Attualità » Primo piano Protocollo d'intesa su centro islamico, Locchi:’’ Difendere la libertà di espressione e di culto e tutelare la sicurezza dei cittadini’’

Riceviamo e pubblichiamo   Il Comune di Umbertide, la Prefettura di Perugia e l'Associazione Centro culturale islamico di Umbertide hanno firmato mercoledì 18 ottobre un Protocollo d'intesa finalizzato a favorire la convivenza tra le diverse comunità religiose, consolidare la coesione sociale e promuovere l'integrazione. La firma è stata apposta presso la Prefettura di Perugia dal Prefetto Raffaele Cannizzaro, dal sindaco di Umbertide Marco Locchi e dal presidente dell'Associazione Centro culturale islamico Chafiq el Oqayly. Tale protocollo si basa su quanto stabilito dal “Patto nazionale per un Islam italiano” sottoscritto lo scorso mese di febbraio presso il Ministero dell'Interno con le principali organizzazioni islamiche presenti sul territorio italiano e finalizzato a promuovere una comunità aperta, integrata e aderente ai valori e principi dello stato italiano, sottolineando il ruolo che le associazioni islamiche possono ricoprire nel contenimento delle espressioni di radicalismo religioso. Grazie a questo Protocollo d'intesam Comune di Umbertide, Prefettura di Perugia e Associazione Centro culturale Islamico si impegnano a dare concreta e piena attuazione, a livello locale, del patto nazionale, facilitando i contatti e le relazioni delle Istituzioni e della società civile con le associazioni islamiche anche attraverso l'organizzazione di iniziative e momenti di incontro. Inoltre l'Associazione Centro culturale islamico si impegna a trasmettere, con largo anticipo, alla Prefettura i sermoni del Venerdì in lingua araba insieme ad una traduzione in lingua italiana e ad assicurare massima trasparenza nella gestione e documentazione dei finanziamenti ottenuti dall'Italia e dall'estero per la costruzione del centro culturale islamico, fornendo i relativi atti alla Prefettura. Nel protocollo è infine specificato che la costruzione del centro culturale islamico sarà organizzata in due fasi: la prima riguarderà la costruzione del solo piano terra per il quale verrà rilasciata singola agibilità mentre la seconda riguarderà il completamento dell'edificio e sarà regolamentata da specifiche intese che saranno concordate tra Comune, Prefettura e Centro culturale. “La firma del protocollo d'intesa – ha dichiarato il sindaco Locchi - è un risultato importantissimo per il quale l'Amministrazione Comunale si è impegnata a fondo, spinta dalla necessità di difendere la libertà di espressione e di culto e di tutelare la sicurezza dei cittadini, favorendo una reale integrazione tra le varie comunità presenti sul territorio”. Nel corso dell'incontro è stata inoltre consegnata al Prefetto tutta la documentazione amministrativa relativa al Centro culturale islamico.

19/10/2017 16:53:22 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Torgiano e Valfabbrica: controlli straordinari del territorio da parte dei Carabinieri

Continua in maniera serrata il controllo del territorio dei Carabinieri del Comando Compagnia di Assisi. Nell’ambito di un servizio a largo raggio, finalizzato al contrasto  di reati predatori e all’  utilizzo di sostanze stupefacenti ed alcooliche, che ha interessato i Comuni di Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Torgiano  e Valfabbrica, i Carabinieri hanno controllato 152 persone, di cui 26 stranieri, 9 locali pubblici e 87 automezzi.  Il servizio, che ha visto l’impiego di militari (24) e mezzi (11) con i colori d’istituto, con l’ausilio anche dei militari della S.O.S (Squadra Operativa di Supporto) del 13° Battaglione Gorizia, ha interessato le più importanti arterie stradali nonché i luoghi particolarmente frequentati da pregiudicati e tossicodipendenti. Nel corso dello stesso: è stato tratto in arresto un cittadino filippino 26enne, residente nel torgianese, in esecuzione di un ordine di espiazione pena per una condanna definitiva di guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti; sono stati deferiti in stato di libertà: un 40enne di Valfabbrica trovato in possesso di 2 gr. di cocaina suddivisa in cinque dosi destinate allo spaccio; una 22enne milanese, pregiudicata e sottoposta alla misura della sorveglianza speciale, sorpresa all’interno dell’abitazione di un pregiudicato di Cannara sottoposto agli arresti domiciliari; un 32enne egiziano sorpreso a bordo di un autovettura sottoposta a sequestro amministrativo; un 33enne indiano inottemperante all’ordine del Questore di Ascoli Piceno a lasciare il territorio italiano, emesso nell’anno 2015; un 32enne marocchino, senza fissa dimora, per essersi introdotto illegalmente nel territorio nazionale; lo stesso è stato sorpreso per le vie di Santa Maria degli Angeli in evidente stato di ubriachezza; quattro italiani per guida in stato di ubriachezza o sotto l’influenza di sostanze stupefacenti. Le patenti di guida sono state ritirate. Particolare attenzione è stata posta inoltre all’annoso problema dei c.d. “parcheggiatori abusivi” nelle zone limitrofe alle Basiliche ed ai supermercati, ove sono stati sorpresi quattro soggetti nigeriani; nel complesso sono state elevate sanzioni amministrative ed è stata sequestrata l’intera somma provento dell’attività illegale. 

19/10/2017 16:43:24 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Controlli della Polizia ad Assisi e Bastia Umbra, i risultati dell'operazione

E’ più che positivo il bilancio del piano di controlli straordinari del territorio disposti dal Questore di Perugia Francesco Messina, che hanno coinvolto anche i territori di Assisi e Bastia Umbra. Il personale del Commissariato unitamente agli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Umbria-Marche, hanno effettuato posti di controllo nei punti nevralgici del territorio, con particolare attenzione agli svincoli delle principali arterie autostradali, alle aree circostanti i locali maggiormente frequentati dai giovani nonché lungo i percorsi cittadini più trafficati. Nel corso di questi servizi straordinari sono state fermate circa 450 autovetture e identificate più di 700 persone, di cui 70 sono risultati pregiudicati. Sono state elevate circa 20 contravvenzioni al Codice della Strada per varie irregolarità. Quattro autovetture risultate prive dei certificati assicurativi sono state sottoposte a sequestro amministrativo con il conseguente ritiro della patente per il conducente. Scattata anche una denuncia per un automobilista, un 40enne di Petrignano di nazionalità albanese, controllato a bordo della sua autovettura è stato trovato senza documenti al seguito, incluso il titolo di abilitazione alla guida. Dagli accertamenti è emerso che l’uomo era già stato sanzionato in passato per guida senza patente e in considerazione della recidiva, per l’albanese è scattata la responsabilità penale ed è stato indagato in stato di libertà. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro amministrativo.

19/10/2017 09:14:32 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy