Cultura » Mostre I partigiani, il cibo e i contadini dell'alta Umbria premiati al Perso Film Festival 2017

Riceviamo e pubblichiamo I PARTIGIANI, IL CIBO E I CONTADINI DELL'ALTA UMBRIA PREMIATI AL PERSO FILM FESTIVAL 2017. IL DOCUMENTARIO "PANE & PARTIGIANI" -- REALIZZATO DA SLOW FOOD ALTA UMBRIA E DALLE SEZIONI ANPI DI MONTONE, PIETRALUNGA E UMBERTIDE RICEVE LA MENZIONE SPECIALE DELLA GIURIA DELLA SEZIONE "UMBRIA IN CELLULOIDE" Si è svolta il 1° ottobre al cinema Postmodernissimo di Perugia la cerimonia di premiazione della edizione 2017, la terza, del PerSO Film Festival (festival di cinema documentario a tematica sociale). Il presidente del festival è Giovanni Piperno, documentarista di grande esperienza, tra i più accreditati e premiati nel panorama italiano del Cinema del Reale che, dopo aver studiato fotografia all’istituto Europeo di Design e con Leonard Freed (agenzia Magnum), ha collaborato come assistente operatore con Terry Gilliam, Martin Scorsese, Nanni Moretti, Giuseppe Rotunno, Dante Spinotti, Giuseppe Lanci, John Seale, Janusz Kaminski, Roger Deakins. Il documentario Pane & Partigiani è stato selezionato per la fase finale insieme ad altri 34, scelto tra 400 opere iscritte. È stato inserito in concorso nella sezione "Umbria in Celluloide", destinata ad ospitare opere di autori umbri o aventi per oggetto l'Umbria. Il documentario ha ricevuto la menzione speciale della giuria dei rifugiati dei richiedenti asilo e migranti all'opera più innovativa nella sperimentazione e nel linguaggio con la seguente motivazione: "Poiché il film affronta il tema universale della lotta per la libertà attraverso il binomio originale del titolo, il pane simbolo concreto del nutrimento che ha dato forza ai partigiani nella loro lotta, la Giuria dei richiedenti asilo e dei rifugiati assegna la menzione speciale per la categoria Umbria in Celluloide al film Pane & Partigiani. La Giuria sottolinea inoltre il ruolo della donna come soggetto fondamentale delle lotte per la libertà del passato, presente e futuro. Alle donne la Giuria desidera dedicare un applauso del pubblico del Festival qui presente." Pane & Partigiani è stato realizzato da Daniele Canini, Federico Ciarabelli, Marino Marini e Marco Rosini.  

03/10/2017 12:14:50 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Umbertide: inaugurazione della mostra ''Carpe Porcum'' di Elaine Tin Nyo

Riceviamo e pubblichiamo Carpe Porcum – Elaine Tin Nyo Opening Party – Friday 6th October 2017 – 6:30pm This little piggy went to market, This little piggy stayed home, This little piggy had roast beef, This little piggy had none. And this little piggy cried, “Wee, wee, wee” all the way home! (English translation below) Galleria Grefti è felice di presentare la mostra dell’artista concettuale Elaine Tin Nyo. Principalmente rinomata per la sua arte basata sull’uso del cibo, i lavori di Ms Tin Nyo esplorano il soggetto del cibo, allevamento, identità sociali, politica del femminismo e ambientalismo. Il progetto, “This Little Piggy” ha ricevuto il prestigio del Creative Capital Grant nel 2013. Il progetto segue la vita di cuccioli di maiale dalla nascita al prosciutto in cinque culture centrate sulla produzione suina (Francia, Italia, Spagna, USA, Cina). Dal 6 Ottobre, la Galleria Grefti ospiterà opere dal primo progetto basato in Francia del primo little piggy. L’artista ha vissuto nei Paesi Baschi per 18 mesi per seguire la vita di 4 maiali nel loro percorso di trasformazione nell’emblematico prosciutto francese: il Jambon de Bayonne. Questo lavoro riflette l’intimo e giornaliero accesso che l’artista ha avuto per i maiali e per i saperi degli allevatori. Il lavoro è stato influenzato dalla ricca storia e cultura dei Paesi Baschi che producono uno tra i più raffinati prosciutti al mondo. Grefti è un’istituzione culturale basata in Umbria, una regione rinomata per la sua eccezionale produzione di prosciutto e salumi. Siamo fieri della cultura di prodotti suini della nostra regione e desiderosi di aprire un nuovo capitolo di questo progetto. Siamo sempre ispirati dagli artisti che innescano un dialogo. E non c’è modo migliore per mostrarvi perché l’opera di Ms Tin Nyo ci abbia attratto, che citare direttamente le sue parole riguardanti il processo teorico della sua missione artistica: “ Al cuore di questo progetto c’è la correlazione dei nostri corpi a quelli dei maiali. La filastrocca, in maniera accattivante, camuffa le dita di bimbi per i 5 maialini. Usa anche il diversivo di imparare un’abilità (come il contare le proprie dita) per commettere l’inevitabile e predicibile inganno..il solletico. “ This Little Piggy” sarà un ritratto di ogni maialino e e delle persone coinvolte. Ma come nella filastrocca, indovineremo l’inevitabile epilogo.”  L’inaugurazione di questa mostra è Venerdì 6 Ottobre alle 18:30 nella nostra galleria (Via Cibo, 10, Umbertide). Elaine terrà inoltre eventi relativi alla mostra durante la sua durata. Riceverete più informazioni in seguito! .................... Galleria Grefti is pleased to present an exhibition by conceptual artist, Elaine Tin Nyo. Best known for her food-based art, Ms Tin Nyo's work explores the subjects of food, farming, social identity, feminist politics and environmentalism.  Ms Tin Nyo's multi-year, multi-national project "This Little Piggy" received a prestigious Creative Capital Grant in 2013. The project follows the life of a piglet from birth to ham in five ham-centric cultures (France, Italy, Spain, USA, China).  Beginning October 6, Galleria Grefti will exhibit a sampling of the first little piggy, the French pig. The artist resided in the Pays Basque for 18 months to follow the life of piglets on their journey to become the emblematic ham of France: the Jambon de Bayonne. These works reflect the intimate, daily access the artist had to the pigs and the savoir faire of their farmers. The works are influenced by the rich history, ecology and culture of the Pays Basque that produces one of the finest hams in the world. Galleria Grefti is a cultural institution located in Umbria, a region known for its exceptional prosciutto and salami. We are proud of our region's pig culture and look forward to the prosciutto chapter of this project. Artists who start conversations inspire us. There is no better way to show you why Ms Tin Nyo’s work drew us in than by quoting her directly as she talks about the thought process behind her artistic mission:  "At the heart of this project is the correlation of our own bodies to those of the piglets. The nursery rhyme rather charmingly swaps a baby’s toes for the five piggies. But it also uses the distraction of learning a skill (to count one's toes) to perpetrate the inevitable and predictable betrayal (the tickling). "This Little Piggy" will be a portrait of each piglet and the people around it. But as in the nursery rhyme, we will anticipate the inevitable end." The opening party for the exhibition is on Friday 6th October at 18:30 at our gallery (Via Cibo 10 Umbertide). Elaine will also be hosting some related events at the gallery during the exhibition. More information to follow!

02/10/2017 12:14:21 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Al cinema Metropolis di Umbertide al via la stagione invernale con un carico di novità

Grandi novità al Cinema Metropolis che con l'avvio della stagione invernale propone una programmazione completamente rinnovata. Il lunedì sarà infatti il giorno dedicato alle proiezioni in lingua originale con sottotitoli in italiano; martedì spazio alle proiezioni speciali in una vera e propria rassegna permanente (i titoli della Cineteca di Bologna, i grandi documentari, film dai maggiori festival del cinema, le uscite speciali) mentre il mercoledì, salvo eventi speciali, diventa regolarmente la giornata a prezzo speciale con biglietto di ingresso a soli 4 euro per tutti. Inoltre venerdì 29 settembre ci sarà il primo appuntamento musicale al Metropolis con la presentazione delle date invernali di Rockin’ Umbria, in continuità con l’edizione 2017, la venticinquesima per lo storico festival di musica e sottoculture, in attesa dell’appuntamento di luglio 2018. Quattro concerti in tre città dell’Umbria: è questa la novità di Rockin’ Umbria Winter che, dal punto di riferimento di Umbertide, si allarga fino a Foligno e Perugia. Il programma completo di Rockin’ Umbria Winter sarà presentato venerdì 29 settembre alle ore 18 alla presenza dell'assessore alla Cultura del Comune di Umbertide Raffaela Violini. In apertura, sarà illustrata l’edizione 2017 della manifestazione, svoltasi il 21-22-23 luglio a Umbertide. La serata sarà anche l’occasione per mostrare il manifesto realizzato dal noto illustratore Sudario Brando specificatamente per Rockin’ Umbria. Seguirà un piccolo aperitivo con djset.

28/09/2017 12:30:20 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Umbertide: Rockin' Umbria Winter, presentazione venerdì 29 settembre al cinema Metropolis

Riceviamo e pubblichiamo Il programma completo di Rockin’ Umbria Winter sarà presentato venerdì 29 settembre alle ore 18.00 presso il Cinema Metropolis di Umbertide, alla presenza dell’assessore alla Cultura del Comune di Umbertide Raffaela Violini. In apertura, sarà illustrata l’edizione 2017 della manifestazione, svoltasi il 21-22-23 luglio a Umbertide. La serata sarà anche l’occasione per mostrare il manifesto realizzato dal noto illustratore Sudario Brando specificatamente per Rockin’ Umbria. Seguirà un piccolo aperitivo e djset con Dj Train. In continuità con l’edizione 2017, la venticinquesima per lo storico festival di musica e sottoculture, Rockin’ Umbria torna con un programma di date invernali, in attesa dell’appuntamento di luglio 2018. Quattro concerti in tre città dell’Umbria: è questa la novità di Rockin’ Umbria Winter che, dal punto di riferimento di Umbertide, si allarga fino a Foligno e Perugia. Primo appuntamento nel capoluogo all’auditorium Santa Cecilia il 9 ottobre con Il Sogno del Marinaio (Mike Watt, Paolo Mongardi, Stefano Pilia), seconda tappa al Cinema Metropolis di Umbertide il 30 ottobre con gli Unsane (in apertura Bennett e Six Feet Tall), terzo concerto il 5 novembre al Serendipity di Foligno con Gnod, Big Brave e OvO e chiusura il 16 novembre al Metropolis con Qui + Trevor Dunn. Rockin’ Umbria Winter è organizzato dall’associazione culturale St.Art in collaborazione con il Cinema Metropolis di Umbertide e l’etichetta indipendente To Lose La Track, con il supporto di Bar Chupito (Perugia) e Serendipity (Foligno) e il patrocinio dei Comuni di Perugia e Umbertide.  

27/09/2017 14:38:20 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Umbertide: ecco i vincitori del ‘’Premio Rometti’’

Riceviamo e pubblichiamo Sono Veronica Mascelluti e Gaia Rossi Merighi della Rufa di Roma le vincitrici della quinta edizione del Premio Rometti promosso dalla manifattura umbertidese. La cerimonia di premiazione si è tenuta sabato 16 settembre presso la Fa. Mo. e ha visto la partecipazione, oltre che del titolare della Rometti Massimo Monini e del direttore artistico Jean Christophe Clair, anche del sindaco Marco Locchi, dell'assessore alla Cultura Raffaela Violini e dell'on. Giampiero Giulietti. Massimo Monini ha aperto la giornata con la presentazione delle attuali collaborazioni delle manifattura, tra cui Roche-Bobois, Cartier, Kenzo e Ugo La Pietra, sottolineando come, nonostante le difficoltà crescenti, le Ceramiche Rometti intendano continuare a promuovere il premio, che ha come segno distintivo e originale lo stage in manifattura di due settimane per gli studenti selezionati dalla giuria. Dal canto suo il sindaco Marco Locchi ha messo in evidenza la positiva ricaduta d'immagine del Premio per la manifattura e per tutta la comunità di Umbertide, mentre l'assessore Raffaela Violini ha riconfermato la collaborazione dell'Amministrazione alle iniziative che ruotano intorno alla Rometti, da sempre eccellenza del territorio. L'onorevole Giampiero Giulietti ha poi sottolineato il valore della manifestazione che mostra uno spaccato delle tendenze internazionali del design ceramico. Ha quindi preso la parola l'architetto Fabio Mongelli, direttore della RUFA, l'Università romana che ha sempre partecipato alle edizioni del Premio, e che ha riscosso numerosi premi con i suoi progetti. Quest'anno l'altissimo valore formale delle opere ha reso difficile la scelta, tanto che la giuria ha voluto istituire anche un premio speciale. Alla fine ad aggiudicarsi il primo premio sono state Veronica Mascelluti e Gaia Rossi Merighi della Rufa di Roma con la loro lampada a sospensione “Dualism”; al secondo posto Lola Ripoche della Ensad di Parigi, con il set di vasi “Maglia” e al terzo Lisa Bley del Cad di Brussels con la caraffa “Becco”. A Hugo Kartheuser, sempre del Cad di Brussels, che ha progettato la caraffa “Fermo”, è andato il premio speciale della giuria mentre attestati di frequenza allo stage sono stati consegnati a Jade Granger dell'Università di Washington (set da tavola per due “La forma dei pezzi”) e a Francesca Capalti dell'Accademia Belle Arti Pietro Vannucci di Perugia (vaso “Fili”). Le realizzazioni dei tre vincitori sono state inoltre esposte nella Sezione Premio all'interno della Galleria Rometti presso la FA.MO.    

22/09/2017 09:55:17 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy