Cultura » Mostre Umbertide: in corso lo stage dei finalisti del ''Premio Rometti''

E' in pieno svolgimento lo stage dei finalisti del “Premio Rometti”, concorso giunto quest'anno alla quinta edizione e promosso dalle Ceramiche Rometti di Umbertide in collaborazione con i più prestigiosi istituti di design e accademie di belle arti d'Italia e del mondo, con il patrocinio del Comune di Umbertide. Per due settimane i ragazzi, autori dei progetti finalisti selezionati da un'apposita giuria, frequenteranno le Ceramiche Rometti, dove avranno la possibilità di “mettere le mani in pasta”, sperimentare le tecniche di lavorazione della ceramica e realizzare concretamente i loro progetti. Si tratta di sette giovani studenti provenienti, oltre che dall'Italia, anche da Belgio e Stati Uniti:  Veronica Mascelluti e Gaia Rossi Merighi della Rufa di Roma, Francesca Capalti dell'Accademia delle Belle Arti di Perugia, Lisa Bley e Hugo Kartheuser dal Cad di Bruxelles, e Jade Granger dell'Università di Washington. Il concorso mira a promuovere l'innovazione e l'originalità nel campo dell'arte ceramica, aprendo le porte della manifattura umbertidese ai giovani, un po' come accadeva già negli anni Venti e Trenta con le Ceramiche Rometti che ospitarono promettenti artisti che poi divennero personaggi del calibro di Corrado Cagli, Dante Baldelli e Mario Di Giacomo. Un'esperienza che viene riproposta anche oggi, per volontà del titolare delle Ceramiche Rometti Massimo Monini e del direttore artistico Jean Christophe Clair, mirando a coniugare la tradizione e lo stile inconfondibile della manifattura umbertidese con l'innovazione e l'originalità delle impronte artistiche e di design contemporanee. Durante le due settimane di stage, gli studenti potranno lavorare ai propri progetti e dar loro forma, dopodiché nel mese di settembre si terrà la cerimonia di premiazione con la consegna di premi in denaro ai primi tre classificati e la possibilità di mettere in produzione le opere.  

29/07/2017 13:01:22 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Umbertide: grande partecipazione per Rockin' Umbria 2017

Tre giorni di musica, cinema, arte e aggregazione. Si è conclusa a Umbertide la venticinquesima edizione di Rockin’ Umbria, festival attento alle sottoculture ed ai movimenti indipendenti. Organizzata dal Comune di Umbertide in collaborazione con l’associazione culturale St.Art, l’etichetta discografica umbertidese To Lose La Track e l’associazione Effetto Cinema, l’edizione 2017 del festival ha visto un coinvolgimento da parte del pubblico oltre le aspettative, mobilitando sia la popolazione cittadina che gli appassionati di musica da tutta Italia. Il chiostro di piazza San Francesco si è affollato sin dalla prima serata, quella di venerdì 21 luglio, dedicata alla musica indipendente umbra, con gli ottimi live di Malatesta ed Espada e alla scena musicale di Seattle, con il dj set tematico e la proiezione del film di culto ‘Singles’. ''Sono contenta che iniziative come questa attirino tanti giovani umbertidesi'' ha dichiarato l’assessore alla cultura di Umbertide Raffaela Violini. Oltre 600 presenze nell’arco della giornata di sabato 22 luglio per l’Italian Party, storica festa dell’etichetta indipendente To Lose La Track, arrivata alla sua diciassettesima edizione. Ventuno band distribuite tra i palchi del chiostro e della piazza e la speciale location per set acustici della chiesa di Santa Croce, oltre dieci ore ininterrotte di musica e un pubblico eterogeneo proveniente da tutta la penisola. Sold out il concerto dei Matmos di domenica 23 luglio nel chiostro di San Francesco. Il duo di elettronica sperimentale ha realizzato un set concepito in modo specifico per Rockin’ Umbria, con impianto quadrifonico e incursioni di artisti ospiti – insieme ai Matmos – di Civitella Ranieri. ''Ci auspichiamo che sia solo la prima collaborazione con la struttura'' ha affermato il sindaco di Umbertide Marco Locchi durante la serata. La performance è stata affiancata dalla suggestiva installazione ‘The Circle’ di Luca Cataldo, per cui l’artista ha realizzato dei contenuti visivi inediti. Il pubblico si è poi riversato in piazza San Francesco per la chiusura del festival, con i live di Mother Island e dei cileni Chicos de Nazca, due band particolarmente rappresentative della nuova scena psichedelica internazionale. Accanto agli ottimi riscontri numerici, l’edizione 2017 di Rockin’ Umbria ha potuto contare su un’evidente coerenza nella programmazione, attenta alle avanguardie espressive e ai movimenti giovanili: dalla sperimentazione sonora alle produzioni indipendenti, dalla commistione tra musica e immagini alla dimensione live più pura, Rockin’ Umbria si conferma un festival tutt’altro che generalista, rivolto all’Italia e al mondo ma sempre a partire dalle realtà culturali attive sul territorio regionale.

26/07/2017 12:26:29 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Italian Party e Rockin' Umbria: il 22 luglio si consolida la collaborazione per la festa dell'etichetta indipendente umbertidese ''To Lose La Track''

Riceviamo e pubblichiamo UMBERTIDE - Sabato 22 luglio si consolida la collaborazione tra Rockin’ Umbria (in programma ad Umbertide dal 21 al 23 luglio) e l’etichetta indipendente umbertidese To Lose La Track che, come ogni anno, propone l’appuntamento con l’Italian Party. Giunta alla diciassettesima edizione, la festa dell’etichetta ospita quest’anno diciannove band provenienti da ogni parte d’Italia e anche da fuori, che si alterneranno sui 3 palchi/situazioni diverse: piazza, chiostro e Museo di Santa Croce (una delle 3 chiese della piazza San Francesco) per i live acustici. Protagonisti, Havah, Valerian Swing, Cosmetic, Tiger! Shit! Tiger! Tiger!, Mood, Vespertina, Zeus, Bennett, Die Abete, Dags!, Action Dead Mouse, Labradors, Storm{o}, Autunno, Kint, Tante Anna, Zeman, Kairo, Stocktones, Devin (Delta Sleep da Brighton, UK). Ospiti specialissimi, da San Francisco, gli americani Culture Abuse, freschi di contratto per EPITAPH RECORDS. Saranno presenti anche stand e banchetti dedicati alle autoproduzioni di vinili, magliette, cd, fumetti con la mostra itinerante di This Is Not A Love Song da Roma e la presentazione del libro a fumetti "La grande enciclopedia dei pesci blu" di Diana Blu del collettivo Incubo Alla Balena, che ha realizzato la locandina dedicata dell'Italian Party.    

20/07/2017 18:23:16 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy