Attualità » Primo piano Perugia: maxi controllo dei Carabinieri nell’area urbana dei ‘’Ponti’’

Ponte Felcino, Ponte Valleceppi, Collestrada, Ponte San Giovanni: le più importanti aree residenziali della periferia perugina sono state controllate dai Carabinieri della Compagnia di Perugia. 12 gazzelle del Pronto Intervento e 25 militari hanno “monitorato” le principali arterie stradali di quelle frazioni del capoluogo umbro che per densità demografica e fenomeni delinquenziali sono sempre sotto la lente di ingrandimento dell’Arma. Questa volta però non è stata messa in campo solo l’attività investigativa, che negli ultimi periodi ha contrastato efficacemente le situazioni criminali più allarmanti, ma anche quella preventiva. Posti di blocco con più equipaggi in contemporanea agli svincoli della E45, autentici check-point che hanno puntellato le arterie stradali principali interne delle Frazioni a est di Perugia. Un servizio straordinario di controllo, eseguito dalle prime ore del pomeriggio fino a tarda notte, che ha consentito di ottenere risultati operativi importanti: identificate 140 persone e controllati 128 autoveicoli, una persona arrestata su cui gravava un mandato di cattura per spaccio di stupefacenti, due albanesi denunciati poiché a seguito di controllo venivano trovati in possesso di modica quantità di cocaina, un soggetto marocchino denunciato per porto abusivo di armi poiché trovato in possesso di un coltello di genere proibito, una ragazza perugina denunciata per guida in stato di ebrezza alcolica. Sempre nel corso del servizio straordinario sono stati segnalati alla locale Prefettura quali assuntori di droga tre ragazzi (due perugini e uno sud americano) poiché, controllati nelle aree verdi delle zone interessate, sono stati trovati in possesso di complessivi 12 grammi di hashish, 4 di marijuana, 1 di eroina. Sette le contravvenzioni elevate al Codice della strada per un totale di 30 punti decurtati dalle patenti dei contravventori.

31/03/2017 16:06:14 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Umbertide: approvato il bilancio di previsione 2017, nessun aumento di tariffe e tributi

Riceviamo e pubblichiamo Nella seduta del 28 marzo, il Consiglio comunale ha approvato a maggioranza il Bilancio di previsione 2017 del Comune di Umbertide. Un bilancio, per un importo totale di oltre 45 milioni di euro, che è sempre più difficile predisporre, come affermato dall'assessore al Bilancio Pier Giacomo Tosti, a causa delle molteplici manovre di Governo che hanno avuto ripercussioni specie sui Comuni; nonostante ciò, si tratta di un bilancio che dimostra senso di responsabilità e trasparenza, ha affermato l'assessore Tosti, che pone un'attenzione sempre maggiore alle persone e alle famiglie non prevedendo alcun aumento di tributi e tariffe, che mira al sostegno delle imprese e alla salvaguardia del territorio e che favorisce l'attivazione e il completamento delle opere pubbliche. Un bilancio che, come ha tenuto a precisare anche il sindaco Marco Locchi, oltre a mantenere invariata la tassazione, riesce a garantire anche per il 2017 gli standard qualitativi e quantitativi dei servizi a domanda individuale senza incrementarne i costi, dando così una risposta concreta a tante famiglie umbertidesi. Per quanto riguarda le opere pubbliche, i principali interventi sono l'ampliamento del cimitero di Pierantonio (180.000 euro), l'ampliamento del cimitero del capoluogo (110.000 euro), la realizzazione di una nuova viabilità nella frazione di Calzolaro (700.000 euro), la ristrutturazione della scuola dell'infanzia Monini (2.840.000 euro), la realizzazione di un edificio da destinare ad attività lavorative per finalità sociali (250.000 euro), il completamento di pavimentazioni stradali e la realizzazione di nuovi marciapiedi nelle frazioni (150.000 euro), interventi di manutenzione straordinaria sugli edifici scolastici (150.000 euro), messa in sicurezza, miglioramento sismico ed efficientamento energetico della scuola primaria di Niccone (600.000 euro), l'efficientamento energetico del palazzo comunale (343.700 euro). Inoltre il Comune è in attesa dei fondi del Psr per i quali sono già stati presentati alcuni progetti per lo sviluppo del territorio mentre a breve verrà pubblicato il bando per la vendita delle aree Pip prevedendo sconti per l'acquisto di 2 o 3 lotti. Anche per il 2017 è stato confermato il fondo per le borse di studio comunale per un importo di 10.000 euro mentre nell'ambito del progetto dell'amministrazione smart, sono previsti una semplificazione delle procedure e dell'organizzazione dell'Ente e il miglioramento della tempestività dei pagamenti della pubblica amministrazione; inoltre anche per l'anno in corso si procederà nell'attività di revisione generale della spesa pubblica, per quanto possibile e senza incidere sulla qualità delle prestazioni. In merito ai Tributi, come illustrato dall'assessore competente Cinzia Montanucci, anche per il 2017, così come avvenuto nel 2016, è stato disposto il blocco delle tariffe ai fini del contenimento della pressione fiscale, con l'Irpef ferma allo 0,5% con soglia di esenzione a 12.000 euro, la riduzione dello 0,5 per mille dell'aliquota Tasi (mentre è stata eliminata la riduzione per le prime case considerate di pregio), l'introduzione di nuove fasce di riduzione per la Tari, che resta praticamente inalterata, ovvero -20% per le zone fuori perimetro entro i 2 km, -40% per le zone della fascia tra 2 e 4 km, - 60% per le zone della fascia oltre i 4 km e l'introduzione di una riduzione del 20% sulla rata a saldo per l'area interessata dalla discarica di Pietramelina; il tutto a fronte di un costo invariato del servizio, che ha visto l'introduzione del servizio di spazzamento delle principali vie della città, l'istituzione del servizio di raccolta domiciliare a cadenza settimanale di pannoloni e pannolini e la raccolta quindicinale della carta. In merito alla Tari, sono state inoltre approvate le rate e scadenze 2017, prevedendo due acconti pari al 33% ciascuno con scadenza il 28 aprile e il 28 luglio e una rata a saldo – conguaglio con scadenza il 16 novembre. La discussione del bilancio preventivo è stata inoltre l'occasione per fare il punto su alcune questioni sollevate dalle opposizioni e nello specifico è stata confermata dal sindaco Locchi la realizzazione della serra per disabili e in merito alle polemiche sull'ex tabacchi, il primo cittadino ha tenuto a precisare che gli interventi di sistemazione dell'area erano già previsti dal progetto iniziale e che l'edificio sarà reso ancora più funzionale con la realizzazione della cucina e l'insonorizzazione della struttura, così come emerso durante gli incontri partecipativi per definirne l'utilizzo. Inoltre a breve inizieranno i lavori di sistemazione della pavimentazione all'ingresso del centro storico e grazie ad un progetto finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia sono previsti interventi di miglioramento del centro ed incentivi per chi vorrà tornare ad investire nel cuore della città. Il sindaco Locchi ha poi ricordato gli interventi che nel corso degli anni hanno riguardato l'edilizia scolastica: anche per il 2017 la scuola sarà al centro dell'attenzione dell'Amministrazione comunale che ha già presentato richieste di finanziamento per la scuola Monini e la primaria di Niccone e che continuerà ad investire su progetti innovativi come il FabLab realizzato presso l'Istituto superiore Leonardo Da Vinci che ha creato una sinergia vincente tra scuola, imprese ed università. In merito alla questione del centro culturale islamico, il sindaco ha infine ribadito che l'Amministrazione sta lavorando ad un patto di cittadinanza con la comunità islamica che prevede tra l'altro la tracciabilità dei finanziamenti destinati alla realizzazione della struttura e la possibilità di utilizzare anche la lingua italiana per i sermoni.  

30/03/2017 12:19:03 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy