Notizie » Società Civile All'Opificio va in scena “Umbria Calling”, la rassegna di band emergenti di Rockin' Umbria

Dare spazio alle nuove band e tendenze musicali della regione: con questo spirito torna, in forma di rassegna musicale, “Umbria Calling”. Da gennaio ad aprile verrà così dato spazio ai gruppi emergenti umbri grazie ad un progetto che, fin dalle prime edizioni di Rockin’Umbria, ha ospitato, al fianco di nomi importanti della scena nazionale e internazionale, i gruppi e i musicisti della regione che più di tutti si erano distinti durante l’anno. “Umbria Calling” è infatti il nome storico delle serate dedicate alle giovani band umbre. Ora, per mantenere vivo anche nel periodo invernale lo spirito di Rockin’Umbria, sul palco dell’Opificio di Umbertide saliranno alcuni dei più interessanti gruppi della scena musicale regionale: The Soul Sailor & Mara’s Acoustic Fire (15 gennaio), Quiver with Joy (12 febbraio), Snow in Damascus (18 marzo), Elephant Brain (9 aprile), Assenza (15 aprile). La riapertura dell’Opificio, celebre locale umbertidese ridiventato contenitore di musica, danza e teatro, ha dato il via a questa idea con tutti i concerti che saranno ad ingresso gratuito e con inizio alle 22.30: come aftershow sono previsti altrettanti dj set con alcune storiche presenze e “giovani” sorprese. La “winter edition” di “Umbria Calling”, iniziativa realizzata anche con il patrocinio del Comune di Umbertide e il supporto del Centro Socio Culturale San Francesco e del bar-panetteria di Umbertide “I Fannulloni”, nasce grazie alla collaborazione tra Rockin’Umbria, la fanzine Umbria Noise e l’Opificio. A curare l’organizzazione è la Fondazione SergioPerLaMusica che ha voluto far ripartire il progetto “Umbria Calling” con l’obiettivo di sostenere nella loro crescita le band della regione. La prima “tappa” del progetto non poteva che essere Umbertide, visto che proprio questa, oltre a Perugia, è la storica casa di Rockin’Umbria da dove il festival è iniziato negli anni ‘80 segnando momenti indimenticabili nella storia musicale regionale e non solo. E l’Opificio, collocato nel foyer del Teatro Domenico Bruni di Umbertide, è il luogo ideale per una rassegna di gruppi emergenti considerato che dal 2001 è uno dei maggiori centri per la musica live della Valtiberina: coordinata dal direttore artistico Mario Ferrari, la fervente struttura anima i fine settimana del territorio con un calendario fitto di eventi, con due appuntamenti fissi di musica live. “Umbria Calling” inizia quindi quest’anno il suo nuovo percorso dall’Opificio e da Umbertide ma con l’intenzione di allargare in futuro il suo raggio d’azione ad altre formazioni e ad altri locali di tutta la regione per tenere sempre accesi i riflettori su Rockin’Umbria e sulla sua naturale propensione a dare spazio ai giovani musicisti. Si parte quindi venerdì 15 gennaio con “The Soul Sailor & Mara's Acoustic Fire”: dopo la sterzata principalmente elettrica del perugino Simon “Soul Sailor”, accompagnato dai Fuckers, il formato unplugged, per poche ma buone occasioni, ritrova il vecchio duo (Simon-Mara) delle serate al Loop di Perugia di inizio carriera.

13/01/2016 09:15:25 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Sabato 16 gennaio al via la stagione teatrale ai Riuniti, si parte con la commedia “Plaza, suite 719

Sabato 16 gennaio si alza il sipario sulla stagione 2016 del Teatro dei Riuniti. Sarà il Laboratorio Teatrale Terzo Millennio di Cengio ad inaugurare l'anno con “Plaza, suite 719”, di Neil Simon per la regia di Carlo De Prati, commedia divertente dove il ritmo delle battute, la vivacità dei dialoghi, le situazioni paradossali ma allo stesso tempo attinte dalla quotidianità, rendono il testo estremamente adatto al linguaggio ed a una recitazione di tipo cinematografico. E’ una simpatica cameriera a fine carriera a guidare gli spettatori attraverso i quattro decenni in cui sono state ambientate le tragicommedie da camera uscite dalla penna del portentoso Neil Simon. A metà degli anni Settanta, alla suite 179 alloggia una coppia di mezza età: lei sembra un po’ svampita, lui è un uomo in carriera; lei ha slanci di tenerezza, quasi di passione, lui è molto concentrato su se stesso; insomma, ci sono tutte le premesse perché una scintilla scateni una vera e propria esplosione. Negli effervescenti anni Ottanta, gli spettatori incontreranno un giovane e affermato produttore cinematografico, forse non così soddisfatto della sua vita, se l’unica cosa che sembra importargli è sedurre la “fidanzatina” del liceo che non vede da diciassette anni. In pieni anni Novanta, viviamo il “dramma” di una coppia di parvenus che hanno investito tutto sul matrimonio della figlia al Plaza; peccato che la sposa sia barricata in bagno e non sembra abbia intenzione di uscire. Fino ad arrivare al primo decennio del nuovo secolo: qui l'apparire trionfa sull'essere, le persone fanno un passo indietro e i personaggi prendono il sopravvento per scatenarsi in una vera e propria comica finale. Per prenotare è possibile rivolgersi al botteghino del teatro nei due giorni precedenti lo spettacolo dalle ore 17 alle ore 19 o contattare il numero 075 9412697.

13/01/2016 09:09:03 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile La troupe di “Don Matteo” in città per girare uno spot promozionale su Umbertide

Ha fatto tappa in città la troupe della seguitissima fiction televisiva “Don Matteo” che sabato scorso ha girato un breve spot promozionale tra piazza Matteotti e piazza del Mercato dedicato proprio ad Umbertide. Presenti alcuni degli attori protagonisti della fortunata serie tv prodotta dalla Lux Vide e giunta quest'anno alla decima edizione in onda tutti i giovedì sera su Raiuno: Nino Frassica, alias il maresciallo Cecchini, Simone Montedoro, il capitano dei carabinieri Giulio Tommasi e Francesco Scali, alias Pippo, il simpatico sagrestano di Don Matteo. Nonostante l'assenza del protagonista della fiction, il prete detective Don Matteo, al secolo Terence Hill, la troupe televisiva ha attirato la curiosità di molti umbertidesi che hanno assistito con piacere alle riprese mentre alcuni di loro hanno partecipato allo spot come comparse. Una prima parte del video è ambientata in piazza Matteotti in occasione del Mercato della terra con Nino Frassica che, accompagnato da Montedoro e Scali, chiede di assaggiare la gustosa imbrecciata, poi la scena si sposta in piazza del Mercato, dove sempre Frassica esalta la maestosità della Rocca. La “pillola” su Umbertide rientra tra i 13 spot televisivi commissionati dalla Regione Umbria alla Lux Vide finalizzati a promuovere e valorizzare le bellezze della regione che da oramai dieci anni fa da location alla fortunata fiction televisiva, che verranno mandati in onda il giovedì sera su Raiuno, prima dell'inizio della puntata di “Don Matteo”.  “Si tratta di una vetrina mediatica importante per la nostra città – hanno affermato il sindaco Marco Locchi e l'assessore al Turismo Paolo Leonardi che hanno assistito alle riprese – Grazie a questa iniziativa Umbertide potrà mostrare, anche se per pochi secondi, le sue bellezze e alcuni dei suoi scorci più suggestivi ad un pubblico numerosissimo, se si considera che la prima puntata è stata vista da quasi dieci milioni di telespettatori”.

12/01/2016 09:45:41 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica M5S: LE OSSERVAZIONI MAI OSSERVATE

Riceviamo e pubblichiamo Nel Consiglio comunale del 24 marzo 2015 è stato approvato, con voto favorevole del Partito Democratico e di Umbertide Cambia, il Piano Energetico Ambientale Comunale (PEAC). Teniamo a precisare che un Piano energetico comunale, per chi come noi crede fermamente che non si possono più rimandare delle politiche ambientali serie, è un sogno, purché sia fatto bene. Oggi un piano energetico serio deve partire da una consistente riduzione dei consumi e deve continuare con l’incentivare la produzione ed il consumo di energie realmente rinnovabili e non inquinanti. Purtroppo così non era, e quindi l’adozione del Peac aveva visto la nostra opposizione. Il motivo veniva dal fatto che il Piano sarebbe dovuto partire da un’analisi della situazione attuale, ma in realtà si rifaceva a dati ormai vecchi, a dati del Piano Energetico regionale del 2004 e quindi riferiti al 2002. Oltre a questo avevamo contestato che il capitolo riguardante i rifiuti era stato redatto senza tenere conto della pianificazione regionale. Era illogico parlare di incenerimento dei rifiuti quando il Piano Regionale escludeva il Comune di Umbertide dai Comuni dove i rifiuti si potevano bruciare. Era ancora più illogico parlare di incenerimento dei rifiuti quando la Giunta regionale aveva preadottato un adeguamento del Piano regionale che andava verso il superamento dell’incenerimento dei rifiuti in Umbria. Quindi quello che era stato approvato era un Piano vecchio e che andava contro la normativa regionale. Le procedure prevedono che al piano possano essere fatte delle osservazioni e quindi il Movimento 5 Stelle le ha fatte. La cosa strana è che a nove mesi dalla loro presentazione le nostre osservazioni al Piano non hanno ancora avuto risposta. Saranno state troppo difficili da capire?

11/01/2016 11:43:10 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica UMBERTIDE CAMBIA: PIU’ TRASPARENZA ED INFORMAZIONE NEI BANDI PUBBLICI

Riceviamo e pubblichiamo “Il Comune di Umbertide ha emanato un avviso pubblico per la costituzione di un elenco di operatori economici da interpellare per l’affidamento di lavori di importo complessivo inferiore ad un milione di euro mediante procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando. L’avviso è in pubblicazione nell’ albo pretorio dal 15 dicembre 2015 al 13 gennaio 2016, data in cui scadrà la possibilità di presentazione delle istanze. L’elenco degli operatori avrà validità annuale. L’iscrizione costituisce condizione essenziale per essere invitati a partecipare alle gare d’appalto. Vista la scarsa visibilità che l’Amministrazione sta dando al bando Umbertide cambia ha ritenuto necessario diffondere l’informazione a mezzo stampa e chiedere al Sindaco, con una nota formale, l’allungamento del termine utile per la presentazione delle domande, portandolo almeno al 15 febbraio, nonché la previsione nel bando stesso di una più ampia e corretta informazione pubblica”. “La pubblicazione di bandi di una certa importanza in periodi festivi o a ferragosto – afferma Stefano Conti, consigliere comunale di Umbertide cambia – è una brutta abitudine della pubblica amministrazione, che troppo spesso si ripete e non va certo in direzione della correttezza e della trasparenza da noi auspicata, che non è una questione formale, ma sostanziale. E’ un modo per limitare l’informazione non creando quindi pari opportunità di accesso, dunque una prassi da rivedere radicalmente”.

11/01/2016 09:32:51 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy