Notizie » Società Civile 8 febbraio: Umbertide partecipa alla mobilitazione per Patrick Zaki tingendosi di giallo

ll Coordinamento per la pace di Umbertide – Montone - Lisciano Niccone insieme alla sezione ANPI di Umbertide ha deciso di dare supporto all’iniziativa di Amnesty International Italia che prevede una mobilitazione nazionale per chiedere, a un anno dal suo arresto (avvenuto l'8 febbraio 2020), la liberazione di Patrick Zaki, studente egiziano del Master in Studi di genere dell'Università Alma Mater di Bologna, detenuto in Egitto esclusivamente per il suo lavoro in favore dei diritti umani e per le opinioni politiche espresse sui social media. Amnesty International impegnata nella difesa dei diritti umani, allo scopo di supportare e diffondere la richiesta di liberazione di Patrick, ha lanciato un appello a enti, amministrazioni e scuole chiedendo che gli edifici pubblici, i monumenti o le fontane siano simbolicamente illuminati di giallo il 7 e l’8 febbraio 2021.   "Per questo - spiegano dal Coordinamento - abbiamo inviato al Comune di Umbertide la richiesta di adesione all’iniziativa, a cui hanno già aderito le scuole di Umbertide e per l'occasione la Direzione Didattica Primo Circolo che illuminerà le finestre della scuola Elementare Garibaldi, e l’Accademia dei Riuniti che, con le luci di scena, illuminerà le finestre del Teatro dei Riuniti. Vorremmo proporre a tutti i cittadini di indossare qualche cosa di giallo o di esporre qualche cosa di giallo – che è il colore dei diritti umani – in modo che sia il colore dell’8 febbraio 2021.   Abbiamo già dovuto subire la perdita di Giulio Regeni, che ci lascia ancora addolorati.  Ci sentiamo impegnati e non dobbiamo sottovalutare l’importanza della forza di essere uniti. Per questo tutti insieme possiamo ancora lottare per un mondo più giusto, migliore. Perché insieme alla liberazione di Patrick continueremo a chiedere la verità e giustizia per Giulio, perché i nostri ragazzi non debbano più rischiare la propria vita e la loro libertà mentre lavorano per un mondo migliore. Auspicando che altri aderiscano all’iniziativa e ne diano comunicazione agli organi di stampa  invitiamo alla riflessione sul tema dei diritti umani."    

05/02/2021 12:02:17 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Costituito l'“Hub Civicix Umbertide”: un nuovo soggetto politico territoriale

Nei giorni scorsi tramite un incontro on line molto partecipato, si è costituito l’Hub CiviciX Umbertide, articolazione territoriale dell'Associazione regionale umbra CiviciX, nata sei mesi fa e già operativa in tutto il territorio umbro e nell’Assemblea Legislativa regionale con il consigliere Andrea Fora, presidente dell’Associazione. Ad Umbertide CiviciX si è costituita grazie all'impulso dell'Associazione Umbertide Cambia rappresentata in consiglio comunale dal Consigliere Gianni Codovini, ma ha visto l'adesione di molte persone che non facevano parte della lista civica e guardano con grande attenzione al progetto civico regionale. L'assemblea degli iscritti ha eletto un coordinamento del quale fanno parte Martina Ciocchetti, Girolamo Ponte, Diego Marchetti, individuando Stefano Conti quale coordinatore comunale. Gianni Codovini è invece membro del comitato esecutivo regionale dell’Associazione. L’Associazione CiviciX nasce come soggetto indipendente ed inclusivo, con l'obiettivo di qualificare l'azione politica, attenta ai bisogni, alle sensibilità e agli orientamenti dei cittadini. Gli iscritti sono portatori di varie esperienze e sensibilità sia culturali che politiche, oltre che di professionalità e competenze diverse, aperti ad altri e differenti contributi, determinati a mettere a disposizione della collettività ciò che è nelle loro possibilità per ritrovare ragioni di fiducia, superare fratture storiche e creare modalità d'azione che abbiano come unico criterio portante quello dell'interesse generale. CiviciX di Umbertide non è dunque un altro partito, nasce per fare politica civica e per “aggregare”: sulle priorità, i problemi e le possibili soluzioni, da costruire, sul piano locale e territoriale, attraverso un dialogo con tutte le altre realtà attive o che si stanno costituendo nella nostra regione. L'associazione adotta come linea guida il metodo della proposta, che predilige su quello della protesta fine a se stessa. Occorre infatti che la politica vada oltre il gioco di aizzare i cittadini gli uni contro gli altri e sia in grado di progettare risposte concrete ai tanti bisogni delle persone e del mondo produttivo. Nei prossimi giorni verrà definito dal coordinamento un ulteriore passaggio organizzativo ed un calendario di iniziative su temi d'interesse locale e regionale.  

04/02/2021 15:12:34 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Prosperius: l'Amministrazione Comunale replica alle opposizioni

L'Amministrazione Comunale di Umbertide risponde alle opposizioni sulla questione Prosperius: "Dispiace ed avvilisce dover replicare in un momento complesso come quello che stiamo vivendo a comunicati stampa, come al solito, di pura propaganda elettorale ed inopportuni riguardo l’Istituto Prosperius che sta affrontando un momento molto complesso a causa della pandemia. Le opposizioni dimostrano, come al solito, di cercare solo una strumentalizzazione politica, tanto che questa richiesta di audizione in I Commissione da loro avanzata, ci pare sia stata fatta solo per produrre l'ennesimo comunicato nel quale si attacca l'operato della squadra che è al governo della città. Bisogna ricordargli che la problematica afferente i diritti reali è iniziata nel 2018, quando l'azienda ha aperto un contenzioso con la Usl Umbria 1 che a quel tempo era gestita da un direttore generale espressione dell'allora maggioranza di centrosinistra in Regione Umbria. Vorremmo anche ricordare che, prima della presidenza di Giuseppe Barberi, espressione del Comune di Umbertide all'interno del Consiglio di amministrazione, il presidente di Prosperius era votato dall'assemblea dei soci nell'ambito pubblico ed era sempre stato espressione della Usl Umbria 1. Visto che nel momento dell'elezione del nuovo presidente, era in corso lo tsunami Sanitopoli, l'Amministrazione Comunale di Umbertide ha ritenuto di non appoggiare un nome espresso da quel sistema e di avanzare una candidatura propria, che è stata votata a maggioranza anche dal socio privato. Questa amministrazione sta lavorando non solo per difendere l'Istituto Prosperius Tiberino, ma soprattutto per potenziare la sua attività. Rinnovando, quindi, la nostra stima ed il nostro supporto al presidente Barberi e a tutti i lavoratori dell’Istituto, invitiamo le opposizioni a mettere da parte sterili polemiche, a mantenere alto il nome della città e di una delle massime espressioni sanitarie. Ci dispiace anche notare che i consiglieri di Umbertide Cambia e del Movimento 5 Stelle, sempre molto critici nei confronti di Sanitopoli, nei riguardi del Pd a Umbertide non fanno i dovuti distinguo, operando insieme a chi la sanità pubblica in questa Regione l'ha gestita quasi esclusivamente a fini elettorali".        

04/02/2021 12:42:12 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Marco Locchi (Umbertide Partecipa): “la nostra città dimenticata anche per i vaccini”

Marco Locchi di Umbertide Partecipa sulla campagna vaccinazioni e il problema sanità ad Umbertide: «Continua “senza freni” la caduta della nostra città che stando a quanto apparso oggi sulla stampa non avrà neanche una sede per le vaccinazioni di massa anti COVID-19: infatti nell’ Alta Valle del Tevere, per gentile concessione del Comune di Città di Castello, ne saranno posizionate soltanto due all’interno di tale comune, magari ai confini, forse a Promano…; e quindi come già accaduto per i tamponi, anche per i vaccini Umbertide verrà dimenticata con buona pace della nostra Amministrazione che nel letargo più assoluto, cosi’ come successo anche per i trasporti, per il Liceo, ed altro non muove mai un dito a difesa dei diritti dei nostri concittadini.  Per ultimo la questione del Calzolaro dove per tre anni abbiamo assistito al silenzio assoluto. Ma il vero problema è quello della Sanità dove oggi accettiamo passivamente, con questa decisione, un ulteriore depauperamento nel nostro territorio dei servizi sanitari che si somma a quanto già accaduto per l’RSA, per il pronto soccorso ed altro: un decadimento del sistema sanitario che una città come la nostra non merita e che non si può assolutamente permettere. Le precedenti Amministrazioni hanno sempre considerato al centro della propria azione politico/amministrativa i servizi sanitari ritenuti fondamentali in una realtà quale la nostra. Chiediamo al Sindaco Luca Carizia di farsi immediatamente promotore di azioni finalizzate a restituire ad Umbertide quel ruolo di primaria importanza nel contesto Regionale e di richiedere a gran forza che anche la nostra città abbia un punto per le vaccinazioni di massa anti COVID-19».

04/02/2021 12:09:20 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide, le opposizioni “Preoccupazione per la Prosperius”

I consiglieri di opposizione di Umbertide, Giovanni Codovini (Umbertide cambia), Filippo Corbucci (PD), Matteo Ventanni (PD), Giampaolo Conti (M5Stelle) hanno diffuso un comunicato stampa sulla situazione dell'Istituto Prosperius, definita "preoccupante". "Dopo sei mesi dalla richiesta delle opposizioni si è svolta l’audizione, in I commissione consiliare, della parte pubblica del Cda di Prosperius tiberino spa. Speravamo in un incontro che tendesse a far luce su molti aspetti: sul perché il presidente abbia votato contro il bilancio della società da lui presieduta, sulla gestione societaria e sui costi di amministratori divenuti dipendenti/collaboratori, sulle prospettive dell'Istituto Prosperius anche alla luce del difficile contenzioso in atto con la Usl sui diritti di superficie. Come era facile aspettarci, quando a presiedere una società di riabilitazione ci sono persone con scarsa competenza in ambito sanitario, è emersa solo reticenza e vaghezza. Nessuna idea certa per il futuro. Restiamo fermi alla nota prot. N. 14580 del 20/07/2020 dove il Sindaco conferma la propria (e quella del presidente) votazione contraria al bilancio della Società Prosperius Tiberino, giustificando la scelta attenendosi alla questione dei diritti reali tra Prosperius e USL. Non va dimenticato che con lo stesso documento si mette per iscritto che “tale rilievo porta ad un’incertezza significativa alla continuità aziendale”, come purtroppo confermato e aggravato nella Nota integrativa al Bilancio Prosperius del 2019 e nella Relazione del Collegio Sindacale . Va aggiunto che nell’audizione, su specifica richiesta dei consiglieri di opposizione, i rappresentanti di Prosperius non hanno detto nulla sul piano industriale e sulla semestrale del 2020. Difficile, pertanto, capire le prospettive future e gli investimenti possibili.  L’Istituto Prosperius Tiberino rappresenta un’eccellenza territoriale nel campo socio-sanitario che, nata dalla sinergia tra esperienza amministrativa e professionalità medico-sanitarie, garantisce ad oggi 112 posti letto e 120 posti di lavoro. La Prosperius costituisce un importante indotto reddituale per Umbertide e un punto di riferimento sanitario per tutta Italia, ma la pesante situazione determinata dal contenzioso legale con l’ASL n. 1 sui diritti reali aggravata dall’esplosione del focolaio Covid-19 all’interno della clinica aumentano le preoccupazioni sul futuro della struttura. Al fine di evitare danni irreparabili vorremmo che questa fosse condotta con maggiore attenzione e competenza, evitando fratture all’interno del CDA, determinate più da prese di posizione di parte che da scelte di indirizzo; per questo che è un patrimonio di tutta la città vorremmo che competenza e dedizione governassero il timone di questa azienda, cose che sembrano fare difetto a questa Amministrazione comunale e al Presidente da lei nominato".    

03/02/2021 18:41:36 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide Partecipa: “su Calzolaro serve una soluzione positiva per la comunità”

Umbertide Partecipa, esprime la sua posizione sulla questione Calzolaro attraverso un comunicato stampa: "Si torna, dopo oltre tre anni di silenzio, a discutere della Splendorini Molini Ecopartner. Silenzio inspiegabile  anche perché dal 2017 ad oggi nulla è cambiato (o quasi..).  Per essere concreti sono percorribili due strade: La prima che si basa sul DLgs 152/2006 (Autorizzazione Integrata Ambientale) rispetto al quale dopo 5 anni  dal rilascio può essere avviata la revisione. A dire la verità il Sindaco nella sua qualità di Autorità Sanitaria,  ha molti poteri in merito in quanto può richiedere, a seguito di una apposita istruttoria, la revisione anche  senza aspettare i cinque anni. Tenuto conto che l’ autorizzazione è di fine 2015 la domanda è: cosa si sta  aspettando? La seconda strada si basa sul fatto che Il titolo autorizzativo rilasciato nella tanto discussa Conferenza dei  servizi del 6 novembre 2015 è valido 10 anni; quindi fra circa 4 anni l’ autorizzazione scade. Quindi sarebbe  ora, e questo è un invito rivolto a tutte le forze politiche e ai residenti, di iniziare a ragionarci in quanto  l’iter per la nuova autorizzazione dovrà iniziare almeno un paio d’anni prima…..  Rispetto alle polemiche in consiglio su questa vicenda è evidente che le amnesie sono ampie e diffuse: l’attuale maggioranza a suo tempo sbraitava continuamente contro il Sindaco Locchi il quale, in qualità di  Autorità Sanitaria, avrebbe dovuto fare una ordinanza per far cessare l’attività. Bene oggi il Sindaco Carizia  faccia questa ordinanza, in considerazione anche del fatto che nel corso del tempo sia Marchetti, sia Mancini hanno rimproverato all’ Amministrazione comunale di Umbertide di non tutelare i cittadini.  PD e Umbertide Cambia presentarono un esposto alla Procura… che è successo? Niente. La ciliegina sulla  orta è stata messa al consiglio del 30 agosto 2017 quando i tre consiglieri di Umbertide Cambia e la  consigliera della destra votarono contro la delibera, passata con i voti del PD e dei 5 stelle, con la quale si  esprimeva parere contrario al mantenimento della autorizzazione unica di recupero rifiuti per il quantitativo di 50.000 tonn/anno. Quindi guardiamo avanti e pensiamo a costruire una soluzione positiva  per la nostra comunità".  

03/02/2021 12:51:46 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica M5S Umbertide: “bocciata la nostra mozione sulle Comunità Energetiche e Autoconsumo collettivo”

"Un nuovo teatrino nell’ultimo consiglio comunale, bocciata, e solo sulla base di pregiudiziali politiche, la mozione del Movimento 5 Stelle sulla creazione delle Comunità Energetiche e Autoconsumo Collettivo". Inizia così il comunicato del Movimento 5 Stelle di Umbertide che dopo la "bocciatura" in Consiglio sottolinea:  "Le comunità energetiche sono associazioni di cittadini e imprese che ora possono produrre e consumare la propria energia. Un CONCRETO AIUTO ALL’AMBIENTE – riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera, un TANGIBILE RISPARMIO SULLA BOLLETTA Possono farlo i singoli condomini, case sparse o aziende e condividere l’energia creando delle centrali elettriche collettive utilizzando fonti rinnovabili, magari sul tetto delle singole abitazioni. Purtroppo il Sindaco Carizia e la maggioranza Lega – Libera il Futuro (per capirsi, gli eletti con i voti della lista Locchi) hanno detto no, l’amministrazione Carizia non ha ritenuto necessario informare i cittadini su questa opportunità. Il Movimento 5 Selle pensava di dare impulso e risalto a questa misura di legge impegnando il comune a farsi parte delle comunità ove possibile; saremmo stati disposti a recepire gli emendamenti di tutte le parti politiche, ove pertinenti. Un No secco è stata la risposta, anteponendo, ancora una volta l’interesse della Lega agli interessi dei cittadini e dell’ambiente.Proprio in tema ambiente preannunciamo azioni specifiche sulla vicenda dei rifiuti di Calzolaro, un'operazione verità da parte di chi per primo ha affrontato la questione".  

28/01/2021 16:35:39 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Webinar dedicato alla gentilezza, organizzato da “Donne Insieme-dalla tua parte”

Sarà trasmesso questa sera (ore 21), in diretta streaming sulla pagina Facebook “Donne insieme-dalla tua parte”, il primo incontro organizzato dall'associazione umbertidese dal titolo "La Gentilezza, un ponte per creare relazioni positive". Ad intervenire saranno la Sociologa Silvia Fornari e della ricercatrice in pedagogia speciale Moira Sannipoli dell’Università degli Studi di Perugia. Moderatrice dell'incontro sarà Emanuela Filippelli, trainer e consulente risorse umane per CREO. "Kalili Gibran sosteneva che “il più piccolo atto di gentilezza vale più della più grande delle intenzioni”, - spiegano dall'Associazione Donne Insieme - ed è proprio questo monito che ha spinto la nostra associazione a dare il via ad un ciclo di incontri on line sulla Gentilezza. Tutto il mondo si sta’ interrogando oramai da anni sull’importanza della gentilezza come ponte per creare relazioni autentiche e positive. Con questi incontri ci proponiamo di informare, promuovere, far prevenzione e sensibilizzare le persone su argomenti di interesse generale iniziando un cammino aperto al libero e democratico confronto, affrontandoli sempre con l’ottica della gentilezza. Gentilezza intesa come un trattare bene e irrinunciabilmente trattarsi bene, prendendosi cura di se stessi e delle relazioni quotidiane, rinnegando ogni abuso di potere, di prevaricazione e di arroganza".      

28/01/2021 15:32:04 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy