Notizie » Economia Umbertide: Centro per l'impiego

Per favorire l'occupazione e l'incontro domanda e offerta lavoro per i giovani e non solo, puntando su formazione e chance in arrivo dall'Europa, la Provincia di Perugia informa su occasioni di lavoro, concorsi pubblici, corsi di formazione professionale, stage e tirocini, con notizie provenienti dalle proprie strutture: Centri per l'Impiego, Sportelli del Lavoro, Sportelli del Cittadino ed InfoEuropa. Per Umbertide rivolgesi al Centro per l’impiego di Piazza Michelangelo. Centro per l’Impiego di Perugia – Si richiede n.1 manutentore di impianti elettrici; n. 1 venditore. Centro per l’Impiego di Città di Castello - Ditta metalmeccanica di San Giustino cerca operaio; cercasi muratore a Città di Castello; Azienda di Pistrino cerca Disegnatrice d’interni laureata o diploma d’arte; Agriturismo di Monte Santa Maria cerca un pizzaiolo per la sera;  Negozio di Umbertide cerca una parrucchiera/e. Lo Sportello del Cittadino segnala i seguenti concorsi e corsi di formazione –Fondazione Brunello Cucinelli Corso Taglio e Confezione, organizzato presso la Scuola dei Mestieri di Solomeo. Il corso ha una durata di nove mesi, è gratuito e prevede alternanza di teoria, laboratorio e stage. Agli/alle allievi/e verrà riconosciuta una borsa di studio mensile di 700 € lordi per tutta la durata del percorso formativo (9 mesi), (scadenza 26/02/14); Azienda sanitaria locale Umbria 1 per 2 posti di dirigente farmacista (13/2); Afam spa Perugia graduatoria per farmacista collaboratore (20/2); Regione Umbria work experience all’estero Opportunità occupazionale collegate alla candidatura di Perugia a Capitale Europea della Cultura 2019 borse di mobilità per work experience all’estero presso enti che promuovono e sostengono azioni in favore delle candidature delle Capitali europee della Cultura (28/02/2014); Regione Umbria  Avviso pubblico per l’acquisizione di candidature di disoccupati/e per la partecipazione al percorso formativo integrato presso imprese dell’artigianato artistico e tradizionale. Numero posti 55 e scadenza dal 28/02 al 15/03/2014.

30/01/2014 14:48:49

Notizie » Politica Caso Sogepu. L'Amministrazione comunale di Umbertide risponde a Forza Italia

Con un comunicato, l'Amministrazione Comunale di Umbertide, risponde al coordinatore comunale di Forza Italia Vittorio Galmacci sulla vicenda della sentenza del Consiglio di Stato che ha ridato la gestione comunale dell'igiene urbana alla Sogepu. " L'Amministrazione Comunale ha sempre operato ed opera nel rispetto della legge e delle sentenze ed ha la buona abitudine di indire gare pubbliche per l'affidamento dei servizi, anziché di procedere per affidamenti diretti. Non è stato il Comune a ricorrere al Tar, bensì Sogepu, esclusa dalla gara in quanto ritenuta priva dei requisiti previsti dalla legge, e soltanto dopo la sentenza del Tar, che ha respinto il ricorso di Sogepu dando quindi ragione al Comune, ha provveduto a stipulare il contratto con Gesenu. Sogepu si è quindi appellata al Consiglio di Stato che, a differenza del Tar, ha dato un'ulteriore interpretazione alla normativa, di difficilissima comprensione, che sta alla base dell'esclusione di Sogepu dalla gara; stante l'opacità delle norme applicate, il Consiglio di Stato non ha comunque riconosciuto a Sogepu il diritto al risarcimento dei danni. Per quanto riguarda l'uscita del Comune da Sogepu, si è trattato della naturale conseguenza del ricorso al Tar; il Comune non poteva più restare all'interno di una società la quale aveva presentato ricorso contro il Comune stesso. In merito alla gara, l'Amministrazione Comunale ha predisposto il bando sulla base di determinati requisiti in grado di garantire l'efficacia dell'appalto stesso, e gli ottimi risultati raggiunti in termini di percentuale di raccolta differenziata sono la conferma della bontà delle scelte fatte. Quando inoltre Galmacci afferma che l'appalto “è stato affidato a Gesenu nonostante i prezzi più elevati e meno vantaggiosi”, si dimentica che le gare devono essere affidate nel rispetto della legge, come si comporta sempre il Comune di Umbertide, che sin dall'inizio della vicenda ha operato nella più completa legalità e trasparenza e continuerà a farlo, rispettando la sentenza emessa dal Consiglio di Stato, anche nella fase di aggiudicazione e subentro a favore di Sogepu, non appena riceverà la notifica della sentenza stessa." L'Amministrazione Comunale

28/01/2014 15:15:38

Notizie » Politica Sicurezza ad Umbertide: obiettivo raggiunto. Lo dichiara l'assessore Ferrazzano

Il 2013 è stato un anno intenso sul fronte sicurezza, sulla quale l'Amministrazione Comunale ha mantenuto sempre alta l'attenzione. Lo dimostrano i sette obbiettivi raggiunti nel corso dell'anno, illustrati dall'assessore competente Maria Chiara Ferrazzano durante la conferenza stampa di fine anno. Innanzitutto è stato sottoscritto con la Prefettura di Perugia e gli istituti di vigilanza privata il protocollo “Mille occhi sulla città”, finalizzato a rafforzare l'attività di monitoraggio e controllo del territorio; inoltre è stato portato a compimento il progetto sicurezza con la pubblicazione dell'opuscolo informativo “Genere≠violenza”, promosso dal Servizio associato di Polizia Locale in collaborazione con l'Ufficio di Cittadinanza di Umbertide, in cui sono raccolti tutti gli strumenti giuridici e normativi finalizzati a tutelare le vittime di violenza di genere con particolare attenzione alle novità introdotte dalla legge di conversione del Decreto Legge 93/2013. Nel corso dell'anno è stata poi potenziata l'attività di controllo dei luoghi sensibili grazie alla costante collaborazione tra Polizia Municipale e Corpo Forestale dello Stato; i controlli hanno poi permesso di registrare un aumento delle segnalazioni di illeciti edilizi, ambientali e contro il patrimonio. Sul fronte della sicurezza stradale, è stata rafforzata la presenza della Polizia Municipale e, grazie alla sottoscrizione di una convenzione con la Regione Umbria, è stato possibile anche potenziare la segnaletica mentre è in programma la prossima acquisizione di strumentazioni per il drug test che, un ite all'etilometro, garantiranno una maggiore sicurezza sia per i conducenti di veicoli che per i pedoni. Infine anche per il 2013 si sono svolti i corsi di educazione alla sicurezza stradale, che hanno coinvolto più di mille studenti delle scuole di ogni ordine e grado In merito al Commercio invece, altra delega dell'assessore Ferrazzano, è stata ricordata la rilevanza che rivestono le Fiere di Settembre, che costituiscono la terza fiera più importante dell'Umbria, ed è stato ribadito il rapporto di proficua collaborazione con i commercianti, ricordando anche la recente istituzione di uno specifico tavolo di lavoro per la riqualificazione del centro storico attraverso il potenziamento dell'offerta e dei servizi, che potrà avere ricadute positive anche sulle attività commerciali che vi operano.

27/01/2014 14:43:29

Notizie » Editoriale Staus quo e innovazione a Umbertide

Passata la mini Imu senza che l’Amministrazione abbia assicurato alcunché (e nemmeno risposto alle domande sollevate) si va dritti dritti verso le elezioni di maggio e non crediamo, pertanto, che il Consiglio comunale e la Giunta nei prossimi tre mesi restanti possano assumere decisioni, che, però, sarebbero comunque necessarie. Il voltafaccia di Rifondazione comunista, partito di governo più che di lotta, è significativo al riguardo: l’unica cosa certa è la conservazione, lo status quo. Tutto rimane così com’è, come se le urgenze e le scelte di fondo non esistessero. Tuttavia sta arrivando il tempo delle primarie, il fuoco delle primarie, che apriranno non solo alla scelta dei candidati, ma dei programmi. E qui che vorremmo soffermarci. Sulle cose da fare, magari da realizzare con una nuova leva di politici e amministratori, competenti e motivati. Prima di tutto: la questione industriale e produttiva. Senza polemica, ma fare visita come fa l’Amministrazione solo alle aziende sembra un po’ poco; va bene per il marketing politico e la ricerca del consenso - a dir la verità, similsovietico -, ma basta semplicemente guardare. Si sa quali sono i problemi: mancano le decisioni. L’analisi c’è manca l’azione, si sarebbe detto un po’ di tempo fa. Il tema semmai è il seguente: quale politica industriale, quali investimenti pubblici sulle infrastrutture, sulla formazione e sull’innovazione. A proposito di innovazione. A metà degli anni novanta si inaugurò ad Umbertide una politica centrata sull’ITT  (Centro  per l'innovazione ed il trasferimento  tecnologico) poi lasciato morire dalla Giunta nel 2005. Si era imboccata allora una via all’avanguardia e con enormi potenzialità, ma si è voluto, per ragioni ancora nascoste, cancellare quell’esperienza. Invece è da lì che bisognerebbe ripartire: nel nostro quadro produttivo, giocato essenzialmente sull’indotto (con tutti i pericoli che corre), soltanto la valorizzazione delle potenzialità tecnologiche darebbe respiro ad un sistema che non è ancora, appunto un sistema. Dunque: superiamo lo status quo e proviamo, con coraggio, a soluzioni creative, ma produttive.

25/01/2014 16:30:34

Notizie » Economia Tabacco: accordo per 20mila tonnellate

Rinnovata a Città di Castello, la collaborazione tra JTI (Japan Tobacco International) e il Consorzio TTI (Trasformatori Tabacco Italia). La cerimonia, che ha previsto la sigla di un nuovo accordo biennale per l’acquisto di oltre 20 mila tonnellate di tabacco Virginia, si è svolta alla presenza di Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria,  Paul Neumann, Senior Vice-President Global Leaf di JTI, e Franco Domini, Presidente del Consorzio TTI. La JTI, dunque, continua ad investire sul territorio italiano e i termini principali del nuovo accordo prevedono che essa si impegni per: l’acquisto di tabacco Virginia dai distretti umbro e veronese, nonché toscano e laziale, per una quantità di circa 20 mila tonnellate in foglia; lavorare con TTI e OPTA (Organizzazione Produttori Tabacco) per ridurre al minimo i costi della filiera, massimizzando la competitività del tabacco italiano rispetto agli altri Paesi produttori; lavorare a stretto contatto con agricoltori e trasformatori per migliorare la qualità del tabacco italiano e massimizzando l’efficienza del processo produttivo. Nell’ambito di questo rapporto di collaborazione JTI, lo scorso giugno, ha anche riconosciuto ai tabacchicoltori un compenso economico supplementare rispetto a quanto concordato, in considerazione dell’aumento dei costi di produzione dovuti, in particolare, all’aumento del prezzo del carburante e alle condizioni meteo avverse. Si tratta di un sodalizio, iniziato nel 2012, che ha permesso finora di raggiungere risultati ambiziosi, garantendo lavoro a oltre 1.000 operatori impegnati nella coltivazione, raccolta e lavorazione di oltre 10 milioni di kg di tabacco ogni anno, per un volume d’affari che si aggira tra i 35 e i 40 milioni di euro. L’obiettivo è sempre quello di coinvolgere in maniera diretta i coltivatori, per garantire continuità al settore e alla filiera del tabacco in Italia e per pianificare le dimensioni delle colture. In questo modo sarà possibile fornire loro garanzie sul mercato legato alla produzione e mantenere uno scambio costante di comunicazioni sulle buone pratiche colturali, per massimizzare la qualità dei prodotti in foglia. Con il rinnovo dell’accordo – ha dichiarato Paul Neumann, Senior Vice-President Global Leaf di JTI – diamo seguito a un impegno che ha già portato nell’ultimo anno risultati estremamente positivi. Si tratta di un sostegno che rilanciamo in modo più che mai convinto e che offre la possibilità da un lato di valorizzare, come merita, la qualità del prodotto italiano e dall’altro di salvaguardare migliaia di posti di lavoro all’interno di uno scenario economico così delicato come quello che l’Italia vive attualmente. Crediamo sia fondamentale garantire continuità in modo da permettere ai coltivatori di pianificare le produzioni in anticipo e in maniera più sicura.” Franco Domini, Presidente di TTI ha espresso “la viva soddisfazione per la rinnovata fiducia ricevuta da JTI che, con la proroga dell’accordo di fornitura, assicura continuità operativa e sbocco commerciale ai coltivatori di tabacco ed occupazione per i numerosi lavoratori coinvolti nel progetto.”

25/01/2014 06:49:18

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy