Notizie » Economia Montone, il Consiglio comunale ha approvato il bilancio di previsione 2021-2023

Il Consiglio comunale di Montone ha approvato il bilancio di previsione 2021-2023. Nel documento finanziario non ci sono aumenti relativi a tasse o tariffe dei servizi comunali, con investimenti per oltre 15 milioni di euro. Un bilancio ben strutturato, pensato per sostenere famiglie e aziende, ma anche per stimolare la crescita del territorio.  Risorse notevoli sono state destinate alle scuole, alle strade, agli impianti sportivi e al centro storico. Per quanto riguarda il 2021 è prevista la realizzazione di opere importanti per un importo di quasi 4 milioni di euro. Nell’atto contabile è stato inserito anche il piano triennale delle opere pubbliche; nell’elenco contenente i lavori con importi maggiori a 100 mila euro rientra la manutenzione straordinaria delle mura storiche di viale Bologni, danneggiate dal sisma del 2016, la realizzazione della tribuna coperta del campo sportivo comunale e la riduzione della vulnerabilità sismica della sede del palazzo del Comune. Questi tre interventi sono attualmente in fase di appalto, mentre è in fase di redazione il progetto esecutivo per la realizzazione del percorso ciclopedonale di riconnessione tra il centro storico e le nuove espansioni di Montone, precisamente con la strada provinciale 201. Per quanto riguarda gli edifici scolastici sono due gli interventi principali già appaltati e che prenderanno il via a breve. Si tratta di opere finalizzate al superamento delle barriere architettoniche nelle strutture dell’infanzia-primaria “Emma Smacchia” e della scuola secondaria di primo grado “G. Polidori” e, per quest’ultimo edificio, di lavori di adeguamento sismico. Sempre alla Polidori è in corso la gara per la progettazione di interventi di miglioramento sismico dell’edificio palestra. Nel piano dei lavori rientra anche il completamento della struttura polivalente dell’edificio ex-mattatoio da destinare ai servizi culturali ricreativi al servizio della popolazione, che vede per il momento approvato il progetto esecutivo.  Tra gli interventi di rilievo sono in fase di appalto l’allestimento del percorso museale "I luoghi di Braccio Fortebraccio da Montone", 2^ stralcio, e la realizzazione di un punto di approdo intermodale al servizio del turismo e della cittadinanza. Mentre è stato approvato il progetto esecutivo per il recupero e la valorizzazione del Complesso Edilizio dell’ex-convento San Francesco da destinare a centro culturale e residenziale. Per procedere con questo intervento si attende l’approvazione definitiva da parte del Governo. Passando alle opere di importo inferiore a 100 mila euro, il Comune con fondi propri ha inserito nel documento contabile altri lavori di sistemazione per il territorio, tra cui la bitumatura delle strade comunali, la manutenzione straordinaria degli impianti sportivi, della pubblica illuminazione e delle strade, la potatura delle piante e la sistemazione delle balaustre delle scale del teatro San Fedele. Sono stati inoltre concessi contributi statali per la manutenzione e messa in sicurezza della strada comunale di Bacciana (€35.150,00), della viabilità interna della zona industriale di Santa Maria di Sette (€34.350,00) e per il miglioramento sismico dell’edificio ex scuola destinato a circolo ricreativo €41.100,00).  

10/02/2021 16:40:09 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Pd Umbertide, interrogazione urgente per il punto vaccinazioni

Il Pd Umbertide chiede spiegazioni sul punto vaccinazioni ad Umbertide, con un'interrogazione urgente e propone di utilizzare il Centro Salute. “La Regione Umbria, anche se con notevole ritardo, in relazione alla pandemia da Covid19 sta predisponendo il piano delle vaccinazioni ed individuando i punti dove svolgerle”. Inizia così la nota stampa a firma del Partito democratico di Umbertide, che scrive: “si legge da più parti che la popolazione di Umbertide, a partire dagli over 80, per vaccinarsi dovrà recarsi in un punto individuato nel Comune di Città di Castello”. “Tutto questo sarebbe inaccettabile – dicono dal PD -, non è possibile che Umbertide non sia dotato di un adeguato punto di vaccinazione”. E così dalle parole ai fatti, perché è stato proprio il gruppo consiliare del Partito democratico a presentare un’interrogazione per provare ad avere un quadro chiaro della situazione.       “Nel testo del documento - si spiega – viene chiesto se sia vera l’assenza di un punto vaccinazione nel nostro Comune e se questa Amministrazione ritenga opportuno chiedere con forza alla Regione e alla Usl n. 1 un punto di vaccinazione ad Umbertide (tenendo presente che Comuni con la metà della nostra popolazione ce l’hanno). Infine – si conclude – si interroga l’Amministrazione se sul tema del contrasto alla pandemia intenda mettere in atto ulteriori iniziative volte a tutelare la salute della popolazione coinvolgendo tutto il Consiglio comunale, come ad esempio utilizzare il Centro Salute di Umbertide, posto in Largo Cimabue, come punto per le vaccinazioni evitando, soprattutto alla popolazione anziana, di recarsi fuori Comune.”        

08/02/2021 12:35:12 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica M5S: “a Umbertide un declino continuo e inesorabile”

Il Movimento 5 Stelle di Umbertide con un comunicato a firma del portavoce Giampaolo Conti, parla di "un declino continuo e inesorabile è quello che sta colpendo il comune di Umbertide. Nella più totale inerzia dell’amministrazione comunale, che sembra caduta in letargo dal giorno dopo le elezioni comunali, il nostro comune sta conoscendo un declino come non si era mai visto prima nella storia di Umbertide. Un immobilismo che diventa drammatico quando si tratta della salute della gente. Infatti nulla è stato fatto per combattere la diffusione del Covid ad Umbertide. Siamo passati dai 41 residenti positivi del 25 gennaio ai 114 residenti positivi del 6 febbraio, un aumento di circa il 175% in dodici giorni. Qualcuno ha visto qualche ordinanza per contrastare questo incredibile aumento di positivi? Qualcuno ha visto un aumento dei controlli della polizia urbana? E d’altronde come farebbero a controllare visto i ranghi ridottissimi a cui sono arrivati? Ma per la nostra amministrazione la cosa importante è che quei pochi siano armati. Niente, nessun provvedimento tempestivo da parte di Carizia e della sua giunta! Siamo rimasti in attesa di una decisione presa da altri, in attesa della decisione della Tesei che, tardiva anche essa,solo adesso arriva Ora la Regione (per essere la peggiore d’Italia c’era bisogno di un assessore veneto e di consulenze di un ex capo della protezione civile?) decide di metterci in zona rossa con le conseguenze nefaste che tutti conosciamo sia per i rapporti sociali che per l’economia. Ora i negozianti, i ristoratori, gli artigiani…possono ringraziare l’inerzia dell’amministrazione leghista se per quindici giorni dovranno chiudere le serrande. Chissà se con la primavera la nostra amministrazione si sveglierà da questo lungo letargo che dura da quasi tre anni? Intanto, anche tutti i cittadini dovranno andare in letargo per quindici giorni, e non sarà piacevole"

08/02/2021 12:05:26 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile 8 febbraio: Umbertide partecipa alla mobilitazione per Patrick Zaki tingendosi di giallo

ll Coordinamento per la pace di Umbertide – Montone - Lisciano Niccone insieme alla sezione ANPI di Umbertide ha deciso di dare supporto all’iniziativa di Amnesty International Italia che prevede una mobilitazione nazionale per chiedere, a un anno dal suo arresto (avvenuto l'8 febbraio 2020), la liberazione di Patrick Zaki, studente egiziano del Master in Studi di genere dell'Università Alma Mater di Bologna, detenuto in Egitto esclusivamente per il suo lavoro in favore dei diritti umani e per le opinioni politiche espresse sui social media. Amnesty International impegnata nella difesa dei diritti umani, allo scopo di supportare e diffondere la richiesta di liberazione di Patrick, ha lanciato un appello a enti, amministrazioni e scuole chiedendo che gli edifici pubblici, i monumenti o le fontane siano simbolicamente illuminati di giallo il 7 e l’8 febbraio 2021.   "Per questo - spiegano dal Coordinamento - abbiamo inviato al Comune di Umbertide la richiesta di adesione all’iniziativa, a cui hanno già aderito le scuole di Umbertide e per l'occasione la Direzione Didattica Primo Circolo che illuminerà le finestre della scuola Elementare Garibaldi, e l’Accademia dei Riuniti che, con le luci di scena, illuminerà le finestre del Teatro dei Riuniti. Vorremmo proporre a tutti i cittadini di indossare qualche cosa di giallo o di esporre qualche cosa di giallo – che è il colore dei diritti umani – in modo che sia il colore dell’8 febbraio 2021.   Abbiamo già dovuto subire la perdita di Giulio Regeni, che ci lascia ancora addolorati.  Ci sentiamo impegnati e non dobbiamo sottovalutare l’importanza della forza di essere uniti. Per questo tutti insieme possiamo ancora lottare per un mondo più giusto, migliore. Perché insieme alla liberazione di Patrick continueremo a chiedere la verità e giustizia per Giulio, perché i nostri ragazzi non debbano più rischiare la propria vita e la loro libertà mentre lavorano per un mondo migliore. Auspicando che altri aderiscano all’iniziativa e ne diano comunicazione agli organi di stampa  invitiamo alla riflessione sul tema dei diritti umani."    

05/02/2021 12:02:17 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Costituito l'“Hub Civicix Umbertide”: un nuovo soggetto politico territoriale

Nei giorni scorsi tramite un incontro on line molto partecipato, si è costituito l’Hub CiviciX Umbertide, articolazione territoriale dell'Associazione regionale umbra CiviciX, nata sei mesi fa e già operativa in tutto il territorio umbro e nell’Assemblea Legislativa regionale con il consigliere Andrea Fora, presidente dell’Associazione. Ad Umbertide CiviciX si è costituita grazie all'impulso dell'Associazione Umbertide Cambia rappresentata in consiglio comunale dal Consigliere Gianni Codovini, ma ha visto l'adesione di molte persone che non facevano parte della lista civica e guardano con grande attenzione al progetto civico regionale. L'assemblea degli iscritti ha eletto un coordinamento del quale fanno parte Martina Ciocchetti, Girolamo Ponte, Diego Marchetti, individuando Stefano Conti quale coordinatore comunale. Gianni Codovini è invece membro del comitato esecutivo regionale dell’Associazione. L’Associazione CiviciX nasce come soggetto indipendente ed inclusivo, con l'obiettivo di qualificare l'azione politica, attenta ai bisogni, alle sensibilità e agli orientamenti dei cittadini. Gli iscritti sono portatori di varie esperienze e sensibilità sia culturali che politiche, oltre che di professionalità e competenze diverse, aperti ad altri e differenti contributi, determinati a mettere a disposizione della collettività ciò che è nelle loro possibilità per ritrovare ragioni di fiducia, superare fratture storiche e creare modalità d'azione che abbiano come unico criterio portante quello dell'interesse generale. CiviciX di Umbertide non è dunque un altro partito, nasce per fare politica civica e per “aggregare”: sulle priorità, i problemi e le possibili soluzioni, da costruire, sul piano locale e territoriale, attraverso un dialogo con tutte le altre realtà attive o che si stanno costituendo nella nostra regione. L'associazione adotta come linea guida il metodo della proposta, che predilige su quello della protesta fine a se stessa. Occorre infatti che la politica vada oltre il gioco di aizzare i cittadini gli uni contro gli altri e sia in grado di progettare risposte concrete ai tanti bisogni delle persone e del mondo produttivo. Nei prossimi giorni verrà definito dal coordinamento un ulteriore passaggio organizzativo ed un calendario di iniziative su temi d'interesse locale e regionale.  

04/02/2021 15:12:34 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy