Notizie » Politica Comunicato stampa del comitato di Umbertide per il No al Referendum costituzionale

Riceviamo e pubblichiamo  Il Comitato per il NO al referendum di Umbertide, che ha ricevuto delega da parte del Comitato Nazionale per il NO presieduto dal Prof. Gustavo Zagrebelsky di rappresentarlo nei confronti degli Enti locali e di ogni altra autorità amministrativa, esprime il proprio sconcerto rispetto alla scorrettezza delle iniziative locali organizzate dai promotori del Si che, in maniera del tutto impropria e inopportuna, hanno visto il coinvolgimento di istituzioni pubbliche che, in quanto tali, avrebbero dovuto rimanere imparziali.  Il riferimento è all’incontro che si è svolto giovedì 10 novembre ad Umbertide dall’eloquente titolo “Basta un SIndaco” che ha visto appunto la partecipazione dei sindaci dell’Alta Valle del Tevere schierati compatti a favore delle ragioni del Si. La normativa parla chiaro e nell’art. 9, comma 1, della legge 22 febbraio 2000, n. 28 si fa esplicito “divieto a tutte le amministrazioni pubbliche di svolgere attività di comunicazione ad eccezione di quelle effettuate in forma impersonale ed indispensabili per l'efficace assolvimento delle proprie funzioni”. Tale divieto riguarda gli organi istituzionali che rappresentano le singole amministrazioni e non i singoli soggetti titolari di cariche pubbliche, i quali possono compiere, da semplici cittadini, attività di propaganda ma al di fuori dell’esercizio delle proprie funzioni istituzionali. Così però non è stato come si evince dalla stessa locandina dell’evento dove, in maniera del tutto esplicita, si evidenziava l’impegno delle istituzioni locali e dei sindaci in prima persona a favore del Si.  Tale divieto mirava ad evitare che la comunicazione istituzionale delle amministrazioni venisse piegata ad obiettivi elettorali. Ciò è stato completamente disatteso ed è venuto meno il dovere di equilibrio e correttezza degli amministratori locali. I sindaci, rappresentando tutti i cittadini, avrebbero dovuto avere la sensibilità di sapere distinguere ciò che è istituzionale da ciò che è soltanto politico. Al contrario, noncuranti, si sono resi protagonisti di un gravissimo strappo istituzionale lesivo nei confronti della democrazia.  Condividiamo al riguardo il pensiero espresso dall’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani Italiani) che ha definito deplorevole questa iniziativa e ci associamo al richiamo fatto alle istituzioni e a chi le rappresenta ad un esercizio attento delle funzioni pubbliche che eviti, d’ora in avanti, spiacevoli commistioni tra il privato e l’istituzionale.  Comitato per il NO al Referendum di Umbertide   

16/11/2016 13:08:50

Attualità » Primo piano Umbertide in aiuto dei terremotati, donata casetta di legno per Agriano di Norcia

Riceviamo e pubblichiamo  In tante occasioni la comunità umbertidese ha dimostrato di essere molto generosa e di fronte al terremoto che ha interessato il Centro Italia ed in particolare la zona di Norcia, non è stata da meno. Così domenica 13 novembre alcuni volontari del Gruppo comunale di Protezione civile di Umbertide si sono organizzati in maniera autonoma recandosi direttamente ad Agriano e Frascaro, due piccole frazioni del Comune di Norcia per portare gli aiuti raccolti grazie alla solidarietà e alla generosità degli umbertidesi.  Alla spedizione ha preso parte anche il sindaco Marco Locchi che con la sua presenza ha voluto dimostrare tutta la vicinanza dell'Amministrazione comunale alle popolazioni terremotate. Nello specifico i volontari hanno allestito una casetta di legno donata da un'azienda umbertidese che servirà da alloggio a due allevatori di Agriano che, grazie a questo aiuto, potranno continuare a prendersi cura del loro bestiame ed a non interrompere l'attività di famiglia, e hanno installato dei potabilizzatori di acqua, messi a disposizione sempre da un'azienda umbertidese, oltre a fornire beni di prima necessità donati da tantissimi cittadini umbertidesi.  Sempre a favore di chi a causa del sisma ha perso tutto verrà impiegato anche il ricavato delle varie manifestazioni di solidarietà organizzate subito dopo il terremoto, a partire dalle cene a base di amatriciana, e periodicamente i volontari umbertidesi di Protezione civile continueranno a fornire aiuto ed assistenza ai terremotati, dal momento che dopo la prima fase di emergenza, si aprirà quella altrettanto delicata della ricostruzione e del ritorno alla normalità.

16/11/2016 12:56:40

Notizie » Politica Umbertide Cambia sulla vendita del complesso ex fornace

Riceviamo e pubblichiamo  UMBERTIDE CAMBIA SULLA VENDITA DEL COMPLESSO EX FORNACE In questo strano paese in cui il Sindaco fa il liquidatore fallimentare ed un parlamentare fa il Sindaco, scopriamo su facebook, prima ancora che dal sito istituzionale dell’Amministrazione comunale, dunque senza alcun rispetto istituzionale (un corretto stile vorrebbe che la notizia venisse comunicata dal Sindaco, quello effettivo) che l’ecomostro costruito nell’area della ex fornace sembra aver trovato un nuovo acquirente. Dovremmo essere contenti e dimostrare lo stesso entusiasmo di chi racconta l’acquisto come una “buona e attesa notizia”. Quello che non ci consente di gioire è innanzitutto il fatto che l’acquisto stesso deve essere ancora perfezionato (la notizia è stata diffusa prematuramente), dunque la totale assenza di informazioni rispetto all’acquirente: non vorremmo fosse l’ennesima speculazione finanziaria. Ci preoccupa poi la prospettiva del comparto, secondo la fonte dell’informazione (l’On. Giulietti), “da rimettere sul mercato”. In che senso? Cosa intende fare il nuovo proprietario? Domande alle quali ci aspettiamo risposte convincenti nelle sedi competenti, a fronte della interrogazione che abbiamo già presentato in Consiglio Comunale e portato in Parlamento: chiarezza sulla destinazione d’uso del complesso, certezza sui tempi di recupero, garanzia della sicurezza, ora di competenza della proprietà dentro il complesso e dell’Amministrazione fuori e nell’adiacenze di esso.Solo allora potremo dare una valutazione dell’operazione e capire se siamo di fronte ad una soluzione o ad un nuovo problema. ​​​​​​​​​Umbertide cambia

15/11/2016 13:23:58

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy