Attualità » Primo piano Rubano bottiglie di liquore al supermercato: uno arrestato e uno denunciato dai Carabinieri

Due giovani colti sul fatto mentre rubano all'interno di un supermercato di Assisi: uno arrestato e l’altro denunciato a piede libero. I Carabinieri della Stazione di Bastia Umbra, nel corso di un mirato servizio volto al contrasto dei reati predatori, hanno proceduto all'arresto, in flagranza di reato per furto aggravato in concorso, di un giovane che è stato bloccato dai militari subito dopo aver asportato dal supermercato, diverse bottiglie di liquore. Due uomini, entrati nel supermercato, hanno fatto incetta di diverse bottiglie di liquori di vario genere e marca, occultandole all’interno degli indumenti indossati, dopodiché hanno superato le casse dell’esercizio commerciale, senza pagare la merce. Per loro sfortuna però un dipendente ha segnalato telefonicamente la loro presenza alla centrale operativa di Assisi, che ha inviato sul posto una pattuglia dei Carabinieri di Bastia Umbra. I militari giunti sul posto hanno fermato uno dei ladri, mentre l’altro, che aveva tutta la refurtiva occultata negli indumenti, si è dato alla fuga nelle vie circostanti. Quest’ultimo è stato comunque identificato e quindi denunciato a piede libero. In considerazione del trascorso giudiziario e del fatto che la mercanzia trafugata non era certo di prima necessità, il giovane fermato è stato sottoposto agli arresti domiciliari e giudicato con rito direttissimo davanti al Tribunale di Perugia che ha convalidato l’arresto.

07/04/2017 17:21:24 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Minaccia e picchia i genitori per ottenere i soldi per la droga

Per anni ha minacciato, ingiuriato e aggredito i suoi genitori, ingenerando in loro uno stato continuo di sofferenza psicofisica, con effetti di sconforto, prostrazione e avvilimento, oltre che un perdurante stato di ansia e di paura ed il timore per la loro l’incolumità fisica. E’ finito l’incubo di una famiglia del folignate grazie all’arresto del figlio 37enne, eseguito dai militari della Stazione Carabinieri di Spello, per i reati di maltrattamenti in famiglia, estorsione e lesioni personali aggravate. Il provvedimento è stato eseguito in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. di Spoleto su richiesta della Procura a conclusione delle indagini svolte dall’Arma. L’uomo, nullafacente, assuntore di sostanze stupefacenti da oltre quindici anni, per acquistare la droga effettuava continue e sempre più ricorrenti richieste di denaro ai genitori, diventando aggressivo e minaccioso in caso di mancato accoglimento delle sue reiterate pretese. In diversi episodi era arrivato a minacciarli di morte anche con l’uso di coltelli, finanche a cagionare lesioni alla mamma, per le quali la donna aveva fatto ricorso alle cure ospedaliere. Tale condotta sopraffattrice, generatrice di un clima di insano timore e tensione nel contesto familiare, aveva reso la convivenza particolarmente dolorosa ingenerando nei familiari un grave e perdurante stato d’ansia e paura che li aveva portati ad alterare le proprie abitudini di vita e ad adottare, loro malgrado, misure di tutela quale il trasferimento presso l’abitazione dei nonni dell’altro figlio, fratello dell’arrestato. Le denunce dei genitori avevano portato all’emissione delle misure di prevenzione nei confronti del 37enne, ma tali provvedimenti non avevano fatto desistere l’uomo dal continuare a tenere condotte violente nei confronti dei familiari, portando quindi il PM, concorde con le risultanze investigative dei Carabinieri di Spello, a richiedere al G.I.P. di Spoleto la misura cautelare in carcere. Il 37enne è attualmente rinchiuso nella casa di reclusione Spoleto in regime di custodia cautelare e dovrà rispondere dei reati di maltrattamenti in famiglia, estorsione e lesioni aggravate.

07/04/2017 17:14:43 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura Sabato 8 aprile alla Chiesa Collegiata lo spettacolo ‘’Via crucis e le donne della passione’’

Riceviamo e pubblichiamo In occasione delle festività pasquali, la compagnia OPLAS/CRDU presenta lo spettacolo "VIA CRUCIS e le Donne della Passione", il cui debutto è previsto presso la Chiesa Collegiata di Umbertide sabato 8 aprile alle ore 21 con replica il giorno seguente a Montone, stessa ora, presso la chiesa museo di San Francesco. Questo spettacolo si propone di vivere il dramma della Crocifissione visto dal punto di vista delle donne che, in modo diretto o indiretto, storicamente furono vicine a Gesù: Claudia, moglie di Pilato, la donna che seppe leggere la verità e che mise in guardia il marito sul non aver nulla a che fare con Gesù, e che poi diventò presto cristiana; Veronica, la donna della compassione, del soccorso, della attenzione, colei che trasmette l’immagine indelebile del Cristo uomo della compassione, del soccorso, della misericordia; le donne di Gerusalemme, che piangono al seguito del corteo di morte del Cristo, immagine della caduta di Gerusalemme e di tutta la certezza ebraica; le Pie Donne, congiunte di Cristo ( forse o sorelle o cognate di Maria ) le quali non abbandonano per un istante né Maria né il Cristo neppure sotto la croce quando tutti scappano e sono loro che trovano il sepolcro vuoto; la Maddalena, la donna redenta, la femminilità riscattata, forte, perseverante che è l’immagine femminile del Cristo, lui che risorge dalla morte fisica, lei che risorge dalla morte morale; Maria, madre di Gesù, simbolo di purezza, di amore indiscusso, di assoluta devozione oltre il dolore per la morte del figlio. Le coreografie dello spettacolo sono di Eleonora Forlucci e Luca Bruni. Danzano Forlucci Eleonora e Mario Ferrari assieme a Capacci Camilla, Caracchini Michela, Faloci Sofia, Fiorucci Giiulia, Lammoglia Lucia, Lisetti Angie, Orlandi Silvia, Rondoni Costanza, Selvi Noemi. Lo spettacolo si avvale della drammaturgia di monsignor Pietro Vispi, canonico della Chiesa Collegiata di Umbertide, nonché responsabile del Museo Diocesano di Gubbio. La compagnia OPLAS/Centro Regionale della Danza Umbria riceve il sostegno di MiBACT, Regione Umbria, nonché del patrocinio del Comune di Umbertide, è compagnia stabile di danza dal 1993, con sede ad Umbertide. Si ringraziano per la preziosa collaborazione la Chiesa della Collegiata di Umbertide, Sistema Museo e la Scuola di Danza by OPLAS.  

07/04/2017 17:05:59 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Sport La Squadra Corse del Vespa Club Fratta Umbertide protagonista all'Audax dell'Agro Pontino

Riceviamo e pubblichiamo Lo scorso 2 aprile la Squadra Corse del Vespa Club Fratta Umbertide ha partecipato all'Audax dell'Agro Pontino organizzato dal Vespa Club Aprilia: dopo 55 anni è stata riprodotta questa importante gara di regolarità e rievocazione storica, una manifestazione a carattere europeo che ha visto la partecipazione di 30 Club Nazionali e tre esteri, un evento che ha unito la competizione, la storia assieme alla scoperta del territorio laziale facendo percorrere ai piloti 300 km fra borghi medievali e spettacolari paesaggi dell'Agro Pontino, toccando la costa del basso Lazio. È stato un evento che ha avuto una grande risonanza e che ha già segnato la storia del vespismo: fra i 125 piloti c'erano anche tre dei piloti della Squadra Corse del Vespa Club Fratta: Stefano Alunno, Giuseppe Reccia e Giada Pauselli (nella foto con indosso la caratteristica tuta bianca dei piloti Piaggio) i quali, sfidando la pioggia battente che ha reso ancora più difficile la competizione, sono riusciti a terminare il loro percorso aggiudicandosi il Brevetto Audax, il riconoscimento  per il Club, inoltre Giada è stata Premiata come prima donna in assoluto dal Presidente del Vespa Club D'Italia  Roberto Leardi, oltre al riconoscimento ricevuto dai rappresentati del Vespa Club Aprilia  per la pubblicità fatta all'evento nella pagina del Social Network Popolo Vespista. Grandi soddisfazioni quindi per il Vespa Club Fratta che si prepara ai prossimi appuntamenti vespistici fra i quali il più ravvicinato è il 25 aprile con il raduno  Nazionale del Vespa Club Gubbio.

06/04/2017 13:30:59 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Inaugurata alla Rocca di Umbertide la mostra ‘’Connessioni’’ di Alberto Alunni

Riceviamo e pubblichiamo E' stata inaugurata alla Rocca – Centro per l’arte contemporanea la mostra “Connessioni: forme, parole, luce” di Alberto Alunni; in esposizione sculture in ferro, haiku e video a definire un singolare universo di emozioni, di istanti e di luoghi spaziali e temporali. La mostra, organizzata dal Comune di Umbertide con il sostegno della Regione Umbria, è un connubio di opere, versi e proiezioni dell'artista, in collaborazione con Mariano Tirimagni e Luca Cataldo. In questo allestimento Alunni impone ai visitatori una contaminazione continua, incalzante e per questo incisiva dei vari linguaggi: lirico, formale, visivo, sonoro, emozionale. Il risultato è un’immersione totale e completa in un percorso che si snoda attraverso sensazioni che tengono vigili e allertati i sensi e la capacità di emozionarsi, allo scopo di rendere un’immagine quanto più sfaccettata, diversificata e proprio per questo più aderente al reale, del mondo che ci circonda. In questo contesto gli haiku di Mariano Tirimagni, poesie che si nutrono di immagini , attraversano l’opera scolpita per viverla mentre i video e il sonoro di Luca Cataldo riallacciano il grande ciclo della vita alla materia. “Le opere di Alunni rappresentano l'essenza di un viaggio, quello dell'artista, che non ha mai fine. -ha affermato l'assessore alla Cultura Raffaela Violini, presente all'inaugurazione – Sono ricerca e sperimentazione, entusiasmo, passione, curiosità e meraviglia, amore e dedizione. Questa mostra racconta insomma le emozioni di un artista che, con la rara sensibilità che lo contraddistingue, riesce a sorprendersi e a sorprendere ed a cogliere il significato più nascosto delle cose”. La mostra sarà visitabile fino al 7 maggio dal martedì alla domenica dalle ore 10,30 alle ore 12,30 e dalle 16,30 alle 18,30 (aperto Lunedì di Pasqua). 

06/04/2017 13:18:11 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy