Attualità » Primo piano Ruba nell'appartamento dei vicini, arrestata 33enne

I militari della Stazione di Bevagna hanno arrestato in flagranza di reato una donna per un furto commesso a Bevagna. Il raid è avvenuto in un appartamento del condominio dove la donna abita, approfittando dell'assenza dei vicini. A far scattare il blitz dei Carabinieri è stata la segnalazione di un’altra condomina che, affacciandosi alla finestra, ha notato la sua vicina scendere, con l’ausilio di una scala, dal balcone dell’appartamento al piano rialzato, poi risultato derubato. Nel vedere ciò la condomina ha urlato alla donna chiedendole cosa stesse facendo e quest'ultima, vistasi scoperta, si è precipitata in fretta giù dalle scale per rientrare di corsa nel suo appartamento. Tale comportamento oltremodo sospetto ha spinto la donna a chiamare i carabinieri che sono immediatamente giunti sul posto ed hanno notato la persona segnalata uscire a passo spedito dal suo appartamento portando con se un sacchetto di spazzatura. Intuito subito che quel sacchetto potesse contenere refurtiva proveniente dall’appartamento della vicina “appena visitato”, i militari lo hanno fatto svuotare rinvenendo all’interno, mischiato fra i rifiuti domestici, un pacchetto di caramelle contenente alcuni monili in oro e brillanti di cospicuo valore. I proprietari di casa una volta rientrati, pur nella stupore di constatare di essere stati derubati dalla loro vicina di casa, hanno espresso gratitudine ai Carabinieri per essere tornati subito in possesso dei loro gioielli che tra l'altro hanno per loro un particolare valore affettivo. L’arrestata invece, italiana 33enne del luogo, al termine delle formalità di rito, è stata sottoposta al regime degli arresti domiciliari all’interno della sua abitazione.

21/03/2017 15:12:41 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Il progetto di Educazione alimentare dell'Istituto Da Vinci ottiene 33mila euro di finanziamento dal Miur

Riceviamo e pubblichiamo Il Progetto di Educazione Alimentare "A macchia d'olio" presentato dal Campus “L. da Vinci” di Umbertide al Bando nazionale - Ampliamento dell' Offerta Formativa Fondi ex Legge 440- passa la selezione nazionale con 85 punti su 100 ed ottiene l'intero finanziamento richiesto di 33.000 euro. Il Progetto affronta, con modalità didattiche innovative, il tema dell'educazione alimentare e dei corretti stili di vita e prevede il coinvolgimento di classi dei Licei, del Tecnico e del Professionale in attività che hanno al centro la coltura e cultura dell'olio: dall'informazione/formazione, alla coltura di olivi negli spazi verdi della scuola da riqualificare, alla creazione di un impresa simulata per la promozione dell'olio di produzione locale. Alle attività progettuali parteciperanno anche classi delle scuole del I Ciclo di Umbertide, tutte in rete con l’Istituto Superiore della città, per rendere più significativa l'azione educativa sul tema dell'alimentazione e corretti stili di vita a partire dai bambini. Grande soddisfazione della Preside e di tutta la comunità scolastica per questo nuovo successo che, considerata l'entità del finanziamento, contribuirà a sostenere la ricca progettualità dell'Istituto. "Sui fondi del MIUR, ex Legge 440, quest’anno era possibile per ogni scuola partecipare a tre dei numerosi Bandi nazionali emanati in autunno. Abbiamo inviato tre Progetti: due sono stati selezionati e finanziati con somme considerevoli. Quello sull’educazione stradale, primo nella classifica nazionale, con 35.000 euro e questo sull’educazione alimentare con 33.000 euro. Su tale tema la nostra scuola può vantare interessanti e pregevoli esperienze pregresse in tema di educazione alimentare, curate sia dalla Commissione Salute che dal Dipartimento di Scienze che dal gruppo di alunni della Peer Education, in stretta sinergia: questo risultato premia l'impegno di docenti ed alunni che lavorano da anni per diffondere tra i ragazzi l'importanza dell'educazione alimentare e dei corretti stili di vita" afferma la Preside. Si tratta, quindi, di un risultato di eccezionale rilievo che permetterà la realizzazione di una serie di iniziative sull’educazione alimentare che vanno dall’attività di ricerca scientifica e pluridisciplinare, a laboratori di gruppo, peer education, pubblicazioni, diffusione mediante web di materiali, ed eventi di divulgazione locali. In ognuna di queste fasi la partecipazione degli studenti sarà attiva e diretta, così che essi siano i primi fruitori ma anche gli attori principali del progetto stesso. L’esito della procedura di selezione nazionale testimonia anche l’ottimo lavoro svolto in fase di progettazione. I comportamenti alimentari e gli stili di vita, come noto, sono un aspetto rilevantissimo nella vita sociale delle fasce d’età in periodo scolastico, con fenomeni che talora sfociano in una casistica grave di devianze e patologie. Il Campus “L. da Vinci” da più anni dedica un’attenzione particolare a questi temi coinvolgendo famiglie, istituzioni, enti e associazioni del territorio che possano fornire un contributo in questa fondamentale opera di prevenzione ed educazione. Tale rete di soggetti, tutti coinvolti nel Progetto “ A macchia d’olio” potrà rafforzare, anche in continuità su tutti i gradi di scuola della città di Umbertide, lo sforzo finora profuso supportato anche dal significativo finanziamento a disposizione.    

20/03/2017 12:08:25 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Umbertide: la cultura al centro dell'attività dell'Amministrazione Comunale

Riceviamo e pubblichiamo Le esternazioni apparse sulla stampa in questi giorni relativamente all'offerta culturale ad Umbertide, avanzate dall'opposizione con il solo scopo di denigrare, ancora una volta, l'operato dell'Amministrazione, ci forniscono l'occasione per ricordare quanto negli ultimi anni è stato fatto nel settore cultura che, nonostante il difficile momento economico che costringe l'Ente a concentrare le poche risorse a disposizione su altri settori, ha saputo offrire ad umbertidesi e turisti numerose occasioni di elevato spessore e di indiscutibile rilievo. Inoltre negli ultimi anni si è assistito ad un incremento del numero dei visitatori, sia italiani che stranieri, nei musei della nostra città, ed in particolare al Centro espositivo per l'arte contemporanea della Rocca che è sempre più richiesta dagli espositori tanto che quest'anno è stata addirittura anticipato ai primi giorni di marzo l'avvio della stagione, e al Museo Santa Croce che recentemente è stato potenziato con l'inaugurazione della sezione archeologica e che sempre più spesso viene scelto dalle scuole come meta di gite ed uscite didattiche. Ma la cultura passa senza dubbio anche per la Biblioteca comunale che l'Amministrazione comunale ha deciso di potenziare sia incrementando gli orari di apertura sia riorganizzando il personale dipendente e che oggi è diventata un luogo molto frequentato non solo da studiosi e appassionati di lettura ma soprattutto da giovani e giovanissimi che si recano in biblioteca per studiare ed incontrarsi. E i numeri parlano da soli: dal 2014 al 2016 le presenze in biblioteca sono praticamente triplicate passando dai 3.144 accessi nel 2014 ai 9.123 dell'anno appena trascorso, così come sono notevolmente aumentati prestiti che nel 2016 sono stati 1.506. Inoltre sono sempre di più le attività svolte all'interno della biblioteca, dalla presentazione di libri alle letture per bambini promosse il sabato pomeriggio in collaborazione con l'associazione Insieme per. Se per alcuni la cultura ad Umbertide pare aver vissuto giorni migliori, di certo si dimenticano delle importantissime mostre che la nostra città ha ospitato negli anni e quelle che ospiterà nel corso del 2017 quando sono previste ben sette esposizioni, tra cui la mostra fotografica di Carmen Lorenzetti “Immaginando l'Italia” e la collettiva “Dalla pittura analitica. Origine e continuità” curata da Giorgio Bonomi. Inoltre dal 2004 ad oggi la Rocca è stata la location di numerose mostre di artisti di altissimo livello: da segnalare nel 2016 Leonardo Nobili (“Lacer-Azioni”), Giulia Gorlova (“Astrazioni interattive”) in collaborazione con le Ceramiche Rometti, Christy Astuy (“The intelligence of love”), la collettiva “Tre artiste” di Candida Ferrari, Francesca Della Toffola e Mirella Saluzzo curata da Giorgio Bonomi; nel 2015 Max Marra (“Materici equilibri” curata da Giorgio Bonomi, artista che ha partecipato anche alla Biennale di Venezia), Arturo Lozzi (“In bianco e nero”), Silvio Formichetti (“Evoluzione del silenzio” presentata da Vittorio Sgarbi alla Biennale di Venezia), la mostra “Cuba , in viaggio tra immagini e parole” curata da Carmen Lorenzetti, Accademia di Bologna e Ambasciata di Cuba; nel 2014 la mostra “Arte dell'Oriente cubano” sempre a cura di Carmen Lorenzetti, Accademia di Bologna e Ambasciata di Cuba, nel 2012 Fabrizio Clerici e Robbie Duff-Scott, nel 2011 la mostra su Cagli e quella sui fumetti di Arturo Lozzi, nel 2010 la mostra fotografica di Peppe Cecchetti “Parigi follemente” e gli arazzi di Scassa, nel 2009 i disegni di Corrado Cagli, nel 2008 la mostra sui grandi maestri del XX secolo. Inoltre tra i tanti altri eventi da segnalare anche l'esposizione delle Sculture da Vestire alla quale era presente il critico d'arte Vittorio Sgarbi, le mostre sul Signorelli e il Pomarancio, le esposizioni dedicate alle Ceramiche Rometti, l'iniziativa “Gusta la Cultura”, connubio tra arte e ed enogastronomia che ha visto anche la presenza del famoso studioso di arte rinascimentale italiana Tom Henry che ha relazionato sul Signorelli. Queste sono solo alcune delle iniziative culturali che hanno animato la nostra città negli ultimi anni, a dimostrazione di come la cultura ad Umbertide non solo sia viva e vegeta ma cresca di anno in anno come è in continuo incremento il numero di persone che vi si avvicinano a dimostrazione che oggi l'arte e la letteratura costituiscono occasioni di crescita e di confronto per tutti, e non più un appuntamento elitario riservato a pochi. L'assessore alla Cultura Raffaela Violini  

20/03/2017 11:58:10 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano E’ del Campus ‘’L. da Vinci’’ di Umbertide la studentessa finalista alle Olimpiadi di Filosofia

Riceviamo e pubblichiamo Grande soddisfazione, per l’Istituto Superiore “L. da Vinci” di Umbertide, per il risultato ottenuto da Sofia Bianchini, studentessa della classe VB Liceo Linguistico che si è classificata al primo posto nella selezione regionale delle Olimpiadi di Filosofia, tenutasi a Perugia, per il canale in Lingua straniera. L’eccellente alunna del Campus rappresenterà, quindi, l’Umbria alla gara nazionale che si terrà a Roma nei giorni 27-28-29 Marzo. La XXV Olimpiade di Filosofia, organizzata dalla Società Filosofica Italiana in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, è un appuntamento molto partecipato tra gli studenti dell’ Istituto umbertidese che rispondono sempre più numerosi all’ impegnativo Progetto. L’Olimpiade della filosofia è una gara che ha luogo a livello nazionale tra studenti delle scuole superiori, chiamati ad elaborare in lingua italiana ed in lingua straniera una loro riflessione su in tema filosofico scelto dalla Commissione esaminatrice. Il tema scelto questo anno a livello regionale era quello della “Libertà” ricchissimo di spunti filosofici e di possibilità di riflessione ed argomentazione. Molta cura ed attenzione viene dedicata al Progetto delle Olimpiadi della Filosofia da parte del Dipartimento di Filosofia, Storia e Scienze umane, che ha organizzato un ciclo di lezioni preparatorie sul tema tenute dalla prof.ssa Elisa Vannocchi, partecipate da un folto numero di studenti degli indirizzi Liceali, alle quali è seguita una prima selezione di Istituto. Le vincitrici della selezione interna sono state quattro (nella foto): due per il canale in lingua italiana - Martina Broccoli (classe VA Liceo Scientifico) e Millington Caroline (Classe IV A Liceo Linguistico)- e due per il canale in Lingua straniera Aurora Giulioni (classe IVA Liceo Scientifico) che ha sostenuto la prova in Inglese e Sofia Bianchini (classe VB Liceo Linguistico) che ha sostenuto la prova in Francese. Le studentesse hanno poi partecipato alla selezione regionale che ha visto il piazzamento, al primo posto, per il canale in lingua straniera di Sofia Bianchini (nella foto) che parteciperà pertanto alle selezione nazionale a Roma con grande orgoglio della Preside e di tutta la comunità scolastica. Ottimi piazzamenti anche per le altre studentesse che pur non risultando vincitrici, hanno dimostrato una buona capacità linguistica, di rielaborazione critica ed argomentativa. Un risultato di grande prestigio, dunque, per l’Istituto che partecipa da vari anni alla competizione per avvicinare gli studenti alle tematiche filosofiche. Questa attività infatti contribuisce allo sviluppo delle competenze richieste alla fine del percorso liceale relative all’acquisizione di un metodo di studio autonomo e flessibile, che consenta la ricerca e l’ approfondimento personale, al saper sostenere una propria tesi valutando criticamente le argomentazioni altrui, all’acquisizione dell’abitudine a ragionare con rigore logico compiendo le necessarie interconnessione. Ha poi valore aggiunto il fatto che il tema sia trattato in Lingua straniera e quindi ancor più prestigioso il risultato di Sofia Bianchini che ha svolto il tema in Francese dimostrando anche ottime competenze in tale lingua. Un grande plauso dunque alla finalista e alle altre studentesse da parte del Dirigente Scolastico Prof.ssa Franca Burzigotti che si è complimentata anche con il Dipartimento di Filosofia, Storia e Scienze umane, con la Prof.ssa Elisa Vannocchi che ha curato la preparazione specifica dei ragazzi partecipanti e con il gruppo di progetto interno, coordinato dalla prof.ssa Sonia Venturi che ha gestito tutta l’iniziativa e concorso al successo formativo delle studentesse. Ed ora non ci resta che fare uno speciale in bocca al lupo alla vincitrice per il prossimo appuntamento a Roma.    

18/03/2017 17:37:31 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy