Attualità » Primo piano Disagi ferroviari, Chianella: ''Ci siamo sempre confrontati con tutti i soggetti interessati''

"Sulle problematiche relative alla rimodulazione dei servizi ferroviari coperti dalla Carta Tutto Treno nonché  ai disservizi  determinatesi  sulla tratta della direttissima tra Terni e Roma e sulla rete ex FCU, - afferma l’assessore regionale ai trasporti Giuseppe Chianella - da alcuni giorni stanno apparendo sugli organi di informazione umbri affermazioni, dichiarazioni ed interviste che molto spesso non sono affatto corrispondenti alla realtà dei fatti, soprattutto nei riguardi dell'intenso lavoro che la Regione Umbria sta portando avanti per cercare di migliorare costantemente i servizi e limitare al massimo i disagi per gli utenti". "Ad esempio, l'atto relativo alla carta tutto treno approvato dalla Giunta Regionale – prosegue Chianella - è stato oggetto di rielaborazione sulla scorta del confronto avuto con le associazioni dei consumatori e quella dei pendolari. Questo documento è stato condiviso partendo dalla necessità di fondare tale agevolazione sul contenimento del budget e, nella prossima annualità, sull'introduzione del meccanismo dell'ISEE al fine di garantire una maggiore equità rispetto al passato nella assegnazione delle risorse. L'intenso lavoro sviluppato con le società di gestione dei servizi finalizzato alla rivisitazione della carta tutto treno e l'attività svolta con Umbria T.P.L. e Mobilità S.p.A. che gestisce l'infrastruttura ferroviaria FCU è stato accompagnato da numerosi momenti di confronto   ed incontri con tutti i soggetti interessati. Il  9 febbraio incontro a Terni (con i comitati pendolari Umbria, Terni, Orvieto e Associazione  Federconsumatori); il 14 febbraio incontri a Perugia (con l'assessore del Comune di Spoleto e due consiglieri nonché con il rappresentante dei Pendolari di Spoleto) ed   con vari pendolari di Terni, Perugia e Foligno;  il 20 febbraio incontro con comune di Perugia e Busitalia per la  programmazione di  servizi sostituivi aggiuntivi da Ponte S. Giovanni - S.Anna; il 21 febbraio incontro con i sindaci dell' Alta Valtiberina per l'Fcu; il 23 febbraio nuovo incontro a Terni (con comitato pendolari Umbria, Terni, Orvieto e Associazione Federconsumatori) che ha reso possibile la  firma del nuovo accordo sulla carta tutto treno; il 24 febbraio nuovo incontro con i pendolari Fcu;  il 2 marzo incontro con la consulta dei consumatori ed infine proprio oggi,  6 marzo, incontro con i sindacati Fcu. Mi sembra strano dunque che qualcuno affermi che non ci sia stato nessun confronto". "Relativamente ai disagi subiti dai passeggeri, - conclude l’assessore - nei giorni di mercoledì e giovedì della scorsa settimana, all'uscita della città di Roma a causa del malfunzionamento  della linea elettrica sulla Direttissima (tale interruzione ha comportato nella sola Regione Lazio disservizi e ritardi  su oltre  30 corse), abbiamo  immediatamente  chiesto per le vie brevi una dettagliata illustrazione dei fatti  alle Aziende interessate, unitamente alle motivazioni su quanto accaduto al fine di  verificare,  alla luce dei nuovi criteri inseriti nel contratto di servizio in essere, l'applicazione delle misure  previste. Così come è stato richiesto un incontro con il responsabile nazionale di RFI e di Trenitalia per approfondire gli aspetti della vicenda".

07/03/2017 09:06:05 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Umbertide: lanciata la campagna social ‘’Diciamo no alla violenza sulle donne’’

Riceviamo e pubblichiamo La Commissione e l'Assessorato Pari Opportunità del Comune di Umbertide, insieme all'Associazione Gruppo Volontari di Umbertide, in occasione della prossima Giornata internazionale della donna dell'8 marzo, hanno promosso la campagna sui social “Diciamo no alla violenza sulle donne” mediante la condivisione e diffusione dei riferimenti dei centri antiviolenza presenti sul territorio e dei numeri di telefono dedicati. Il Gruppo Volontari e la Commissione collaboreranno inoltre anche in riferimento allo specifico centro antiviolenza sito in Umbertide presso il Centro salute. ''Il rispetto della dignità umana e dell'essere umano rimane ancora un obbiettivo da raggiungere verso il quale troppo spesso ai tanti passi in avanti si aggiungono i troppi passi indietro! - dichiarano l'assessore Maria Chiara Ferrazzano, la presidente della Commissione Pari Opportunità avv. Stefania Bagnini e la presidente del Gruppo Volontari Milena Morelli - Il rispetto dei diritti delle donne soccombe ancora alle logiche del profitto e del potere che qualcuno tenta di giustificare anche ammantandole con asserire filosofie falsamente trascendentali. Noi crediamo che una società progredisca e si evolva nella misura in cui tutti i suoi componenti abbiano la possibilità di esprimersi e realizzarsi pienamente e liberamente senza discriminazioni alcune. Diversamente sarà involuzione, precarietà e violenza. Continueremo pertanto con impegno a denunciare l'intollerabilità della violenza e delle discriminazioni verso le donne invitando tutti a collaborare attivamente alla creazione di una cultura sociale giusta e profondamente umana”.

06/03/2017 11:48:03 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Ha riaperto i battenti la Rocca di Umbertide con la mostra ''Intreccio''

Riceviamo e pubblichiamo E' una collettiva interamente declinata al femminile la mostra che è stata inaugurata venerdì 3 marzo nelle sale della Rocca e che ha aperto ufficialmente la stagione 2017 del Centro espositivo per l'arte contemporanea di Umbertide. “Intreccio” il titolo dell'esposizione a cura di Francesco Candelori e Joseph Roveto e con la partecipazione di Manuela De Leonardis, promossa da Galleria Grefti e Rocca – Centro per l'arte contemporanea. All'inaugurazione ha preso parte anche l'assessore alla Cultura Raffaela Violini che ha accolto con entusiasmo la collaborazione tra il Comune di Umbertide e la Galleria Grefti, ed ha sottolineato che quest'anno, in via sperimentale, la Rocca è stata aperta con qualche settimana di anticipo e dal mese di marzo fino al prossimo novembre ospiterà ben sette mostre, tra personali e collettive, che abbracceranno le varie forme d'arte, dalla scultura alla pittura passando per la fotografia, rispondendo alle esigenze di un pubblico vasto ed eterogeneo. Con “Intreccio” la Rocca lascia spazio alla creatività e all'estro artistico femminile visto che la collettiva è opera di sedici artiste, donne italiane e straniere che in questa mostra di respiro internazionale danno vita ad un vero e proprio intreccio di forme d'arte, di stili, di visioni, emozioni e sensazioni. D'altronde il filamento intrecciato dalla mano dell'artista è la metafora della visione estetica e morale della Galleria Grefti che con questa mostra alla Rocca visitabile fino al prossimo 26 marzo, mira a costruire e ricostruire un nuovo tessuto sociale, fatto di interazioni e collaborazioni, avvicinando all'arte la comunità locale. Un obbiettivo che Galleria Grefti tenta di raggiungere attraverso gli intrecci delle opere d'arte esposte nelle sale della Rocca, dai colorati e vivaci tessuti africani ritratti su tela alle dodici opere del progetto artistico “Il sangue delle donne” per condannare, attraverso l'arte, qualsiasi forma di violenza contro le donne. La mostra, visitabile tutti i giorni, dal martedì alla domenica, racchiude le opere di Virginia Ryan, Sofia Rocchetti, Betsy Lahassoise, Maimuna Feroze-Nana e una selezione di lavori tratti dal progetto artistico “Il sangue delle Donne” curato da Manuela De Leonardis, e realizzate da Alessandra Baldoni, Giovanna Caimmi, Rupa Chordia-Samdaria, Sara Ciuffetta, Kristien De Neve, Maria Diana, Victoria Manganiello, Elly Nagaoka, Virginia Ryan, Judy Tuwaletstiwa, Laura VdB Facchini, Nicole Voltan. Per informazioni: 340 5287529.

06/03/2017 11:41:53 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Perseguitava la ex, carabinieri arrestano un 45enne

L’uomo, un rumeno di 45 anni, non si rassegnava alla fine di una relazione e così, invece di provare a farsene una ragione, ha deciso di concentrare sforzi ed energie nel perseguitare la donna, a cui era stato legato per alcuni anni e che già dal 2009 aveva deciso di lasciarlo. Dopo una relazione durata sette anni e terminata definitivamente nell’estate 2012, per volere di lei, l’uomo non si è rassegnato alla decisione ed ha iniziato dapprima ad infastidirla, per poi perseguitarla sistematicamente. Telefonate a tutte le ore del giorno e della notte, appostamenti sotto la sua abitazione, pedinamenti, minacce, danneggiamenti e dispetti di ogni genere erano diventati sempre più frequenti, tanto che la donna è stata costretta a richiedere l’intervento dei Carabinieri di Assisi fin dal 2009. Negli ultimi tempi, il 45enne inoltre, non si rassegnava a rinunciare a quelle azioni persecutorie, a quel disturbo reiterato e quella difficoltà, diventata paura quotidiana, generata nella vittima e sembrava non conoscere tregua o limiti di alcun tipo. Così, nonostante vari tentativi falliti di riportare l’uomo alla calma e di fargli assumere comportamenti più consoni, l’uomo ha continuato a perseguitarla con metodi via via sempre più minacciosi e violenti. In varie occasioni, ancora, il rumeno ha tentato di entrare nella sua abitazione con delle scuse e di nascosto, tanto da provocare nella sua ex compagna il fondato timore per la propria incolumità e costringerla a cambiare le proprie abitudini di vita ed abitazione nel corso degli anni. L’uomo, rintracciato dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Assisi, è stato arrestato a seguito dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dall’Autorità Giudiziaria di Perugia e tradotto nel carcere di Perugia – Capanne a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

06/03/2017 11:37:22 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy