Notizie » Politica Umbertide cambia: una giornata di festa per giovani e famiglie

Umbertide Cambia con le famiglie ed i giovani per una giornata di festa La lista civica Umbertide Cambia invita tutti a partecipare domenica 18 maggio 2014, dalle ore 15:30, alla giornata di festa che si terrà presso i locali de “La Piattaforma”. Si inizierà con un intero pomeriggio dedicato alle famiglie ed in particolare ai più piccoli, i quali potranno divertirsi con i giochi organizzati dai ragazzi dell'Associazione “La Festaccia”, con le letture dei nostri candidati e con i Giochi di Luce coordinati dall'Accademia della Luce. Un breve intervallo verrà dedicato alla merenda. Dalle ore 18:30 circa, ci sarà un dibattito sui temi della cultura, delle politiche educative, giovanili e sociali e sulla tutela delle diversità. Interverranno il candidato sindaco di Umbertide Cambia, Claudio Faloci, i candidati consiglieri Alessia Bartolini, Maurizio Gianandrea, Giorgio Gustinelli, Michela Cerbarano e la prof.ssa Silvia Fornari, sociologa presso l'Università degli Studi di Perugia. Dalle ore 20:00 prende vita la serata “Be young, Be yourself”di Umbertide, una serata rivolta ai giovani e ai meno giovani ed a favore delle donne e dei diritti civili con apericena (costo di € 13,00 a persona), musica con DJ Enrico Carini e spettacolo fino a tarda notte. Crediamo che l'aumento dei fenomeni di violenza sia fisica che verbale fondata sull'odio richiedano, da parte delle persone che intendono amministrare l'interesse pubblico, un impegno concreto nel favorire pratiche positive di accettazione delle diversità, rivolto in particolare ai più giovani. Perché la cultura e l'educazione di oggi, sono i pilastri della società di domani.  

17/05/2014 15:48:13

Notizie » Politica Umbertide cambia risponde al Pd: no ad arroganza

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO Il PD di Umbertide giudica bugie, maldicenze e cattiverie le informazioni documentate che Umbertide cambia ha pubblicato in merito a: bretella ferroviaria di Pierantonio, ex fornace, moschea, ospedale, gestione rifiuti (caso Sogepu), ex tabacchi, centro storico. Ci aspettavamo risposte, suffragate, come le nostre posizioni, da numeri, fatti, motivazioni. La verità è che Umbertide cambia richiede e pratica trasparenza. Concetto scomodo per chi è abituato ad usare, piuttosto che a guidare, l’Amministrazione comunale, svendendo l’interesse della comunità locale per fini diversi dall’interesse generale. Noi non siamo – come dice il PD – “candidati” contro il centro sinistra. Noi siamo nati per contrastare prepotenza, arroganza, personalismo. Ci impegniamo per portare Umbertide fuori da questa mentalità politica feudale, fatta di amici e nemici, fondata sul controllo, la disinformazione, l’intimidazione, l’offesa (come stiamo ben sperimentando in questa campagna elettorale, ma di certo non ci arrendiamo). Lo facciamo per favorire una crescita vera della nostra città, sul piano economico, culturale, sociale. Lo facciamo con l’obiettivo di elevare il livello del confronto politico. Lo facciamo anche per stimolare il PD ad un coraggioso scatto d’orgoglio. In tutto questo siamo utili alla nostra città. Umbertide cambia. Con il tuo voto cambiala con noi. Umbertide cambia

17/05/2014 07:00:34

Notizie » Politica Inceneritori Zero: risposta e polemica con Locchi

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DAL COMITATO INCENERITORI ZERO   In occasione dell'assemblea pubblica del 9 Maggio riguardante la discarica di Pietramelina organizzata da vari comitati e pro loco del territorio tra cui Il comitato Inceneritori Zero, sono stati invitati i candidati sindaco di Umbertide e Perugia. Teniamo a puntualizzare che i candidati sono stati invitati senza concordare con nessuno la data e  soprattutto tutti lo stesso giorno e con le stesse modalità . Chi dei candidati non ha potuto presenziare l'assemblea ha inviato dei candidati consiglieri che hanno esposto le considerazioni del partito o della lista che rappresentavano in merito al tema trattato. La presa di posizione del Sig. Locchi Marco, candidato sindaco del PD ad Umbertide, è fuori luogo, fuorviante e soprattutto incomprensibile. Chi sta strumentalizzando la vicenda per fini elettorali non è sicuramente un Comitato di cittadini, apartitico , che ha il solo fine di salvaguardare la salute dei cittadini e l'integrità ambientale di un territorio martoriato da decenni da decisioni amministrative scellerate . I dubbi del Sig. Marco Locchi sono del tutto infondati e l'assenza della lista che rappresenta all'assemblea non sono sicuramente da imputare al Comitato Inceneritori Zero che con grande senso civico organizza eventi informativi su una bomba ecologica come la discarica di Pietramelina . Il Comitato non ha interessi politici , il Comitato combatte da decenni per il diritto alla salute dei cittadini di un territorio e vedere dietro il nostro operato un progetto politico mettendo in discussione la bontà ed il fine del nostro operato ci offende e ci lascia assolutamente allibiti.    Comitato Inceneritori Zero  

17/05/2014 06:48:06

Notizie » Politica Il Centrosinistra umbertidese incontra la cittadinanza

Riceviamo e pubblichiamo La coalizione di centrosinistra costituita da PD, UMBERTIDE VOLTA PAGINA (progetto politico promosso dai Socialisti con l’adesione dei Cattolici per Rinnovare ed i Riformisti), e dal PRC-PDCI – SINISTRA PER UMBERTIDE, ha organizzato un incontro con i cittadini in vista delle amministrative del 25 maggio per l’elezione del sindaco e il rinnovo del consiglio comunale, che si terrà mercoledì 21 maggio alle ore 21 presso l’ex tabacchi alla quale tutta la cittadinanza è invitata a partecipare. Il centrosinistra, in questi anni di governo della città di Umbertide, ha raggiunto risultati importanti, garantendo servizi di qualità ai cittadini, con un’attenzione particolare ai più bisognosi e riusciendo a mantenere una pressione fiscale tra le più basse dell’Umbria, nonostante le limitate disponibilità finanziarie. Alle elezioni del 25 maggio, il centrosinistra si presenta con un programma rinnovato, che recepisce le esigenze dei cittadini, con una proposta politica aggiornata alle istanze di cambiamento emergenti dalla società e sostiene il candidato a sindaco Marco Locchi. L’obbietivo della coalizione è quello dare un governo alla città, che risponda alle esigenze di sviluppo sociale ed economico di una società in continua evoluzione. Nel programma di coalizione trovano spazio le molteplici sensibilità dei partiti di centrosinistra che operano con la propria autonomia politica e culturale: il lavoro e la ripresa economica attraverso il sostegno alle imprese locali, la trasparenza e la partecipazione, il potenziamento e il mantenimento del sistema del welfare, il diritto allo studio e al lavoro, la tutela dell’ambiente e del diritto alla salute dei cittadini, il rilancio del centro storico e del turismo, il potenziamento della sicurezza, con l’obbiettivo di dare vita ad una città sempre più moderna, tecnologica e soprattutto attenta ai bisogni dei suoi cittadini. PD UMBERTIDE VOLTA PAGINA PRC-PDCI – SINISTRA PER UMBERTIDE 

16/05/2014 14:13:32

Notizie » Politica Umbertide: ex Fornace, un degrado. La posizione di Umbertide cambia

  RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO L’Amministrazione comunale poteva e potrebbe ancora fare qualcosa in merito alla situazione di degrado che caratterizza il complesso ex fornace. Ma ha scelto, contro il suo stesso interesse, e soprattutto contro l’interesse dei cittadini, di non intervenire. “E’ una iniziativa privata, non possiamo farci nulla”. A fronte della situazione di abbandono, degli atti vandalici e dei problemi di ordine pubblico che fanno da corollario all’”ecomostro” il Comune di Umbertide si trincera dietro questa giustificazione. Nulla di più falso. Questa scelta “pilatesca” cela in realtà un comportamento passivo, contrario all’interesse della comunità locale. Il comune avrebbe potuto e dovuto intervenire da tempo, contestando il mancato rispetto degli accordi da parte del costruttore, rivendicando l’acquisizione gratuita del complesso o la sua demolizione. Anche perché il denaro pubblico speso per il recupero della zona (oltre 1.200.000 euro) è molto, ma molto di più di quanto incassato dal privato per gli oneri concessori (circa 450.000 euro). E potrebbe intervenire ancora. Amministrazioni più attente, o forse con le mani più libere, hanno incentivato l’acquisto di aree degradate da parte di soggetti istituzionali, sia pubblici che privati. Il recupero e l’utilizzo di aree soggette ad abbandono è infatti possibile grazie a piani realizzati in sinergia con le amministrazioni centrali e regionali. Umbertide cambia intende percorrere questa via, verificando, in un quadro di legalità, la possibilità in parte di un utilizzo pubblico, per il resto di una gestione “sociale” del complesso ex fornace, evitando in tal modo riflessi negativi che una eventuale svendita degli immobili potrebbe comportare sul mercato immobiliare locale. Pensiamo dunque, ad uno spazio per la caserma dei Carabinieri; ad un presidio socio sanitario: hospice, ambulatori e servizi medici, strutture di supporto all’ospedale o alla Prosperius, residenze per persone che debbono sottoporsi a terapie od assistere malati; ad un polo per i servizi al cittadino: ufficio di cittadinanza, sportello del consumatore, tribunale del malato, servizi per l’impiego, sportello delle entrate e quant’altro. Le restanti strutture potrebbero essere destinate ad un uso abitativo, in locazione a canone regolamentato, per giovani coppie, anche conviventi, anziani soli, genitori single, immigrati, famiglie in difficoltà economica.

15/05/2014 15:23:10

Notizie » Politica M5S Umbertide su ambiente e tutela del territorio

Riceviamo e pubblichiamo dal Movimento 5 Stelle di Umbertide: "Venerdì 9 maggio si è tenuta presso il CVA di Sant’Orfeto un’assemblea pubblica organizzata dal Comitato InceneritoriZero in collaborazione con il Comitato Verde Pian d’Assino; sono stati invitati tra l’altro i vari candidati sindaci della zona di Umbertide e Perugia, forse chi era assente ritiene più importante impegnarsi nella campagna elettorale che affrontare i problemi reali che coinvolgono la comunità. Noi tutti del M5S eravamo presenti. E questo non certo per cavalcare politicamente la situazione, come accade il più delle volte soprattutto sotto campagna elettorale, ma perché come cittadini avvertiamo il problema. Prima ancora di lanciarsi in questa “esperienza politica” abbiamo provato da persone comuni a far sentire le nostre voci a chi ci amministra, ovviamente le nostre ragioni sono sempre state inascoltate. Le vicende che riguardano la storia di questi due comitati, primo tra tutti per anzianità  il comitato di InceneritoriZero, sono l’esempio di come i nostri amministratori locali e regionali siano stati e siano sordi a quelle che sono legittime proteste e preoccupazioni. E’ mai possibile che dei semplici cittadini debbano costituire un comitato a difesa del proprio territorio, investendo energie e denaro, per tutelare il proprio paese quando questo dovrebbe essere il compito primario di ogni amministrazione? Ad oggi purtroppo, dopo trent’anni di battaglie da parte di InceneritoriZero e un anno da parte del giovane comitato di Pian d’Assino, la dimostrazione più lampante è che a questi signori della politica, che ci amministrano da tanti anni, sì perché alla fine i nomi sono sempre gli stessi, poco importa della salute dei cittadini. Non un intervento reale, effettivo, se non il solito parlare, il finto interessamento che non porta a nulla di fatto, non una sollecitazione agli organi competenti per tentare di risollevare la situazione. Ecco perché di fronte a  tanta inadempienza e disinteressamento serve un contributo reale, un’amministrazione degna di questo nome deve schierarsi con i cittadini tutti e non con gli interessi di una parte. Il M5S è sensibile al problema ambiente, una delle 5 stelle riguarda proprio l’ambiente; noi stessi nel nostro programma abbiamo toccato in maniera importante questo aspetto, il problema dei rifiuti e la questione della centrale di Pian d’Assino. Compito di un’amministrazione è salvaguardare il proprio territorio, migliorare la vivibilità del proprio ambiente, impegnarsi dunque perché questo sia possibile monitorando e richiedendo frequenti controlli su quelle realtà che sappiamo critiche. Governare significa prima di tutto rispettare i diritti del cittadino al quale invece vengono solo chiesti sacrifici."

10/05/2014 10:26:23

Notizie » Politica Umbertide: acqua pubblica. La posizione di Umbertide cambia

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO L’acqua dovrebbe tornare ad una gestione completamente pubblica. Come pure il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. In entrambi i casi possono e debbono essere previste aziende  a totale partecipazione pubblica.  Non “carrozzoni” improduttivi e costosi, ma aziende che operano in regime privatistico garantendo efficacia del servizio e garanzia dei cittadini. Umbertide cambia esprime con nettezza queste scelte fondamentali di natura politica, aggiungendo l’esigenza di un piano territoriale e comunale per le energie rinnovabili in grado di programmare in maniera sistemica, integrata ed equilibrata la tipologia degli impianti, le modalità di gestione, la loro finalità, la dislocazione, l’impatto ambientale, i riflessi per la salute, benefici e costi, sistemi di approvvigionamento, valutando le esigenze ed il potenziale energetico del territorio e puntando a soluzioni che consentono una diretta utilità per la comunità locale. Ciò  prima della realizzazione delle centrali previste a Pian d’Assino e nella Valle del Niccone. La gestione pubblica di servizi relativi alla distribuzione dell’acqua è doverosa, in quanto la risorsa idrica rappresenta un bene primario sul quale non si può consentire ad un privato di generare profitto. Anche la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti assume una valenza fondamentale in un’ottica di tutela dell’ambiente e di scelte strategiche, legate alla modalità del servizio (che incide sui costi e quindi sulle tariffe applicate ai cittadini), al percorso dei  rifiuti, alle attività economiche che ad esso possono essere collegate. Da tutti questi punti di vista un indirizzo ed una gestione pubblica favorirebbe una dinamica virtuosa del sistema, concepito in un’ambito territoriale adeguato . Da qui la proposta sostenuta da Umbertide cambia di realizzare una azienda pubblica partecipata da tutti i comuni del territorio interessato, competitiva, in grado di gestire efficacemente il servizio uscendo da logiche municipalistiche e clientelari per favorire soluzioni che garantiscano una diretta utilità per la comunità locale.

09/05/2014 14:58:07

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy