Notizie » Politica M5S Umbertide: le falde acquifere sempre più inquinate

Riceviamo e pubblichiamo   La storia si ripete, come due anni fa quando, a seguito di controlli effettuati da Arpa Umbria, il Sindaco dispose con una ordinanza il divieto di utilizzo dell’acqua proveniente da alcuni pozzi situati in località Borgo Baraglia e nella zona industriale Buzzacchero. Si era riscontrato nei campionamenti delle acque effettuati in queste zone il superamento delle concentrazioni limite di contaminazione di alcune sostanze, tra le quali tetracloroetilene. Una nota dell’Arpa del 9 dicembre scorso informa l’Amministrazione comunale che i valori dei campionamenti delle acque sotterranee analizzate nella zona “ex manifatturiera tabacchi” (per intendersi l’area di Madonna del Moro) presentano il superamento delle concentrazioni soglia di contaminazione di tetracloroetilene. Due differenti aree di Umbertide, a distanza di due anni, presentano la stessa caratteristica inquinante. Il Sindaco ha emesso ben quattro ordinanze per il divieto di utilizzo di acqua del pozzo ad alcuni residenti e ad una ditta della zona.  Quando nel 2014 si verificò il caso dei pozzi inquinati in zona Buzzacchero, il Comune, con una nota, precisò che erano state condotte indagini per identificare le cause ed i responsabili. Sempre il Comune affermò che la somma necessaria per la realizzazione del piano di caratterizzazione, necessario per ricostruire i fenomeni di contaminazione e utile poi per l'eventuale bonifica del sito, ammontava a 65.000 euro. Soldi di cui al momento non si disponeva. Quello che disturba è che mentre l'Amministrazione si prodiga nello spendere soldi per strutture inutili e inutilizzate, come l'edifico ex Tabacchi, non si impegna a reperire risorse, magari anche creare un fondo, per questo tipo di emergenze che toccano la salute di tutti noi.  

05/01/2016 16:34:24

Notizie » Società Civile Iniziati i lavori socialmente utili per i profughi ospitati in città

In virtù della convenzione sottoscritta tra il Comune di Umbertide e l'associazione Cidis onlus hanno preso il via in questi giorni le attività di volontariato e i lavori socialmente utili che vedono impiegati i profughi ospitati in città. Attualmente sono sei le persone provenienti da Mali, Nigeria e Guinea, che da circa una settimana si occupano della pulizia e della gestione delle aree verdi e dei parchi della città. Inizialmente gli immigrati opereranno presso il centro storico umbertidese e nella frazione di Pierantonio per poi ampliare l'area di azione anche in altre zone del territorio umbertidese. Nella loro prima settimana di lavoro hanno provveduto a ripulire il percorso pedonale lungo il torrente Reggia e la pineta della scuola media di Pierantonio ed è in corso la rimozione delle foglie dal nuovo parco Usu. Tale iniziativa è stata possibile grazie alla convenzione sottoscritta tra il Comune e l'associazione Cidis, a cui è stata affidata a livello regionale la gestione della permanenza degli immigrati in Umbria con il fine di favorire l'integrazione degli immigrati ospitati in città e promuovere una loro attiva partecipazione alla vita della comunità umbertidese. “Abbiamo fortemente voluto questa convenzione perché crediamo sia utile ed importante far sì che gli immigrati attualmente ospitati ad Umbertide possano sentirsi parte integrante della comunità, svolgendo lavori socialmente utili per la collettività – ha affermato il sindaco Marco Locchi – E' per questo che abbiamo attivato sin da subito un percorso, non certo facile visto che gli aspetti in gioco erano molti, che ci ha portato alla stipula della convenzione con il Cidis e all'avvio delle attività di volontariato e di lavori socialmente utili”.

30/12/2015 15:53:52 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Efficientamento energetico della scuola Mavarelli-Pascoli, installati i sistemi schermanti alle fine

Nell'ambito dell'intervento di efficientamento energetico delle scuole medie Mavarelli-Pascoli, il Comune di Umbertide ha ottenuto un ulteriore finanziamento regionale che ha permesso di rendere ancora più fruibili gli spazi interni ed in particolar modo le aule esposte a sud-est e sud-ovest, attraverso la posa in opera di sistemi schermanti esterni applicati sui fori finestra. Tali sistemi, che sono già stati installati per un costo complessivo pari a 37.000 euro, consentiranno un miglior comfort ambientale nei mesi di maggio e giugno e nel periodo estivo quando la struttura ospita il centro di aggregazione per ragazzi; inoltre permetteranno un notevole risparmio energetico in termini di costi sostenuti, potenziando ulteriormente gli effetti dell'intervento di sostituzione degli infissi inaugurato lo scorso settembre. “Con questo ulteriore intervento l'Amministrazione Comunale prosegue nell'impegno assunto ad inizio legislatura di intervenire sugli edifici scolastici del territorio, rendendoli più sicuri e confortevoli – hanno affermato il sindaco Marco Locchi e l'assessore all'Istruzione Cinzia Montanucci – Con l'installazione di questi sistemi schermanti si porta a completamento l'intervento di sostituzione degli infissi, che renderà di gran lunga migliore la vivibilità degli ambienti e favorirà il risparmio in termini di consumi energetici”.

29/12/2015 15:06:05 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Consegnate le borse di studio agli studenti da 100

Si è svolta in pieno clima natalizio la ormai tradizionale cerimonia di consegna dei diplomi agli alunni del Campus “Leonardo da Vinci” che hanno superato l'esame di stato 2015. Durante la cerimonia sono state consegnate anche 16 borse di studio offerte dal Comune di Umbertide agli studenti che hanno ottenuto la votazione massima di 100/100 e le borse di studio messe a disposizione dal Ministero dell'Istruzione agli alunni che hanno ottenuto il massimo dei voti con l'aggiunta della lode. “E' stato un anno di straordinari successi per i 119 alunni che hanno superato l'Esame. - ha riferito la preside Franca Burzigotti -  Tra loro ben 16 studenti hanno ottenuto 100/100 di cui 4 con lode. Tutti loro meritano i nostri complimenti, come meritano un particolare ringraziamento i docenti dei consigli delle otto classi quinte che li hanno così bene preparati per questa importante prova. Sono stati i primi ad affrontare il nuovo Esame di Stato dopo la Riforma Gelmini e le prove non erano più semplici, anzi, non fosse altro che per la novità del CLIL, l'insegnamento di una disciplina non linguistica in inglese, presente sia in terza prova che nel colloquio”. Alla cerimonia, che si è svolta nell'affollatissima aula magna “Marcella Monini”, ha partecipato, oltre alla prof.ssa Burzigotti, anche l'assessore all'Istruzione Maria Cinzia Montanucci che ha sottolineato il sostegno che da sempre l'Amministrazione comunale di Umbertide riserva all'istruzione e alla formazione, sia con le borse di studio per coloro che superano l'esame di maturità con il massimo dei voti sia con la recente istituzione di borse di studio per studenti meritevoli universitari e delle scuole superiori. Tra i graditi ospiti della serata, oltre agli studenti diplomati e alle loro famiglie, ai docenti e al personale Ata del “Leonardo Da Vinci”, anche gli insegnanti delle scuole elementari e medie dei ragazzi diplomatisi con 100/100 e 100/100 e lode, invitati appositamente dalla dirigente scolastica Burzigotti a sottolineare l’importanza della continuità nella formazione dei ragazzi. “Ringrazio gli insegnanti delle scuole elementari e medie che ci hanno consegnato studenti così preparati e ringrazio i professori del nostro istituto che li hanno accompagnati fino alla maturità, seguendo la loro crescita culturale e personale. - ha continuato la prof.ssa Burzigotti -  Quando sono arrivati qui erano adolescenti, oggi sono uomini e donne pronti ad affrontare la “vita” e sono certa che ognuno di loro sarà capace di dare un prezioso contributo al miglioramento di questo mondo che tanto bene non va”. “La consegna delle borse di studio è l’occasione per premiare non solo gli studenti più bravi – ha aggiunto l’assessore Cinzia Montanucci- ma anche il lavoro dell’Istituto che è un’eccellenza per Umbertide e svolge un ruolo importantissimo non solo a livello locale. La scuola significa crescita per i nostri ragazzi e futuro per la nostra città”. L'assessore Montanucci ha poi consegnato le borse di studio del valore di 300 euro ciascuna ai 12 studenti che si sono diplomati con la votazione di 100/100, vale a dire: Alessandro Billi e Matteo Ventanni (V A Liceo Scientifico), Ilenia Monacelli e Lucrezia Zizi (V B Liceo Scientifico), Giulia Rossi (V E Liceo Scienze Applicate), Camilla Ceccagnoli, Giulia Fornarci, Anna Giulietti, Gaia Palazzoli e Giulia Pecorini (V C Liceo Linguistico), Gloria Giorgi e Aurel Picari, (V G Servizi Commerciali Istituto professionale). Ai quattro ragazzi diplomatisi con 100/100 e lode Martina Crocioni, (V A Liceo Scientifico), Pietro Manuali (V B Liceo Scientifico), Chiara Caseti (V C Liceo Linguistico) e Greta Caseti (V D Liceo Linguistico) sono state consegnate dalla preside Burzigotti e dal Presidente Folcolini le borse di studio di 450 euro erogate dal MIUR. Al momento della consegna, ogni studente è stato accolto sul palco insieme agli insegnanti che facevano parte della commissione d’esame e ai maestri e docenti delle scuole frequentate in precedenza. Le varie fasi della cerimonia sono state allietate da intervalli musicali a cura di Cristiano Giuseppe Schiavolini e Linda Sponticcia che ha danzato per il pubblico presente. Molto gradite le letture della professoressa Birghitta Roselletti che ha condotto la serata che si è conclusa con un brindisi di auguri in compagnia dei numerosi ospiti.

28/12/2015 16:00:06 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Editoriale

Dicembre è da sempre il mese preferito dai bambini che aspettano trepidanti l'arrivo di Babbo Natale e, soprattutto, dei suoi pacchetti colorati pronti da scartare. Un mese dall'atmosfera magica che ci accompagna verso il nuovo anno, a cavallo tra passato e futuro. Le vie della città addobbate a festa, le luci natalizie sui balconi, neve spray, decorazioni ad ogni angolo. Tutto ci ricorda l'imminente arrivo del Natale e delle sue tradizioni. Già, tradizione, perchè forse è proprio questo il regalo più grande che ci possiamo fare: un sano ritorno alla tradizione più genuina di questa festa. Non nel senso strettamente religioso, che implicherebbe una trattazione assai più ampia e a tratti polemica, ma nel chiaro e semplice ritorno all'atmosfera familiare che dovrebbe caratterizzare questa festa. Sfido chiunque a non ritrovare nella propria memoria, il gusto antico delle festività natalizie. Quelle usanze familiari che trasformavano la festa in un'occasione unica per riunire la famiglia e stare insieme. Tavole apparecchiate con il servizio delle occasioni, cibo in abbondanza (a chi non viene l'acquolina in bocca pensando ad un fumante piatto di cappelletti in brodo?) preparato rigorosamente a mano da tutte le donne della famiglia che mai come in questa occasione sfoggiano tutte le loro abilità culinarie. Pochi regali, niente eccessi, solo famiglia. Un Natale pieno di calore, quello degli affetti e della propria città che in questo periodo, forse perchè più bella ed agghindata, riscopriamo più come nostra. Questo il mio augurio più grande per i nostri lettori: un Natale sereno, tra una tombolata e l'altra, e soprattutto un nuovo anno ricco di positività, giustizia e benessere. Vi sembra banale? Io non chiedo altro. Buone Feste a tutti voi!

28/12/2015 11:44:44 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy