Categorie

Sport Basket A1/F: PF Umbertide attesa sul parquet della Fixi Piramis Torino

Raggiunta la salvezza matematica, obiettivo stagionale della squadra, per la Pallacanestro Femminile Umbertide è tempo di migliorare la griglia play-off e tentare di confermare la settima piazza della classifica. Domenica 5 marzo alle 18 al PalaEinaudi di Moncalieri, Moroni e compagne dovranno affrontare la Fixi Piramis Torino. La squadra piemontese occupa l’ottavo posto in classifica, a pari merito con Broni e Vigarano a quota 10 punti. Umbertide come abbiamo detto è al settimo posto, con 14 punti. Partita insidiosa per le ragazze allenate da coach Serventi, già sconfitte nella partita di andata dalla Fixi Piramis sul parquet del PalaMorandi. Tra le fila torinesi spiccano le USA Bruner e Davis, quest’ultima ex San Martino di Lupari e la miglior giovane della passata stagione, Martina Kacerik. Nei giorni scorsi dalla Carispezia La Spezia è arrivata la guardia Sara Bocchetti. Tra le ex di turno troviamo la pivot croata Ivana Tikvic e l’ala Giovanna Pertile, quest’ultima ha subito un infortunio la settimana scorsa e si attendono gli esiti dei controlli medici per capire l’entità del danno subito da una giocatrice già sfortunata in più occasioni, come lo scorso anno quando ad Umbertide riportò la frattura del piatto tibiale nel match contro la Reyer Venezia, che la costrinse a terminare in anticipo la stagione. La PF Umbertide avrà come punti di forza le due giocatrici USA, il pivot Kierra Mallard e la guardia Antiesha Brown, rispettivamente hanno prodotto fino ad ora 14,5 e 17 punti di media a partita. Inoltre alle cestiste umbertidesi a stelle e strisce, si aggiunge il play Ilaria Milazzo che registra 10 punti di media a partita. Nella partita contro la Passalacqua Ragusa, ottima prova per il capitano bianco-azzurro Giulia Moroni, per lei 12 punti e 7 rimbalzi. Palla a due domenica 5 marzo alle 18 

03/03/2017 11:24:49 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Sport Basket A1/F: Umbertide sfiora ancora l'impresa

La Pallacanestro Femminile Umbertide ha tentato ancora l’impresa tra le mura amiche. Questa volta a portare a casa i due punti dal match disputato al PalaMorandi è stata la Passalacqua Ragusa.   Ottima prestazione quella delle ragazze di coach Serventi che hanno dato il centodieci per cento per la maglia, i tifosi ed una realtà che da nove anni rappresenta un paese di soli 16mila abitanti nella serie A1 di basket femminile.   Nonostante la sconfitta la PFU è matematicamente salva, Battipaglia e La Spezia sono uscite sconfitte rispettivamente contro Vigarano e Lucca. Mancano 4 giornate alla fine della regular season e se La Spezia vincesse tutte le partite andrebbe a quota 12 punti, Battipaglia arriverebbe a 14 punti (come Umbertide), ma dato che la PFU ha vinto entrambi gli incontri contro le campane, a salvarsi sarebbero le umbertidesi.   Dal punto di vista dell’obiettivo salvezza possiamo dire “Missione Compiuta”.   Nella partita contro Ragusa, per Umbertide in doppia cifra Antiesha Brown con 13 punti, il capitano Giulia Moroni con 12 e Kierra Mallard 10. Per Mallard anche 9 rimbalzi, 7 per Capitan Moroni.   Il punteggio finale è stato di 64-58 per le siciliane.   TABELLINO 58-64 (20-17, 30-33, 39-47)   Pall. Femm. Umbertide: Giudice ne, Cabrini, Dell’Olio 2, Moroni 12, Milazzo 9, Clark 9, Pappalardo 3, Paolocci ne, Fusco ne, Brown 13, Mancinelli, Mallard 10. Allenatore: Lorenzo Serventi.   Passalacqua Ragusa:  Larkins 9, Nicholls 2, Consolini 18, Gorini 6, Valerio 1, Spreafico ne, Formica 3, Bagnara 3, Brunetti, Ndour 22. Allenatore: Gianni Lambruschi.      

20/02/2017 20:45:30

Sport Basket A1/F: Al PalaMorandi va in scena Umbertide-Ragusa

Dopo la vittoria sul parquet di Battipaglia e la conquista del 14esimo punto stagionale, per la Pallacanestro Femminile Umbertide è arrivato il momento del match contro la corazzata Ragusa. Le siciliane sono al sesto posto in classifica a quota 20 punti. Umbertide si trova al settimo posto, ma come abbiamo detto a 14 punti, fattore che denota la divisione in due ‘’blocchi’’ del campionato. Da una parte sei squadre ambiziose di portare a casa un trofeo, dall’altra sei squadre in lotta per non retrocedere. Come sappiamo la salvezza per le umbertidesi non è matematica, ma i punti accumulati fino ad ora sono il segno del duro lavoro svolto ogni giorno dalla squadra sotto la guida di coach Serventi.   Tra le ex di turno troviamo Chiara Consolini, capitano della PF Umbertide dal 2013 al 2015, Gaia Gorini, in bianco-azzurro dal 2009 al 2014 e Benedetta “Beba” Bagnara che ha vestito la maglia della PFU nella stagione 2009-2010.   Per la PF Umbertide troviamo come punti di forza Kierra Mallard, pivot che produce più di 14 punti di media a partita, la guardia Antiesha Brown registra 17 punti di media, mentre 10 sono i punti di media per il play Ilaria Milazzo. Tutto il gruppo in maglia bianco-azzurra dovrà dare il massimo per compiere l’impresa. Nell’ultimo match disputato tra le due compagini al PalaMorandi, la PFU si impose per 74-56. La partita di andata di questo campionato è stata vinta dalle iblee con il punteggio di 70-54.   Palla a due domenica 19 febbraio alle 18  

17/02/2017 17:11:23

Sport Judo, l'umbertidese Nicola Becchetti campione italiano assoluto

Riceviamo e pubblichiamo Si era presentato alla gara più importante dell’anno in ritardo di preparazione e con un fastidioso infortunio recuperato solo nell’ultima settimana. Nonostante le premesse poco incoraggianti Nicola Becchetti ha raggiunto la vetta più alta del judo italiano: la medaglia d’oro ai Campionati Italiani Assoluti nella categoria dei pesi massimi. La corsa verso il titolo è stata lenta e faticosa ma allo stesso tempo autorevole e inarrestabile. Nicola ha battuto tutti gli avversari incontrati senza subire neanche un punto. La strada verso il successo si è dimostrata subito in salita per Becchetti visto che al primo incontro ha dovuto incrociare le prese con Claudio Pepoli (poi terzo classificato), avversario veloce e pericoloso proveniente dalla categoria dei 100kg. Dopo essersi sbarazzato dell’atleta romano, Nicola ha affrontato e superato Simone Serra. In semifinale all’atleta umbertidese ci sono voluti 4 minuti di supplementari per avere la meglio sull’atleta delle Fiamme Gialle Andres Felipe Moreno. La finale è stata un capolavoro di tattica e bravura. Prima ha fatto caricare di ammonizioni l’atleta delle Fiamme Oro Fabio Dell’Anna e poi, quando l’avversario si è scoperto per provare a rimontare, Nicola ha piazzato un contraccolpo potentissimo che ha inchiodato al suolo il forte atleta partenopeo. “E’ la seconda volta che Nicola termina gli Assoluti senza subire neanche un punto – commenta il tecnico del Kdk Fratta Mirco Diarena -, l’anno scorso aveva perso un’incontro per sanzioni e si era piazzato al terzo posto. Quest’anno ha battuto tutti, senza dare nemmeno una flebile speranza agli avversari. Ha dimostrato di essere il più forte. Spero che finalmente anche chi non credeva nelle qualità di Becchetti abbia aperto gli occhi. Sul gradino più alto del podio c’è un ragazzo che si allena in una squadra dilettante e non in un gruppo sportivo. Non oso neanche immaginare dove può arrivare allenandosi in una struttura migliore con tecnici di esperienza internazionale. Spero, per il bene del judo italiano, che qualcuno investa su questo ragazzo e finalizzi tutto il lavoro fatto in questi anni. Noi siamo arrivati sulla vetta più alta d’Italia ma per vincere in Europa, Nicola ha già sfiorato la medaglia agli Europei nel 2016,  serve un tipo di lavoro che non si può svolgere in un team di provincia come il nostro”. Ancora una volta Becchetti ha messo la freccia e sorpassato tutti i suoi avversari, anche i professionisti dei gruppi sportivi militari, dimostrando che la forza di volontà e il talento sono armi capaci di far vincere qualsiasi battaglia. Tra 10 giorni Becchetti difenderà i colori della Nazionale nella European Open di Roma. La preparazione affrettata fatta per gli Assoluti  forse penalizzerà un po' il talento cresciuto sulle rive del Tevere ma Becchetti è pronto a stupire. Ancora una volta.      

14/02/2017 09:26:25

Sport Basket A1/F: Umbertide vince a Battipaglia e fa festa con i tifosi

Dopo un match tiratissimo, la Pallacanestro Femminile Umbertide espugna il PalaZauli di Battipaglia con il punteggio di 73-67 e sale a quota 14 punti in classifica e rimane al settimo posto. Come nella trasferta di Vigarano, le umbertidesi soffrono ma riescono alla fine a conquistare altri due punti fondamentali in chiave salvezza, obiettivo stagionale sempre più vicino, ma non matematicamente raggiunto, visto che mancano ancora cinque giornate alla fine della regular season.   MVP indiscusso del match con 21 punti, 7 rimbalzi e 24 di valutazione la guardia USA Antiesha Brown. 21 punti anche per il pivot Kierra Mallard con 23 di valutazione. In doppia cifra anche Ilaria Milazzo che tocca quota 10 punti.   Anche in questa stagione, con un roster dall’età media molto bassa (21,4 anni considerando Emilia Bove, ma dato che quest’ultima è infortunata, il dato si abbassa a 20,8) coach Serventi sta compiendo un altro capolavoro.   Primo quarto   Partita che partita in equilibrio, Brown mette i primi due punti del match, ma Orazzo risponde con una tripla. Mallard, Brown, Cabrini ed il capitano Moroni portano la PFU a quota 11 con Battipaglia che non sbaglia con Verona e Orazzo. Proprio la capitana della Treofan con un’atra bomba da 3 porta le campane sul 14-13 a metà del primo quarto. Ora Battipaglia fa paura e con Williams, Orazzo e Sotiriou vola a +9 e la prima frazione si chiude sul 24-15 per la squadra allenata da coach Riga.   Secondo quarto   Ancora parti ricca di emozioni con Umbertide che insegue con Clark, Mallard e Brown, proprio quest’ultima piazza i due punti che segnano il 33-33 a due minuti e 43 secondi all’intervallo lungo. Un minuto dopo è Mallard a portare in vantaggio le bianco-azzurre. Milazzo risponde a Sotiriou ede è 37-37, ma allo scadere Verona piazza la tripla del 40-37.   Terzo quarto   Moroni e compagne vogliono portarsi avanti, proprio la capitana della PFU fa -1 all’inizio del terzo periodo. Hamilton fa +5 Battipaglia, ma Clark e Brown regalano ancora il vantaggio alla PFU, Brown va a canestro e subisce fallo, 49-44 a meno di 5 minuti dalla fine della terza frazione. Mallard allunga, ma una tripla di Williams fa -4 ed è 51-47 a 03:50. Mallard è immarcabile e porta a quota 58 la PFU, la Treofan si ferma a 52 con Sotiriou e Williams.   Ultimo quarto   Partita ancora aperta Williams accorcia ed è 58-54 a 9 minuti dalla sirena. Cabrini mette il sessantesimo punto per Umbertide, ma Sotiriou da 3 fa 60-57. Milazzo piazza 4 punti di fila ed è 65-57 a metà ultimo quarto. Hamilton riporta a meno 4 la Treofan, punteggio di 65-61.  Prima Umbertide e poi Battipaglia commettono un antisportivo, sia Sotiriou che Brown fanno 1/2, punteggio di 68-62 per la PFU. Sotiriou a canestro ed è ancora meno 4 ad un minuto e 11 secondi dalla fine. 10 secondi dopo Clark fa 70-62. Williams non n vuole sapere di perdere e riporta Battipaglia a meno 3. A 20 secondi dal termine Moroni fa 1/2 dalla lunetta. Mallard subisce fallo, il quinto commesso dalle ragazze di coach Riga. Il pivot della PF Umbertide fa 2/2 dalla lunetta. 73-67 il punteggio finale.   Prossimo impegno per le bianco-azzurre domenica 19 febbraio al PalaMorandi contro la Passalacqua Ragusa. 

13/02/2017 11:28:11

Sport Umbertide: all'Agape 2000 lezioni in inglese durante gli allenamenti di calcio

Riceviamo e pubblichiamo E’ iniziata una nuova avventura in casa Agape 2000, la società gialloblu sempre all’avanguardia e alla ricerca di nuove idee e nuovi progetti per attuare nel modo più completo possibile la sua idea di calcio 2.0. Già in questi anni Agape si era distinta nel panorama umbertidese per il suo modo “diverso” di fare sport, non sono nel modo in cui vivere il calcio in campo e fuori, ma anche proponendo iniziative come “Agape CAMP” e il progetto “Mi salvo in calcio d’angolo”, di fatto un “doposcuola” stile Agape dove i giovani tesserati vengono supportati nella loro attività di studio. Da quest’anno Agape propone una nuova iniziativa denominata “SOCCER AND ENGLISH” nata dalla sinergia tra Agape e il Prof. Pietro Gianfrancesco, docente di lingua e letteratura inglese, che dal 2006 tiene corsi di inglese specifico del calcio a Coverciano – Settore Tecnico FIGC. Pietro è altresì allenatore professionista di calcio dal 2002 e vanta circa 1000 panchine in campionati dilettantistici di Campania e Molise. E così da quest’anno i nostri ragazzi possono anche migliorare il loro livello di inglese divertendosi mentre giocano a calcio. Vista la natura del progetto, Agape in accordo con il Prof. Gianfrancesco ha deciso di proporre l’iniziativa partendo dalla classe 2006/2007 che da lunedì 6 febbraio, durante la seduta di allenamento, è seguita in piena sinergia dagli allenatori di sempre e dal prof. Gianfrancesco che tiene una lezione di inglese del tutto “innovativa”. Crediamo fermamente nel nostro progetto sportivo-educativo orientato alla formazione dei ragazzi nel senso più ampio del termine, per questo cerchiamo sempre di offrire momenti di crescita individuale e collettiva, non solo in ambito strettamente calcistico. “Soccer And English” crediamo faccia parte, a pieno titolo, di questo cammino di crescita. Cogliamo l’occasione per ringraziare pubblicamente Pietro Gianfrancesco che ha scelto Agape 2000 per intraprendere questo nuovo progetto in cui crediamo fermamente anche noi.  

07/02/2017 21:08:43

Sport Basket A1 femminile: Umbertide regge tre quarti, poi Venezia si impone 81-62

La Pallacanestro Femminile Umbertide esce sconfitta ancora una volta a testa alta, questa volta la rivale era la Reyer Venezia, una delle squadre più ambiziose del campionato. Per tre quarti della partita, Moroni e compagne hanno tenuto testa alle lagunari, cedendo solo nell’ultimo quarto alle bombe da tre di Carangelo e Favento. In doppia cifra per la PFU la guardia Antiesha Brown con 18 punti e  15 punti per Kierra Mallard. Doppia cifra anche per Alessia Cabrini, che proprio nel giorno del suo compleanno ne ha messi a referto 10. La classifica vede sempre Umbertide a quota 12 punti ed al settimo posto. Prossimo impegno la  trasferta di Battipaglia domenica 12 febbraio. Da segnalare lo striscione esposto dai Supporters Fratta prima dell’inizio del match, che recita: ‘’Modulo e Acqua e Sapone, grazie a voi siamo qua, tra mille difficoltà vogliamo con voi rimanere in Serie A1’’. Sappiamo che ancora la salvezza non è matematica, ma questo messaggio testimonia l’attaccamento dei nostri tifosi ad una realtà che da nove anni porta in alto il nome del paese.   Primo quarto Umbertide parte bene e con Mallard e Brown fa 5-0. Venezia si sblocca dalla lunetta, ma Cabrini da tre fa 8-2 per le bianco-azzurre. Le ragazze di Serventi non sbagliano niente e con Mallard e Milazzo arrivano a siglare 20 punti già nel primo quarto con Venezia che si ferma a 15. Secondo quarto Si torna sul parquet con la Reyer che si porta avanti di 5 sul punteggio di 25-20. La PFU non sta a guardare e si rimette in marcia all’inseguimento delle orogranata, fino ad agguantare il pareggio con una bomba da tre di brown che fa segnare 31-31. Venezia ancora avanti, ma la PFU accorcia e si va all’intervallo lungo sul punteggio di 37-33 per le ospiti. Terzo quarto Al ritorno dagli spogliatoi la Reyer tocca il +10, ma per il roster allenato da coach Serventi il motto è sempre ‘’Mai mollare’’. Moroni e compagne toccano il -6 sul punteggio di 48-54. Il terzo quarto si chiude sul 60-54 per le venete. Ultimo quarto Nell’ultimo quarto le bombe da tre delle ragazze di coach Liberalotto condannano Umbertide alla sconfitta. Il punteggio finale è  81-62. Pallacanestro Femminile Umbertide – Umana Reyer Venezia 62-81 (20-15, 33-37, 54-60) Pall. Femm. Umbertide: Giudice ne, Cabrini 10, Dell’Olio, Moroni 3, Milazzo 8, Clark 5, Pappalardo, Paolocci ne, Fusco ne, Brown 21, Mancinelli, Mallard 15. All. Lorenzo Serventi Umana Reyer Venezia: Micovic 5, Melchiori 2, Carangelo 17, Sandri 4, Cubaj ne, Ruzickova 10, Dotto 6, Fontenette 13, Walker 16, Favento 8. All. Andrea Liberalotto      

06/02/2017 10:47:26

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy