Notizie » Società Civile Umbertide: Festa di fine anno per i servizi educativi comunali per la prima infanzia

Si è tenuta ieri pomeriggio la festa di fine anno dei servizi educativi comunali per la prima infanzia.  Presso il parco dell’asilo nido “Il ranocchio” si sono ritrovati tutti i bambini iscritti al servizio insieme ai loro genitori e familiari e alle educatrici per festeggiare insieme la fine dell’anno educativo 2015/2016. L’iniziativa è stata soprattutto l’occasione per presentare ai genitori i risultati conseguiti nel corso della programmazione 2015/2016 e per consegnare loro gli elaborati finali realizzati dai bambini. Per l’anno educativo 2015/2016 la programmazione si è concentrata principalmente sulla tematica della cura come elemento essenziale per favorire l’instaurazione di buoni rapporti relazionali tra il bambino e il mondo che lo circonda e, attraverso il personaggio dell’orsetto Teddy, i piccoli sono stati chiamati ad affrontare le piccole difficoltà quotidiane di socializzazione con attività differenziate in base alle fasce di età. Teddy ha accompagnato i bambini per tutto l’anno educativo d essi, prendendosi cura dell’orsetto, hanno imparato anche a prendersi cura di loro stessi, a relazionarsi con gli altri, a gestire le emozioni e a superare i conflitti. Nel corso dell’anno sono stati poi organizzati anche laboratori con i genitori mentre le educatrici insieme al personale ausiliario hanno frequentato corsi di aggiornamento. Alla festa di fine anno erano presenti anche l’assessore all’Istruzione Cinzia Montanucci, la responsabile dei Servizi per la prima infanzia Alessandra Conti e il coordinatore pedagogico Giuseppe Chiefa. 

17/06/2016 16:13:21

Notizie » Politica UMBERTIDE CAMBIA: POTENZIARE DIRITTO ALLO STUDIO E ORIENTAMENTO SCOLASTICO

Riceviamo e pubblichiamo “Lo studio è uno dei più importanti ascensori sociali e nel diritto allo studio deve essere applicato il principio di equità, per il quale ogni persona deve avere le stesse opportunità. Per questo Umbertide cambia sostiene da sempre la necessità di potenziale le politiche per l'orientamento e lo studio quali principali fattori di crescita culturale e professionale e di emancipazione”. Lo afferma Stefano Conti, Consigliere Comunale del movimento civico, aggiungendo che concretamente, “è necessario consolidare ogni strumento che vada in questa direzione in ogni grado del percorso scolastico, ponendo particolare attenzione anche a casi di abbandono, ed in particolare occorre perfezionare lo strumento della borsa di studio per studenti universitari meritevoli in difficoltà economica, recepito dall'Amministrazione comunale su nostra proposta e che stiamo sostenendo anche destinandovi le nostre indennità di Consiglieri Comunali”. “Nella sua prima applicazione – spiega Conti -  si sono verificate però evidenti distorsioni rispetto alla finalità originaria, che deve essere appunto quella di sostenere nel percorso di studio ragazzi che, pur avendo un buon risultato, rischiano di frenare o di bloccarsi a causa della impossibilità della famiglia di sostenerli economicamente. Questo impone di destinare la borsa ad una fascia precisa di studenti, non consentendo da subito la possibilità di accedere ad essa sopra un certo reddito,  consentendo invece l'integrazione con altre forme di sostegno eventualmente percepite in relazione alla condizione economica familiare. Per allargare la potenziale platea di aventi diritto sarebbe necessario rivedere anche le condizioni di merito, magari prevedendo una gradualità nel compenso. Occorre inoltre operare in stretto rapporto con le scuole, medie e superiori, per mettere a punto efficaci strumenti di orientamento scolastico che consentano ai ragazzi ed alle famiglie di valutare insieme agli insegnanti le reali attitudini di ognuno. Umbertide cambia                                                                                                             

13/06/2016 19:28:08

Notizie » Società Civile Umbertide: Domenica 19 giugno Passeggiata dell'Avis al Borgo di Santa Giuliana

Torna domenica 19 giugno la tradizionale Passeggiata dell’Avis di Umbertide. Questa volta donatori e non saranno condotti alla scoperta di Santa Giuliana, il borgo medievale risalente all'XI secolo ubicato ai piedi di Monte Corona. Santa Giuliana rappresenta un raro esempio di insediamento medievale racchiuso da una cinta muraria sormontata all’epoca da cinque torri di avvistamento e di difesa con un unico accesso attraverso una porta munita di ponte levatoio. Il piccolo borgo, ricco della sua particolare bellezza, non era abitato da una nobile famiglia ma era ed è rimasto un agglomerato di case di popolani che al suo interno trovavano riparo e difesa dalle scorribande degli eserciti in lotta tra di loro. Dopo un lungo periodo di abbandono, il borgo di Santa Giuliana è stato acquistato nel 1975 da un gruppo di privati di diverse nazionalità che hanno provveduto al suo restauro conservativo nel pieno rispetto dell’originaria struttura medievale e 1'accesso è consentito solo previo appuntamento. La visita permetterà di rivivere la vita dell’epoca, attraverso la presenza di figuranti in abiti medievali. L’appuntamento è presso la sede Avis per partire, alle ore 8.30, verso Santa Giuliana. La visita guidata avverrà per piccoli gruppi a partire dalle ore 9. All'esterno del borgo verrà allestito un piccolo punto di ristoro dove sarà offerta una fugace colazione. A seguire, presso il salone della Chiesa di Cristo Risorto, si terrà il tradizionale pranzo del donatore e dei partecipanti alla passeggiata con fagioli con le cotiche, polenta, panino con la porchetta ed acqua e vino (gratuito per i donatori e al costo di 10 euro per i non donatori).   E’ possibile iscriversi presso la sede Avis, aperta tutti i giorni feriali dalle ore 15 alle ore 18. Il numero del biglietto di iscrizione regolerà l'accesso, gratuito, al borgo.

10/06/2016 18:01:16

Notizie » Politica Si struttura anche in Umbria il Fronte Nazionale, una sezione anche ad Umbertide

Riceviamo e pubblichiamo Umbria – Il fronte cresce e si struttura Anche in Umbria si consolida la presenza del Fronte Nazionale Uff. La sede scelta dal Commissario Regionale per l’Umbria Giuseppe CASTELLI ( poliziotto per 35 anni, oggi in pensione, di cui gli ultimi14 anni passati alla Questura di Perugia ), è Solfagnano Parlesca (PG). Lo stesso Commissario Regionale, apre due sezioni del Fronte Nazionale. Ad Umbertide a dirigere la sezione Gloria VOLPI studente presso la facoltà di Giurisprudenza c/o l’Università degli studi di Perugia; a Città di Castello, a dirigere la sezione Paolo TASCHINI, diploma di grafico pubblicitario. A capo dell’ufficio stampa e alle pubbliche relazione presso la Segreteria Regionale, il Vice Seg. Regionale Letizia PENNA, studente in scienze infermieristiche c/o l’Università degli studi di Perugia.  Il Fronte Nazionale inoltre apre all’Europa, con il Coordinatore Regionale del Fronte Nazionale Umbria per la comunità Polacca residente nella nostra Regione, e Grzywinski Mariusz Leopold, nato in Polonia, da anni lavora e risiede in Umbria.  Il primo incontro con i cittadini è partito da Umbertide con un gazebo informativo, ed ha avuto un buon impatto con la cittadinanza, soprattutto attratti dalla curiosità di questo nuovo partito. Un’esperienza positiva anche per l’impatto con il primo cittadino (PD) che in modo cordiale ed educato ha stretto la mano al Seg. Giuseppe CASTELLI con il quale ha scambiato qualche  parola. Anche in Umbria il Fronte c’è. Prossima tappa del gazebo informativo il giorno 11 giugno 2016 in P.za Gabriotti a Città di Castello.     Il Seg. Giuseppe CASTELLI Commissario Regionale del Fronte Nazionale Umbria

10/06/2016 10:14:04

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy