Attualità » Primo piano Neve e gelo, Umbria Acque rinnova l'invito a proteggere i contatori

L'arrivo della neve in queste ore e la previsione di temperature che da oggi resteranno sotto lo zero per molti giorni in gran parte dell'Umbria, alza la soglia di attenzione anche sugli impianti idrici esterni delle abitazioni, in particolare sui contatori dell’acqua, che possono arrivare a rompersi a causa del gelo. Umbra Acque ricorda ancora una volta alcuni semplici accorgimenti che possono evitare disagi nella fruizione del servizio e spese impreviste, poiché la corretta custodia e la protezione dei contatori, in base alla Carta del servizio, spetta comunque agli utenti. Se il contatore si trova in un fabbricato disabitato nel periodo invernale, bisogna chiudere il rubinetto a monte del misuratore e provvedere allo svuotamento dell'impianto; negli altri casi, in genere, è sufficiente verificare che siano ben chiusi i vani di alloggiamento del contatore. Inoltre se il contatore è in un punto particolarmente esposto al freddo, si consiglia di proteggerlo con adeguati materiali isolanti (polistirolo, poliuretano espanso, etc.), avendo comunque cura di lasciare scoperto il quadrante delle cifre, per consentire l’eventuale lettura. In più se ad un controllo il contatore risultasse congelato, ma non ancora rotto, è assolutamente sconsigliato manovrare le valvole di afflusso e chiusura o scongelarlo con fiamme libere e fonti intense di calore, poiché lo stress provocato ai materiali di cui è composto l’impianto potrebbe danneggiarlo in modo irreparabile. E' consigliabile, invece, avvolgere il contatore con una coperta vecchia o con fogli di giornale, aspettando con pazienza che si scongeli, oppure utilizzare una fonte di calore modesta, come un asciugacapelli. Se infine il contatore dovesse risultare rotto, è necessario mettersi subito in contatto con Umbra Acque Spa (numero verde gratuito 800.25.04.45, attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7) per l’attivazione della procedura di sostituzione.

13/02/2021 14:57:34 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano La regione Umbria destina 3 milioni di euro per bonus baby sitter

“Nella consapevolezza delle difficoltà che le famiglie stanno affrontando a causa della diffusione del virus e delle necessarie conseguenti misure restrittive, oltre ad una continua interlocuzione con il Governo nazionale che dovrà fare la sua parte su questo tema con 10 milioni di euro di fondo dedicato come già da noi richiesto, abbiamo destinato come Regione 3 milioni di euro per finanziare un bonus baby sitter”. È quanto afferma la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, al termine della seduta di Giunta durante la quale sono stati adottati, in una specifica delibera, i criteri per la concessione del bonus baby-sitting.    “Un primo sostegno concreto – sottolinea l’assessore regionale all’Istruzione e al Diritto allo Studio Paola Agabiti - ai nuclei familiari con uno o più figli a carico di età inferiore ai 12 anni. A seguito, infatti, delle chiusure dei servizi socio-educativi e della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria a decorrere dall’8 febbraio, le famiglie potranno usufruire di un contributo di 400 euro, elevato di 100 euro per ogni figlio a carico sempre di età non superiore ai 12 anni. Il beneficio sarà riservato ai nuclei familiari con reddito Isee fino a 50 mila euro e in cui tutti e due i genitori siano impegnati in attività lavorativa, sia dipendente che autonoma”.    “Si tratta – proseguono Tesei ed Agabiti – di una iniziativa che riteniamo doverosa e importante, perché va nella direzione di un sostegno diretto e concreto alle famiglie, duramente colpite dagli effetti dell’emergenza in atto. In questi mesi abbiamo attivato diversi strumenti per rendere effettivo il diritto allo studio dei giovani della nostra regione, mettendo in campo tutti gli strumenti disponibili. In questo momento sono infatti ancora disponibili i due avvisi per la concessione di borse di studio per gli studenti delle scuole primarie e secondarie, e il rimborso delle spese sostenute per i servizi socio-educativi relativi ai bambini da zero a sei anni”.    Per questo intervento, grazie alla riprogrammazione del Fondo Sociale Europeo, è stata individuata una disponibilità finanziaria iniziale di 3 milioni di euro. “Continueremo a sostenere le giovani generazioni e le loro famiglie – concludono la presidente Tesei e l’assessore Agabiti - nella consapevolezza che ogni risorsa spesa in questa direzione è una risorsa investita nel nostro futuro e in quello della nostra comunità regionale”.  

12/02/2021 17:46:26 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Alla residenza Balducci di Umbertide la signora Angela Argalia ha festeggiato i suoi 100 anni

Ricorrenza davvero speciale alla Residenza “G.Balducci” di Umbertide, dove la signora Angela Argalia ha raggiunto il secolo di vita. Angela, nata a Fabriano l’11 Febbraio 1921, è una donna dal carattere forte e da un’intelligenza vivace, precursore di un ideale femminista che si sarebbe poi sviluppato nei secoli, sempre pronta al dialogo e a raccontare della sua storia vissuta, affettuosa madre di famiglia e adorata dai suoi nipoti. Nonostante il difficile momento di emergenza sanitaria che tutti stiamo vivendo e secondo le attuali disposizioni previste, alla Residenza Balducci si è comunque festeggiato questo importante traguardo con un buon pranzo a base di torta e salsicce (come chiaramente espresso dalla festeggiata), con tanta gioia ed allegria, circondata dall’affetto di tutti gli operatori, del personale della Coop. Soc. ASAD e degli ospiti della struttura. Anche se a distanza, non è mancato l’affetto dei suoi cari. Con una videochiamata la signora Angela ha ricevuto calorosi auguri da parte di figli e nipoti, ed ha potuto incontrare, con molta emozione, la figlia e il genero nella Stanza degli Abbracci, uno spazio adibito all’interno della Residenza per favorire gli incontri tra gli ospiti e i loro cari, tutto in piena sicurezza e in pieno rispetto delle normative anti-covid vigenti. Anche il sindaco Luca Carizia, ha portato personalmente il saluto e gli auguri da parte di tutta l’Amministrazione Comunale. La signora Angela, dopo aver spento le 100 candeline, con lacrime di gioia e di emozione ha voluto ringraziare tutti per l’affetto dimostrato e per aver reso speciale questa giornata.        

12/02/2021 16:36:00 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Emergenza Covid-19: biblioteca chiusa fino al 21 febbraio

Emergenza Covid-19, Biblioteca comunale chiusa al pubblico fino al 21 febbraio: attivo per gli iscritti il servizio MLOL. Per il Punto DigiPASS disponibile la consultazione telefonica A seguito dell'ordinanza n.14 della Presidente della Regione Umbria, si ricorda che la Biblioteca comunale di Umbertide resterà chiusa al pubblico fino al 21 febbraio. Il personale della Biblioteca potrà garantire da domani con procedure telematiche e telefoniche da remoto i seguenti servizi: supporto telefonico e online agli utenti tramite il numero 0759414256 e l'indirizzo email biblioteca@comune.umbertide.pg.it; gestione comunicazioni tramite Sebina; gestione accessi MLOL. Si ricorda inoltre che presso la Biblioteca comunale è attivo per gli iscritti il servizio gratuito MediaLibraryOnLine (MLOL). Attraverso il portale MLOL è possibile consultare  e-book, musica, film, giornali, banche dati, archivi di immagini e molto altro gratuitamente da casa tramite PC, tablet e smartphone. Non solo:  alcune tipologie, come audio ed e-book, comprendono anche risorse in download che è possibile scaricare e portare su un dispositivo mobile. Sarà possibile accedere anche al "prestito digitale" di e-book . Per avere un'idea di quanto offre MLOL è possibile visitare il portale al seguente indirizzo web: https://umbria.medialibrary.it/media/ricerca.aspx. Per accedere al servizio, sia per gli utenti già iscritti che per coloro che intendono iscriversi alla Biblioteca di Umbertide, sarà sufficiente inviare alla Biblioteca la richiesta via e-mail (biblioteca@comune.umbertide.pg.it)  indicando i propri dati (nome, cognome, data di nascita, comune di residenza) assieme alla copia di un documento di identità valido (carta di identità, patente o passaporto). Successivamente la Biblioteca provvederà a comunicare  all'interessato via e-mail l'avvenuta attivazione del servizio, indicando le modalità per l'accesso. Per ulteriori informazioni è disponibile l’indirizzo e-mail biblioteca@comune.umbertide.pg.it. Per quanto riguarda il Punto DigiPASS situato presso la Fabbrica Moderna si rende noto che resta attiva la consultazione tramite telefono. Il numero da chiamare è lo 0758523171: premendo il tasto numero 3 e seguendo le indicazioni della guida telefonica l'utente sarà messo in contatto con un operatore.  

12/02/2021 16:23:27 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Oggi è il “Ciccicocco”: la tradizione umbertidese

Sarà sicuramente un Carnevale diverso, quello di quest'anno. Non ci saranno sfilate e allegria ma oggi, nel giorno di giovedì grasso, o meglio del "ciccicocco" abbiamo pensato di ricordare questa bella tradizione pubblicando un articolo dai nostri archivi. Ciccicocco pane ntento, damme n'ovo pel mi zì menco, l mi zì menco che sta male, viva viva l carnevale... Chi tra gli umbertidesi non ha mai sentito questa simpatica cantilena, pronunciata per le vie del paese - e delle campagne circostanti - da gruppi di fanciulli festanti, nell'ultimo giovedì di Carnevale? Ad Umbertide, come nel resto dell'Alta Valle del Tevere il "giovedì grasso" si festeggia il Ciccicocco. Un'allegra usanza che vedeva gruppi di ragazzi bussare alle porte delle case e chiedere qualcosa di buono da mangiare, intonando appunto, ridenti filastrocche. Un tempo le leccornie da raccogliere consistevano in uova, pezzetti di carne di maiale e di lardo o addirittura una manciata di farina. Doni preziosi sia per la povertà di un tempo, e sia per l'avvicinarsi della Quaresima periodo in cui non si potevano gustare tali bontà. La tradizione del Ciccicocco si è trasformata e ha seguito l'evolversi del tempo. Oggi, nel giorno del giovedì grasso, si vedono ancora bambini e ragazzi mascherati, suonare i campanelli delle case e dei negozi del paese, per riempire le loro buste e i loro cestini di dolcetti, caramelle, cioccolate e a volte addirittura qualche soldino. L'atmosfera è ancora festante ma come tante passate tradizioni il "gusto" non è più lo stesso. Ricordare la genuinità di certe usanze resta un dovere, e quando vi capiterà di donare il prossimo dolcetto a un bambino mascherato che verrà a bussare alla vostra porta, siamo sicuri che un sorriso nostalgico apparirà sul vostro volto. Buon Carnevale e buon Ciccicocco a tutti!

11/02/2021 15:28:23 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Umbertide, al via le vaccinazioni per gli ultraottantenni

Emergenza Covid-19, dal 15 febbraio presso il Centro Salute e l'adiacente sportello dell'Agenzia delle Entrate di Largo Cimabue partono vaccinazioni per ultraottantenni: prenotazioni aperte da venerdì 12 febbraio   Prenderanno il via dal 15 febbraio in Umbria e anche Umbertide le vaccinazioni per preservare gli ultraottantenni dall’infezione da Covid-19. Per quanto riguarda le prenotazioni sarà possibile effettuarle a partire da venerdì 12 febbraio.   Due sono le modalità per prenotarsi: attraverso il portale web dedicato (al link https://vaccinocovid.regione.umbria.it), oppure nelle farmacie. È disponibile anche un numero verde dedicato 800.192.835, attivo dalle 8 alle 20, 7 giorni su 7, per fornire assistenza ai cittadini proprio per supportarli in caso di difficoltà nella fase di prenotazione e per garantire, se dovesse essere necessario, anche lo spostamento e la cancellazione della prenotazione effettuata.   Per prenotare dal portale web sarà sufficiente disporre del codice fiscale e del numero di cellulare. Una volta effettuata la prenotazione il cittadino riceverà un sms con l’indicazione del luogo e dell’ora in cui dovrà presentarsi, sia per la prima dose, che per la seconda.   Come rende noto la Regione Umbria, dal 12 febbraio potranno prenotarsi esclusivamente i cittadini nati nel 1940 e nel mese di gennaio 1941. Successivamente verrà data comunicazione ai nati nel 1939 e negli anni precedenti, sul giorno a partire dal quale potranno effettuare la prenotazione.   La prenotazione, con il portale e in farmacia, è riservata alle classi d’età individuate di volta in volta, non potranno prenotarsi i cittadini non rientranti in tali classi.   Le prenotazioni restano aperte e quindi non si chiuderanno il 12 febbraio, per cui ci si potrà segnare anche nei giorni successivi senza perdere posto o priorità, visto che il numero di vaccinazioni programmate è pari al numero di cittadini nati nel 1940 e gennaio 1941.   I cittadini umbertidesi potranno recarsi presso il Centro di Salute e l'adiacente sportello dell'Agenzia delle Entrate a partire da lunedì 15 febbraio dalle ore 14.00 alle ore 18.00. “E' una notizia importante per Umbertide e per tutto il suo territorio – afferma il sindaco Luca Carzia – Eravamo fiduciosi che le nostre richieste sarebbero state esaudite e ringraziamo la Regione Umbria per averci ascoltato. Solitamente in momenti come questi abbiamo scelto di non fare polemica, ma di lavorare alacremente nelle giuste sedi per il bene della nostra comunità. Siamo difronte ad un momento storico dove ci sarebbe bisogno della massima collaborazione, del massimo supporto e della massima serietà”.            

10/02/2021 16:46:51 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy