Categorie

Attualità » Primo piano Montone: misure a sostegno della famiglia, il Comune pubblica l’avviso per il contributo ai nuovi nati 2020

Tutte le indicazioni per richiedere il beneficio entro il 31 gennaio Il Comune di Montone ha pubblicato l’avviso per l’assegnazione del contributo alle famiglie che hanno avuto uno o più bimbi nuovi nati o adottati nell’intero anno 2020. Si tratta di un intervento a sostegno della natalità e dei nuclei familiari residenti nel territorio, in esecuzione del programma regionale che rientra nell’ambito del Fondo per le politiche della famiglia e interessa i comuni della Zona Sociale n. 1, con popolazione inferiore ai 3500 abitanti. La domanda può essere presentata da un solo genitore naturale o adottivo, residente al momento della richiesta da almeno 1 anno nel Comune di Montone. I cittadini stranieri, inoltre, devono essere in possesso di permesso di soggiorno di lunga durata. Per richiedere il beneficio occorre utilizzare solo ed esclusivamente l’apposito modello, scaricabile dal sito istituzionale dell’Ente all’indirizzo www.comunemontone.it, oppure disponibile all’Ufficio servizi sociali del Comune, in piazza Fortebraccio n.3, nei giorni dal lunedì al venerdì. Tutte le richieste, compilate e sottoscritte dai richiedenti, dovranno essere presentate entro il 31 gennaio 2021, all’Ufficio protocollo del Comune o trasmesse tramite posta elettronica certificata (PEC) al seguente indirizzo: comune.montone@postacert.umbria.it. Il contributo sarà concesso ed erogato al genitore che presenta la domanda a condizione che il figlio, come detto sopra, sia nato tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2020, oltre a risultare convivente e sullo stesso stato di famiglia del genitore richiedente la prestazione. L’agevolazione costituisce un contributo una tantum di 300 euro e sarà erogato agli aventi diritto in un’unica soluzione. Tale contributo è cumulabile con ogni altro beneficio pubblico per il sostegno alla natalità e tiene conto dell’ordine temporale di presentazione delle domande, fino ad esaurimento delle risorse disponibili a valere sul Fondo per le politiche della famiglia – Anno 2018 e 2019. Per ogni ulteriore chiarimento è possibile rivolgersi all’ufficio Servizi sociali del Comune o contattare il numero telefonico 075 9306427 – 9307019, interno 6.  

05/08/2020 12:47:39 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano L'ufficio postale di Preggio sempre più vicino al ritorno a Palazzo Vignoli

Via libera della giunta comunale al progetto per il superamento delle barriere architettoniche   Si avvicina sempre di più il ritorno dell'ufficio postale di Preggio presso la sede di Palazzo Vignoli. La giunta comunale ha infatti deliberato il progetto che consentirà l'intervento per il superamento delle barriere architettoniche presenti all'ingresso della stabile, in modo tale da riportare il servizio (attualmente ospitato all'interno di un container) all'interno della struttura.   L'edificio recentemente è stato interessato da lavori di miglioramento sismico. Poste Italiane Spa, a seguito di un incontro con l'Amministrazione, aveva a suo tempo manifestato l'esigenza di istallare una rampa per disabili per il superamento delle barriere architettoniche presenti per l'accesso al portone principale del palazzo.   L'azienda si è resa disponibile a farsi carico a spese proprie dalla realizzazione dell'opera, mentre il Comune si è adoperato per la progettazione della rampa e per l'acquisizione di tutti gli assensi e nulla osta previsti dalla normativa.   La giunta comunale, ha quindi approvato nei giorni scorsi il progetto definitivo/esecutivo, che ha ricevuto anche l'assenso dei condomini della struttura, predisposto dall'ufficio tecnico per il superamento delle barriere architettoniche di Palazzo Vignoli per un importo complessivo di 10.300 euro, così definire gli ultimi adempimenti utili per il ritorno nella propria sede di un servizio fondamentale per tutta la comunità preggese.

04/08/2020 15:21:41 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Umbertide: arrestato un 25enne per detenzione di stupefacenti e spaccio

Continua la lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti della Compagnia Carabinieri di Città di Castello in tutta l’Alta Valle del Tevere. Proprio in questo ambito, nella giornata del 1° agosto in Umbertide, i Carabinieri della locale Stazione, coadiuvati da quelli di quelli di Trestina, hanno tratto in arresto un 25enne di origini Albanesi senza fissa dimora in Italia. L’operazione di servizio è scattata nella tarda serata del giorno prima e consegue ad un’approfondita attività di indagine svolta dai Militari della Stazione Carabinieri di Umbertide i quali, nelle settimane precedenti, avevano effettuato una serie di appostamenti nella frazione di Santa Maria di Sette del Comune di Montone, dove era stato segnalato un anomalo movimento di persone e mezzi non del posto, verosimilmente per la compravendita di stupefacenti.  L’attività in questione aveva portato all’identificazione del giovane albanese quale probabile corriere dello stupefacente che, periodicamente, si recava nella frazione per procedere ad un'intensa attività di spaccio di droga sia ai giovani del posto che dell’intero circondario. A conferma degli elementi raccolti, la notte tra il 31 luglio e il 1° agosto lo straniero, fermato a bordo di una Renault Clio intestata ad un italiano residente ad Empoli, è stato trovato in possesso di oltre 25 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina, già suddivisa in dosi e abilmente occultata all’interno di una della casse acustiche del mezzo, oltre ad alcuni cellulari ed una somma di denaro contante di € 250, ritenuta dagli investigatori provento dell’attività di spaccio.  Al termine delle operazioni, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, l’uomo è stato associato presso la casa circondariale di Perugia Capanne mentre quanto rinvenuto, unitamente al mezzo usato dall’uomo, sono stati sottoposti a sequestro.  

04/08/2020 09:35:31 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Scuole, approvati dalla giunta gli interventi di adeguamento di spazi e aule per l'emergenza Covid-19

E' stato approvato dalla giunta comunale di Umbertide il progetto definitivo di fattibilità tecnico-economica relativo agli interventi di adeguamento e di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche nelle scuole comunale in conseguenza all'emergenza Covid-19.   Il progetto, finanziato con risorse statali pari a 90mila euro, è stato redatto a seguito di sopralluoghi sui vari plessi scolastici esistenti sul territorio, alla presenza, oltre che dei tecnici comunali, delle tre dirigenti dei circoli didattici o loro delegati, su ogni singolo plesso scolastico e più precisamente: scuola primaria “Di Vittorio”, scuola dell'infanzia di Calzolaro, scuola dell'infanzia di Montecastelli, scuola dell'infanzia di Molino Vitelli, scuola primaria di Verna, scuola primaria di Niccone, scuola dell'infanzia “Garibaldi”, scuola primaria “Garibaldi”, scuola dell'infanzia di Pierantonio, scuola primaria Pierantonio, istituto di istruzione secondaria di primo grado “Mavarelli-Pascoli”, istituto di istruzione secondaria di primo grado di Pierantonio.   Visti gli esiti delle conferenze di servizi con le tre dirigenti scolastiche del I e II Circolo e dell'Istituto Comprensivo Umbertide-Montone-Pietralunga, si è preso atto degli interventi necessari per la riapertura a settembre dell'anno scolastico 2020/2021, oltre che approvare, di comune accordo, i contenuti del progetto definitivo.   I sopralluoghi, fra l'altro, hanno interessato anche la scuola primaria di Niccone, dato che l'amministrazione comunale, in accordo con la dirigenza scolastica ha deciso di rinviare i lavori di ristrutturazione programmati. Infatti, pur avendo già attivato il mutuo previsto di 800mila euro, vista la necessità di rispettare la normativa anti-Covid utile al contenimento del rischio contagio, si è ritenuto di non provvedere allo spostamento degli alunni in altre scuole. Gli interventi necessari per l'adattamento e l'adeguamento delle aule scolastiche riguarderanno tutti i plessi scolastici di competenza comunale e consisteranno in lavori di edilizia leggera ove necessario, impiantistica, interventi di carattere idro-sanitario, di falegnameria e infissi.   “L'Amministrazione Comunale – dicono il sindaco Luca Carizia e l'assessore all'Istruzione e ai Lavori pubblici, Alessandro Villarini - partendo dal presupposto che la tutela della salute dei ragazzi, delle loro famiglie e della comunità tutta viene prima di qualsiasi cosa, è al lavoro per far tornare in sicurezza gli studenti e gli insegnanti all'interno delle aule con tutte le dovute precauzioni in vista dell'inizio dell'anno scolastico nel pieno rispetto dei protocolli previsti dalla normativa anti-Covid”.        

03/08/2020 12:24:23 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy