Notizie » Politica Crisi di Giunta ad Umbertide, il PD:''Dimissioni di sette consiglieri''

Riceviamo e pubblichiamo Chiarezza nel rispetto della città Il sindaco scarica sulle istituzioni le sue personali battaglie politiche. In questi giorni congiuntamente alle segreterie regionali e provinciali del Partito democratico abbiamo cercato di trovare una soluzione alla crisi politico-istituzionale che Umbertide sta attraversando. Dopo che il sindaco Locchi ha  revocato le assessore Montanucci e Violini esclusivamente per motivazioni politiche, abbiamo chiesto il reintegro in giunta delle stesse dando la totale disponibilità all'allargamento dell'assemblea comunale a quelle minoranze che non hanno voluto partecipare  al congresso (che oltre i garanti aveva una nutrita schiera di "osservatori esterni"). Su sollecitazione delle segreterie regionali e provinciali  avremmo anche accettato un totale cambiamento della giunta per lavorare con maggior forza agli obiettivi di fine legislatura a seconda dei desideri del sindaco. Abbiamo trovato una chiusura totale da parte del sindaco. Avendo motivato il sindaco le revoche delle due assessore come un fatto politico ritorsivo verso il Pd (che in giunta e in consiglio lo ha sostenuto su tutto anche quando c'erano posizioni divergenti)  è evidente che essendoci solo delle mere motivazioni politiche non si può accettare una semplice sostituzione delle stesse. Il Partito democratico di Umbertide non può di certo sfiduciare il sindaco ma la cosa più pulita e trasparente verso la città è quella di prendere le distanze dal suo comportamento attraverso le dimissioni dei consiglieri comunali, tra l'altro già sottoscritte da n. 7 consiglieri comunali.  È incomprensibile come per il sindaco (che rifiuta il dialogo con il Pd) le questioni di lotta politica abbiano il sopravvento sulle istituzioni, sul bene della comunità.

13/12/2017 14:35:52

Cultura » Mostre Sabato 16 dicembre al Teatro dei Riuniti di Umbertide, concerto-spettacolo ''RadioBowie''

Riceviamo e pubblichiamo RadioBOWIE TEATRO DEI RIUNITI, UMBERTIDE (PG) Sabato 16 dicembre 2017, ORE 21.00 Sabato 16 dicembre alle 21.00 andrà in scena al Teatro dei Riuniti di Umbertide il concerto-spettacolo RadioBowie, omaggio al Duca Bianco. Lo spettacolo è una produzione dell’Accademia dei Riuniti, con la collaborazione del gruppo musicale Mutazione, e si snoda in un racconto fatto di musica, parole e immagini. I musicisti, gli attori e le proiezioni immersive ripercorreranno le tappe salienti della carriera di David Bowie e la sua influenza nell’immaginario pop-rock dagli anni ‘70 ai giorni nostri. L’obiettivo è quello di restituire al pubblico uno spettacolo originale e piacevole che sappia andare oltre la classica formula del concerto frontale. RadioBowie, seconda tappa della micro-rassegna Assaggi di Stagione, è anche il primo di una serie di appuntamenti musicali che seguiranno lo stesso format e che verranno presentati al Teatro dei Riuniti di Umbertide nel corso del 2018. L’idea è quella di offrire ai numerosi gruppi musicali locali una ribalta importante e un palco dove esibirsi. Il contributo degli autori, degli attori e dei tecnici dell’Accademia dei Riuniti sarà il valore aggiunto che renderà possibile la realizzazione di vere e proprie produzioni ad hoc. RADIOBOWIE SABATO 16 DICEMBRE – ORE 21.00 TEATRO DEI RIUNITI – UMBERTIDE (PG) INGRESSO INTERO: € 10 INGRESSO RIDOTTO 15-25 ANNI: € 8 INGRESSO GRATUITO FINO A 14 ANNI INFO E PRENOTAZIONI: ticket@accademiadeiriuniti.com www.accademiadeiriuniti.com

13/12/2017 12:07:51

Cultura » Mostre La Fondazione Ranieri di Sorbello annuncia i prossimi appuntamenti prima del Natale

Riceviamo e pubblichiamo La Fondazione Ranieri di Sorbello per il ciclo di incontri NARRAZIONI E COLLEZIONI è lieta di segnalare i prossimi due appuntamenti prima delle festività natalizie   Giovedì 14 dicembre ore 17.30 e Venerdì 15 dicembre ore 17.30   Palazzo Sorbello, Piazza Piccinino 9 - Perugia   Giovedì 14 dicembre alle ore 17.30 presso Palazzo Sorbello in Piazza Piccinino, 9 verrà presentata la nuova sezione espositiva dal titolo Baldassarre Orsini (1732-1810) nella Biblioteca Sorbello: un excursus tra manoscritti ed opere stampate a Perugia tra la seconda metà del XVIII e gli inizi del XIX secolo. L’incontro vedrà la partecipazione della prof.ssaCettina Lenza (Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”) con un intervento dal titolo “Baldassarre Orsini e l’eredità del secolo dei Lumi” e a seguire la dott.ssa Sara Morelli(Fondazione Ranieri di Sorbello - curatrice), illustrerà la sezione espositiva nella quale vengono esposti preziosi libri a stampa e manoscritti tra i quali la Guida al forestiere per l’augusta città di Perugia, il Dizionario vitruviano di architettura  e Vita elogio e memorie dell’egregio pittore Pietro Perugino. L’incontro sarà coordinato dal prof. Ruggero Ranieri, Presidente della Fondazione Ranieri di Sorbello. Baldassarre Orsini (1732-1810) fu una personalità di spicco della vita culturale, artistica, scientifica e letteraria non soltanto perugina. Dall’analisi di questa figura e delle sue opere si può trarre un significativo spaccato del secondo Settecento italiano. L’esposizione, sulla scia della mostra allestita alla Galleria Nazionale dell’Umbria, vuole essere un prosieguo della messa a fuoco attorno alla figura dell’Orsini, autentico protagonista della storia culturale perugina. Sarà organizzato inoltre dalla Fondazione Ranieri di Sorbello, un ciclo di conferenze su questo tema nei primi mesi del 2018. Al termine dell’incontro la Fondazione Ranieri di Sorbello, sarà lieta di offrire un momento conviviale con dolci natalizi per augurare a tutti Buone Feste.   Venerdì 15 dicembre alle ore 17.30 sempre a Palazzo Sorbello, per la serie di incontri relativi al Grand Tour e la letteratura di viaggio, ci sarà una conversazione sul tema La Campania e il Grand Tour alla quale prenderanno parte la prof.ssa Rosanna Cioffi (Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”), il prof. Sebastiano Martelli (Università degli Studi di Salerno) introdotti dal prof. Vincenzo Trombetta (Università degli Studi di Salerno). L’incontro prende spunto dal volume: “La Campania e il Grand Tour. Immagini, luoghi e racconti di viaggio tra Settecento e Ottocento” a cura di Rosanna Cioffi, Sebastiano Martelli, Imma Cecere, Giulio Brevetti (L’Herma 2015).      

13/12/2017 12:02:16

Notizie » Politica Doppia tassazione sulle pensioni estere, fascia maggiormente colpita l’eugubino-gualdese, la Lega Nord chiede di accelerare i tempi

Riceviamo e pubblichiamo Doppia tassazione sulle pensioni estere, fascia maggiormente colpita l’eugubino-gualdese. La Lega Nord chiede di accelerare i tempi Mancini e Fiorini: “Proposta di risoluzione in prima commissione consiliare” Duplice tassazione per le pensioni di emigrati all’estero, la Lega Nord chiede di “accelerare i tempi. Oltre un anno fa abbiamo sollevato la questione, ma dal Governo centrale nessuna risposta”. A schierarsi dalla parte dei pensionati tornati in Italia dopo decenni, i consiglieri Lega Nord, Valerio Mancini ed Emanuele Fiorini che, assieme alla referente territoriale di Gualdo Tadino, Alessia Raponi e al Vice Segretario Virginio Caparvi, annunciano una proposta di risoluzione in prima Commissione Consiliare. “Erano gli anni ’60 quando tantissime famiglie umbre si videro costrette ad emigrare altrove in cerca di fortuna. Molti cittadini residenti nella fascia eugubino gualdese e non solo, trovarono occupazione in Lussemburgo come operai, dipendenti della pubblica amministrazione o minatori. In quegli anni di intenso lavoro maturarono i normali diritti di quiescenza e contribuirono al benessere della nazione ospitante. Oggi, la loro pensione estera, a causa di accordi bilaterali e sentenze di Cassazione viene tassata in entrambe gli stati contraenti. Occorre intervenire immediatamente con una proposta di legge da presentare in Parlamento, sostenuta da tutte le forze politiche e che veda, nel nostro Senatore Stefano Candiani, il promotore. Ciò che chiediamo – continuano i leghisti – è un emendamento alla Legge vigente che ne stabilisce l’aspetto finanziario: non si possono tassare i capitali evasi che, a quanto ci risulta, rientrano dall’estero al 5% e avere la mano pensante con le pensioni dei lavoratori italiani emigrati. Due pesi e due misure che vanno contro ogni logica e buon senso. Niente tassazione sul reddito percepito all’estero sotto forma di pensione – chiosano i leghisti - lo Stato lo prenda in considerazione solo a fini di prestazioni sanitarie o sociali, per le graduatorie di case popolari, trasporti o tariffazioni agevolate comunali, ma è impensabile tassare due volte la pensione estera. Parliamo di cifre importanti, pari a 25/30 mila euro che costringono i pensionati a ricorrere a prestiti per sopperire all’eventuale mancanza. Tutto ciò deve trovare un epilogo e se il Governo centrale a distanza di un anno da quando sollevammo la questione, non ha ancora dato risposte, a Marzo, quando la Lega andrà al Governo comincerà a cancellare queste inutili burocrazie che di fatto pesano come un macigno sulle spalle dei cittadini

13/12/2017 11:28:21

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy