Notizie » Società Civile Montone: la magia del cinema e dei giochi all’aperto si prepara a conquistare bambini e bambine

La magia del cinema e dei giochi all'aperto si prepara ad abbracciare i piccoli cittadini di Montone e non solo. L’Umbria Film Festival quest’anno pensa anche ai bambini e alle bambine, dai 6 ai 12 anni, con il Centro estivo Action Movie 2.0, realizzato con il patrocinio e il contributo del Comune di Montone, in collaborazione anche con la cooperativa Asad e l’associazione Giovani Montone. Il progetto farà vivere ai giovanissimi il bello di fare cinema, attraverso la creazione di cortometraggi che saranno poi proiettati all'interno della prossima edizione del Festival, prevista ad agosto. Il servizio estivo ospiterà 3 gruppi di bambini e si svolgerà nei locali della scuola primaria “Emma Smacchia” di Montone. Nella proposta sono racchiusi due laboratori di cinema, uno curato dall’artista Laura Federici, specifico sull’animazione cinematografica, e l’altro di animazione in stop motion, tenuto dall’animatore italiano Stefano Argentero. I corsi avranno luogo in due settimane differenti: la prima si terrà dal 20 al 25 luglio, la seconda dal 27 luglio al 1° agosto. L’orario di apertura sarà dalle 9.00 alle 13.00, dal lunedì al sabato. L’ingresso sarà consentito dalle 9.00 alle 9.15, mentre l’uscita alle 13.00. “Un ringraziamento sentito all’associazione Umbria Film Festival – riferisce l’Amministrazione comunale -. Abbiamo sostenuto con forza questo progetto che permette ai nostri giovani di avvicinarsi al mondo del cinema, una delle tante realtà offerte dal nostro Borgo e apprezzate a livello internazionale. Si tratta di una buona occasione per tornare a sperimentare le attività di gruppo e coltivare le abilità creative, unite al gioco, insieme ai propri coetanei”. I laboratori di cinema saranno accompagnati da attività ludico sportive svolte all'aperto, per offrire una proposta formativa, ludica e sociale a trecentosessanta gradi. Per maggiori informazioni consultare il link www.umbriafilmfestival.com/uff/iscrizioni-aperte-centro-estivo-action-movie.       -------- Messaggio Inoltrato --------   Oggetto: "Cittadino e Provincia" del 14 luglio '20 - Montone – La magia del cinema e dei giochi all’aperto si prepara a conquistare bambini e bambine Data: Tue, 14 Jul 2020 15:38:25 +0200 (CEST) Mittente: Ufficio Stampa Provincia 

14/07/2020 16:31:20 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Festeggiati i dieci anni del Mercato della Terra di Umbertide

  Sono stati celebrati nella mattinata di sabato 11 luglio i primi dieci anni di attività del Mercato della Terra di Umbertide, che ogni sabato mattina propone prodotti locali (ortofrutta, latticini e formaggi, salumi e insaccati, vino, olio extravergine, miele e artigianato) che cercano di trasmettere l’importanza di una buona alimentazione per la salute dell’uomo e dell’ambiente. La cerimonia si è svolta alla presenza del sindaco Luca Carizia, della vicesindaco con delega al Commercio, Annalisa Mierla, dell'assessore Francesco Cenciarini, della presidente del Mercato della Terra di Umbertide, Antonella Colcelli, del past president di Slow Food Umbria, Sergio Consigli, del presidente di Slow Food Alta Umbria, Marino Marini, della rappresentante di Slow Food Alta Umbria, Roberta Nanni, del referente regionale dei Mercati della Terra, Gabriele Violini e del consigliere comunale Giovanni Dominici. Il momento di festa è iniziato con una passeggiata accompagnata dalla musica de “I briganti della Fratta”, partita da sotto la Rocca e arrivata in piazza Matteotti. Successivamente, il sindaco Carizia, la vicesindaco Mierla e la presidente Colcelli hanno provveduto allo scoprimento di una targa celebrativa per il decennio del Mercato posizionata all'incrocio con via Alberti. I festeggiamenti sono quindi proseguiti con la degustazione di assaggi offerti dalla Comunità dei Mille e dei produttori presenti, che per l'occasione hanno indossato dei grembiuli appositamente creati per il decennale del Mercato. “Quelli che celebriamo oggi sono dieci anni di prodotti umbertidesi, fatti con amore e cura a difesa delle proprie tradizioni – dichiara il sindaco Luca Carizia - Ogni settimana il Mercato della Terra ci ricorda che i prodotti a km zero, con la loro particolare bontà, e i loro produttori devono essere tutelati, rispettati e salvaguardati”. “Il Mercato della Terra non è solo un evento commerciale ma rappresenta a tutti gli effetti un patrimonio culturale per la nostra comunità – afferma la vicesindaco Annalisa Mierla - E' nostro compito ora dargli continuità e sviluppo. Stiamo valutando tante ipotesi di evoluzione del Mercato nel pieno rispetto dell'altissima qualità e della territorialità che lo caratterizzano”. “Nel tempo è diventata una grande realtà diventata un esempio a livello nazionale – dice il past president di Slow Food Umbria, Sergio Consigli - Oltre a far trovare ai consumatori un prodotto buono, pulito e giusto, il Mercato serve far trovare una prospettiva economica ai produttori e a tutelare i prodotti del territorio”. “Negli anni siamo cresciuti e dai dieci banchi iniziali siamo arrivati ai numeri di oggi – dichiara la presidente del Mercato della Terra di Umbertide, Antonella Colcelli - I consumatori tornano tutti i sabato contenti di prendere prodotti locali genuini. Penso che la nostra sia stata una scommessa vinta”.   La storia del Mercato della Terra di Umbertide Il Mercato della Terra di Umbertide nasce ufficialmente il 10 luglio 2010, si svolge con cadenza settimanale il sabato mattina in piazza Matteotti. La sua attività prende il via grazie alle esperienze maturatesi nel territorio, tese a proporre l'attenzione dei cittadini sui produttori locali. Infatti già nel 1990 ad Umbertide, promossa dall'Amministrazione Comunale di allora, nasceva la Fiera dell'Agricoltura Ecologica che per molti anni è stata un riferimento nazionale su tali tematiche. La locale condotta oggi Slow Food Alta Umbria, prima Slow Food Umbertide, in collegamento con Slow Food Umbria, ha lavorato nel 2008 alla realizzazione del Mercato della Terra attraverso una serie di incontri con i produttori del territorio e prendendo spunto dalle modalità organizzative del Mercato della Terra di Montevarchi. Nel 2008 il Mercato è stato presentato al Salone del Gusto di Torino nell'ambito delle iniziative della Regione Umbria. Il progetto è stato avviato grazie alla collaborazione con il Comune di Umbertide che ha concesso l'uso gratuito del suolo pubblico. Ad oggi i produttori che frequentano tutto l'anno il Mercato della Terra vanno da un minimo di 15/20, con un picco di massima partecipazione che si attesta a 20/24 nel periodo che va dal mese di aprile fino ad ottobre.        

12/07/2020 12:07:45 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Il grazie all'Associazione Volontari Umbertide dal Sindaco Carizia e l'Assessore Pierucci

“Tra il Comune e l'Associazione Gruppo Volontari Umbertide c'è stata una stretta sinergia per il sostegno alle fasce più sensibili della popolazione attraverso la collaborazione con i servizi sociali. L'associazione, così come le altre realtà di volontariato del territorio, durante l'emergenza non si è mai fermata e ha sempre dato il proprio sostegno. Per questo vogliamo esprimere il nostro ringraziamento per il servizio da voi svolto verso chi ha più bisogno”: a dirlo sono il sindaco Luca Carizia e l'assessore alle Politiche sociali, Sara Pierucci che hanno ricevuto in Municipio la presidente dell'associazione, Milena Morelli.   Nel corso dell'emergenza sanitaria da Covid-19, l'associazione è stata parte attiva della rete di solidarietà del territorio. I volontari del Gruppo, come spiega dalla presidente Morelli “hanno collaborato con soci e lavoratori Coop e con i servizi sociali del Comune per la Spesa SOSpesa, un servizio già attivo da anni nel territorio, che, in questo periodo, è stato potenziato per rispondere alle varie richieste di prodotti alimentari”. Come affermato dalla presidente Morelli, tanti sono stati gli attestati verso il lavoro dell'associazione: dalla donazione delle ore lavorative e dei gettoni di presenza dei lavoratori e dei soci della Coop (grazie a cui sono arrivati due bancali di prodotti alimentari), ai lavoratori che hanno consegnato i propri buoni pasto fino alle donazioni dei singoli cittadini.   Nei tre mesi dell'emergenza sono stati consegnati dal Gruppo volontari più di 100 pacchi di spesa con generi di prima necessità a 83 famiglie del territorio. Ancora oggi i membri dell'associazione, come spiegato la presidente Morelli, sono operativi nelle azioni di supporto ai nuclei familiari bisognosi.   Inoltre, continua Morelli “i cittadini hanno risposto in gran numero all’iniziativa in commemorazione dei defunti. Infatti più di 300 persone ci hanno ringraziato con messaggi, donazioni di cibo e piccole offerte. Per molti umbertidesi la nostra associazione è stata una scoperta, non ci conoscevano, ma hanno apprezzato il nostro operato”. Per seguire e conoscere tutte le attività dell'associazione possono essere visitate le pagine social su Facebook (Associazione Gruppo Volontari Umbertide) e Instagram (gruppo_volontari_umbertide).        

10/07/2020 17:47:10 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide, le opposizioni sul 5G: “Un tema aperto da affrontare”

"La tecnologia avanza in modo velocissimo e impensabile; in particolare la telefonia mobile di “quinta generazione” o 5G, il cui dispiegamento in Europa è avvenuto in base al piano di azione CE n.2016/588. Si tratta di governare questa nuova tecnologia che rientra anche nell’ambito dei campi elettromagnetici e coinvolge le aree urbane e tutti i cittadini. Dunque, anche Umbertide".  Introducono così, i consiglieri Comunali di Umbertide Codovini, Conti, Ventanni e Corbucci, l'attuale quanto scottante tema del "5G". "Per tale ragione, come opposizioni - Umbertide cambia, M5S e Pd - in Consiglio comunale abbiamo presentato una mozione sulla regolamentazione del 5G, chiedendo un nuovo Piano riguardante l’installazione delle infrastrutture della telefonia mobile, 5G e radiofrequenze, così come previsto dalla legge 36/2001, correlato ad un parallelo Regolamento comunale al fine di assicurare, da parte dell’Amministrazione comunale, il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti 5G sul proprio territorio e minimizzare l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici. Del resto, già un comitato promotore locale ha raccolto oltre 300 firme di richiesta sulla sospensione dell’installazione del 5G, per cui si tratta di dare una risposta, partendo dal vecchio Piano delle installazioni telefoniche. Dato che il tema è fondamentale per molti risvolti (scientifici, salute, tecnologia), affrontato peraltro anche nel Decreto semplificazione di prossima pubblicazione, abbiamo chiesto anche un Tavolo di concertazione di tutti i soggetti portatori di interesse, dai comitati ai singoli cittadini e ai gestori".      

10/07/2020 11:48:00 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Economia Borgo Fratta: un gioiello al centro di Umbertide

Informazione pubblicitaria Una struttura ricettiva che unisce turismo familiare e business Un piccolo gioiello al centro di Umbertide, esattamente a pochi metri dalla maestosa Rocca, da monumenti e vie di una bellezza unica. Borgo Fratta è un tesoro architettonico, ricostruito con cura estetica e un meticoloso lavoro di restauro, grazie anche alla passione e al buongusto dei proprietari che hanno ridato lustro e vita ad una costruzione ormai abbandonata da tempo. Il risultato sono 6 appartamenti, raccolti intorno ad un'incantevole corte, dove, soprattutto durante le calde serate estive è possibile rilassarsi e godere di una tranquillità rara. Una ricostruzione attenta, inziata nel 2016, che ha permesso di ristrutturare i caseggiati presenti, con le fattezze di un borgo, che ha ispirato anche il nome della struttura, unendo la conformazione del complesso all'antico nome di Umbertide: Fratta, appunto. Il carattere originario degli edifici è stato mantenuto ma sapientemente coniugato con comodità e modernità, alla base di ogni buona filosofia ricettiva.  Perfino le due stalle sono state trasformate, diventando due degli appartamenti più affascinanti, posizionati a piano terra e per questo accessibili anche a persone con ridotta mobilità. La cura nella realizzazione di Borgo Fratta non si è fermata alla parte esterna ma ha coinvolto l'intero arredamento, dal gusto moderno ed essenziale arricchito con qualche tocco d'arte, come la collezione del Calendario Pirelli che valorizza due degli alloggi in tutta la sua libertà espressiva.  Gli appartamenti, i cui nomi richiamano alcuni dei monumenti e attrattive più conosciuti del territorio (Rocca, Collegiata, San Francesco, San Bernardino, Santa Croce e Civitella Ranieri) sono arredati e forniti di ogni comfort: a partire dalla cucina completamente accessoriata (piano cottura, forno elettrico, frigorifero, bollitore), dotatata di stoviglie di porcellana e una moka per potersi gustare a tutte le ore un buon espresso. Un'attenzione ai dettagli meticolosa, data anche e soprattutto dall'esperienza di viaggi che i proprietari hanno raccolto negli anni. Le esigenze degli ospiti, che si tratti un turismo business o familiare, sono state alla base della creazione di Borgo Fratta. Per questo nulla è lasciato al caso: ad un sistema computerizzato di accesso, si aggiunge un moderno impianto di climatizzazione, per estate ed inverno. e una rete wi-fi free a 200mb, che consente una connessione velocissima, oggi praticamente indispensabile. Due appartamenti possono essere affittati per brevi periodi (da un minimo di due giorni), mentre il resto degli alloggi ha una locazione di medio lungo termine, durante tutto l’anno.  Sia che si arrivi ad Umbertide come turisti, che per esigenze lavorative o anche sanitarie, vista la vicinanza alla rinomata struttura Prosperius. Borgo Fratta è pronta ad accogliere i suoi ospiti in un'atmosfera rilassata, in un contesto moderno e tecnlogico, e in una posizione assolutamente strategica. Isolato quanto basta per assicurare riposo ma immerso lo stesso nel centro cittadino, a pochi passi dalle bellezze di cui Umbertide e tutta l'Umbria sono ricchissime. Un'eccellenza ricettiva dimostrata anche dall'alta percentuale di gradimento assegnata dal famoso sito di prenotazione online booking.com: 9,5 su 10. Un punteggio d'eccellenza ottenuto da precise recensioni rilasciate da chi ha soggiornato con soddisfazione a Borgo Fratta.

10/07/2020 10:59:16 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Pierantonio: Aperotatoria è diventato un progetto concreto grazie all'Associazione Insieme

Alcune settimane fa l'Associazione Insieme aveva lanciato l’idea di riqualificare la rotatoria posta all’ingresso di Pierantonio. "La scelta - spiegano dall'Associazione - era stata indirizzata verso una conversione dello spazio in chiave ancor più ecologista e rispettosa del nostro ecosistema di quanto fatto durante questi anni di gestione da parte della nostra Associazione Insieme di Pierantonio.   Infatti ci prendiamo cura oramai da tempo facendo l’ordinaria manutenzione della piccola area verde. Questa volta siamo voluti andare oltre, ripulendo il terreno dagli arbusti oramai esausti e piantumandone nuovi, diversi e anche speciali. La scelta delle specie vegetali è stata infatti condotta ricercando le essenze preferite dalle api, da qui il nome del piccolo progetto che abbiamo dato alcune settimane fa insieme ai nostri soci e compaesani. Lavanda, rosmarino, satureja sono soltanto alcune delle piccole piante con le quali abbiamo sostituito quelle presenti nell’area della rotatoria, che rappresenta l’ingresso per Pierantonio ma anche un importante snodo stradale per tanti. Tutte specie vegetali che hanno un ruolo importantissimo nell’attrazione dell’ape, un insetto che si trova ad essere sempre più limitato a causa dell’inquinamento e dei cambiamenti climatici che si manifestano con tutta la loro intensità e preoccupazione.   Per questo motivo abbiamo voluto dare un contributo nel nostro piccolo, contributo che completeremo ad agosto quando aggiungeremo l’arbusto di erica, altra pianta a portamento basso dalla quale le api vengono attratte in maniera particolare. In un momento così difficile come questo che stiamo tutti quanti attraversando, abbiamo voluto dare un messaggio di speranza guardando al futuro e così sabato 20 giugno 2020 abbiamo provveduto ad eseguire i lavori nel massimo rispetto delle normative vigenti per la crisi emergenziale.   Sperando di aver fatto qualcosa di utile alla cittadinanza, unendo di fatto il decoro dell’ingresso di Pierantonio e l’attenzione verso una problematica attuale come quella delle api. Un’occasione che ha permesso anche i soci della nostra Associazione  di incontrarsi dopo un lungo periodo, condividendo il pomeriggio con i nostri concittadini e passanti alla rotatoria. Continueremo presto con altre iniziative sociali, quanto mai necessarie in un contesto come quello odierno che pone davanti a ciascuno di noi sfide molto significative che trovano indiscutibilmente nell’associazionismo quell’energia propulsiva per superarle e vincerle. Soprattutto in occasioni come queste dove si concilia spirito di comunità, ecologia e sguardo al prossimo".      

09/07/2020 12:58:41 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Economia Molini Popolari Riuniti, l’assemblea dei soci approva il bilancio 2019

Il presidente Dino Ricci: “Rafforzamento importante dell’assetto patrimoniale della cooperativa” - Nel futuro investimenti su centri stoccaggio e servizi, nella mangimistica e nella panificazione   Dopo le assemblee separate con le elezioni dei delegati, si è svolta venerdì 3 luglio a Umbertide, nella sede della cooperativa, l’annuale Assemblea dei soci della Molini Popolari Riuniti (Mpr) per la presentazione del bilancio 2019. Le assemblee si sono svolte in forma mista (presenza fisica e collegamento video) nel rispetto delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria Covid-19. “Il bilancio registra risultati estremamente positivi – ha spiegato Dino Ricci, presidente di Mpr. – “Il fatturato è stato di 67 milioni di euro con un aumento del 4,58% rispetto al 2018. L’utile netto è stato di oltre 700 mila euro, con un patrimonio netto consolidato di 15 milioni di euro circa, aumentato perciò del 5% rispetto al bilancio precedente. Sono stati realizzati anche in questo esercizio investimenti per oltre 1,8 milioni di euro. Il cash-flow prodotto è stato di 2,6 milioni di euro. Tutto ciò ha determinato un rafforzamento importante dell’assetto patrimoniale della cooperativa”. “La gestione caratteristica – ha proseguito Ricci – ha avuto un miglioramento significativo al quale si sono aggiunte un saldo positivo delle partite straordinarie che abbiamo realizzato a seguito di dismissioni di asset aziendali non strategici. Molti degli obiettivi che avevamo in programma con il budget 2019 sono stati conseguiti; i cereali complessivamente ritirati sono stati  625 mila quintali (+17% rispetto al 2018); le produzioni mangimistiche dello stabilimento di Pierantonio hanno raggiunto un milione e 44 mila quintali (+ 5,31% rispetto al 2018) e l’impianto molitorio di Amelia ha raggiunto una lavorazione di grano tenero di 186 mila quintali (+31,88% rispetto al 2018). Molto positivi sono stati i risultati ottenuti nell’area della panificazione, con un aumento delle produzioni di 1.704 quintali (+3,39% rispetto al 2018) e un aumento del fatturato di circa il 10%. Questi risultati sono anche il frutto di scelte fatte in questi anni sul versante degli investimenti finalizzati alla valorizzazione delle produzioni dei nostri soci e produttori agricoli in genere”. “È proseguito anche in questo anno – ha aggiunto Ricci – l’impegno in direzione di un potenziamento della rete commerciale con l’obiettivo di valorizzare le nostre produzioni ma anche la nostra ‘distintività cooperativa’ che trova nella sicurezza alimentare, attenzione all’ambiente, e controllo della filiera, gli elementi qualificanti del fare impresa”. Ricci ha spiegato, poi, che la cooperativa ha in programma ulteriori investimenti nei prossimi anni per oltre 6 milioni di euro sia sul versante dei centri stoccaggio e servizi che su quello della mangimistica e della panificazione. “Vogliamo continuare a crescere per linee interne – ha specificato Ricci – mantenendo comunque attenzione ad eventuali opportunità da poter cogliere. Abbiamo raggiunto un accordo per la valorizzazione di parte dell’area in via della Repubblica a Umbertide, un’operazione molto importante per portare a compimento il piano di delocalizzazione. Per quanto riguarda il 2020 abbiamo predisposto un budget che prevede una crescita ulteriore del 4,5%, per un fatturato di circa 70 milioni di euro. Riteniamo comunque che in relazione all’emergenza Covid-19, i cui effetti economici saranno altrettanto drammatici quanto quelli sanitari, nel corso del secondo semestre verificheremo  gli obiettivi in relazione a quella che potrà essere l’evoluzione; allo stato attuale riteniamo comunque di confermarli tutti”.  “Alla data del 31 maggio – ha concluso Ricci – abbiamo avuto problematiche importanti nel comparto panificazione, con un calo di produzioni e fatturato determinato dalla chiusura delle scuole e dei minori acquisti di pane fresco a seguito del lockdown. Per quanto riguarda le altre attività non abbiamo avuto impatti negativi, anzi una crescita importante, ma sicuramente i costi straordinari peseranno sul conto economico. Siamo fiduciosi che, anche grazie al buon assetto patrimoniale e finanziario che la cooperativa presenta, saremo in grado di superare le criticità determinate dall’emergenza”.

06/07/2020 18:21:49 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy