Attualità » Primo piano Prorogato al 31 luglio il bando pubblico per l'assegnazione di contributi a sostegno dei canoni di locazione corrisposti nell'anno 2019

Il Comune di Umbertide ha prorogato al 31 luglio il termine di scadenza per il bando pubblico per l'assegnazione di contributi a sostegno dei canoni di locazione corrisposti nell'anno 2019. Si ricorda che la domanda di assegnazione dei contributi deve essere presentata compilando il modello appositamente predisposto e disponibile nel sito web dell'ente www.comune.umbertide.pg.it. La domanda, inoltre, dovrà essere corredata dalla documentazione indicata nel modello, compresa la copia del contratto di locazione regolarmente registrato (relativo all’anno 2019) e la documentazione non desumibile dalle banche dati delle amministrazioni certificanti. La domanda di partecipazione, redatta su apposito modulo, sul quale dovrà essere applicata una marca da bollo di 16,00 euro, può essere presentata all'Ufficio Protocollo del Comune di Umbertide (fissando appuntamento telefonico contattando i numeri 0759419243, 0759419241, 0759419262), inviata a mezzo mail a comune.umbertide@postacert.umbria.it (la casella riceve sia Pec che semplici mail, in questo caso la domanda dovrà essere inviata scansionata e completa di documentazione) o tramite il servizio postale, con raccomandata con avviso di ricevimento, indirizzata a Comune di Umbertide – Piazza Matteotti, 1 (Ufficio Servizi Sociali). La domanda dovrà pervenire al Comune entro il termine perentorio del 31 luglio 2020 alle ore 13.00 pena l’esclusione dalla graduatoria. Per le domande spedite a mezzo raccomandata A.R. farà fede il timbro postale. Si avvisa nuovamente che come requisito non è da considerarsi tra i motivi di esclusione l'esibizione delle ricevute di pagamento dell'affitto degli ultimi tre mesi del 2019.  

15/07/2020 12:16:48 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Esami di Stato conclusi al “Campus da Vinci”: 29 i ragazzi da 100 di cui 7 con lode

  Malgrado la modalità particolare con cui è stato sostenuto l’Esame, a seguito dell’emergenza sanitaria, il Campus "Leonardo Da Vinci" di Umbertide continua a sfornare eccellenze, confermando risultati da record agli Esami di Stato 2020: 29 studenti, sul totale di 145, hanno raggiunto il massimo dei voti e 7 hanno ottenuto anche la lode.   Esami che difficilmente verranno dimenticati da alunni, docenti e Dirigenti Scolastici per le dinamiche che lo hanno completamente stravolto e snaturato a causa della pandemia che, dal 05 marzo scorso, ha annullato ogni interazione, rimosso la vita di classe tradizionale e costretto alla didattica a distanza, unica modalità che ha consentito di portare a termine i programmi e preparare studentesse e studenti del quinto anno all’ appuntamento più temuto ed importante di fine corso.   Didattica a distanza, che è stata affrontata con serietà e impegno e forte motivazione dai ragazzi delle quinte; durante i mesi di sospensione delle lezioni in presenza gli alunni, sostenuti da un corpo insegnante che non ha mai cessato di mantenere i contatti con le classi, ha profuso un encomiabile impegno e una costante partecipazione alle attività proposte, che ha reso possibile il conseguimento di ottimi risultati in sede di Esame.   La media di chi si è diplomato col massimo è altissima (20%) con punte massime del 29,2% nell’indirizzo Scientifico International Cambridge che fa incetta di 100/100 (6 in totale) e di lodi (2 in totale). Anche la media dei voti massimi (20,3%) per gli indirizzi Scienze Umane, Economico Sociale, Scienze Applicate e Linguistico è decisamente alta. Molto significativo è anche il numero, ben 25, di ragazzi, distribuiti su tutti gli indirizzi che hanno avuto una valutazione compresa tra 90 e 99 centesimi e 33 quelli nella fascia 80-89. Gli studenti del Liceo Linguistico hanno affrontato anche un’impegnativa prova d’Esame aggiuntiva in storia e letteratura francese: 26 alunni su 30 l’hanno superata ottenendo il prestigioso Baccalaureat francese e quindi il Doppio Diploma di Stato, quello italiano e quello francese   “Un vero orgoglio per noi”, ha dichiarato la preside Franca Burzigotti: “E' stato un anno difficile per tutti che, però, siamo riusciti a concludere nel migliore dei modi sia in termini di voti e doppi diplomi conseguiti dagli studenti, tra i quali figurano numerose eccellenze, sia per la serietà con la quale i ragazzi hanno affrontato la prova dopo un periodo di isolamento sociale non certo facile per loro. Mi complimento con gli studenti e ringrazio i docenti dei consigli di classe, tutti i membri interni delle sezioni, i presidenti di commissione degli esami di stato, i volontari della Protezione Civile e della Croce Rossa che hanno contribuito al controllo del rispetto delle rigide norme di sicurezza anticovid organizzate dalla scuola”.   Tutti i 145 maturandi hanno superato l’esame di stato e questi sono i magnifici ragazzi da cento e lode:  Riccardo Rosini e Giulia Gamboni per lo Scientifico Cambridge,  Sofia Schiavolini per il Linguistico,  Anna Monini per le Scienze Umane, Matteo Mambrini per le Scienze Applicate,  Francesco Mauro e Michele Rosini per l’ITI Meccanica-Meccatronica ed Energia, mentre gli studenti che hanno ottenuto la votazione massima di 100/100 sono:  Giacomo Barzi, Andrea Caporali Bianca Rondoni Antonio Avorio Arianna Caporali Agnese Panichi per lo Scientifico Cambridge;  ​ Elena Burini,  Angelica Cinquilli,  Elisa Sabatini,  Gianmarco Polito per le Scienze Umane;  ​ Martina Carubini e Samuele Polenzani per l’Economico Sociale;  Samuele Cacciamani,  Marta Migliorati,  Matteo Norgiolini,  Riccardo Peli,  Gabrio Torpei per le ScienzeApplicate;    Martina Martinelli,  Claudia Miti,  Alessia Pannacci,  Linda Tarli per il Linguistico;  Alessandro Ciuchi per l’ITI Meccanica-Meccatronica ed Energia.            

14/07/2020 12:24:08 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano I due influencer Cristina Fogazzi e Paolo Stella alla scoperta di Montone

Il Megatour per far conoscere e sostenere i piccoli Borghi dell'entroterra certificati con la Bandiera Arancione, marchio di qualità turistico-ambientale, ha fatto tappa a Montone. Nell’affascinante località dell’Alto Tevere sono così arrivati l’estetista cinica Cristina Fogazzi e Paolo Stella, famosi influencer protagonisti della campagna promossa dal Touring Club Italiano #EstateNeiBorghi, pensata per tenere accesi i riflettori sulle tante eccellenze dell’Italia, in questa estate segnata dall’emergenza Covid. Una vera sfida a colpi di like, foto e stories per vincere la coppa VeraLab, ma soprattutto per portare i tantissimi follower dei noti personaggi alla scoperta di luoghi unici da visitare. A Montone i due influencer sono stati accolti dall’Amministrazione comunale e hanno visitato il centro storico in sella ai mezzi del Vespa Club, che ha contribuito, anche in questa occasione, alla buona riuscita dell’evento. Il programma della giornata è, poi, proseguito presso un’azienda locale con la degustazione del vino e una simpatica iniziativa dedicata alla ricerca del tartufo. “Grazie alle bandiere arancioni – ha detto il sindaco Mirco Rinaldi – per l’impegno messo in campo per il rilancio dei nostri Borghi. Questa proposta contribuisce alla rinascita di tanti luoghi preziosi, capaci di offrire tanto ai visitatori. Si tratta di una vetrina in più per il nostro territorio, sempre ricco di tradizioni, bellezze storico-culturali, ambientali e con prodotti tipici tutti da gustare”.          

13/07/2020 15:27:49 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Umbertide, il 20 luglio torna a riunirsi il Consiglio comunale

Lunedì 20 luglio alle ore 15.00 torna a riunirsi in seduta straordinaria presso il Centro socio-culturale San Francesco il Consiglio comunale di Umbertide.   Questi i punti all'ordine del giorno:   1 - Approvazione verbali precedenti sedute; 2 - Comunicazioni; 3 - Interrogazioni, interpellanze, odg; 4 - Surroga del Consigliere Comunale Sig. Giuseppe Cinque con il primo dei non eletti Sig. Giacomo Carlesi; 5 - Sostituzione di Consigliere dimissionario in seno alle Commissioni consiliari permanenti; 6 - Variazione al bilancio di previsione finanziario 2020/2022. Ratifica della deliberazione di giunta comunale n. 97 dell' 11 giugno 2020; 7 - Variazione al bilancio di previsione finanziario 2020/2022. Ratifica della deliberazione di giunta comunale n. 106 del 24 giugno 2020; 8 - Variazione al bilancio di previsione finanziario 2020/2022. Ratifica della deliberazione di giunta comunale n. 120 del 7 luglio 2020; 9 - Mozione dei Consiglieri Codovini, Conti, Corbucci e Ventanni riguardante "Riapertura e riorganizzazione della RSA di Umbertide; 10 - Mozione del Consigliere Giovanni Codovini del gruppo Umbertide cambia riguardante "Introduzione dell'infermiere di famiglia nell'Aggregazione Funzionale Territoriale (AFT) di Umbertide"; 11 - Mozione ex art 24, c.7 del regolamento del Consiglio comunale da parte del Partito Democratico – Gruppo Consiliare di Umbertide riguardante “Variazione Piano Triennale Opere Pubbliche 2020 – 2022. Realizzazione asilo nido comunale"; 12 - Mozione ex art 24, c. 7 del regolamento del Consiglio comunale da parte dei consiglieri Codovini, Conti, Corbucci e Ventanni riguardante la proposta di “Regolamento comunale su impianti e installazioni di telefonia mobile, radiofrequenze e 5G e di un piano correlato ex legge 36/2001"; 13 - Mozione ex art. 24, c.7 del Regolamento del Consiglio Comunale da parte dei Consiglieri Codovini, Conti, Corbucci e Ventanni riguardante la proposta di "Adozione del Bilancio sociale".   “Dopo cinque mesi il Consiglio comunale torna a riunirsi in presenza presso il Centro socio-culturale San Francesco e torna a essere aperto alla cittadinanza che potrà assistere alla seduta nel rispetto delle regole anti-contagio – afferma il presidente dell'assise cittadina, Marco Floridi – Come di consueto la registrazione audio della seduta sarà disponibile all'Albo pretorio online del Comune, mentre la diretta streaming sarà di nuovo disponibile quando il Consiglio tornerà a riunirsi presso il palazzo comunale”.      

13/07/2020 15:07:29 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Le Ceramiche Rometti incontrano lo stile e l'eleganza dello scultore della seta Roberto Capucci

  Lo stilista Roberto Capucci ha fatto visita alle Ceramiche Rometti di Umbertide.   Il proprietario della manifattura umbertidese, Massimo Monini e il direttore artistico Jean-Christophe Clair, hanno coinvolto il maestro Capucci, noto come “Lo scultore della seta”, in una nuova avventura, ricreando nella ceramica della Rometti i suoi splendidi abiti coloratissimi e sculturali. Nel corso della giornata presso le Ceramiche Rometti, il maestro Capucci ha ricevuto la visita del sindaco Luca Carizia, che ha portato al maestro il saluto dell'Amministrazione Comunale e della comunità umbertidese. Roberto Capucci, uno dei nomi più importanti della moda italiana, nel corso della sua lunga e prestigiosa carriera ha vestito le più belle donne dell'alta società, del mondo dello spettacolo e molte delle grandi star di Hollywood. All'inizio degli anni '60 è stato uno dei primi stilisti italiani a trasferirsi a Parigi per fare conoscere l’eleganza e lo stile tricolore. Tornato alla fine del decennio a Roma non ha mai smesso di scolpire la seta, per arrivare ai giorni nostri con la stessa curiosità a scolpire l’argilla.  “Ancora una volta – afferma Massimo Monini - come fecero negli anni '30 Baldelli, Cagli e Leoncillo, la Rometti si associa a un grande nome per la sua eredità futura. È stato un piacere utilizzare per questo grande artista, le antiche tecniche artigianali e i magnifici smalti colorati, inserendoli in forme spettacolari che rendono queste opere uniche. Le forme scelte per i vasi dialogano perfettamente con i vestiti creati dal maestro. Quest’uomo, uno degli ultimi imperatori della moda romana, che ha dato la sua vita per rendere belle le donne, ci insegna semplicità ed eleganza”. Il 28 agosto, a Spoleto, in occasione della 63esima edizione del Festival dei Due Mondi, durante concerto “Le creature di Prometeo-Le creature di Capucci”, sarà possibile ammirare 15 costumi dallo straordinario impatto visivo creati dal celebre stilista. Le creazioni di Roberto Capucci saranno anche al centro di due mostre che si terranno nel corso di quest'anno a Roma e Milano.

12/07/2020 12:04:02 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Città di Castello: una nuova persona positiva dall'Est europeo che si aggiunge ai due tifernati di lunga durata

“Ieri avevamo annunciato un quadro legato al Covid-19 estremamente rassicurante, perché permanevano due positivi di lunga durata, non più sintomatici e in via di negativizzazione, e avevamo dato notizia della guarigione dopo pochi giorni di una signora moldava non residente a Città di Castello, che aveva effettuato i tamponi qua ed era stata posta in isolamento a Villa Muzi. A fronte della guarigione di questa signora c’è stata un’altra situazione, sempre di una signora straniera, questa volta polacca, che è risultata positiva ieri, e che verrà trasferita a Villa Muzi, dove verrà assistita nel modo migliore possibile. Oggi, quindi, a Città di Castello abbiamo ufficialmente due positivi tifernati di lunga durata, che speriamo guariscano presto perché abbiamo buone notizie al riguardo che non possiamo comunque dare finché non saranno ufficiali, e una  signora polacca, le cui condizioni non sono particolarmente complesse per fortuna, ma richiedono l’isolamento domiciliare, come è giusto che sia, per la sicurezza e la tutela di tutti”. Il sindaco Luciano Bacchetta ha aggiornato così stamattina la situazione della diffusione del Covid-19 a Città di Castello. “Ci troviamo di fronte a una situazione parzialmente nuova, nella quale il virus sembra non colpire più persone autoctone, ma provenienti dall’estero”, ha osservato il primo cittadino, nel rimarcare che “la situazione è comunque sotto controllo, da quanto ci dice l’Asl, visto che si tratta di persone che provengono dall’Est Europa che all’arrivo in Italia sono state sottoposte a tamponi per evitare rischi di contagio”. “Pur essendo non particolarmente allarmante è comunque una situazione che è giusto e doveroso comunicare ai cittadini, perché a volte ci sono voci e notizie che possono risultare infondate”, ha puntualizzato Bacchetta, che ha precisato: “le uniche informazioni accreditate sono quelle che riferiamo noi e ci provengono dalla fonte ufficiale che è l’Asl di Città di Castello, altre fonti sono relativamente attendibili, anzi mi pare che non lo siano”. “Questo è il contesto e il quadro vero, se ci sono notizie e informazioni è bene che i cittadini siano messi al corrente, ma devono conoscere cose vere e non le supposizioni e le illazioni che sento ogni tanto trapelare”, ha ribadito Bacchetta

10/07/2020 17:58:58 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Coltivazione di marijuana tra Umbertide e Gubbio: denunciato proprietario incensurato

  I Carabinieri della Stazione CC di Umbertide, coadiuvati dai colleghi della Stazione CC di Trestina e del Nucleo Operativo di Città di Castello, hanno denunciato in stato di libertà un uomo, incensurato, abitante nel Comune di Gubbio.   L’operazione, scattata nella mattinata di lunedì, consegue ad un’attività di indagine svolta dai Militari che, nelle scorse settimane, avevano acquisito notizie attendibili circa una possibile coltivazione di piante di “cannabis indica” in un terreno appartenente a privato cittadino, posta in un’area piuttosto isolata al confine tra i Comuni di Umbertide e Gubbio.    In effetti, al momento dell’ingresso nella proprietà, i Carabinieri hanno trovato una parte di terreno, nascosta e dotata di idoneo impianto di irrigazione, dedicata alla coltivazione di piante di marijuana.    L’attività ha portato quindi al sequestro di 11 piante, non ancora pronte alla raccolta, ma che nell’arco di qualche settimana avrebbero fornito quanto necessario al confezionamento di qualche centinaio di dosi. A fronte del numero contenuto di piante rinvenute, la presenza di un efficiente impianto di irrigazione e di una vasta area dedicata alla coltivazione, induce i Militari ad ulteriori accertamenti, non potendosi escludere che quelle sequestrate, rappresentino solamente la rimanenza di un numero molto più cospicuo di piante, i cui “frutti” potrebbero già essere stati immessi sul mercato.    Intanto, l’uomo è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Perugia, per la violazione dell’ art. 73 del D.P.R. 309/90, dovrà quindi rispondere del reato di coltivazione di sostanze stupefacenti.  

09/07/2020 15:01:00 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy