Sabato 11 gennaio, dalle ore 15.30 alle 19.00, il Campus "Leonardo da Vinci" di Umbertide apre la scuola per accogliere famiglie e studenti delle scuole medie del territorio che, a partire dal 7 e fino al 31 gennaio, dovranno iscriversi, in modalità on-line, alla scuola superiore.   Si entra così nel vivo del ricco programma delle iniziative di orientamento offerto dall'istituto umbertidese che punta, oltre che sugli Open Day, su forme innovative e interattive d’orientamento, vere e proprie “Prove sul … Campus” che permetteranno agli studenti di “mettere le mani in pasta” nei numerosi laboratori innovativi dell’istituto, tra cui il Future Lab, inaugurato lo scorso 14 dicembre.   Inoltre gli studenti, prenotandosi alle varie iniziative del programma di orientamento del Campus potranno vivere momenti reali di classe nei vari indirizzi di studio e di partecipare a laboratori orientativi di approfondimento di tali indirizzi: simulazioni di attività didattiche proprie delle discipline di indirizzo dei vari corsi di studio, informatica, coding e robotica, modellazione e stampa 3D, fisica, chimica, inglese, francese, tedesco, spagnolo, diritto, latino, scienze umane, economia, disegno Cad, meccanica, energia.   Anche le modalità di comunicazione delle informazioni, oltre che quelle classiche dei colloqui individuali d’orientamento, saranno quelle nuove dei social network, ormai nell'uso comune dei ragazzi "nativi digitali" e dei loro genitori. Parola chiave è #sceglilcampus e per farlo in piena consapevolezza ci si può prenotare, anche on-line, utilizzando i moduli inseriti sul sito della scuola www.campusdavinci.edu.it, a tutte le iniziative dai laboratori, ai colloqui individuali, alle visite alla scuola, alla partecipazione a lezioni dimostrative interattive. Collegandosi al sito della scuola, all'indirizzo www.campusdavinci.edu.it, è possibile, inoltre, consultare materiale utile per le iscrizioni on-line per le quali la scuola resta sempre disposizione per il supporto alle famiglie e per scegliere in piena consapevolezza tra i numerosi indirizzi di studio offerti dal Campus "Leonardo da Vinci" di Umbertide: brochure, video, guide, rassegna stampa. Per le prenotazioni e le iscrizioni on on-line contattare il numero 329/4782106 o inviare un’e-mail all’indirizzo orienta@campusdavinci.edu.it.   All'Istituto "Leonardo da Vinci", accreditatosi nel 2014 presso la Cambridge University come International Cambridge School, sono attivi sette indirizzi di studio distribuiti su tutti i settori dell’istruzione. Si può scegliere tra cinque tipi di liceo: liceo scientifico (che ha anche l'opzione bilingue, Italiano-Inglese, International Cambridge), liceo delle scienze applicate (dove si può optare anche per il Progetto APPLE libri su iPad), liceo linguistico (che ha anche l'opzione bilingue Italiano -Francese, ESABAC), liceo delle scienze umane, liceo economico-sociale (che ha anche l'opzione bilingue, Italiano-Inglese, International Cambridge). L'indirizzo tecnico ha due specializzazioni (ITI "Meccanica, Meccatronica ed Energia") e l’indirizzo professionale (Servizi Commerciali) ha due curvature “operatore ai servizi di vendita” e “operatore amministrativo segretariale”e da quest’anno si arricchisce di un percorso innovativo in Web Community, orientato a far acquisire agli alunni competenze digitali utili ai servizi alle aziende sul Web, molto richiesti dalle aziende stesse.   Un' offerta formativa completa e rafforzata da scelte innovative funzionali alla qualità delle competenze in uscita, di respiro sempre più internazionale con ben tre indirizzi dove si può optare per il bilinguismo e conseguire un doppio diploma. Un Istituto, il "Leonardo da Vinci" che qualifica costantemente sia le metodologie di insegnamento, sia le strutture e le strumentazioni, grazie alle risorse che è capace di reperire sui diversi bandi dei fondi europei e del Pnsd (Piano Nazionale Scuola Digitale), riuscendo a stare al passo con i tempi e a rispondere ai bisogni formativi dei giovani non solo di Umbertide, ma di un vasto territorio che si estende da Perugia, Sansepolcro, Città di Castello, Cortona, Pietralunga, Montone, Lisciano Niccone, Cortona, Trestina, Gubbio da cui provengono sempre più numerosi i nuovi alunni.   “Per i ragazzi che stanno concludendo le scuole medie è tempo di riflettere è decidere; è, quindi, importante essere ben informati sull’offerta formativa delle scuole del territorio, sulla qualità degli insegnamenti, degli spazi e delle strumentazioni che vanno di pari passo e ci impegniamo a migliorare con continuità. Abbiamo organizzato iniziative di orientamento molto diversificate e innovative, più vicine alle moderne modalità di apprendimento e abitudini comunicative dei ragazzi di oggi. Utilizziamo soprattutto il sito della scuola, i social e offriamo laboratori orientativi pomeridiani che si svolgeranno nei nostri spazi didattici all’avanguardia dal Future Lab appena inaugurato, al FabLab, ai laboratori di prototipazione avanzata, robotica ed energia, alla biblioteca diffusa e digitale, all’aula debate, alle aule Apple 3.0, ai laboratori informatici e linguistici, a quelli scientifici”, spiega il dirigente scolastico, professoressa Franca Burzigotti che assicura: “non ci fermeremo qui, abbiamo più di 50 anni di esperienza, una forte propensione all’innovazione e sappiamo scegliere quelle più funzionali al miglioramento delle competenze dei nostri studenti, abbiamo un’ottima capacità progettuale per reperire risorse finanziarie significative per lo sviluppo del nostro Istituto, il senso di appartenenza degli alunni e del personale verso la nostra scuola è molto alto e curiamo molto il benessere dei nostri ragazzi: il binomio più felici, più bravi funziona”. Per approfondimenti si può consultare il sito della scuola, all’indirizzo www.campusdavinci.edu.it .

07/01/2020 11:36:43 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Basket A2/F: Capolavoro Umbertide, La Bottega del Tartufo vola alle final eight di Coppa Italia

Capolavoro de La Bottega del Tartufo Umbertide che centra la qualificazione alle final eight di Coppa Italia, dopo aver battuto la rivelazione Ariano Irpino. Le bianco-azzurre hanno trionfato con il punteggio finale di 71-66. Un successo che sembrava inatteso, visto che la squadra di coach Contu si trovava in stato di emergenza, con Paolocci out, Giudice reduce da un'influenza, Gelfusa non disponibile e Spigarelli non ancora al 100% della forma. Un match molto combattuto e spettacolare, con le squadre ad inseguirsi per tutti i 40 minuti di gioco. Un successo che premia, non solo il grande lavoro della squadra e dello staff, ma anche di una società storica, quella del presidente Betti, ritornata ad essere credibile fin dalla passata stagione. Top scorer Aneta Kotnis con 17 punti, in doppia cifra tra le umbertidesi anche il capitano Federica Giudice con 16 e De Cassan con 14. La PF Umbertide sale così a quota 18 punti in classifica ed al 4° posto in solitaria. Le final eight di Coppa Italia si svolgeranno, probabilmente, a Moncalieri il 13-14-15 marzo. Intanto la PFU deve pensare a raggiungere i playoff ed ha già la mente a Faenza, il prossimo appuntamento che inaugura la fase di ritorno. Palla a due sabato 11 gennaio a Faenza. La Bottega del Tartufo Umbertide vs Ariano Irpino 71-66 (22-21, 40-33, 53-48) Umbertide: Pompei 5, Giudice 16, Bartolini ne, Kotnis 17, Prosperi 8, Spigarelli 4, Moriconi 7, Paolocci ne, Gambelunghe, De Cassan 14. Allenatore: Alessandro Contu. Vice: Michele Crispoltoni. Ariano Irpino: Moretti ne, Orchi 8, Cifaldi ne, Sansalone, Albanese, Seskute 7, Zanetti 13, Scibelli 10, Fabbri 13, Pastore ne, Zitkova 14, Bambini 1. All: Orlando.

07/01/2020 10:43:56 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Il bollettino di Capodanno dell’Usl Umbria1: tra nuove nascite e feriti

Perugia, 01 gennaio 2020 - E’ femmina la prima e unica nata negli ospedali della Usl Umbria 1 nella notte di Capodanno. La cicogna, infatti, ha fatto visita all’ospedale della Media Valle del Tevere alle 2.12 del primo gennaio quando è venuta alla luce Martina. L’ultimo parto del 2019, invece, è stato registrato il 30 dicembre. Nessun nato nel 2020 negli altri ospedali della Usl Umbria 1. L’ultimo nato dell’anno a Città di Castello, dove nel 2019 sono stati registrati 552 parti, è venuto alla luce il 31 dicembre alle 21.48. Si tratta di un maschietto di origine straniera. All’ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino, la cicogna è arrivata alle 17.05 del 31 dicembre.   Per quanto riguarda gli accessi al pronto soccorso, ad Assisi una signora di 63 anni è stata colpita dalle scorie di un petardo che le hanno provocato lievi ustioni. E’ stata medicata e dimessa. Nulla di rilevante per i pronto soccorso dell'ospedale di Pantalla e Castiglione del lago.  A Città della Pieve, un bambino di 4 anni è stato trasferito per un consulto ortopedico all’ospedale di Perugia in seguito ad una ferita da scoppio di petardo.  A Città di Castello sono stati medicati e dimessi un bambino di 4 anni ustionato ad una palpebra da una stellina e un bambino di 9 anni colpito al naso da un sasso o un frammento durante lo scoppio di un botto che gli ha provocato un’epistassi. Ricoverata in osservazione per una caduta una donna di 39 anni che risulta aver assunto alcol.    Al pronto soccorso di Umbertide, invece, una bambina di 8 anni è stata medicata per una ferita provocata dalla rottura di un bicchiere. Due donne hanno dovuto chiedere aiuto per abuso di alcol. Si tratta di due 23enni italiane, una delle quali ricoverata in osservazione.    A Gubbio-Gualdo Tadino non sono stati registrati feriti o disagi da botti mentre 5 persone, tra cui un 14enne, hanno fatto ricorso alle cure del pronto soccorso per abuso di alcol.   In generale, rende noto il responsabile della centrale operativa del 118 Francesco Borgognoni, sono state registrate numerose chiamate dai vari territori umbri per stati di ebbrezza per lo più giovani. In tutto sono stati effettuati 26 trasporti dalle ambulanze 118 e da quelle delle associazioni presenti nei luoghi di manifestazioni organizzate, come previsto dalle attuali normative. Codici verdi e gialli, nessun rosso.     

01/01/2020 20:16:06 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy