Notizie » Politica Umbertide Cambia:’’Per il bene della città si vada a nuove elezioni’’

Riceviamo e pubblichiamo “Non ci sono più le condizioni politiche per governare dignitosamente la città, quindi è necessario tornare al voto”. Il Presidente di Umbertide cambia Gianni Codovini indica con chiarezza la strada che il movimento civico ha inteso seguire rispetto alla virulenta crisi che si è aperta nell’amministrazione cittadina. Lo strumento utilizzato per favorire questa soluzione, “la migliore per la comunità”, sottolinea Codovini, è quello delle dimissioni contestuali della maggioranza dei consiglieri comunali “che evitano responsabilmente – spiega Codovini – una lenta ed inutile agonia”. Le dimissioni di Claudio Faloci e Stefano Conti, cui si aggiungono le 7 del PD, determinanno appunto lo scioglimento del Consiglio Comunale. “Locchi sarebbe uscito a testa alta da questa situazione dimostrando, seppur tardivamente, coraggio – affermano i due consiglieri dimissionari – ma anche di non avere i numeri per governare. Umbertide cambia dimostra invece coerenza, facendo quello che una forza politica di opposizione deve fare: portare la città nel più breve tempo possibile ad elezioni. Chi esce sconfitto - aggiungono Faloci e Conti – è il PD di Umbertide, incapace di gestire i conflitti interni, ma soprattutto irresponsabile nello scaricare sulle Istituzioni cittadine lotte intestine e personali. A noi non interessa né il destino del sindaco Locchi né quello dell’onorevole Giulietti, ma solo il bene degli umbertidesi, che hanno diritto ad un governo serio che operi nell’interesse della città”. “Per Umbertide accade un fatto storico – conclude il Presidente di Umbertide cambia Gianni Codovini - mai era caduto un governo del partito, ma soprattutto si apre una nuova fase di costruzione politica, amministrativa e prima ancora culturale. Una sfida che Umbertide cambia ha lanciato con la sua nascita e ripropone oggi alla città”. Umbertide cambia

14/12/2017 17:42:27

Attualità » Primo piano Umbertide, dimessi nove consiglieri: termina la legislatura guidata da Marco Locchi

Alle 15:55 di oggi, giovedì 14 dicembre, sette consiglieri comunali del PD (Elisabetta Agea, Milena Fiorucci, Mirco Massai, Nicola Orsini, Gianluca Palazzoli, Lucia Ranuncoli, Giovanni Valdambrini) e due di Umbertide Cambia (Claudio Faloci e Stefano Conti), hanno rassegnato le proprie dimissioni dal Consiglio comunale di Umbertide. Le dimissioni sono state depositate presso l’ufficio protocollo del Comune di Umbertide. Con le dimissioni presentate dai nove consiglieri comunali, su sedici totali, si scioglie il Consiglio comunale di Umbertide e decade il primo cittadino umbertidese Marco Locchi.   In mattinata il Sindaco Locchi aveva affermato:''Preso atto delle ripercussioni che che le annunciate dimissioni dei consiglieri del PD comporterebbero non solo a livello politico, ma anche per la nostra città con pesanti ripercussioni sul piano istituzionale e dei progetti programmati su tutto il territorio comunale, ritengo si debba riaprire il tavolo di confronto in una logica costruttiva per il bene di Umbertide''.   Dopo quasi quattro anni dalle ultime elezioni amministrative, Umbertide non ha più un governo cittadino. Su piazza Matteotti ora aleggia lo spettro del commissariamento, una novità assoluta e dolorosa per la politica del Comune. Iniziato anche il toto elezioni, che con molta probabilità saranno celebrate nella tarda primavera del 2018.     NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO

14/12/2017 16:58:21

Cultura » Mostre La programmazione del Cinema Metropolis di Umbertide dal 14 dicembre

  Riceviamo e pubblichiamo   ASSASSINIO SULL'ORIENT EXPRESS UN FILM DI KENNETH BRANAGH A GRANDE RICHIESTA IN PROGRAMMAZIONE FINO A DOMENICA 17 DICEMBRE   CON JOHNNY DEPP, DAISY RIDLEY, MICHELLE PFEIFFER, PENÉLOPE CRUZ, KENNETH BRANAGH, WILLEM DAFOE, LUCY BOYNTON, JOSH GAD, JUDI DENCH, MICHAEL PEÑA. TITOLO ORIGINALE MURDER ON THE ORIENT EXPRESS. GIALLO, DURATA 114 MIN, COLORE - USA, 2017 - 20TH CENTURY FOX . Pubblicato per la prima volta a puntate sul Saturday Evening Post nell’estate del 1933, e come volume unico nel 1934 (l’anno successivo in Italia), “Assassinio sull’Orient Express” è il nono della serie di romanzi che vedono protagonista l’investigatore “belgioso” Hercule Poirot, nonché uno dei più noti tra i tanti gialli scritti dalla regina indiscussa del genere, la grande Agatha Christie. Ora, a portarlo di nuovo sul grande schermo, ci hanno pensato Kenneth Branagh e la 20th Century Fox: che, per non essere da meno rispetto a Lumet, Branagh ha radunato un cast d’eccezione che comprende Michelle Pfeiffer, Johnny Depp, Daisy Ridley, Josh Gad, Judi Dench, Penélope Cruz e Michael Peña, ritagliando per sé il ruolo di Hercule Poirot, e aggiungendo quindi il suo nome alla lunga lista di attori che hanno interpretato – al cinema e in tv – il personaggio della Christie, il più celebre dei quali è stato il compianto Peter Ustinov. Prosegui su www.cinemametropolis.it Giovedì 14 ore 21:15 Venerdì 15 ore 21:15 Sabato 16 ore 21:15 Domenica 17 ore 21:15 TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=hax5cvqOdUs   FERDINAND UN FILM DI CARLOS SALDANHA (RIO, L'ERA GLACIALE) IN ANTEPRIMA NAZIONALE SABATO 16 E DOMENICA 17 DICEMBRE  ANIMAZIONE, DURATA 106 MIN, COLORE - 2017, 2017 - 20TH CENTURY FOX ANIMATION E BLUE SKY STUDIOS. Il toro Ferdinando ha l’aspetto del feroce toro da corrida: esemplare robusto, dal manto nero e lucente ma con un temperamento tutt’altro che irascibile, un toro che, a differenza di tutti gli altri suoi amici, e a dispetto della sua stazza e della sua forza, non ha alcun interesse nel dimostrare di essere potente e feroce né di diventare un temuto toro da corrida che terrorizzi i toreri. Al contrario, aspira solo a una vita tranquilla. Quando Ferdinand dilata le narici e smuove il terreno con gli zoccoli, la gente corre per sfuggire alla sua carica, ma lui annusa le margherite di prato, sua grande passione, o si stiracchia all’ombra degli alberi. E quando passeggia per i villaggi assolati della Spagna, gli abitanti sbarrano le porte e gridano al toro, ma lui prosegue e fa amicizia con una bimba adorabile e sveglia. Molto sveglia, molto più degli adulti che strappano Ferdinand alla sua vita tra i prati e lo costringono a scalciare, sbuffare e prendere a testate i mantelli dei toreri nelle arene. Per fortuna i nuovi amici della fattoria elaborano un piano a prova di capra (non si offenda la capra Lupe) che gli permetterà di tornare a casa. Servono stazza e zampe forti come le sue, e una buona dose di teatralità. Prosegui su www.cinemametropolis.it Sabato 16 ore 17:15 - 19:15 Domenica 17 ore 15:15 - 17:15 - 19:15 TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=sNM60OKYl60   LOVING VINCENT UN FILM DI DOROTA KOBIELA, HUGH WELCHMAN. EVENTO SPECIALE SOLO IL 18 - 19 - 20 DICEMBRE CON DOUGLAS BOOTH, JOSH BURDETT, HOLLY EARL, ROBIN HODGES, CHRIS O'DOWD, JOHN SESSIONS, HELEN MCCRORY.  DURATA 95 MIN, COLORE - GRAN BRETAGNA, POLONIA, 2017 - GRAN BRETAGNA, POLONIA. I capolavori di Vincent van Gogh prendono vita al cinema! Il primo lungometraggio interamente dipinto su tela che racconta le opere e la vita di Vincent van Gogh. Un originale incontro tra arte e cinema vincitore del Premio del Pubblico al Festival d’Annecy “Non possiamo che parlare con i nostri dipinti” – Vincent van Gogh Prosegui su www.cinemametropolis.it Lunedì 18 ore 19:15 - 21:15 Martedì 19 ore 19:15 - 21:15 Mercoledì 20 ore 19:15 - 21:15 TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=v4-jigHrsYI   GLI EROI DEL NATALE UN FILM DI TIMOTHY RECKART DA GIOVEDÌ 14 DICEMBRE CON LA NUOVA CANZONE DI MARIAH CAREY "THE STAR". TITOLO ORIGINALE THE STAR. ANIMAZIONE, DURATA 86 MIN, COLORE - USA, 2017 - SONY PICTURES ANIMATION / WARNER BROS. La più grande storia mai raccontata spiegata ai bambini. Dopo aver ricevuto una nomination agli Oscar nel 2013 per il corto Head Over Heels, il regista Timothy Reckhart debutta al cinema con un’avventura sulla natività, vista però dal punto di vista degli animali. Protagonista del film è infatti il curioso asinello Bo, che rimane molto colpito quando in cielo fa la sua comparsa una luminosissima stella. Attratto dal mistero che cela, Bo si mette in viaggio per scoprire il suo segreto e finisce così per essere il compagno di viaggio di Maria. La donna, sposata da poco con Giuseppe, è in procinto di partorire il messia, quello che viene considerato da tutti il nuovo re. Ma il sovrano Erode, non volendo rischiare il trono, manda sulle tracce di Maria un pericoloso cacciatore. Nel viaggio tra Nazareth e Betlemme spetterà proprio a Bo e ad altri animali proteggerla dai pericoli e condurla nell’unico luogo sicuro della città. Prosegui su www.cinemametropolis.it Giovedì 14 ore 18:15 Venerdì 15 ore 18:15 Mercoledì 20  ore 16:15 [biglietto 4 euro] TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=R5O65T9voe4   IDEE REGALO PER NATALE? A Natale regala la bellezza pazzesca del cinema! Un abbonamento al cinema è un bellissimo regalo di Natale! Quest'anno vi offriamo abbonamenti per tutte le tasche, validi sia per il Cinema Metropolis di Umbertide che per il PostModernissimo di Perugia. Inoltre vi ricordiamo che presso il foyer del cinema sono disponibili alcuni titoli dei cataloghi di Cineteca di Bologna e RaroVideo in bluray e dvd per grandi e bambini!   LISTINO BIGLIETTI CINEMA** Tutti i giorni (mercoledì escluso) – Intero € 6,50 | Ridotto € 5,00 Tutti i mercoledì, escluso eventi speciali, biglietto unico di € 4,00 Biglietti Ridotti riservati a spettatori under 14 / over 65 ** Prezzi relativi a tutte le proiezioni ordinarie

14/12/2017 10:47:17

Notizie » Politica Crisi di Giunta ad Umbertide, il PD:''Dimissioni di sette consiglieri''

Riceviamo e pubblichiamo Chiarezza nel rispetto della città Il sindaco scarica sulle istituzioni le sue personali battaglie politiche. In questi giorni congiuntamente alle segreterie regionali e provinciali del Partito democratico abbiamo cercato di trovare una soluzione alla crisi politico-istituzionale che Umbertide sta attraversando. Dopo che il sindaco Locchi ha  revocato le assessore Montanucci e Violini esclusivamente per motivazioni politiche, abbiamo chiesto il reintegro in giunta delle stesse dando la totale disponibilità all'allargamento dell'assemblea comunale a quelle minoranze che non hanno voluto partecipare  al congresso (che oltre i garanti aveva una nutrita schiera di "osservatori esterni"). Su sollecitazione delle segreterie regionali e provinciali  avremmo anche accettato un totale cambiamento della giunta per lavorare con maggior forza agli obiettivi di fine legislatura a seconda dei desideri del sindaco. Abbiamo trovato una chiusura totale da parte del sindaco. Avendo motivato il sindaco le revoche delle due assessore come un fatto politico ritorsivo verso il Pd (che in giunta e in consiglio lo ha sostenuto su tutto anche quando c'erano posizioni divergenti)  è evidente che essendoci solo delle mere motivazioni politiche non si può accettare una semplice sostituzione delle stesse. Il Partito democratico di Umbertide non può di certo sfiduciare il sindaco ma la cosa più pulita e trasparente verso la città è quella di prendere le distanze dal suo comportamento attraverso le dimissioni dei consiglieri comunali, tra l'altro già sottoscritte da n. 7 consiglieri comunali.  È incomprensibile come per il sindaco (che rifiuta il dialogo con il Pd) le questioni di lotta politica abbiano il sopravvento sulle istituzioni, sul bene della comunità.

13/12/2017 14:35:52

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy