Notizie » Politica Costituito ad Umbertide il comitato a sostegno di Andrea Orlando

Riceviamo e pubblichiamo Costituito il comitato a sostegno di Andrea Orlando Anche ad Umbertide, come in tutti i comuni dell’Umbria si è costituito il comitato per il sostegno alla candidatura di Andrea Orlando a segretario nazionale del Partito Democratico Da Umbertide vogliamo dare un forte contributo a sostegno di Andrea Orlando per il congresso del Partito Democratico e per questo abbiamo voluto costituire un comitato per organizzare l’azione politica in vista del passaggio interno ai circoli e delle primarie del 30 aprile. Siamo convinti che Andrea possa essere un elemento di unione per il PD e per il centro-sinistra, che, in accordo con i valori che hanno fatto nascere il Partito nel 2008 guarda alla sinistra e che è in grado di dialogare con tutte le forze progressiste del Paese. Crediamo che la discussione politica vada fatta all’interno del partito: rispettiamo le scelte di ognuno, siamo contrari alle divisioni ma è pur vero che non ha operato per il bene del partito chi non ha fatto di tutto per mantenere un confronto vero nel Pd e non ha avuto la volontà di fare quanto necessario per evitare scissioni. Sosteniamo Andrea convinti della necessità di riportare il PD ai valori per cui è stato fondato, facendolo diventare quel movimento politico che era stato pensato alla sua nascita: inclusivo e aperto a tutti. Un luogo dove si discute e si trovano punti di incontro, dove non si risolvono le differenze contando le tessere. Condividiamo la spinta che Andrea intende dare alla riorganizzazione del Partito, l’obiettivo di tornare a dialogare con le forze sociali, i sindacati, l’associazionismo diffuso e la sua attenzione alla formazione di una classe dirigente giovane e lontana dal vecchio potere. Il Partito deve costruire reti e non deve essere autoreferenziale e chiuso in sé stesso, come purtroppo è stato fatto negli ultimi anni a tutti i livelli, dal nazionale al locale. A tutti coloro che sono interessati a partecipare attivamente alla campagna diamo appuntamento sulla pagina Facebook “Andrea Orlando segretario PD - comitato di Umbertide” ed alle iniziative che organizzeremo a sostegno della candidatura a segretario nazionale del Pd. Il primo appuntamento a cui parteciperemo ed al quale sei invitato è previsto per GIOVEDÌ 16 MARZO alle ore 21.00 dove incontreremo Andrea; sarà l’occasione di conoscerci e capire, dal vivo, cosa propone il nostro candidato. L’incontro si terrà a Perugia, nella sala dei Notari. Per partecipare attivamente alla campagna e dare il tuo contributo per far crescere il tuo partito, puoi contattarci su Facebook, via mail all’indirizzoUmbertide.per.un.nuovo.pd@gmail.com e via whatsapp al numero 338.5342553 Il coordinatore del comitato ”Umbertide per Andrea Orlando segretario del PD” Giuliano Ciocchetti      

15/03/2017 11:18:46 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica UMBERTIDE CAMBIA: UN PIANO CITTADINO PER LA VIABILITA’ E LE BARRIERE ARCHITETTONICHE

Riceviamo e pubblichiamo «Recentissimi fatti ed incidenti confermano che ad Umbertide esiste un problema di insicurezza dal punto di vista di viabilità». Con queste parole il consigliere Luigino Orazi di Umbertide cambia denuncia una situazione più generale, che riguarda anche le barriere architettoniche. «Lo scorso 10 marzo un ennesimo incidente, per fortuna senza pesanti danni, presso il nuovo sottopasso della ferrovia è stata la ulteriore prova della pericolosità di esso. Infatti, sia chi proviene dalla rotonda e si deve immettere sulla Tiberina svoltando a sinistra, sia chi si immette da uno stop posto sui due lati del sottopasso non riesce a vedere chi arriva, se non all’ultimo momento. Se invece che due auto la collisione coinvolge uno scooter o una bici, caso non infrequente vista la presenza in zona di impianti sportivi, il danno potrebbe essere ben più grave. E’ evidente che occorre trovare soluzioni efficaci, che non siano solo la limitazione della velocità». Per il consigliere Orazi è l’intera viabilità cittadina che soffre: « Ci troviamo di fronte ad una irrazionale viabilità urbana, fatta di passaggi pedonali pericolosi, poco illuminati e poco visibili. Inoltre lo scorrimento da Piazza Mazzini al passaggio a livello è un imbuto pericoloso. Vi sono anche parcheggi non a norma (esempio via Garibaldi e via Stella); incroci pericolosi come via dei Patrioti, un rompicapo pauroso che necessita di un intervento urgente è improcrastinabile. Poi, nelle ore dell’entrata e uscita dalle scuole medie e superiori Via Roma, Via della Luna e Via Tusicum, peraltro mai presidiate, diventano teatro di una gimkana dove trasporto pubblico e privato si sovrappongono. Per non dire della classica viabilità incomprensibile dello svincolo presso le Fontanelle.». I consiglieri, inoltre, evidenziano che «c’è ancora molto da fare sull’abbattimento delle barriere architettoniche. È una questione di etica pubblica: strade e alcuni impianti sportivi non hanno le minime facilitazioni per i disabili. Si programma un intervento di manutenzione straordinaria del palazzetto dello sport senza pensare di adeguare la struttura anche per la pratica sportiva di persone disabili, oggi impedita. Occorre al riguardo definire e realizzare in breve tempo un piano cittadino». Umbertide cambia chiede di porre rimedio a queste criticità e sollecita «l’Amministrazione ad approvare anche il Regolamento di Polizia urbana, al quale abbiamo contribuito per rendere razionale l’ordine pubblico e sviluppare il senso di cittadinanza». Umbertide cambia    

13/03/2017 11:44:28 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica Lega Nord su audizione di Umbra Acque:’’Inammissibile che non si rispettino le decisioni del Consiglio Comunale. Così si manca di rispetto a 40mila tifernati’’

Riceviamo e pubblichiamo Marchetti e Mancini sulla mancata estensione dell’orario di apertura dello sportello informativo di Umbra Acque “Inutili i comunicati stampa in cui l'amministrazione Bacchetta ringrazia Umbra Acque o in cui si parla di futuri investimenti dell’ente solo per addolcire i tanti problemi ormai ben noti, ciò che conta sono i fatti e ad oggi, abbiamo la certezza che lo sportello del cittadino, servizio necessario per molti utenti, non verrà ampliato nel suo orario di apertura, nonostante la proposta della Lega Nord fosse stata approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale”. Ad intervenire sulla questione sono i vertici tifernati del Carroccio, Riccardo Augusto Marchetti(capogruppo) e Valerio Mancini(consigliere) che commentano così l’esito della  commissione congiunta in cui sono stati auditi i vertici di Umbra Acque: “Inaccettabile che non si tenga conto di quanto deliberato nella massima assise cittadina – chiariscono i due leghisti – così facendo si manca di rispetto a 40  mila tifernati.  Banale la scusa dei vertici di Umbra Acque di nascondersi dietro le normative da rispettare che sono buone solo a penalizzare le famiglie e imprese. Non possiamo continuare ad essere prigionieri della burocrazia, la stessa, che assieme alla politica inconcludente della sinistra, sta mettendo in ginocchio l’intera nazione. Il 2 Agosto il consiglio tifernate – continuano i due leghisti – si è espresso favorevolmente su una nostra proposta ed ora occorre metterla in pratica: Umbra Acque è una società partecipata del comune di Città di Castello e in quanto tale ha il dovere di rispettare i cittadini e aprire lo sportello informativo per 40 ore settimanali. Essendo un servizio pubblico deve funzionare ed agevolare i contribuenti, non penalizzarli come invece è stato fatto, sia nella mancata erogazione dell’acqua, sia nel rosicato servizio di informazione offerto agli utenti”. La Lega Nord fa sapere, inoltre, che in commissione congiunta, il capogruppo Marchetti ha chiesto delucidazioni anche sui pagamenti bloccati, ai possessori di pozzi privati, circa la depurazione dell’acqua. Una battaglia storica del Carroccio e che coinvolge oltre 5000 proprietari in tutto l’Altotevere. “Dai vertici di Umbra Acque – chiarisce Marchetti – abbiamo avuto la garanzia che non saranno emesse bollette retroattive, se così non fosse preghiamo gli utenti di segnalarcelo”  

11/03/2017 14:15:07 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica Castel Ritaldi: il sindaco riassegna le deleghe, agli assessori affidati anche dei ‘’macro progetti’’

Riceviamo e pubblichiamo Nell'ultima seduta del consiglio comunale eletto il nuovo presidente. Il sindaco Reali: “Pronti a raggiungere gli obiettivi”   CASTEL RITALDI - Nuovo assetto per la giunta comunale di Castel Ritaldi. A partire dallo scorso 27 febbraio, il sindaco Andrea Reali ha provveduto a dare un nuovo assetto all'esecutivo comunale, con la rispettiva riassegnazione delle deleghe ai vari assessori che compongo la sua squadra di governo. Si parte dal vice, Sante Mesca. Al numero due dell'esecutivo, spetterà la sovrintendenza delle funzioni relative ai lavori pubblici, manutenzioni e ambiente. Insieme a ciò, Mesca dovrà portare avanti il programma “Castel Ritaldi ecologica”, che comprendere la supervisione sui progetti dei percorsi pedonali e piste ciclabili, la rete viaria del territorio, le piazze comunali, arredo e decoro urbano ed infine la revisione del Prg. L'assessore Elisa Settimi sarà la titolare delle pari opportunità, insieme a sport, associazionismo e curerà il progetto “Diritto allo sport e associazionismo” del programma “Socialmente”. Tamara Martini per il suo assessorato avrà le deleghe ai servizi socio-assistenziali, cultura e curerà il progetto “Castel Ritaldi Paese delle fiabe” del programma “Socialmente”. Chiude il quadro l'assessore Mirko Peruzzi con delega all'istruzione. A quest'ultimo sarà affidato anche il progetto della “Cittadella scolastica” del programma “Socialmente”. Dopo le sue dimissioni, rientrerà a collaborare con il Comune anche Alessio Miliani. L'ex assessore farà parte dello staff del sindaco (nominato ai sensi dell’art. 27 del “Regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi” dell’Ente) a titolo gratuito e avrà il compito di supporto al primo cittadino e alla sua giunta. A Miliani affidato il progetto strategico “Castel Ritaldi Factory”, con funzioni di studio delle problematiche, assistenza e consulenza senza alcun potere gestionale. Per finire, nella seduta del consiglio comunale dello scorso 27 febbraio, il consigliere comunale Federico Celli è stato nominato nuovo presidente della massima assise cittadina. LE PAROLE DEL SINDACO – Soddisfatto del nuovo riassetto di giunta il sindaco di Castel Ritaldi, Andrea Reali: “Il riassetto ci permette di riprendere con un certo piglio il nostro programma elettorale, per riuscire così a raggiungere gli obiettivi del nostro mandato. Il riassetto – spiega il sindaco – ha portato ad un rinnovo generazionale nella guida della città, così da preparare una nuova classe dirigente in previsione futura. Insieme ai giovani però, ci saranno sempre le colonne portanti che hanno sostenuto sin qui l'amministrazione”. Andrea Reali ha voluto fortemente assegnare agli assessori anche dei macro progetti, non limitandosi alle ridistribuzione deleghe: “In questa maniera – sottolinea il primo cittadino – andiamo in controtendenza rispetto ad altre amministrazioni comunali. Ogni componente della giunta sarà direttamente giudicabile dai cittadini, che avranno ben chiaro se gli assessori, alla fine del mandato, saranno riusciti o meno a completare i loro progetti”.        

11/03/2017 11:22:00 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy