Interviste Erica Marcaccioli: io viaggio da sola

di Eva Giacchè Erica, prima di tutto, potresti presentarti ai nostri lettori? «Buongiorno, sono Erica Marcaccioli, nata e cresciuta ad Umbertide e da qualche anno “nomade” in giro per il mondo. Da circa un anno e mezzo vivo a Fano e lavoro a Pesaro in una multinazionale dove gestisco le spedizioni dei ricambi per determinate aree del mondo». Cosa ti ha spinta a viaggiare da sola e qual è stato il tuo primo viaggio? «Lasciare tutto per seguire letteralmente un sogno è stata una scelta molto difficile ed estremamente sofferta anche e soprattutto perché quasi tutti intorno a me mi dicevano che era una follia, che non ce l’avrei fatta, che era un errore madornale. Ed invece eccomi qui. Ho scelto di partire perché sentivo il bisogno di vedere con i miei occhi ciò che il mondo aveva da offrimi, volevo imparare una lingua nuova, subire lo shock culturale; ciò che vivevo non mi bastava più e non riuscivo ad accettare che la mia vita fosse confinata ed il mio percorso già segnato. Da li è maturata la mia decisone e il 26 maggio 2009  sono partita per l’Australia dove ho vissuto per circa due anni e mezzo. Senza ombra di dubbio questo è stato l’inizio di tutto». Quanti paesi hai visitato? E quale il quello in cui ti sei sentita più a casa? «Ho visitato molti paesi ma ne ho ancora tanti da vedere! Australia, Nuova Zelanda, Tasmania, Indonesia, Malesia, Giappone, Hong Kong, Cina, Stati Uniti, Emirati Arabi, Islanda, Giordania, Turchia e ovviamente Europa. E’ difficile dire in quale mi sia sentita più a casa ma sicuramente il paese in cui mi sono sentita più straniera è stata la Cina». Qual è stato il viaggio che più ti ha segnata e per quale motivo? «Ogni viaggio che compio, come ogni persona che incontro, lascia un segno indelebile e per questo faccio fatica ad indicane uno solo. La sensazione di meraviglia che ho provato ammirando Petra in Giordania, gli iceberg blu in Islanda, i templi in Giappone, la città degli Hobbit in Nuova Zelanda e  tutte le altre meraviglie che ho avuto l’occasione di vedere non può essere descritta a parole». Cosa non può mancare nella tua valigia? «Sicuramente non può mancare il mio telefono con cui faccio migliaia di foto e video, e un power bank nel caso si scaricasse!» C'è un esperienza, un luogo che è rimasta particolarmente impressa nei tuoi ricordi? «Un luogo che mi ha colpito profondamente è stato Il monumento ai bambini e il memoriale nazionale della pace di Hiroshima per le vittime della bomba atomica. E’ un luogo molto toccante e di profonda riflessione dove regna un silenzio pesante e surreale. Il monumento è stato realizzato per commemorare i bambini vittime della bomba atomica è ricoperto di ghirlande colorate composte da tanti piccoli origami a forma di gru. Il memoriale, invece, è un percorso che conduce ad una grande stanza circolare sotterranea nelle cui pareti è riprodotto il panorama della città dopo il bombardamento, visto dal punto zero (punto dove è esplosa la bomba). Le pareti sono rivestite con 140.000 piastrelle simboleggianti il numero di vittime presunte alla fine del 1945». Non ti sei mai sentita in pericolo? «In verità no. Evito sempre situazioni o luoghi che potrebbero risultare rischiose in determinati contesti». Quale meta consiglieresti alle donne che viaggiano in solitaria? «Molto dipende dallo spirito con cui si viaggia e dalla capacità di adattarsi di ogni persona. Personalmente eviterei determinati paesi ma conosco molte ragazze che li hanno visitati senza alcun problema».   Per te il viaggio è... «Uno strumento per guardare il mondo con occhi diversi, un percorso che ti trasforma e che ti mette costantemente alla prova». Quali le tue prossime destinazioni? «Ancora non so di preciso quale sarà la mia prossima meta ma sicuramente sarà in inverno in un posto al caldo. Mi attirano molto la Birmania, Lo Sri Lanka e Cuba ma ancora è tutto da decidere». Svelaci una curiosità: quanti soldi ci vogliono per viaggiare tanto come te?  «Molta gente mi dice “ sei fortunata a fare tutti questi viaggi” e la cosa mi fa veramente arrabbiare. Fortuna  per me è giocare 5 numeri a caso e sbancare il superenalotto. I miei viaggi, invece, sono frutto di una ponderata valutazione e di rinunce. E’ vero che viaggiare non è economico ma nemmeno necessariamente costoso».

07/09/2018 16:53:07 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Domani la presentazione del libro IL TEVERE E UMBERTIDE

Sarà presentato nel giorno più importante per gli umbertidesi, l'8 settembre presso il Museo di S.Croce alle ore 17, il nuovo libro curato da Sestilio Polimanti ed edito dalla Società Storica Umbertidese (stampa Digital Editor). La pubblicazione, dal titolo "Il Tevere e Umbertide" è in realtà una ristampa dell'edizione del 1995 realizzata nel progetto dell'Atlante Linguistico dei Laghi Italiani (ALLI). Si tratta di un'importante ricerca avviata da Giovanni Moretti, docente di Dialettologia Italiana presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Perugia, riguardante le lingue locali delle zone lacustri, poi allargata anche alle zone lungo il corso del Tevere. Per questo, tre dei ricercatori facenti parte del progetto, Lorena Beneduce Filippini, Fausto Minciarelli e Maria Cecilia Moretti, si focalizzarono proprio su uno dei principali insediamenti lungo il Tevere: Umbertide appunto. Qui, vennero rinvenute e documentate importanti testimonianze culturali, etnolinguistiche ed economiche del rapporto quasi simbiotico della nostra comunità con il suo fiume, il Tevere. La ricerca dialettologica meritava di avere un pubblico ampio per questo il Prof. Moretti mise a disposizione i risultati e incaricò Sestilio Polimanti di curare una versione divulgativa, che si trasformò poi nella pubblicazione che oggi è andata in ristampa. «Dopo ventanni ho potuto sentire quanto la distanza da quel mondo legato al Tevere sia oggi ulteriormente aumentata - spiega lo stesso Polimanti nella presentazione del libro - un mondo fatto di pescatori, traghettatori, ciaccabrécce che facevano del fiume la propria fonte di sussistenza, una comunità con uno spirito e un senso pratico diverso da oggi, che vedeva nelle piéne non solo e ovviamente un pericolo, ma anche un’opportunità economica per procurarsi legname o altri materiali che venivano trasportati dalla corrente, o che godeva del fiume come spazio ricreativo per una nuotata o per un giro in barca nelle giornate afose. Oggi il Tevere per Umbertide è sicuramente un’altra cosa: è cambiato ed è stato adattato ad un progresso che ne ha ridefinito non solo gli argini e ne ha imbrigliato il corso, ma ne ha trasformato il ruolo e l’importanza nella vita quotidiana degli umbertidesi. Oggi il nostro tratto di Tevere continua ad essere un’importante presenza per il tempo libero e per l’economia locale: è stato dotato di un piacevole percorso pedonale e ciclabile, è diventato un campo gara nazionale e internazionale per la pesca sportiva e ospita una centrale idroelettrica all’avanguardia per la produzione di energia, dove è stato allestito l’Ecomuseo del fiume. Inoltre negli ultimi anni sono stati fatti lavori per la ripulitura delle sponde e la sistemazione dell’alveo che lo presentano probabilmente più elegante e tranquillo di quanto fosse nel passato, ma ogni tanto ritorna capace di piéne preoccupanti, come nel novembre 2005, gennaio 2010 e novembre 2012, solo per citarne alcune, che ci ricordano il vecchio adagio secondo il quale l Tévere amprèsta man vénde, e cioè il Tevere presta i terreni lungo il suo corso, ma non li vende: se li può riprendere quando vuole». Un ulteriore enorme contributo alla documentazione del dialetto umbertidese, per cui ringraziamo Polimanti e tutti coloro che hanno partecipato a questa grande ricerca.

07/09/2018 16:42:33 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano A SPASSO PER UMBERTIDE 2018

Per il quarto anno consecutivo è stata pubblicata da Digital Editor srl, una breve guida del territorio, che sarà distribuita gratuitamente durante le festività di settembre e presso tutte le attività che hanno aderito al progetto. Dopo aver parlato dell'Umbertide sotterranea, delle origini e le evoluzioni della nostra città, dei principali monumenti e castelli da visitare, questa nuova edizione si concentra su possibili itinerari naturalistici che permettono di scoprire - o riscoprire - a piedi la bellezza del nostro paese. Da Monte Acuto a Montelovesco, la guida regala informazioni su percorsi certamente conosciuti ma troppo spesso dimenticati. Grande spazio è riservato a Monte Acuto che da sempre veglia imponente sugli umbertidesi e che, insieme a Monte Corona ed altri 101 siti in Italia, fa parte della Rete Natura 2000. Un tesoro naturalistico, di flora e fauna selvatiche, che è stato messo “in mostra”, selezionando solo una parte dei 60 km di sentieri che si snodano tra natura e storia. Già, perchè tra i boschi di quest’area (che è una Zona Speciale di Conservazione ZSC) si trovano ancora oggi castellieri, fortificazioni di epoca medioevale, aree votive del VIII-VII sec. a.c., borghi fortificati. Percorrere la “mattonata” che sale fino all’Eremo di Monte Corona o raggiungere la cima di Monte Acuto, con i suoi siti archeologici, permettono di assaporare un’esperienza unica, godendo di un’atmosfera in bilico tra passato e presente. Cima Cerchiaia, la tanto amata croce, la chiesetta della Madonna della Costa, le Cascate di Calamanna, sono solo alcuni dei luoghi che si possono raggiungere grazie a queste bellissime passeggiate. Piccoli gioielli del nostro territorio, come la meno nota Tomba etrusca di Sagraia, scoperta casualmente nel 1919 lungo la strada che da Pian di Nese conduceva verso Monte Murlo.  Non poteva mancare poi uno dei luoghi religiosi più suggestivi nei dintorni di Umbertide: l’Eremo di Santa Cecilia Eremita a Montelovesco. Un vero e proprio “luogo dell’anima” immerso nel silenzio e nella quiete della natura, meta di pellegrinaggio religioso, in cui è possibile ammirare anche lo spettacolo delle “tazze” del torrente Mussino. La bellezza naturalistica di Umbertide e dintorni è corredata poi da alcune ricette della tradizione e gli immancabili giochi di parole in dialetto che tanto appassionano i lettori di Informazione Locale e che spesso richiamano alla memoria termini eclissati, soprattutto ai giovani umbertidesi.  Potrete trovare la guida presso le oltre 60 attività commerciali aderenti: Digital Editor, Tabaccheria Silvia, Libreria Alibù, Termoidraulica DueA, Santini, CS Lavanderia, Arte Verde, TopLife, Agenzia Funebre Boldrini, Lavapiù, Siderpucci, Fratininterni, In.ser.t., La Voliera, Tabaccheria Minelli, Papiro, Lavanderia Primavera, FM Impianti, Vittoria Assicurazioni, Linea Pets, Ti Rilego, Romagnoli Turfgrass, Lanzi, La Tartaruga, Fiammetta, Gioielleria Castelletti Mariano, Glam, New Team, Ottica 2M, Autocarrozzeria MR, Nanni Sergio, M.R.M. Pneus, Carrozzeria Emme3, Tobba Revisioni, Armonie Parrucchieri, Centro Estetico L’Incanto, La Bottega delle Erbe, Farmacia Burelli, Idea Donna, PropostEstetica, La Nuova Pantera 2, 50 Sfumature di Colore, Centro Zhong Ding, Conad Bonaventura, Cose Dolci, Enoteca Ezio Bani, Delizia Gelateria, Bar Old Caffè, Torteccetera, Il Rasagnolo, Lo Spiedo, Ristorante San Giorgio, Macelleria Rinaldi, Il Barretto, Trattoria Campreggiano, Il Caffè Fontanelle, Calico Jack Tavern, Falegnameria Nicoletti, Fabula, PF, UTM Progetti, Meccanica TreB, Edil CB e M.C. System.

07/09/2018 15:35:03 Scritto da: Eva Giacchè

Cultura Entra nel vivo il Settembre Umbertidese, numerosi gli eventi in programma per la festa della Patrona

Ricco anche quest’anno il programma del Settembre Umbertidese. Dopo i fasti delle “Feste di Settembre di fine Ottocento” (andate in scena dal 30 agosto al 2 settembre) e il XVI Trofeo “Peter Pan” (disputato sabato 1° settembre), gli eventi sono entrati nel vivo il giorno 5 con l’inizio del primo torneo “RoccaBeach” in Piazza del Mercato, organizzato da Uisp Volley Umbertide, che terminerà sabato 8. Dal 5 al 9 settembre, in Piazza Matteotti avrà luogo la XXXI Rassegna delle Bande Musicali “Città di Umbertide”. Da venerdì 7 a domenica 9 appuntamento con le tradizionali Fiere di Settembre fra stand, due postazioni fisse di spettacolo, interessanti momenti di lettura per famiglie e bambini, ma anche diverse postazioni di gioco, urban-street dance e street food.   Numerosi gli appuntamenti previsti per l’8, giorno della Natività della Vergine Maria, nel quale viene celebrata la festa della Patrona di Umbertide: dopo la processione per le strade della città in onore della Madonna della Reggia prevista per il 7 alle 21, il giorno seguente, alle 11.30, nella Chiesa Collegiata, sarà celebrato il Solenne Pontificale presieduto dal vescovo emerito della Diocesi di Gubbio, Monsignor Mario Ceccobelli. Nel pomeriggio dell’8, a partire dalle 17, allo Stadio Morandi, avrà inizio la Marcialonga di Umbertide-6° Memorial Rudy Dorelli, gara podistica organizzata dalla Asd Atletica Umbertide. Sempre alle 17, presso il Museo Santa Croce, si svolgerà la presentazione del libro “Il Tevere e Umbertide”, a cura del professor Sestilio Polimanti. La sera, in Piazza Matteotti (in caso di maltempo al Teatro dei Riuniti), concerto della “Banda Città di Umbertide” diretta dal Maestro Galliano Cerrini, e a seguire, dalle 23, tombola di beneficenza a cura della sezione Aucc Umbertide. L’appuntamento con la solidarietà sarà presente anche in Piazza Caduti del Lavoro, con la Pesca di beneficenza organizzata da Avis Umbertide, iniziata il 29 agosto e che terminerà il 9 settembre. Infine, a partire dalle 21, presso il Parco Ranieri (in caso di maltempo al Puc 2), appuntamento con la quattordicesima edizione de “La Festaccia”.   Dal 12 al 23 settembre, il Circolo Tennis Umbertide ospiterà il Campionato Umbro Veterani, che prevede gare di singolare e doppio maschile e femminile.   Sabato 15, in Piazza Matteotti a partire dalle 21.30, concerto della “Never Together Rock Band”.   Domenica 16 si svolgerà al Perfomance horses di Colle del Sole il campionato regionale Umbria di Ranch Sorting, con gara di sbancamento bestiame a cavallo.   Presso la Rocca di Umbertide-Centro per l’Arte Contemporanea, fino al 16 settembre sarà visibile l’esposizione “Due artisti-Una mostra” di Emanuela Fiorelli e Paolo Radi, curata da Giorgio Bonomi. Dal 22 settembre aprirà i battenti “La Collezione”, esposizione di opere d’arte contemporanea di vari artisti.   Sabato 22, presso la FA.MO., si svolgerà la 6° edizione del “Premio Rometti” e l’inaugurazione della mostra di Leoncillo Leonardi e Lucio Fontana. Nei giorni delle Fiere di Settembre, inoltre, sarà possibile visitare in anteprima il nuovo allestimento del Museo delle Ceramiche Rometti. Orari visite guidate: venerdì 7 settembre (16:00 – 17:30 – 19:00), sabato 8 settembre (16:00 – 17:30 – 19:00), domenica 9 settembre (mattina ore 11:00 – 12:30; pomeriggio ore 16:00 – 17:30 – 19:00). Biglietto d'ingresso 3,00 € (guida inclusa), bambini under 14 gratis. Durata visita: 30 minuti circa.   Tutti i sabati del mese in Piazza Matteotti non mancherà l’appuntamento settimanale con il Mercato della Terra.   “Le numerose attività del Settembre Umbertidese – dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Umbertide, Sara Pierucci - ci calano in una atmosfera di grande partecipazione della nostra comunità, che può vivere appieno uno dei momenti più importanti e attesi dell’anno. Nel mese simbolo di Umbertide e degli umbertidesi, si consolidano forti sentimenti di appartenenza, che vengono condivisi anche dai tanti turisti richiamati dal fascino della nostra città e dalle nostre tradizioni”.  

07/09/2018 14:02:56

Attualità » Primo piano Umbertide, inaugurata ufficialmente l'edizione 2018 delle Fiere di Settembre

Inaugurata ufficialmente nella mattinata di venerdì 7 l’edizione 2018 delle Fiere di Settembre. Alla cerimonia del taglio del nastro – accompagnata delle note della Banda “Città di Umbertide” diretta dal Maestro Galliano Cerrini - hanno preso parte il sindaco di Umbertide, Luca Carizia, la vicesindaco con delega al Commercio e alle Pari Opportunità, Annalisa Mierla, l'assessore Alessandro Villarini, il presidente del Consiglio Comunale, Marco Floridi, il presidente della terza commissione consiliare, Vittorio Galmacci, e il comandante della Polizia Municipale, Gabriele Tacchia. Presenti alla cerimonia anche Amedeo Fiorucci, presidente di Confcommercio Umbertide, e Don Pietro Vispi, parroco della Collegiata, che - ricordando gli importanti appuntamenti religiosi in occasione della festa patronale - ha avuto il compito di benedire le Fiere. Lungo il tradizionale percorso, saranno presenti 140 postazioni, 44 stand, 15 aree hobbisti e opere dell'ingegno.   All'inaugurazione, dopo l'esibizione delle ragazze della scuola Teatro Oplas diretta da Luca Bruni, è seguita una sfilata, con la presenza della Banda cittadina, per tutto il percorso delle Fiere. Le Fiere di Settembre, che dureranno fino a domenica 9 settembre, quest’anno vedono al centro il tema della maternità e della donna, riviste in chiave artistico-fotografica al fine di rimarcare il legame forte fra la città e la sua Santa Patrona, la Madonna della Reggia, che viene celebrata l’8 settembre. Presenti due postazioni fisse di spettacolo. Previsti interessanti momenti di lettura per famiglie e bambini, ma anche diverse postazioni di gioco, urban-street dance e street food, che permetteranno ai visitatori di godere appieno dei tre giorni di festa.   "La Giunta - dichiarano il sindaco Luca Carizia e il vicesindaco Annalisa Mierla - ha voluto fortemente percorrere tutto l'itinerario di fiera per rendere omaggio e ringraziare tutti gli espositori presenti, che rappresentano l'anima di questo evento. Non abbiamo dedicato particolari risorse all'abbellimento estetico dell'evento, puntando la maggior parte dei fondi a disposizione agli eventi culturali e di spettacolo che sono raddoppiati. Uno dei punti di forza di questa edizione, sarà una mostra fotografica, voluta dall'assessorato alle Pari Opportunità, incentrata sulla figura della madre, in onore della Vergine Maria, patrona della nostra città". L'esposizione, curata dalla fotografa Giulia Corinti, ha visto coinvolte le giovani madri umbertidesi. La mostra sarà presente nei tre giorni e sarà visibile nell'area del Palco 1, posizionato presso l'ingresso principale delle Fiere.

07/09/2018 12:59:58

Cultura Umbertide, da venerdì 7 a domenica 9 tornano le Fiere di Settembre

Tutto pronto a Umbertide per l'edizione 2018 delle Fiere di Settembre, in programma da venerdì 7 a domenica 9 settembre. I temi della maternità e della donna saranno quest’anno al centro della tre giorni di fiera, al fine di rimarcare il legame forte fra la città e la sua Santa Patrona, la Madonna della Reggia, che viene celebrata l’8 settembre.  “La nuova amministrazione comunale ha fortemente voluto riportare in primo piano il significato cattolico dell’8 Settembre, festa patronale della Madonna della Reggia – spiegano il sindaco Luca Carizia e la vicesindaco con delega al Commercio e alle Pari Opportunità, Annalisa Mierla -. Le tradizionali Fiere di Settembre, che si sviluppano attorno a questa festa, sono state pertanto arricchite con eventi dedicati al tema della maternità e della donna, riviste in chiave artistico-fotografica. Due postazioni fisse di spettacolo, interessanti momenti di lettura per famiglie e bambini, ma anche diverse postazioni di gioco, urban-street dance e street food, permetteranno ai visitatori di godere appieno dei tre giorni di festa che ci attendono”. L’inaugurazione delle Fiere di Settembre si terrà venerdì 7 alle ore 10 e avrà luogo all’ingresso fieristico posto in viale Unità d’Italia, di fronte alla stazione ferroviaria, alla presenza del sindaco Carizia e della vicesindaco Mierla e vedrà la partecipazione della Banda “Città di Umbertide” diretta dal Maestro Galliano Cerrini. Seguirà quindi un evento-spettacolo curato dal Teatro Oplas diretto da Luca Bruni. Le celebrazioni religiose in onore della Madonna della Reggia avranno inizio la sera del 7 settembre, alle 20.45, con la tradizionale processione per le vie della città. La mattina dell’8, nel giorno della Natività della Vergine Maria, alle 11.30 presso la Chiesa Collegiata, verrà celebrato il Solenne Pontificale officiato dal vescovo emerito della Diocesi di Gubbio, Monsignor Mario Ceccobelli.   Questo il programma completo delle Fiere di Settembre 2018, con il coordinamento artistico di Michael Zurino Venerdì 7 Settembre   PALCO 1-Ingresso fiera (fronte stazione)   10.00 Inaugurazione Fiera ad opera della Scuola di Ballo OPLAS (direzione di Luca Bruni). SPAZIO "OPERA BIANCA" di Bianca Migliorati 16.00 Trucco teatrale per bambini e ballerine 17.30 Lezioni Open di Yoga - Pilates - Hip Hop - Zumba - Reggaeton 19.00 Presentazione di “Incontri”, esposizione fotografica a cura di Giulia Corinti e i corsisti di fotografia 20.30 Musica live - Dj Carini e percussioni live Francy B.   PALCO 2-Fronte ingresso Scuole Medie Presenta: Michael Zurino   16.00 -19.30 Dj set T-One 18.00 OPLAS - Suite: "Il giro del mondo in 80 giorni" e "Myself" 18.30 Centro Studi Danza Umbertide diretto da Maria Paola Fiorucci “STRANOTTURNO” - Coreografia Marta Benvenuti (sul palco) 19.30 Replica Centro Studi Danza Umbertide (sul palco) 20.00 - 21.00 Varietà - TU SI QUE VALI UMBERTIDE - Condividi il tuo talento 20.30 Replica Centro Studi Danza Umbertide (sul palco) 21.00 - 00.00 ORCHESTRA MILLE RICORDI Orchestra di liscio e musica italiana da ballo   Sabato 8 settembre   PALCO 1   6.00 Trucco teatrale per bambini 17.30 Lezioni Open di Yoga - Pilates - Hip Hop Zumba - Reggaeton 19.30 Spettacolo di danze orientali 20. 15 “LA STORIA MADRE, LO SPETTACOLO” DUETTO DANZATO da Nicola Migliorati e Maria Olga Palliani “OUSIDEIN”, sulla cornice delle opere pittoriche di DANIELA DAMIANI ,per l’occasione, in mostra 20.45 Dj Danny Life Reggeaton +Francy B Percussioni   PALCO 2   15.00 - 17.30 Dj set William Chiavini 17.30 - 18.00 Un tuffo nell’infanzia con Erica 18.00 Centro Studi Danza Umbertide - “STUDIO ALLA SBARRA” - Coreografia Maria Paola Fiorucci (fronte ex Bar Italia) 18.30 Indie alternativo e Folk cantautoriale con Filippo Poderini 19.00 Replica Centro Studi Danza Umbertide - (fronte ex Bar Italia) 20.00 Replica Centro Studi Danza Umbertide - (fronte ex Bar Italia) 20.00 - 21.00 Varietà - TU SI QUE VALI UMBERTIDE - Condividi il tuo talento 21.30 SPECIAL GUEST: "MISTER P Band" con l' "Happy Rock Show" 23.30 -1.00 Dj SET William Chiavini   Domenica 9 settembre   PALCO 1   17.00 Laboratorio di pittura “Il tavolo delle emozioni” con Daniela 17.30 Lezioni Open di Yoga - Pilates - Hip Hop - Zumba - Reggaeton 19.00 Presentazione di “MADRI” esposizione fotografica personale di Giula Corinti   PALCO 2   16.15 - 17.00 "Balliamo in fiera!": Esibizioni di Zumba e balli di gruppo con scuola "La Promenade" di Francesco e Marta. 17.00 -18.15 OPLAS - Suite: "Il giro del mondo in 80 giorni" e "Myself" 18.15 - 19.00 Prova di forza e agilità: l'esibizione dei ragazzi del Bar Sayan 19.00 - 20.00 Special Guest - il talento umbro campione di visualizzazioni: NIKS (spettacolo musicale Pop-Rap) 19.30 Centro Studi Danza Umbertide - “Irruzione Urbana Street Dance - Music SET” Performance a cura di INA innprogress atelier di Afshin Varjavandi (rotonda fronte palco 2) 20.00 - 21.00 Varietà - TU SI QUE VALI UMBERTIDE - Condividi il tuo talento 20.30 Replica Centro Studi Danza Umbertide - (rotonda fronte palco 2) 21.00 "Non è Vasco, ma poco ci manca": cover band "Vasco Rossi" con Alessandro Cecconi.   Nei tre giorni delle Fiere, presso la FA.MO. sarà possibile visitare in anteprima il nuovo allestimento del Museo delle Ceramiche Rometti, che in autunno riaprirà i battenti con tutta una serie di iniziative ed eventi che ne faranno un nuovo polo culturale per la città di Umbertide. Orari visite guidate: venerdì 7 settembre (16:00 – 17:30 – 19:00), sabato 8 settembre (16:00 – 17:30 – 19:00), domenica 9 settembre (mattina ore 11:00 – 12:30; pomeriggio ore 16:00 – 17:30 – 19:00). Biglietto d'ingresso 3,00 € (guida inclusa), bambini under 14 gratis. Durata visita: 30 minuti circa.   Tutti i giorni, presso il Cinema Metropolis, letture per bambini a cura dell’associazione “Nati per leggere”.

06/09/2018 09:51:06

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy