Notizie » SLIDER Umbertide ha ricordato il suo Eroe

Si è svolta oggi pomeriggio la cerimonia di commemorazione per la morte di Donato Fezzuoglio, il giovane carabiniere ucciso il 30 gennaio del 2006 nel tentativo di sventare una rapina ai danni della filiale della Monte dei Paschi di Siena. In via Andreani, nel luogo in cui l'appuntato perse la vita, autorità civili, autorità militari, familiari e amici di Donato si sono ritrovati per ricordare il sacrificio del loro eroe. Erano presenti il sindaco Marco Locchi con la fascia tricolore , i vertici dell’Arma dei Carabinieri, tra cui il comandante della Legione Carabinieri Umbria generale di brigata Roberto Boccaccio, il comandante provinciale di Perugia colonnello Cosimo Fiore, il comandante della compagnia di Città di Castello capitano Alfredo Cangiano e il comandante della stazione di Umbertide maresciallo Antonio Raganato, la vedova di Fezzuoglio, Emanuela Becchetti con al petto la medaglia d'oro al valor militare alla memoria consegnatale dall'ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il figlio Michele e il fratello Mario. Sulle note del silenzio è stata quindi deposta una corona di alloro ai piedi della lapide che in via Ardreani ricorda Donato, “fulgido esempio di eroismo, di elette virtù militari ed altissimo senso del dovere, spinti fino all’estremo sacrificio”. Al termine della cerimonia civile, si è svolta la cerimonia religiosa con la celebrazione della santa messa officiata dal vescovo mons. Mario Ceccobelli presso la Chiesa di Cristo Risorto. “Oggi è il giorno del dolore e del ricordo – ha affermato il sindaco Locchi – Per il nono anno consecutivo Umbertide commemora il suo eroe, quest'anno con un po' di sollievo in più, dal momento che ad ottobre la Corte d'Appello ha confermato l'ergastolo per i suoi assassini. Con questa condanna non potremo certo far tornare in vita Donato, ma potremo finalmente mettere la parola fine su una vicenda che ha segnato tristemente la storia della nostra comunità”.

30/01/2015 19:49:00

Notizie » SLIDER Tavolo per lo sport educativo

Il Tavolo per lo Sport educativo. E’ la richiesta che emerge con decisione dal gruppo consiliare Umbertide cambia, che sollecita l’Amministrazione ad attuare, appunto attraverso il Tavolo, una azione mirata e collaborativa rivolta in particolare alle attività sportive giovanili. “Occorre una nuova politica per lo sport – afferma Stefano Conti – Consigliere Comunale di Umbertide cambia – che parta dalla considerazione e dalla valorizzazione delle attività giovanili di tutte le discipline. Dobbiamo costruire le condizioni attraverso le quali la pratica sportiva giovanile possa essere al tempo stesso formativa e competitiva ed abbia in sé un approccio sociale ed agonistico. L’investimento sui giovani e sulla loro educazione – aggiunge Conti - giustifica anche un impegno economico dell’Amministrazione a sostegno della pratica sportiva. Il tavolo inoltre consentirebbe di mettere in sinergia l’impegno educativo dei vari attori: società sportive, associazioni, scuole, realizzando una rete che potrebbe dare una risposta molto più coerente ed efficace ed essere di supporto alle famiglie. C’è però una condizione di fondo che deve essere rispettata - sottolinea il consigliere di Umbertide cambia: il Tavolo non deve essere strumentalizzato dall’Amministrazione per fini politici o elettorali. L’iniziativa sportiva deve condividere una strategia, che è politica, ma nel pieno della libertà di ogni società e di ogni gruppo”.  “Umbertide – afferma ancora Stefano Conti – ha una grande ricchezza in termini di impiantistica e di tradizione sportiva. Ha anche delle eccellenze vere, che debbono però rappresentare la punta dell’iceberg che sta sotto e che è la vera, solida base del movimento sportivo. Appunto l’attività giovanile. Altrimenti si rischia di buttare impegno, sacrifici sportivi e denari su avventure che dopo pochi anni finiscono, lasciando un vuoto”.   Umbertide cambia

29/01/2015 09:21:25

Notizie » Politica Commissione di controllo e garanzia: richiesta dal M5S

Riceviamo e pubblichiamo Consiglieri del M5S chiedono l'istituzione di una Commissione consiliare permanente di controllo e garanzia, la cui Presidenza spetta alla minoranza, così come previsto dal Testo Unico Enti Locali. Tale Commissione esercita funzione di controllo e di verifica dell'attività amministrativa dell'Ente, sul funzionamento del Comune e sulle Aziende controllate o partecipate dallo stesso, tra l'altro è istituita in quasi tutti i Comuni con popolazione superiore ai 15mila abitanti. La sua creazione rappresenterebbe il primo passo verso quel percorso di trasparenza e democraticità di cui tanto si è parlato in campagna elettorale, ma riguardo al quale ancora tanto poco è stato fatto. Ci chiediamo come mai non si sia sentita in passato la necessità di istituire questa commissione, strumento di garanzia per le opposizioni e di controllo sull’attuazione delle linee programmatiche dell’Amministrazione. Considerata la varietà politica presente attualmente in Consiglio Comunale, ci pare opportuno che si inizino ad usare tutti gli strumenti necessari alle minoranze per poter esercitare al meglio il ruolo di opposizione, indispensabile in qualsiasi regime democratico. Il nostro Statuto comunale, così come il nostro regolamento consiliare, mostrano debolezze e carenze in merito, è dunque arrivato il momento di sanarle affinché ci sia una reale volontà al dibattito e al confronto politico, oltre che una maggiore trasparenza negli atti posti in essere dall’Amministrazione. D’altronde il fine che ci accomuna dovrebbe essere lo stesso per tutti: il miglioramento del nostro Comune e la vita dei suoi cittadini. Il Sindaco si porrà in prima fila nel cercare di porre rimedio ad una tale mancanza istituzionale, un buco democratico che non può passare nell’indifferenza di chi si proclama paladino della trasparenza? Movimento 5 Stelle Umbertide

28/01/2015 19:17:13

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy