Notizie » Politica Umbertide Cambia interviene sulla bretella ferroviaria di Pierantonio

Riceviamo e pubblichiamo La bretella ferroviaria di Pierantonio rischia di diventare un ulteriore spreco di denaro pubblico, almeno finchè la ferrovia non sarà utilizzata per il trasporto merci. Soluzione al momento non prevedibile. Per questo Umbertide Cambia, attraverso il candidato sindaco Claudio Faloci, chiede “destinare il finanziamento ed il valore dei materiali per la messa a norma di tutti i marciapiedi e gli attraversamenti pedonali del comune. ” “In occasione della consegna dei lavori per la realizzazione della piastra logistica di San Giustino – spiega il candidato sindaco di Umbertide cambia - la presidente della Giunta regionale dell’Umbria ha così motivato l’ubicazione dell’infrastruttura lungo il lato della E45 opposto rispetto alla ferrovia: “Quanto alla monomodalità, la FCU non risponde nella tecnologia ai requisiti per il trasporto su ferro delle merci: per questo non è stato progettato il collegamento [alla ferrovia]. La piastra logistica è calibrata per il trasporto su gomma” . Dopo settant’anni di esaltazione del trasporto su ferro, abbiamo assistito ad un ribaltamento totale e definitivo a favore della gomma. Innanzitutto la motivazione propinata dalla governatrice è tardiva, essendo stata annunciata ai cittadini a fatto compiuto e non prima di formalizzare il bando; è elusiva, perché scarica sugli amministratori della FCU le responsabilità proprie della Regione in quanto socio; è evasiva della vera domanda sul perché la piattaforma non è stata ubicata in adiacenza alla ferrovia. Ma soprattutto compromette per sempre la riattivazione del trasporto merci, anche nel caso in cui amministratori più lungimiranti, competenti e leali decidessero in futuro di riparare il danno. Il comune di Umbertide, non sapendo o fingendo di non conoscere la condanna a morte del trasporto merci decretata dalla politica, ha recentemente sollecitato la Regione l’erogazione del finanziamento di 590.000,00 euro per il raccordo ferroviario di Pierantonio,  che si aggiungono alle centinaia di migliaia di euro già spese per il primo stralcio. Delle due l’una: o si buttano soldi a Umbertide o si è sbagliato a San Giustino. Ad ulteriore sfregio al buon senso ed all’oculata amministrazione dei soldi dei cittadini, la montagna di traversine di legno ormai deformate, le rotaie soffocate dall’erba ed i lavori realizzati con il primo stralcio, testimoniano la fretta di spendere comunque, acquistando il materiale per l’armamento ancor prima ancora di aver preparato il tracciato”. “Umbertide Cambia – conclude Faloci - chiederà alla Regione di autorizzare il Comune a stornare il finanziamento ed il valore dei materiali ad altre destinazioni, anche a risarcimento del danno subito, per aver modificato l’impostazione della Zona industriale, vanificando i conseguenti vincoli che hanno condizionato le costruzioni delle imprese. In particolare Umbertide Cambia propone di destinare le risorse per la messa a norma di tutti i marciapiedi e gli attraversamenti pedonali del comune. ” Inoltre Umbertide Cambia il 25 Aprile sospenderà ogni attività di campagna elettorale per ricordare in modo unitario le vittime del bombardamento di Borgo San Giovanni.

21/04/2014 21:00:19

Notizie » SLIDER Lunedi di Pasqua: la Santa Spina a Montone

Importante momento storico e simbolico. Il lunedì di Pasqua si celebrerà a Montone la rievocazione storica della “Donazione della Santa Spina”. La manifestazione è un anicipo di quella che sarà la settimana dedicata alla Santa Spina, l’avvenimento più atteso per Montone che si terrà, come di consueto, ad agosto. La giornata prende il via alle 10,30 con la lettura del “Proclama de lo Gran Gonfaloniero”, cui seguirà il corteo storico, la messa solenne nella Chiesa Collegiata, celebrata dal vescovo di Città di Castello monsignor Domenico Cancian. Nel pomeriggio l’attenzione ricadrà sugli arcieri di Montone che renderanno omaggio alla corte dei Fortebracci, con un grandioso torneo nel piazzale San Francesco, affrontando le compagnie di Assisi e Foligno alle 16 ,30. La festa vedrà anche l’iniziativa “Viaggio alla scoperta di Braccio Fortebraccio nel suggestivo borgo medievale di Montone”, una visita teatralizzata itinerante in costume a cura di sistema museo. Durante il pomeriggio, a partire dalle 15, sarà possibile visitare il mercato medievale dei mestieranti di Montone e dintorni. Alle 18, infine, ci sarà la presentazione della neonata Associazione Culturale “I Bracceschi” con l’investitura del cavaliere e una piccola degustazione finale. La manifestazione del Lunedì dell’Angelo ha un fondamento storico importante, infatti si narra che tra il 1470 e il 1477 Carlo Fortebracci, combattesse al servizio della Serenissima Repubblica di Venezia dalla quale ricevette in dono una Spina della Corona del Cristo. La portò in dono a Montone e ne decretò la festa il Lunedì dell’Angelo. Per l’occasione, domani il Reliquiario della Santa Spina sarà visitabile durante tutto il pomeriggio presso la Chiesa Collegiata

20/04/2014 17:53:42

Notizie » Editoriale La ricchezza ad Umbertide

Dalla radiografia finanziaria del Comune alla radiografia della ricchezza ad Umbertide. Oggi ci concentriamo su alcuni dati fondamentali per capire la situazione economica ad Umbertide e nel territorio, sperando che anche questi dati non vengano letti con gli occhiali dell’ideologia, come è stato fatto per la passata analisi statistica (comunque grazie veramente per la vivace e produttiva discussione). Qui non c’entra alcunché la politica o l’amministrazione. Se forniamo i dati è solo per offrire basi concrete di discussione e interpretazione. Come si fa capire se un Comune produce più ricchezza di un altro? Uno dei tanti parametri - anche questo opinabile - è di analizzare i redditi di autonomi e di imprenditori. La classifica regionale in base ai dati 2013 (anno d’imposta 2012) ci restituisce una interessante radiografia dell’Umbria e del nostro territorio. La statistica che proponiamo distingue tra imprenditori e autonomi; meglio ancora tra imprenditori in contabilità ordinaria (normalmente imprese più strutturate) e imprenditori in contabilità semplificata (possono scegliere tale forma, le persone fisiche le società di persone che esercitano attività con ricavi non superiori a 400mila euro se esercenti attività di prestazione di servizi e a 700mila euro se esercenti attività di cessione di beni). Fin qui la tecnicalità: vediamo i numeri, che assicurano Umbertide come una città ricca, o meglio, anche onesta nei confronti del fisco. Per meglio dire: quella che produce più ricchezza. Infatti, la nostra città, se prendiamo gli imprenditori in contabilità ordinaria, si piazza in Umbria al terzo/quarto posto regionale con reddito medio Irpef di 35.155 euro, dietro solo a Castel Ritaldi, Otricoli ed, ex equo, Baschi. Ma, se scegliamo, come abbiamo fatto la scorsa volta, il criterio dell’omogeneità territoriale (comuni superiori a 15.000 abitanti), Umbertide si piazza nettamente al primo posto in Umbria. Non c’è storia. Nel nostro territorio (altro criterio di analisi), Città di Castello è staccata in modo marcato (25.319 euro) e San Giustino si blocca a 16.089.  Addirittura, rispetto al capoluogo, Perugia, i nostri imprenditori e lavoratori autonomi fanno la differenza: Perugia dichiara 23.650. Nemmeno la ricca Bastia, Comune su per giù paragonabile al nostro, deve renderci l’onore delle armi: dichiara 16.197 euro. Tuttavia, nella contabilità semplificata qualcosa cambia, ma i numeri confermano la posizione di eccellenza di Umbertide, che si attesta a 14.462 euro. Città di Castello ci supera con 16.123 e lo stesso fa San Giustino con 17.195. Ma non siamo gli ultimi, siamo a metà della classifica regionale. In una media generale rimaniamo il Paese più ricco. Ovviamente si tratta di dichiarazione dei redditi e, magari, non è detto che lavoratori autonomi e imprenditori che in un Comune risultano più benestanti rispetto a quelli di un altro lo siano per davvero. Di certo sono semplicemente più onesti. Ma questo dato ci dice la cultura civica e l’etica della responsabilità degli umbertidesi, che hanno un rapporto di correttezza con le istituzioni. Per questo ci fa specie e la dice lunga un altro dato. Se confrontiamo le entrate addizionali Irpef nei Comuni, tra il 2102 e il 2103, risulta che Umbertide ha avuto un aumento del 6,3%, passando da 800mila euro a 850mila euro. Lo merita con quanto abbiamo detto sopra?

20/04/2014 17:44:43

Notizie » SLIDER Studenti umbertidesi in visita al Cern di Ginevra

Dai banchi di scuola al CERN per conoscere da vicino gli straordinari risultati raggiunti in campo scientifico attraverso l’acceleratore di particelle LCH. Protagonisti sono stati i 110 studenti del corso di astronomia della scuola media Mavarelli- Pascoli che nel mese di marzo hanno partecipato ad un viaggio di istruzione presso il prestigioso centro di ricerca CERN di Ginevra. Sono ormai anni che nella scuola umbertidese si tiene il corso di astronomia per i ragazzi delle classi terze, progetto fortemente voluto dal collegio docenti ed in particolare dalla dirigente scolastica Gabriella Bartocci. Attraverso questo percorso sono stati realizzati alcuni progetti di notevole interesse come la costruzione di una meridiana orizzontale di ben tre metri di diametro posizionata all’interno del giardino della scuola ed una piccola guida astronomica rivisitata dai ragazzi del corso di astronomia dell’anno scolastico 2010/2011. Nell'anno scolastico in corso il prof. Pierluigi Mencaglia, docente del corso di astronomia, si è prefissato un obiettivo ancora più ambizioso:  preparare i ragazzi all’immensamente grande attraverso l’immensamente piccolo. Dunque, le lezioni di astronomia si sono basate sugli esperimenti del microscopio astronomico più potente al mondo, e cioè l’acceleratore di particelle del CERN di Ginevra, LCH. Grazie anche ad un contatto diretto e continuo con la dottoressa Fabiola Gianotti, uno dei più autorevoli scienziati del mondo e responsabile del progetto ATLAS che ha scoperto il famoso bosone di Higgs insieme con l’esperimento CMS, il prof. Pierluigi Mencaglia è riuscito a far comprendere agli studenti del corso di astronomia l’importanza della ricerca subnucleare in campo astronomico. La visita al CERN di Ginevra è stata quindi la coronazione di un sogno per i ragazzi della scuola che hanno potuto vedere con i propri occhi i magnifici traguardi tecnologici raggiunti attraverso l’acceleratore di particelle LCH ed apprezzare il valore della ricerca scientifica. Nel corso della visita gli studenti, motivati dal grande interesse verso gli argomenti affrontati, si sono distinti per il loro comportamento esemplare tanto da meritarsi  l'elogio pubblico da parte dei responsabili delle esposizioni permanenti del CERN. Questo viaggio di istruzione dimostra quanto sia importante offrire ai ragazzi continui stimoli anche rispetto ad argomenti estremamente complessi che, se affrontati con un adeguato approccio alla loro età, possono essere in grado di sollecitare la loro curiosità e aprire loro nuovi orizzonti. 

20/04/2014 11:29:39

Notizie » Politica Presentata la lista Sinistra per Umbertide

E’ stata presentata ieri mattina presso la Residenza comunale di Umbertide, la lista Sinistra per Umbertide, soggetto politico che vede correre insieme Rifondazione Comunista e i Comunisti Italiani che appoggia la candidatura a sindaco di Marco Locchi. A presentare la lista sono stati Spartaco Bottaccioli (coordinatore di Rifondazione ad Umbertide), Matteo Cesarini (membro della segreteria comunale del Prc) e Andrea Ceccarelli (segretario provinciale dei Comunisti Italiani).  “Rifondazione – Comunisti Italiani –Sinistra per Umbertide- dichiarano i promotori- è il nome della lista unitaria con la quale il PRC ed il PdCI di Umbertide si presenteranno alle prossime elezioni amministrative del 25 Maggio 2014.  I simboli tradizionali della falce martello e la presenza di tanti giovani nella lista stanno a segnalare la volontà dei nostri due partiti di puntare su un forte rinnovamento nella politica locale mantenendo inalterati i valori a cui ci ispiriamo: la difesa dei diritti dei lavoratori e delle fasce sociali più deboli. Queste tematiche sono presenti anche all’interno del programma della coalizione del centro-sinistra umbertidese che sta alla base dell’accordo unitario sottoscritto da PRC e PDCI con il candidato sindaco Marco Locchi e con le forze politiche della coalizione. L’invito a presentarsi tutti insieme con una lista unitaria è stato rivolto anche ai compagni di Sinistra Ecologia e Libertà, i quali però hanno deciso di compiere una scelta diversa, presentandosi nella lista civica Umbertide Cambia che candida a Sindaco Claudio Faloci”. Durante la presentazione, i promotori di Sinistra per Umbertide hanno esposto i temi da loro proposti che sono stati inseriti all’interno del programma di coalizione, come la nomina simbolo di un delegato al lavoro e contro la disoccupazione all’interno degli organi del governo cittadino. La Sinistra per Umbertide s’impegna, insieme alla coalizione, a far diventare Umbertide comune solidale, rivalorizzando il lavoro con lo sviluppo di progetti di co- working con i quali l’amministrazione comunale può mettere a disposizione strutture pubbliche per i giovani che possono svolgere dei lavori diversi ma che possono collaborare tra loro su qualche progetto specifico e di affidare, attraverso accordi con altri enti locali, dei terreni agricoli demaniali in disuso per la coltivazione della terra come nel caso della tenuta di Caicocci. Altre istanze avanzate dalla lista e accettate da tutta la coalizione sono l’istituzione di un  Fondo di solidarietà, alimentato da una parte degli emolumenti di sindaco e amministratori comunali, per aiutare le persone più in difficoltà; e di far operare nel nostro comune, un paio di volte al mese, un dentista sociale; gli interventi del quale avranno un costo pari ad un terzo rispetto alle normali cure odontoiatriche. Sul piano della trasparenza e della partecipazione, le anime che formano la lista si sono prefissate di dare voce, per ogni decisione importante, ai cittadini umbertidesi attraverso delle consultazioni ed è stato ribadita le netta contrarietà alla costruzione dell’impianto a biomasse di Pian d’Assino e alla trasformazione della E 45 in autostrada. Per quanto riguarda il complesso della ex fornace, l’auspicio è quello di riconvertirla in edilizia popolare. Sul fronte dei diritti civili è stato reso noto che, durante la prima seduta del Consiglio comunale, verranno presentate della proposte per l'istituzione del testamento biologico e di un registro delle unioni civili.    

18/04/2014 16:39:02

Notizie » SLIDER Nasce la lista civica Umbertide Viva. Monni candidata sindaco

Si chiama “Umbertide viva”. E’ la lista civica di centro destra che candida a sindaco Giovanna Monni, sostenuta da Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale. Tra i sostenitori Antonio Molinari, che si candida a consigliere comunale, che spiega prima di tutto la rottura dell’accordo con Forza Italia: “Ci siamo riuniti mercoledì 9 aprile. Forza Italia ci ha posto la condizione che il candidato sindaco fosse espresso da loro. Nonostante vi fosse un accordo a livello provinciale per cui a Forza Italia spettasse indicare il candidato sindaco di Perugia e agli partiti di centro destra quelli di Umbertide, Marsciano, Castiglion del Lago, siamo stati possibilisti. Abbiamo chiesto il nome e Forza Italia ci ha risposto che dovevamo accettare a scatola chiusa, senza sapere chi fosse. Superato lo sbigottimento per la inconsueta proposta, abbiamo ovviamente detto no a questa strampalata idea. Due giorni dopo Forza Italia ha annunciato Luca Squartini come candidato sindaco”. Che voi non avreste accettato… “Non è secondo noi una candidatura che può rappresentare il popolo del centro destra umbertidese”. Se Forza Italia avesse candidato il coordinatore Vittorio Galmacci, avreste accettato? “Si, ma lui ha rifiutato di candidarsi a sindaco”. Quindi il centro destra si presenta diviso alle prossime elezioni. E se l’elettorato dovesse punire questa scelta? Per la prima volta nella storia il centrodestra potrebbe restare fuori dal Consiglio comunale. “E Forza Italia si assumerà la responsabilità di questa eventualità, perché la rottura è solo frutto dei loro diktat. Comunque non si avvererà”. Perché ne è sicuro? “Perché “Umbertide viva” rappresenta la tradizione del centro destra umbertidesi. La mia storia personale dice che ho sempre degnamente rappresentato la destra di Umbertide. Abbiamo un candidato sindaco che ha ben lavorato all’opposizione in questi cinque anni e stiamo raccogliendo numerose adesioni nella società civile. Per questo abbiamo scelto di presentarci come lista civica di centro destra piuttosto che con il simbolo di Fratelli d’Italia. Io stesso correrò come indipendente di destra, perché non ho la tessera di alcun partito”.

17/04/2014 19:38:56

Notizie » SLIDER Boom di studenti in visita al Centro Mola Casanova

Il Centro di Educazione Ambientale Mola Casanova ha fatto il pieno di visitatori. Nel corso dell’anno scolastico 2013-2014 sono state infatti tante le scuole che hanno scelto il centro umbertidese per la gita di fine anno. Qui gli studenti possono visitare il vecchio molino Gamboni, diventato oggi un centro per le energie rinnovabili e la sostenibilità, conoscere da vicino la centrale idroelettrica sul fiume Tevere, ma anche partecipare a giochi ed esperimenti scientifici per una giornata all’insegna della sostenibilità. Inoltre Mola Casanova è uno dei pochi centri italiani in cui convivono entrambe le energie rinnovabili, idroelettrica e geotermica, grazie alla presenza di un pozzo geotermico che alimenta l’impianto di riscaldamento della struttura. Sempre nell’ottica della sostenibilità ambientale, molte classi di studenti raggiungono Umbertide in treno, per poi recarsi a piedi al Centro Mola Casanova, un modo salutare, ecologico ed anche economicamente conveniente per spostarsi. Lo scopo delle attività che vengono svolte al centro di educazione ambientale è quello di imparare facendo, ovvero di educare e formare gli studenti a guardare il mondo e se stessi con occhi nuovi con la consapevolezza di essere parte di sistemi complessi. Per l’anno scolastico 2013/2014 sono stati tanti i temi proposti a studenti ed insegnanti, dalla casa ecologica all’energia sostenibile, dagli esperimenti e attività per produrre energia in maniera inconsueta fino alla costruzione di macchine per la produzione di energia, dallo studio dell’acqua come fonte primaria di vita alle escursioni nel bosco per conoscere da vicino la natura.   

16/04/2014 09:20:25

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy