Attualità » Primo piano Da venerdì 4 a domenica 6 tornano le tradizionali Fiere di Settembre

E' iniziato il conto alla rovescia per le tradizionali Fiere di Settembre che quest'anno si terranno nei giorni di venerdì 4, sabato 5 e domenica 6 settembre lungo l'oramai consueto percorso di via Unità d'Italia, piazza Marx, via Morandi e via Tusicum. Tanti i visitatori attesi che popoleranno le vie di Umbertide nei giorni della manifestazione, giunta alla 31esima edizione, per conoscere e cogliere le numerose proposte degli oltre 200 tra operatori commerciali, hobbisti ed artigiani del fai da te, che, unitamente ai 44 operatori degli stand e agli espositori delle aree libere, offriranno nuove opportunità di acquisto. Non mancherà poi la musica con gruppi del territorio che allieteranno i visitatori in tutte e tre le serate della manifestazione. “L’organizzazione delle Fiere di Settembre richiede importanti investimenti sia in termini economici che di personale da parte dell’Amministrazione comunale e degli Uffici Polizia Municipale e Commercio al fine di garantire la buona riuscita della manifestazione ma garantisce anche un ottimo riscontro economico e un'importante occasione di sviluppo e promozione del nostro territorio – hanno affermato il sindaco Marco Locchi e l'assessore al Commercio Paolo Leonardi – Per tre giorni oltre 200 operatori animeranno le vie di Umbertide, tra cui anche artigiani ed hobbisti ai quali verrà riservata una specifica collocazione lungo via Morandi. Ampio spazio sarà poi riservato alle associazioni del territorio che avranno la possibilità di far conoscere l’importante ruolo svolto ad Umbertide nei settori del volontariato e dei servizi alla persona. Un ringraziamento particolare va al personale degli uffici Polizia Municipale e Commercio per l'impegno profuso nell'organizzazione dell'evento e al signor Gianfranco Rossi che anche quest'anno ha realizzato il manifesto delle Fiere di Settembre, riproducendo con maestria e semplicità i principali monumenti della nostra città”.

31/08/2015 17:39:44

Attualità » Primo piano Umbertide: rubano whisky e tonno, arrestati dai Carabinieri

Hanno tutti precedenti penali i tre cittadini rumeni arrestati nel pomeriggio di ieri, dai Carabinieri dell'aliquota Radiomobile della Compagnia di Città di Castello. I tre individui, tutti domiciliati a Roma, sono entrati in un supermercato di Umbertide e dopo essersi separati, hanno iniziato a girovagare all'interno dell'esercizio commerciale. Il fare sospettto del gruppo, ha subito insospettito gli addetti che hanno avvertito i Carabinieri. Una volta diretti verso l'uscita, i presunti malviventi hanno consegnato la merce, una decina di bottiglie di whisky e quindici confezioni di tonno.  Giunti sul posto i Carabinieri e presi in consegna i tre, i militari hanno provveduto ad ispezionare la loro auto. All'interno di una grossa valigia,sono state  rinvenute altre ventiquattro bottiglie di whisky, cento scatolette di tonno e nove pacchi di caffè. Sono in corso gli accertamenti per verificare la proveninza della merce, probabilmente oggetto di altri furti commessi nella zona. E' stata anche sequestrata l'auto, con targa tedesca, utilizzata dagli autori del furto, perchè sprovvista di assicurazione. I componenti il terzetto, sono stati arrestati in flagranza di reato con l’accusa di furto aggravato in concorso e trattenuti in camera di sicurezza. Il Tribunale di Perugia ha convalidato l’arresto disponendo il rinvio del processo a dicembre. Nel frattempo i tre non potranno tornare in Umbria.   

21/08/2015 16:17:56

Attualità » Primo piano Umbertide: incontro in comune con delegazione del Distretto di Changning

II Comune di Umbertide ha sottoscritto nel 2004 un gemellaggio con il Distretto di Changning di Shanghai, al fine di promuovere scambi commerciali con ricadute positive per l'economia locale. A distanza di oltre 10 anni il console italiano a Shanghai ha chiesto di poter ridare nuovo vigore al patto allargando anche la zona inizialmente interessata e coinvolgendo tutto l'Alto Tevere. Anche la Regione Umbria, fortemente attiva a Shanghai, ha sollecitato l'avvio di questa nuova fase che può creare interessanti sbocchi economico-commerciali per il nostro territorio. Oggi infatti numerose imprese altotiberine. operanti nei più svariati settori, sono già presenti in Cina ed altre ancora hanno instaurato proficui scambi commerciali con le realtà produttive di Shanghai. Il sindaco di Umbertide Marco Locchi, da sempre attivo e sensibile alla promozione e valorizzazione del tessuto economico del territorio, esprime particolare soddisfazione per questa iniziativa finalizzata a sostenere e promuovere la collaborazione già esistente tra il proprio territorio e il Distretto di Changning nella convinzione che il rafforzamento dell'accordo di gemellaggio potrà apportare benefici al sistema economico e produttivo di Umbertide, dell'Alta Valle del Tevere e in generale dell'Umbria. Per tali motivi lunedì 24 agosto 2015, alle ore 18.00, presso la Residenza comunale di Umbertide è stato convocato un incontro con la delegazione di Shanghai che sarà in Umbria proprio per stringere nuovi rapporti di amicizia con le realtà locali e favorire la nascita di rapporti di scambio con le aziende del territorio. All'incontro sono stati invitati tutti i sindaci dell’Altotevere, il presidente del Gal Alta Umbria e le aziende del territorio interessate ad avviare proficui rapporti economici con il distretto di Changning. Sarà presente anche l'Amministrazione Regionale con l'Assessore Fabio Paparelli e dirigenti degli uffici che stanno promuovendo iniziative specifiche con l'estero ed in particolare con la Cina.

20/08/2015 17:26:46

Attualità » Primo piano Consiglio Comunale Umbertide approva regolamento Imu

Nel corso dell'ultima seduta consiliare, il Consiglio Comunale ha approvato le aliquote e il regolamento per la disciplina dell'Imu. Il presupposto dell’imposta municipale propria è il possesso di immobili, esclusa, a decorrere dal 1° gennaio 2014, l’abitazione principale e le pertinenze della stessa, ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1-A/8 e A/9. L'imposta è dovuta sul valore dei beni immobili e la base imponibile è ridotta del 50% per i fabbricati di interesse storico-artistico e i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili. E' inoltre prevista l'esenzione per i terreni agricoli. Nel corso dell'ultima seduta, il Consiglio Comunale ha confermato l'aliquota 2014, pari allo 0,86% per tutti gli immobili diversi dall’abitazione principale. Vengono considerate abitazioni principali anche gli immobili posseduti da cittadini italiani residenti all'estero e iscritti all'Aire, già pensionati, nel caso in cui questi non risultino locati o dati in comodato d'uso, così come l’unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza presso istituti di ricovero o sanitari, sempre a condizione che la stessa non risulti locata. Dall'imposta dovuta per l'unità immobiliare adibita ad abitazione principale classificata nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 si detraggono inoltre 200 euro fino a concorrenza del suo ammontare. Il versamento dell’imposta dovuta al Comune è effettuato in due rate, con scadenza   il 16 giugno e il 16 dicembre. Il Comune ha inoltre facoltà di svolgere le attività necessarie al controllo dei dati contenuti nelle dichiarazione presentate dai soggetti passivi e le attività di controllo per la corretta applicazione del tributo e a tal fine può inviare ai contribuenti questionari da restituire debitamente compilati.  

12/08/2015 12:22:29

Attualità » Primo piano Umbertide: approvato regolamento Tari, tariffe invariate rispetto al 2014

Nel corso dell'ultima seduta consiliare, il Consiglio Comunale ha approvato le aliquote e il regolamento per la disciplina della Tari. Il tributo è destinato alla copertura dei costi relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti ed è dovuto da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte suscettibili di produrre rifiuti urbani. Le tariffe sono determinate in modo da garantire la copertura integrale dei costi del servizio e sono commisurate alla superficie dell'immobile e al numero dei componenti del nucleo familiare per le utenze domestiche, e alla categorie di attività con omogenea potenzialità di produzione di rifiuti facendo riferimento al codice Ateco, per le utenze non domestiche.  Le tariffe si compongono inoltre di una quota fissa, determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio di gestione dei rifiuti e di una quota variabile, rapportata alle quantità di rifiuti conferiti. Per l'anno 2015 rimangono sostanzialmente invariate le tariffe 2014 e specifiche riduzioni per chi non usufruisce del servizio di raccolta dei rifiuti o ne usufruisce in maniera ridotta. Nello specifico, il tributo è dovuto per intero nelle zone ove viene svolta la raccolta domiciliare completa, compresi i centri storici o ogni altra localizzazione in cui la raccolta domiciliare è resa inapplicabile per l’impossibilità a collocare i cassonetti presso ogni singola abitazione. Nelle zone in cui il servizio viene svolto con frequenza diversa si applicano invece, per le utenze domestiche, una riduzione pari al 5% se il servizio viene svolto nella forma della raccolta domiciliare completa ma con una minore frequenza rispetto alla zona servita e una riduzione del 10% se il servizio viene svolto nella forma domiciliare non completa (mancato ritiro domiciliare di una o più delle tipologie di rifiuto con l’utilizzo in sostituzione di raccolta in punti di prossimità o altre forme di smaltimento); per le utenze domestiche che non domestiche, è inoltre prevista una riduzione del costo del servizio se il servizio di raccolta domiciliare è sostituito da punti di raccolta ad uso plurimo pari al 20% se a distanza inferiore o uguale a 4 km e pari al 60% se a distanza superiore a 4 km. Il regolamento prevede altresì una riduzione pari al 20% per le abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale o limitato e discontinuo. Tutte le riduzioni devono essere appositamente richieste dal contribuente. Inoltre si applica uno sconto dei 2/3 della tariffa per gli immobili posseduti da cittadini italiani residenti all'estero e iscritti all'Aire, già pensionati, nel caso in cui questi non risultino locati o dati in comodato d'uso. Qualora si rendano applicabili più riduzioni o agevolazioni, è consentito il cumulo, nel limite massimo complessivo all'70% della tariffa ordinaria. La tassa sui rifiuti è versata direttamente al Comune ed è articolata in tre rate con scadenza, per il 2015, il 30 aprile, 30 luglio e 16 novembre. Le prime due rate sono versate in acconto e sono pari al 33% ciascuna dell'importo complessivo, mentre la terza rata è calcolata a conguaglio. Il contribuente può richiedere il dilazionamento del pagamento con un massimo di sei rate bimestrali di pari importo, elevabile in 12 rate se le somme dovute superano i 5.000 euro e tale tipologia di pagamento viene concessa previa dimostrazione dello stato di disagio economico del contribuente e del suo nucleo familiare. I contribuenti sono tenuti a dichiarare ogni circostanza rilevante per l’applicazione del tributo e in particolare, l’inizio, la variazione e la cessazione dell’utenza, la sussistenza delle condizioni per ottenere agevolazioni o riduzioni, il modificarsi o il venir meno delle condizioni per beneficiare di agevolazioni o riduzioni. Il Comune svolge le attività necessarie al controllo dei dati contenuti nelle dichiarazione presentate dai soggetti passivi e le attività di controllo per la corretta applicazione del tributo e a tal fine può inviare al contribuente questionari da restituire debitamente compilati. 

10/08/2015 14:35:39

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy