Cultura » Mostre Sabato 17 giugno alla Rocca di Umbertide al via la mostra fotografica ''Immaginare l'Italia''

Si intitola "Immaginare l’Italia", la mostra fotografica collettiva in programma dal 17 giugno al 23 luglio prossimi presso il Centro per l’Arte Contemporanea di Umbertide. Dopo "Imaginando Cuba", in cui gli sguardi di fotografi cubani venivano messi a confronto con quelli di fotografi italiani e statunitensi, la stessa prospettiva critica viene impiegata dalla curatrice Carmen Lorenzetti nell’approfondimento dell’immagine dell’Italia attraverso fotografie e video. Specializzata nello studio delle Arti Multimediali e dell’Arte Contemporanea, di cui scrive anche in riviste di settore, Carmen Lorenzetti è docente ordinario all’Accademia di Belle Arti di Bologna, dove insegna Storia dell’Arte Contemporanea e Ultime Tendenze delle Arti Visive. E’ curatrice di diverse mostre in Italia e all’estero. La mostra "Immaginare l'Italia" un’indagine sulla maniera in cui viene rappresentata l’identità del nostro Paese, nel confronto fra gli sguardi interni degli italiani e quelli esterni degli americani rispetto al nostro territorio; un confronto dal quale trapela come le opere degli esterni siano maggiormente collegate ai simboli per cui la nostra storia e la nostra cultura sono note nel mondo e delle quali ripercorrono stereotipi e atteggiamenti contemplativi e compulsivi del turista per forza, le ermeneutiche di uno sguardo prospettico storicizzato, le glorie simboliche dell’arte. Fra gli scatti esposti, alcuni sono caratterizzati da uno sguardo documentario, per quanto ironico e consapevole, nel ritratto del reale nella sua prosaicità e quotidianità. Le opere degli italiani riguardano anfratti più nascosti, ricerche legate a luoghi storici lasciati in desolante obsolescenza od alle architetture civili delle periferie urbane ma anche momenti che riguardano riflessioni politiche e sociali che contribuiscono a lasciare un ricordo preciso di un’epoca e di un’atmosfera squisitamente italiane. Gli artisti sono personalità di spicco nel panorama culturale italiano e internazionale, spesso professori universitari, richiesti in mostre in tutto il mondo, vincitori di premi prestigiosi. Di seguito l’elenco: Davide Bramante, Silvia Camporesi, Gianni Gosdan, Marcantonio Lunardi, Roberto Marchese, Marco Signorini, Roberto Bocci, Tim Davis , Matthew Monteith , Reynold Reynolds,William Wylie.

15/06/2017 16:03:08 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica UMBERTIDE CAMBIA: ''GENTILE DOTT.SSA RANUNCOLI (SEGRETARIA DEL PD), PRIMA DI PRETENDERE RISPETTO OCCORRE ESSERE RISPETTOSI''

Riceviamo e pubblichiamo Gentile Dott.ssa Ranuncoli, è giusto che Lei pretenda ed esiga rispetto. Lo chiediamo anche noi, soprattutto in Consiglio Comunale e nei pochi momenti istituzionali nei quali ci è concesso di discutere. Ma prima bisogna essere rispettosi. Le affermazioni riportate nel comunicato da Lei citato, se ben legge, sono del nostro Presidente, Gianni Codovini. Quindi un nome c’è. Ne aggiungiamo altri: Claudio Faloci, Luigino Orazi, Stefano Conti. Cioè il gruppo consiliare di Umbertide cambia. Una lista civica nata al di fuori dei partiti ed oltre i perimetri politici tradizionali con l’intento di elevare il livello di confronto politico ed amministrativo del nostro paese. Se per lei è presunzione, per noi è una innovazione positiva, ma soprattutto uno sforzo quotidiano di studio, di confronto, di trasparenza e di proposta. Noi sulle cose che stiamo facendo ci mettiamo sempre la faccia, assumendo le nostre responsabilità. Quando l’Amministrazione Giulietti ha ceduto uno e più lotti all’Associazione Islamica era ben consapevole del progetto che, legittimamente, ci stava dietro, ma si è ben guardato dal parlarne con la cittadinanza. Perché? Ora Lei scarica su questa Amministrazione la responsabilità di aver mal gestito la vicenda: premesso che non ci sembra corretto, comunque anche Lei è parte di questa Amministrazione. Cosa ha fatto per evitare questo “errore”? Cosa intende Lei quando afferma, sempre in merito alla Moschea, che la discussione è stata strumentalizzata dalle opposizioni. Non è forse vero che Umbertide cambia per primo ha reso pubblica l’iniziativa, che ha portata più volte il confronto in Consiglio Comunale (suscitando anche da Lei sbuffetti ironici), che ha presentato una proposta di “patto di cittadinanza” con le comunità straniere, da voi regolarmente bocciata? Chi lega il tema sicurezza soltanto all’immigrazione? Non noi. Dov’era Lei quando i suoi Sindaci parlavano e parlano di una Umbertide come isola felice (anche nel tema da Lei richiamato sullo spaccio di stupefacenti, per esempio)? Non è questa strumentalizzazione? Meglio manipolazione della realtà? Un politico per prima cosa deve prendere atto della realtà proprio per cambiarla. La retorica della forza (troverete “pane per i vostri denti”), senza essere accompagnata da proposte e azioni, mostra mancanza di idee. E cosa intende, ammonendo i cittadini in “buona fede”, quando afferma che le fiaccolate, cioè la nostra iniziativa “Per la sicurezza”, sono “strumentali”? Continua, purtroppo, a confondere la critica e il dissenso con la demonizzazione dell’avversario. Come da vecchia tradizione, appunto.  Vede dott.ssa Ranuncoli, comportamenti istituzionali, atteggiamenti, linguaggi comunicativi rivelano una “cultura”. Quella che sta dimostrando Lei non è per ora diversa da quello “stile” che sta soffocando Umbertide da 70 anni, contro il quale noi stiamo combattendo giorno per giorno, una battaglia di emancipazione, di sviluppo, di crescita culturale. Anche cercando di stimolare le risorse che il PD locale propone, soffocate da logiche interne chiuse e personalissime. Perché il consenso in politica si raggiunge prima di tutto con l’educazione, l’umiltà, il saper ragionare criticamente con la propria testa. Questa l’idea di fondo che ci spinge, come persone e come movimento, con forza e determinazione a combattere a testa alta una battaglia civica per il bene della nostra comunità, contro logiche spesso legate ad interessi particolari e non generali. Ci auguriamo di trovarla dalla nostra parte. Umbertide merita molto di più. Buon lavoro anche a Lei.                                                                                                                                                Umbertide cambia

15/06/2017 13:33:52 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica M5S Umbertide: ''Acqua Bene Comune?''

Riceviamo e pubblichiamo Il Movimento 5 Stelle ha chiesto al Sindaco di Umbertide un intervento in merito alla situazione che sta interessando molti utenti di Umbra Acque. Si lamenta un disservizio a causa di bollette con importi molto alti a causa di ritardi di Umbra Acque nell'emettere fatture. A fronte di ciò gli utenti per avere spiegazioni e cercare una soluzione hanno preso d'assalto l'unico sportello presente ad Umbertide che oltretutto è aperto un solo giorno a settimana e mezza giornata. Il nostro Comune deve vigilare perché ci sia un ottimale servizio e fare sì che i cittadini non debbano subire questo tipo di trattamento. Secondo un'analisi effettuata dal Comitato Umbro Acqua Pubblica da quando i comuni dell'ATI 1 (tra questi Umbertide) e ATI 2 dell'Umbria hanno affidato la gestione del servizio idrico ad Umbra Acque spa (partecipata dalla multinazionale ACEA e quindi dalla francese SUEZ) vi è stato un aumento anno dopo anno delle tariffe. Sempre secondo il Comitato gli aumenti tariffari nel 2016 sono stati del 5,5% e nel 2017 ben il 12,1% e si prevedono ulteriori aumenti in base a quello che è il piano tariffario messo in campo al momento dell'affidamento della gestione idrica ad Umbra Acque (previsto per il 2018 del 8,4% e per il 2019 del 10,5%). Il M5S ha chiesto al Sindaco che intervenga affinché si faccia portavoce dei disagi che i vari utenti umbertidesi stanno vivendo in questo momento e provveda perché l'azienda emetta nuove fatture con possibilità di rateizzazione. D'altronde se la stessa azienda non ha emesso bollette per tanto tempo generando poi questi importi salatissimi, non devono certo farne le spese i cittadini. Oltretutto viste le lunghissime file che si stanno formando allo sportello, si è chiesto che venga riportata a due giorni settimanali l'apertura dello sportello. E pensare che, secondo l'amministrazione, l'intervento del privato nella gestione del servizio idrico avrebbe dovuto garantire efficienza!  

15/06/2017 12:05:27 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy