Attualità » Primo piano Apple seleziona una docente del Campus “Leonardo da Vinci” di Umbertide come “Apple distinghished educator”

Apple seleziona una docente del Campus “Leonardo da Vinci” di Umbertide come “Apple distinghished educator” (Ade). Si tratta di Clarissa Sirci, docente di Disegno e Storia dell'arte dell'istituto umbertidese, che ha brillantemente superato le selezioni del 2019. Questa prestigiosa e complessa selezione permetterà alla docente di entrare a far parte di un'apprezzata community di innovatori della didattica e di far emergere le migliori pratiche educative del Campus a livello mondiale. Infatti Clarissa Sirci avrà l'opportunità di collaborare con più di 2800 colleghi di tutto il mondo e di trasformare nuove e brillanti idee in straordinarie esperienze didattiche per gli studenti. I docenti “Apple distinghished educator” saranno autori, consulenti, ambasciatori e sostenitori delle possibilità offerte dalle nuove tecnologie nei campi dell'insegnamento/apprendimento. Essere selezionati da Apple, tra le aziende più note al mondo per la produzione di sistemi operativi, computer e dispositivi multimediali, è indiscutibilmente un grande onore e un qualificato riconoscimento. La preside Franca Burzigotti ha commentato: "E' davvero una gran bella notizia avere al Campus di Umbertide una docente Ade, la cui professionalità e propensione all'innovazione didattica attraverso il digitale è stata riconosciuta a livello mondiale da Apple. Un'attestazione di indiscusso valore che premia la capacita della docente Clarissa Sirci di aver saputo interpretare con competenza ed impegno le sfide dell'innovazione che abbiamo intrapreso in questa scuola. Un riconoscimento del tutto meritato e di cui siamo fieri ed orgogliosi". Apple scrive: “Siamo lieti di dare il benvenuto a Clarissa Sirci nel programma Ade 2019. Nel 1994 Apple ha creato il programma Ade per offrire un riconoscimento ai pionieri dell'istruzione primaria e secondaria che impiegano i prodotti Apple per trasformare la didattica e rivoluzionare le nostre vite. Giunto al suo 25esimo anniversario, il programma è cresciuto fino a trasformarsi in una comunità mondiale di oltre 2800 leader innovativi che aiutano altri docenti a scoprire nuovi modi di usare iPad e Mac". Il contributo della docente al miglioramento dell'istituto è evidente su più fronti: da quello della riqualificazione degli spazi in chiave 3.0, allo sviluppo della biblioteca e promozione della lettura, alla metodologia del Debate, all'implementazione di metodologie digitali smart e nuovi ambienti di apprendimento come il Future Labs. Recentemente ha anche svolto, su incarico del ministero dell'Istruzione, il ruolo di Mentor a Futura Genova, un evento nazionale di Scuola Digitale, facendo parte del gruppo di Teachers Matter per la formazione dei docenti. Come tutti i nuovi Ade, Clarissa Sirci dovrà partecipare all'Ade Institute 2019 nella propria area geografica, per lei quella europea, che si svolgerà a fine luglio prossimo, nei Paesi Bassi.      

02/05/2019 14:55:23 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Basket A2/F: al via i playoff. La Bottega del Tartufo Umbertide riceve Campobasso

Terminata una straordinaria stagione regolare, per La Bottega del Tartufo Umbertide è arrivato il momento di affrontare i playoff. Mercoledì 1 maggio alle 18 al Pala Morandi, le ragazze di coach Contu riceveranno la corazzata Campobasso. Le umbertidesi si sono classificate settime al termine della regular season (seste a pari merito con San Giovanni Valdarno) con 38 punti accumulati, frutto di 19 vittorie. Risultato molto positivo per un roster che aveva come obiettivo, il raggiungimento della salvezza. Già dalla prima di campionato, Giudice e compagne avevano fatto capire ai tifosi, che avrebbero potuto scrivere pagine importanti. Le imprese sono state numerose, a partire da quella del 18 novembre contro Palermo e dall’altra, avvenuta sei giorni dopo a San Giovanni Valdarno. Storica invece, la vittoria su Campobasso del 6 gennaio scorso, con le bianco-azzurre che hanno fermato la squadra capolista, unica compagine imbattuta fino a quel momento. Altra vittoria importante, quella contro Bologna del 7 aprile, con la PFU  protagonista di una grande rimonta. Un’altra storica vittoria che rimarrà negli annali della società, l’aver violato il parquet di Campobasso, con le umbertidesi che hanno fatto perdere il primato alle molisane. Ora però inizia un “nuovo” campionato ed Umbertide, bestia nera di Campobasso, dovrà ancora spendere tutte le energie disponibili per tentare una doppia impresa. Il regolamento prevede gara 1 in casa della peggior piazzata in regular season (Umbertide) e gara 2 a Campobasso, sabato 4 maggio alle 18:30. Conterà la differenza canestri tra i due incontri. Palla a due mercoledì 1 maggio alle 18 al Pala Morandi.

30/04/2019 10:59:25 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Judo, campionati assoluti. Becchetti ancora protagonista, Brachelente in ripresa

"Non saremmo dovuti nemmeno partire per Torino.Venivamo da due finali agli assoluti nel 2018 dopodiché  sulla nostra palestra si è abbattuto un uragano di sventure. Abbiamo deciso di partecipare solo lunedì ma sul tatami per fortuna tante cose sono cambiate" Sono le prime parole con le quali il tecnico del Kdk Fratta di Umbertide, Mirco Diarena, descrive il weekend torinese dedicato ai Campionati Assoluti Italiani 2019. I due protagonisti del 2018, Nicola Becchetti e Stella Brachelente dopo un'avvio di stagione ad alto livello sono stati colpiti da un numero di infortuni interminabili che gli hanno impedito di allenarsi e di puntare ad altri traguardi durante tutta la stagione. "Nicola è dovuto andare persino in ospedale - continua Diarena -, Brachelente dopo due mesi e mezzo di spot forzato  è tornata a combattere una settimana fa. Abbiamo deciso di partecipare conferendo agli assoluti il valore di un punto di partenza e così è stato". Becchetti, autore di una gara da ragioniere, è quello che ha nascosto meglio i problemi di salute che lo hanno afflitto in questi mesi e si è arreso soltanto ai quarti di finale nel remake della finale del 2018 con il finanziere D'Arco. Per il resto Nicola ha eliminato tutti e quattro gli avversari incontrati con un judo tattico e spietato che non ha dato nessuna possibilità ai suoi antagonisti, impotenti contro l'undici volte medagliato ai Campionati nazionali. Nicola ha chiuso il torneo al terzo posto dimostrando una continuità degna solo dei grandi campioni. Niente finale invece quest'anno per Stella Brachelente. L'atleta che gareggia nei 48kg non aveva i ritmi di gara e complice un arbitraggio sicuramente non favorevole si è dovuta arrendere ai supplementari di un incontro che l'ha vista comunque sempre protagonista. Brachelente ha dimostrato di essere tornata su buoni livelli nonostante il lungo stop e tra 20 giorni agli universitari potrà sicuramente lottare con le migliori.

30/04/2019 10:53:36 Scritto da: Eva Giacchè

Cultura Premiati i vincitori del concorso di poesia

Si è svolta presso il Centro socio-culturale San Francesco la cerimonia di premiazione dei vincitori della trentasettesima edizione del concorso nazionale di poesia “Umbertide XXV Aprile”. All’evento erano presenti rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, il presidente del Centro socio-culturale San Francesco, Sergio Bargelli, la presidente della giuria del premio, Anna Maria Farabbi e i membri della commissione esaminatrice Sebastiano Aglieco, Marco Bellini, Stefano Guglielmin, Rita Pacilio e Paolo Pistoletti.   La giuria quest’anno ha avuto il compito di esaminare i lavori di 239 autori provenienti da tutta Italia. La sezione “Poesia edita” (che ha visto 77 partecipanti) è stata vinta da Andrea Inglese con “Poesie e prose 1998-2016, un’autoantologia” (Dot.compress, 2017). Il secondo posto è stato appannaggio di Gabriella Fantato con “La seconda voce” (Transeuropa, 2017), mentre il terzo posto di Franco Buffoni con “La linea del cielo” (Garzanti, 2018). La sezione “Poesia inedita” (con 159 partecipanti) è stata vinta da Piero Marelli, seguito al secondo posto da Fabio Franzin e al terzo da Silvano Sbarbati.   Questo, invece, l’elenco degli autori segnalati. Per la sezione “Poesia edita”: Marco Simonelli, “Le buone maniere” (Valigie Rosse, 2018); Giovanna Cristina Vivinetto “Dolore minimo” (Interlinea, 2018); Saragei Antonini, “La passione secondo” (Edizioni Forme Libere, 2017); Maria Grazia Calandrone, “Il bene morale” (Crocetti, 2017); Nicoletta Nuzzo, “Eccesso di luna” (Rupe Mutevole, 2017); Francesco Scaramozzino, “Preghiere, padre” (Orizzonti meridonali, 2016). Per la sezione “Poesia inedita”: Gabriella Bianchi, Ioana Cristina Nuta, Fabrizio Bregoli.  

29/04/2019 12:15:17 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy