Cultura » Mostre Umbertide: venerdì 11 agosto inaugurazione della mostra ''Raccolta'' di Ilva Beretta

Riceviamo e pubblichiamo Cari amici di Grefti, “Art edits down complexity and helps us to focus, albeit briefly, on the most meaningful aspects.” “L’arte codifica la complessità e ci aiuta o concentrarci, anche se brevemente, sugli aspetti più significativi della vita” Alain De Bottom, Art as Therapy  Con la nostra serie di eventi di quest’estate vogliamo parlare dell’arte come comunicatore. La fotografia può preservare una memoria o svelare una narrazione nascosta. Può catturare momenti e documentarli, spesso prendendo qualcosa di transitorio e rendendolo eterno. Il nostro prossimo artista usa il Cibo come soggetto e attraverso la sua osservazione ci offre l’opportunità per parlare di memoria, di poesia, si percezione, di impertinenza e deperibilità della materia. Venerdì 11 Agosto vi presenteremo l’artista svedese Ilva Beretta, con l’inaugurazione della mostra fotografica “Raccolta” alle 19:00 in Galleria Grefti (via Cibo, 10 Umbertide)  Passa da noi, incontra l’artista, osserva le sue opere e facci compagnia nei nostri consueti aperitivi ; un’opportunità per interessanti conversazioni e incontri con una comunità variegata di molte nazionalità e culture. Traduzione in inglese In our upcoming series of events this summer we want to think about art as a communicator. Ilva Beretta, our next artist, uses food as a subject and through her observations gives us the opportunity to talk about memory, poetry, perception, impermanence and perishable matter. Her photography captures moments and documents them, often taking something fleeting and making it eternal; preserving a memory or telling a hidden narrative. Friday 11th August we will introduce you to the Swedish photographer Ilva Beretta, with an opening party at 19:00 in Galleria Grefti (via Cibo 10 , Umbertide). Come over, meet the artist, admire her work and join us for an aperitivo. Our opening parties are always a chance to have interesting conversations with a mix of local people of many nationalities. hope to see you all at Galleria Grefti

07/08/2017 16:05:01 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Inaugurata la mostra ‘’Pittura analitica. Origine e continuità’’ alla Rocca di Umbertide

Riceviamo e pubblichiamo E' stata inaugurata alla Rocca – Centro per l'Arte contemporanea la mostra “Pittura analitica. Origine e continuità” a cura di Giorgio Bonomi, visitabile fino al 27 agosto Un numeroso pubblico ha preso parte al taglio del nastro di un evento che si sviluppa contemporaneamente in due sedi, presso la Rocca di Umbertide e a Villa Contarini di Piazzola sul Brenta, in provincia di Padova, a ribadire la presenza fondamentale nella storia dell'arte contemporanea dei principali protagonisti della pittura analitica, che continuano costantemente a lavorare con rigore e costanza sui fondamenti della sua poetica, dalle origini fino ad oggi. “La pittura analitica sta vivendo una seconda giovinezza rispetto agli anni Settanta, periodo in cui ha avuto origine. - ha spiegato l'assessore alla Cultura Raffaela Violini – L'Assessorato alla Cultura del Comune di Umbertide ha fortemente voluto promuovere questo evento perché dà rilievo ed importanza, sia a livello nazionale che internazionale, al nostro centro espositivo per l'arte contemporanea e alla nostra città. Ne sono una dimostrazione le tantissime persone provenienti da ogni parte d'Italia che hanno preso parte all'inaugurazione, a significare che Umbertide riveste un ruolo importante nel panorama artistico nazionale”. La mostra alla Rocca offre la visione di opere di straordinario valore estetico e storico in una panoramica di questo filone di ricerca della pittura italiana certamente non esaustiva, ma tuttavia “completa”, essendo realizzata per exempla significativi. A suggello del rigore scientifico e della profondità di sguardo sul tema, il curatore Giorgio Bonomi, da vari decenni uno dei principali studiosi dell’arte analitica, ha voluto come collaboratori Alberto Rigoni che segue con costanza gli artisti analitici e astratti con mostre, libri e cataloghi, e Michele Beraldo, curatore esperto di arte contemporanea, in particolare del Nord Est italiano. Questi gli artisti in mostra: Carlo Battaglia, Mauro Cappelletti, Enzo Cacciola, Vincenzo Cecchini, Sonia Costantini, Paolo Cotani, Sandro De Alexandris, Domenico D'Oora, Marco Gastini, Giorgio Griffa, Riccardo Guarneri, Paolo Iacchetti, Paolo Masi, Claudio Olivieri, Paolo Patelli, Gianni Pellegrini, Pino Pinelli, Pope, Lucio Pozzi, Claudio Rotta Loria, Rolando Tessadri, Claudio Verna, Gianfranco Zappettini. La mostra sarà visitabile fino al 27 agosto tutti i giorni, dal martedì alla domenica, dalle ore 10,30 alle ore 12,30 e dalle ore 16,30 alle ore 18,30.  

04/08/2017 11:53:47 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Umbertide: in corso lo stage dei finalisti del ''Premio Rometti''

E' in pieno svolgimento lo stage dei finalisti del “Premio Rometti”, concorso giunto quest'anno alla quinta edizione e promosso dalle Ceramiche Rometti di Umbertide in collaborazione con i più prestigiosi istituti di design e accademie di belle arti d'Italia e del mondo, con il patrocinio del Comune di Umbertide. Per due settimane i ragazzi, autori dei progetti finalisti selezionati da un'apposita giuria, frequenteranno le Ceramiche Rometti, dove avranno la possibilità di “mettere le mani in pasta”, sperimentare le tecniche di lavorazione della ceramica e realizzare concretamente i loro progetti. Si tratta di sette giovani studenti provenienti, oltre che dall'Italia, anche da Belgio e Stati Uniti:  Veronica Mascelluti e Gaia Rossi Merighi della Rufa di Roma, Francesca Capalti dell'Accademia delle Belle Arti di Perugia, Lisa Bley e Hugo Kartheuser dal Cad di Bruxelles, e Jade Granger dell'Università di Washington. Il concorso mira a promuovere l'innovazione e l'originalità nel campo dell'arte ceramica, aprendo le porte della manifattura umbertidese ai giovani, un po' come accadeva già negli anni Venti e Trenta con le Ceramiche Rometti che ospitarono promettenti artisti che poi divennero personaggi del calibro di Corrado Cagli, Dante Baldelli e Mario Di Giacomo. Un'esperienza che viene riproposta anche oggi, per volontà del titolare delle Ceramiche Rometti Massimo Monini e del direttore artistico Jean Christophe Clair, mirando a coniugare la tradizione e lo stile inconfondibile della manifattura umbertidese con l'innovazione e l'originalità delle impronte artistiche e di design contemporanee. Durante le due settimane di stage, gli studenti potranno lavorare ai propri progetti e dar loro forma, dopodiché nel mese di settembre si terrà la cerimonia di premiazione con la consegna di premi in denaro ai primi tre classificati e la possibilità di mettere in produzione le opere.  

29/07/2017 13:01:22 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Umbertide: grande partecipazione per Rockin' Umbria 2017

Tre giorni di musica, cinema, arte e aggregazione. Si è conclusa a Umbertide la venticinquesima edizione di Rockin’ Umbria, festival attento alle sottoculture ed ai movimenti indipendenti. Organizzata dal Comune di Umbertide in collaborazione con l’associazione culturale St.Art, l’etichetta discografica umbertidese To Lose La Track e l’associazione Effetto Cinema, l’edizione 2017 del festival ha visto un coinvolgimento da parte del pubblico oltre le aspettative, mobilitando sia la popolazione cittadina che gli appassionati di musica da tutta Italia. Il chiostro di piazza San Francesco si è affollato sin dalla prima serata, quella di venerdì 21 luglio, dedicata alla musica indipendente umbra, con gli ottimi live di Malatesta ed Espada e alla scena musicale di Seattle, con il dj set tematico e la proiezione del film di culto ‘Singles’. ''Sono contenta che iniziative come questa attirino tanti giovani umbertidesi'' ha dichiarato l’assessore alla cultura di Umbertide Raffaela Violini. Oltre 600 presenze nell’arco della giornata di sabato 22 luglio per l’Italian Party, storica festa dell’etichetta indipendente To Lose La Track, arrivata alla sua diciassettesima edizione. Ventuno band distribuite tra i palchi del chiostro e della piazza e la speciale location per set acustici della chiesa di Santa Croce, oltre dieci ore ininterrotte di musica e un pubblico eterogeneo proveniente da tutta la penisola. Sold out il concerto dei Matmos di domenica 23 luglio nel chiostro di San Francesco. Il duo di elettronica sperimentale ha realizzato un set concepito in modo specifico per Rockin’ Umbria, con impianto quadrifonico e incursioni di artisti ospiti – insieme ai Matmos – di Civitella Ranieri. ''Ci auspichiamo che sia solo la prima collaborazione con la struttura'' ha affermato il sindaco di Umbertide Marco Locchi durante la serata. La performance è stata affiancata dalla suggestiva installazione ‘The Circle’ di Luca Cataldo, per cui l’artista ha realizzato dei contenuti visivi inediti. Il pubblico si è poi riversato in piazza San Francesco per la chiusura del festival, con i live di Mother Island e dei cileni Chicos de Nazca, due band particolarmente rappresentative della nuova scena psichedelica internazionale. Accanto agli ottimi riscontri numerici, l’edizione 2017 di Rockin’ Umbria ha potuto contare su un’evidente coerenza nella programmazione, attenta alle avanguardie espressive e ai movimenti giovanili: dalla sperimentazione sonora alle produzioni indipendenti, dalla commistione tra musica e immagini alla dimensione live più pura, Rockin’ Umbria si conferma un festival tutt’altro che generalista, rivolto all’Italia e al mondo ma sempre a partire dalle realtà culturali attive sul territorio regionale.

26/07/2017 12:26:29 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy