Notizie » SLIDER Piano del Comune per il parco della Garibaldi

Il Parco della scuola Garibaldi sarà presto oggetto di un intervento di manutenzione del verde mentre sul fronte sicurezza è stata disposta la chiusura dei cancelli alle ore 19 ed è stata evidenziata la necessità di installare telecamere di videosorveglianza. E' quanto affermato dall'assessore con delega alla Polizia Municipale Paolo Leonardi in risposta all'interrogazione presentata dal Movimento Cinque Stelle e da Umbertide Cambia sulle condizioni del parco. “Il Parco delle scuole Garibaldi è un'importante area verde estremamente frequentata soprattutto nell’orario pomeridiano – ha affermato l'assessore Leonardi – Per  incentivare l’utilizzo del parco pubblico da parte dei bambini e giovani è stato da tempo realizzato un campo da basket e sono stati installati vari giochi, oggetto, nel corso degli anni, di interventi di manutenzione e che in alcuni casi sono stati anche rimossi per evitare l'insorgere di situazioni di pericolo. Tuttora vengono intraprese attività di manutenzione dello scivolo e delle altre attrazioni ludiche, e prossimamente verrà rinnovata anche la manutenzione del verde. Visto l'elevato numero di frequentatori, - ha continuato Leonardi - sono stati registrati anche utilizzi scorretti del parco, come l'imbrattamento delle mura scolastiche e l'abbandono di rifiuti sul suolo pubblico, e a questo proposito l'Amministrazione ha provveduto a sollecitare Gesenu alla massima attenzione nella pulizia dell'area. In merito alla sicurezza, il parco è oggetto di controlli durante l’orario di apertura da parte della Polizia Municipale e degli altri operatori di polizia al fine di impedire il verificarsi di fatti illeciti; una società di vigilanza appositamente incaricata procede inoltre alla chiusura dei cancelli e all’allontanamento delle persone presenti oltre il termine di apertura dell’area verde. In considerazione delle segnalazioni ricevute, è stata disposta la chiusura dei cancelli alle ore 19; in ogni caso il parco risulta essere un'area sensibile, molto frequentata, che necessita dell’installazione di telecamere di videosorveglianza”. 

08/01/2015 14:28:24

Notizie » SLIDER Il sindaco Locchi traccia il bilancio del 2014

Si è tenuta questa mattina la conferenza stampa di fine anno dell'Amministrazione Comunale di Umbertide. Erano presenti il sindaco Marco Locchi e gli assessori Ferrazzano, Montanucci, Tosti, Leonardi e Violini che hanno tracciato il bilancio dei primi sei mesi di attività dell'Amministrazione Comunale ed illustrato i progetti in programma per il 2015. “Il 2014 è stato caratterizzato da una serie di eventi importanti, riguardanti i diversi ambiti di azione dell'Amministrazione, - ha spiegato il sindaco Locchi – a partire dai lavori pubblici che hanno visto il completamento della riqualificata struttura dell'ex tabacchi, l'inaugurazione del nuovo spazio per la musica presso il Centro San Francesco, l'adeguamento sismico della scuola di Pierantonio e il rifacimento delle piazze di Preggio. Ma il 2014 è stato un anno importante anche sul fronte dell'ambiente, come dimostra il riconoscimento che abbiamo ricevuto da Legambiente come Comune riciclone, e sul sociale che ha visto partire progetti innovativi come quello sulla comunicazione aumentativa alternativa. In campo sportivo sono stati celebrati i 100 anni della Tiberis e i 50 anni del Basket Fratta e ci siamo avviati verso una nuova concezione delle strutture sportive con lo stadio Morandi che sta diventando sempre più una struttura polivalente e che oltre che per il calcio, viene utilizzata anche per il judo e l'atletica. Inoltre l'anno appena concluso è stato caratterizzato dall'organizzazione di numerosi eventi e momenti aggregativi, che hanno interessato sia il centro storico che le frazioni, e sempre nel 2014 si è tenuta la prima edizione della Marcia per la pace Serra-Penetola in occasione del 70esimo anniversario degli eccidi. Con il 2014 si è chiuso un anno difficile, a causa dei continui tagli alle risorse destinate ai Comuni, difficoltà che i membri della Giunta, così come i dipendenti dei vari uffici comunali, hanno saputo fronteggiare al meglio, dimostrando dinamismo e professionalità. Nel 2015 continueremo ad operare nell'interesse dei cittadini, ponendo la massima attenzione nella delicata materia della tassazione, proseguiremo  nel rapporto diretto e costante che si è venuto a creare con le aziende locali alle quali offriremo tutto il nostro supporto, punteremo su settori cruciali per lo sviluppo del nostro territorio come il turismo, con iniziative di valorizzazione e promozione della  città, e il commercio nell'ottica di dare vita ad una rete tra le attività della città che sappia fare sistema, continueremo ad investire sul sociale e a tutelare il nostro sistema sanitario. Proprio per quanto riguarda la sanità il 2015 vedrà la realizzazione di importanti interventi di riqualificazione e potenziamento dei servizi offerti presso l'ospedale cittadino con l'entrata in funzione dei nuovi posti letto adibiti alla Rsa, l'acquisto di nuove apparecchiature tecnologiche a partire dalla Moc e l'adeguamento del reparto di Radiologia, e si procederà anche con l'eliminazione delle barriere architettoniche lungo il percorso che collega il nosocomio al centro storico. In merito ai lavori pubblici, prenderanno il via i lavori per il consolidamento e l'adeguamento alla normativa antisismica del palazzo comunale; si procederà all'ampliamento del cimitero di Pierantonio mentre è in previsione anche l'ampliamento di quello di Umbertide; si provvederà alla sostituzione degli infissi presso le scuole medie Mavarelli-Pascoli mentre siamo in attesa di ulteriori finanziamenti per procedere alla messa in sicurezza di altri edifici scolastici; verrà poi inaugurato l'intervento di valorizzazione dell'area Sic dei Monti Acuto e Corona; sarà completata la realizzazione della pista ciclo-pedonale lungo il fiume Tevere che collegherà l'Altotevere fino a Ponte San Giovanni. Sempre sul fronte ambientale, daremo avvio, in una zona del territorio comunale, alla sperimentazione della tariffa puntuale al fine di andare verso ad un sistema di tariffazione della nettezza urbana più equo e, grazie all'applicazione del Peac, punteremo a ridurre i consumi energetici e ad incrementare il ricorso alle rinnovabili e a questo proposito è prevista l'installazione di pannelli fotovoltaici sulla copertura dell'ex tabacchi.  Dalla seconda metà del 2015 Umbertide sarà dotata della banda larga che consentirà a cittadini ed imprese di usufruire del collegamento veloce ad internet mentre sul fronte sicurezza provvederemo all'installazione di telecamere di videosorveglianza. Infine il 2015 vedrà anche l'avvio del progetto di riorganizzazione dell'amministrazione comunale, parallelamente alla revisione dello Statuto e del Regolamento comunali, in un'ottica di amministrazione sempre più trasparente, semplificata e digitalizzata”.

07/01/2015 14:24:50

Notizie » Politica Occupazione e sviluppo: le proposte del Pd di Umbertide

Riceviamo e pubblichiamo dal Partito Democratico di Umbertide Il governo ha varato un piano di riforma del lavoro, il cosiddetto “jobs act”, che mira ha un radicale cambiamento del mercato del lavoro, all’allargamento della platea dei tutelati da CIG e assegno di disoccupazione, al disboscamento della selva contrattuale grazie all’inserimento del cosiddetto “contratto unico a tutele crescenti”. Questo ha portato purtroppo ad un dibattito lacerante all’interno del mondo della sinistra, solcando una distanza tra l’azione del governo e l’azione del sindacato, da cui larga parte dei nostri militanti e del nostro elettorato si sente rappresentato. E' del tutto evidente che, se da una parte l’azione del governo è da plaudire in quanto prova finalmente a dare una scossa riformatrice al mercato del lavoro che tanta precarietà ha portato ad una intera generazione di italiani, non basta cambiare o abolire una norma o agire sulla leva fiscale per creare nuovi posti di lavoro se non si accompagnano queste scelte con un piano per la crescita e lo sviluppo che possa creare nuove prospettive e opportunità di lavoro. Nella consapevolezza che non esistono soluzioni taumaturgiche e miracolistiche, il nostro compito come forza di governo, locale e nazionale, è quello da un lato di dare risposte ai problemi contingenti delle persone (sistema dei sevizi e degli ammortizzatori sociali) e degli attori economici (semplificazione burocratica, incentivazioni fiscali,…) e dall’altro di proporre interventi sistemici (innovativi e coraggiosi) capaci di rendere competitivo, all’interno del quadro europeo e mondiale, il sistema economico e produttivo del paese sottolineando che aver scelto la via della compressione dei salari e delle retribuzioni in genere (la “svalutazione interna” a fronte della moneta unica) non ha reso il paese più competitivo, ma più povero e sempre più ingiusto. Di seguito si riportano per sommi titoli alcuni dei temi che saranno oggetto di importanti approfondimenti da parte del Partito Democratico di Umbertide al fine di coinvolgere attivamente l’Amministrazione nella sua azione di governo della città:  - Pubblica Amministrazione (a tutti i livelli) efficiente e rapida nelle risposte. Le imprese hanno bisogno di un servizio pubblico efficiente, economicamente vantaggioso e di alta qualità, in cui le decisioni vengano prese senza indebiti ritardi ed in cui vi sia certezza e stabilità per quanto riguarda le leggi e la durata delle procedure (i costi amministrativi sulle imprese sono pari al 4,6% del Pil ). · I Piani di Governo del territorio. PGT e strumenti di programmazione urbanistica giocano un ruolo fondamentale nel definire le prospettive e le potenzialità dello sviluppo economico e sociale. · Tutela, conservazione, valorizzazione dellAmbiente: un piano per il Turismo. Noi siamo il cuore verde d’Italia. La nostra Regione è probabilmente ancora un diamante allo stato grezzo, con inespresse capacità di attrattive turistiche-economiche. In particolare il nostro territorio si trova posizionato al centro di un polo di interesse naturalistico e culturale unico, risultando ottimamente collegato con territori quali Gubbio, Perugia, Città di Castello, Assisi e il Lago Trasimeno. Senza considerare le nostre stupende campagne, che da sole già ad oggi attraggono turisti da ogni parte d’Europa e del mondo. · L'occupazione femminile Input essenziale per il processo di crescita e sviluppo del nostro Paese deve essere messo al centro dell'economia, della società, della politica, delle pratiche aziendali. · Green economy Risparmio energetico, nuove tecnologie, energie rinnovabili, riciclaggio e smaltimento rifiuti, Edilizia Green,… Capitolo a parte merita di essere la problematica del lavoro giovanile. La centralità del progetto di recupero e ripartenza della nostra economia non possono che essere i giovani. E non possono che esserlo davvero!! Troppe volte si è fatto di questo tema una bandiera senza affrontare con le giuste misure il problema. Di concerto con la Regione Umbria il nostro partito intende dare piena visibilità e attuazione al progetto “Garanzia Giovani”. Si tratta di un progetto coordinato dall’Unione Europea che coinvolge i paesi dove la disoccupazione dei giovani, che non studiano ne lavorano, supera il 25%. Il progetto si propone di fare da trait d’union tra i ragazzi in cerca di occupazione e il mondo del lavoro. Per ogni ragazzo che aderirà sarà calendarizzato un incontro con operatori specializzati nei Centri per l’Impiego provinciali, con i quali poter valutare il percorso formativo e attribuire un punteggio di possibile occupazione, tramite criteri standardizzati, di ogni candidato. La profilazione ed il corrispondente punteggio indirizzano quindi il ragazzo verso step successivi, che possono andare dal corso di formazione (per poter integrare il proprio curriculum per meglio rendersi fruibili al mondo delle imprese) fino ad un percorso per diventare esso stesso imprenditore. Da qui bisogna ripartire, nella consapevolezza delle difficoltà e del duro lavoro che ci aspetta. Il Partito Democratico di Umbertide sarà al fianco dell’Amministrazione della nostra città in questo arduo compito, anche con i nostri rappresentanti istituzionali, ad ogni livello. La sfida è grande, come grande è il nostro impegno nel superarla.

07/01/2015 11:54:16

Notizie » SLIDER Festa per i 50 anni del ritorno dei frati a Santa Maria

Si è concluso questa mattina con la celebrazione della santa messa il cinquantenario del ritorno dei frati francescani alla Parrocchia di Santa Maria della Pietà di Umbertide. Era infatti il 4 gennaio del 1964 quando, a  cento anni di distanza dall’allontanamento dei frati a seguito della soppressione, nel 1864, degli ordini religiosi, i francescani tornarono a guidare la comunità parrocchiale di Santa Maria, diventando presto un punto di riferimento per tutta la comunità umbertidese.  Oltre ad occuparsi della vita religiosa, i frati francescani hanno infatti avuto, e continuano tutt’ora  a svolgere, un ruolo importante anche nella vita sociale, ricreativa, culturale e sportiva della comunità, contribuendo alla crescita, spirituale e non solo, di intere generazioni. Quelle generazioni che  questa mattina si sono ritrovate nella Chiesa di Santa Maria per prendere parte alla solenne messa che ha concluso i festeggiamenti per i 50 anni del ritorno dei frati in città. La funzione religiosa è stata officiata dal vescovo mons. Mario Ceccobelli, insieme al vescovo emerito mons. Pietro Bottaccioli; erano presenti anche il Padre provinciale dei frati minori dell’Umbria padre Claudio Durighetto e i parroci che negli anni si sono succeduti nella guida della parrocchia. Alla messa ha preso parte, insieme ai numerosissimi fedeli, anche l’on. Giampiero Giulietti che ha sottolineato l’importanza che la presenza dei frati ha avuto per la comunità umbertidese.

04/01/2015 14:32:50

Notizie » Politica M5S: confusione con Webred

Riceviamo e pubblichiamo FUSIONE E CONFUSIONE In un’ottica di razionalizzazione e semplificazione degli operatori dei sistemi informativi della Regione avviene la fusione tra le ditte, partecipate da enti pubblici, Webred spa e Centralcom spa e la loro trasformazione nel Consorzio Umbria Digitale scarl., almeno questo è quello che si vorrebbe far passare con tale riorganizzazione, approvata in Regione il 12/11/13 e affrontata anche nel nostro  Consiglio comunale. Ma cos’è Webred? E cos’è Centralcom? Webred è la società regionale che si occupa dello sviluppo informatico e fornisce servizi informatici ad Aziende sanitarie e Comuni. Centralcom è anch’essa  una società interamente pubblica (51% della Regione il restante ai 5 maggiori Comuni della Regione) e si occupa della realizzazione e della gestione di reti di comunicazione elettronica, e relativa erogazione dei servizi, per intendersi è la società che è impegnata nella posa di una rete di fibra ottica in Umbria. Due società che pur avendo delle solide basi pubbliche non pare abbiano saputo eccellere nel proprio campo, la nuova società che sorgerà da questa unione non sembra dunque partire con le migliori premesse, né garantire alte aspettative. I processi di riordino dovrebbero seguire logiche di semplificazione, di riorganizzazione  della spesa, e di miglioramento delle prestazioni,  ma non si comprende  qual è la linea seguita qui:  questo processo comporterà una riduzione dei costi? Un’ottimizzazione del servizio?  Nella nota della Regione si parla solo di fusione e riunificazione in un unico soggetto, insomma da 6 società si passerà a 3, ma molto probabilmente la sostanza non cambierà. La nostra sensazione è che si vogliano tenere in piedi certe strutture che hanno sempre assicurato un ampio consenso  danneggiando però  le casse pubbliche, in questo caso dei Comuni; perché  attraverso la stipula di convenzioni  sono i Comuni a mantenere i dipendenti, probabilmente  sovrabbondanti rispetto alle reali esigenze. Viene da chiedersi se tutto ciò sarà meno costoso e più efficiente (ma non a parole, con dati certi), considerato tra l’altro  che le aziende partecipate  nella maggioranza dei casi non godono di una buona disponibilità economica  e la Regione è sempre più spesso chiamata ad interventi finanziari di urgenza. Insomma si preferisce vendere qualcosa che funziona  come AIMET ed entrare, anzi mantenersi, invece nel solito apparato. Il settore dei servizi pubblici locali va trattato con molta attenzione poiché, sia in una prospettiva di privatizzazione che di mantenimento del pubblico, certe scelte potrebbero avere ricadute pesanti sui bilanci locali. Magari un percorso di partecipazione  sarebbe stato gradito. Movimento 5 Stelle

03/01/2015 23:23:53

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy