Notizie » Politica Umbertide Partecipa chiarisce la sua posizione dopo la spaccatura interna

Riceviamo e pubblichiamo la posizione di Umbertide Partecipa dopo l’annuncio di ieri della nascita di un nuovo movimento, nato da una sua spaccatura interna   Finalmente la verità comincia  a farsi strada. Ulisse &C  hanno  trovato  l’approdo che da mesi stavano cercando: un bel posto  sotto  il sole leghista con gli endorsment di tutto il centro destra da Forza Italia a Fratelli d’Italia. Non è bastata Umbertide Partecipa, una lista civica con grandi progetti, che gli ha consegnato tutto il proprio patrimonio accumulato in   mesi di duro lavoro, con il massimo della fiducia e del rispetto da parte degli altri candidati che si sono  fatti da parte per lasciare un posto in giunta ed uno in consiglio. La dimostrazione sta nel fatto che oggi quasi tutti  i candidati, salvo sporadici casi, non hanno condiviso il percorso dei nostri rappresentanti in giunta di questo primo periodo, sollecitandone la sfiducia. Tutti arroganti e antidemocratici??? Ragazze, ragazzi, giovani e meno giovani: tutti hanno  stigmatizzato il comportamento degli assessori schiacciati sulla Lega e mai a sostegno del progetto autonomo di Umbertide Partecipa che sta alla base della proposta civica. Inevitabile la sfiducia  dopo la comunicazione fatta dagli stessi alla stampa nei confronti della associazione.  E allora non serve inventare presunti modi vecchi, arroganti per giustificare un percorso già  studiato, in una fucina dove si sono mischiati interessi  lavorativi e politici;  non serve trovare scuse; sarebbe più onesto dire: noi vogliamo stare con la Lega perché oggi va fortissimo, è il futuro. Sono stati sottoscritti documenti e verbali non più tardi di 15 gg  fa da assessori e consiglieri ratificati poi  dall’ assemblea di Umbertide Partecipa. Il tutto con la massima trasparenza  e in un clima costruttivo e di rinnovata fiducia. Ma purtroppo oramai è  noto che  la riconoscenza, la parola data vale, per alcuni, un soffio di vento. Il movimento:  una escamotage per poter essere presenti in Giunta con un altro nome, perchè aderire alla lega sarebbe stato troppo imbarazzante. Ma purtroppo tutti sappiamo che quelle persone sono state messe lì per il lavoro fatto da Umbertide Partecipa: un marchio che gli rimarrà nonostante trasformismi di facciata. Una spaccatura che però ha finalmente messo in evidenza le due anime della Associazione:  chi vuole svolgere attività di fiancheggiamento alla Lega e  al centro destra e chi invece resta coerente al proprio progetto iniziale che ha fatto nascere Umbertide Partecipa, che esce ancora più forte di prima da questa fase  in quanto sempre più coerente alla sua missione  e rispettoso del voto dei cittadini. La scelta di dare vita ad un movimento avrà ripercussioni anche in consiglio   perché crediamo  che chi è stato eletto  con i voti di  Umbertide Partecipa e si è schierato con il nuovo movimento si debba, per coerenza,  dimettere: la correttezza non  può essere invocata a senso unico. Non si può parlare di direttivi blindati, di direzione verticistica, di arroganza ed appropriarsi di “patrimoni” non propri.    Umbertide Partecipa

15/02/2019 13:34:20 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Crisi 'Umbertide Partecipa'. Nasce una nuova associazione 'LiberailFuturo per Umbertide'

Riceviamo e pubblichiamo "Il progetto originario di Umbertide Partecipa era fondato sui capisaldi di trasparenza, partecipazione, condivisione e rottura con gli schemi del passato. In questi mesi, purtroppo, tutto questo è venuto meno. Quanto accaduto nelle ultime settimane, con l’incomprensibile e inaccettabile richiesta di sostituzione degli assessori, non è altro che la punta di un iceberg, composto dalla totale assenza di una reale volontà di far crescere l’associazione e far tutti partecipi delle scelte assunte, prevaricando continuamente le diverse sensibilità che una realtà civica, per sua natura, fisiologicamente esprime. Emblematico è il fatto che decisioni vitali per l’associazione, siano state prese trincerandosi dietro direttivi con partecipazioni blindate al confronto. Il vittimismo non ci appartiene e non ci interessa. Quello che vogliamo è essere coerenti con gli impegni presi con i cittadini, lavorando quotidianamente nell’esclusivo interesse di Umbertide. Per questo, nostro malgrado, preso atto che la nostra volontà non coincide con quella di chi dirige Umbertide Partecipa, abbiamo maturato e condiviso la decisione di dare vita a una nuova associazione, che guardi liberamente al futuro della nostra città.  In un'assemblea auto convocata il 13 febbraio abbiamo deciso di chiamarla “LiberailFuturo per Umbertide” e contestualmente  individuato nella persona di Andrea Capecci la figura che si occuperà di coordinare l’attività del nuovo movimento".

14/02/2019 19:02:01 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Cosa vedere al Metropolis dal 14 al 20 Febbraio

Metropolis raddoppia! La seconda sala è finalmente realtà e raddoppiano anche i film in programmazione. Questa settimana con alcuni recuperi obbligati (il bellissimo documentario Santiago, Italia di Nanni Moretti, il film in odore di Oscar Green Book)  un nuovissimo documentario sulla vita di Leonardo Da Vinci visto che quest'anno ricorrono i 500 anni dalla morte, la nuova trasposizione del classico per ragazzi Remì. In più continua il nuovo film di Clint Eastwood, "Il corriere", ancora per qualche spettacolo.   INAUGURAZIONE SECONDA SALA SABATO 16 FEBBRAIO ORE 17.00 In occasione del decimo anno di attività, il Cinema Metropolis è lieto di invitare tutta la cittadinanza all'inaugurazione della seconda sala, allestita nella splendida cornice del Museo delle Ceramiche Rometti, all'interno della FA.MO. Si tratta di un progetto ambizioso e innovativo, in linea con le più avanzate tendenze che vedono i musei trasformarsi in centri culturali a 360 gradi, da luoghi di conservazione di un patrimonio a centri di produzione di nuovi stimoli e nuova cultura. Il Museo Rometti, che già da qualche mese è stato rivitalizzato da numerose iniziative didattiche e culturali organizzate al suo interno, è stato dotato di un proiettore di nuova generazione, di uno schermo e delle sedute necessarie per trasformarlo in una seconda sala da circa 50 posti. La programmazione, in linea con la straordinarietà della location, sarà incentrata sulla qualità, privilegiando film d'arte e produzioni indipendenti, senza tralasciare la proiezione di film in lingua originale e di pellicole ad hoc per i più piccoli, ampliando così notevolmente le proposte del cinema Metropolis.  

13/02/2019 17:52:49 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Locchi di Umbertide Partecipa «L'accordo è stato rispettato, chiediamo la posizione ufficiale della Lega»

Umbertide Partecipa non ci sta e chiede un incontro con Sindaco e vertici della LEGA Regionale.   "La comunicazione degli Assessori Tosti e Pierucci ha riacceso un dibattito politico che ultimamente stava scendendo un po’ di tono: finalmente si sono rivisti in campo confronti  fra “scienziati della politica”. Ovviamente anche i nostri giornalisti locali, che ringrazio per la consueta disponibilità e tempestività, saranno contenti di questa vivacità. Tutti in attesa di conoscere quali saranno le evoluzioni, gli sviluppi. Mi dispiace ma debbo tradire le aspettative in quanto anche io sono in attesa…Si perché, come tutti sanno, a giugno 2018 è stato stipulato un accordo  fra galantuomini della Lega e galantuomini di Umbertide Partecipa.  L’ accordo prevedeva, nel rispetto della reciproca autonomia,  la realizzazione del programma di Umbertide Partecipa e due posti in giunta comunale per la nostra Associazione. Accordo semplice, lineare senza tanti fronzoli ma essenziale e sincero in quanto avvallato da un buon biccchiere di vino! Quindi oggi a seguito della “ultra tempestiva” presa di posizione del  Sindaco a seguito della Conferenza stampa di UP di sabato scorso, del silenzio  del segretario Galmacci in merito ad una nostra richiesta di incontro nonché delle inutili richieste di incontro rivolte al Sindaco, mi rivolgo nuovamente al Sindaco stesso, all’ On. Marchetti (presente all’ accordo), e ai vertici della LEGA Regionale (Segretario, Vice Segretari, direttivo, ecc)  per chiedere quale è la posizione ufficiale in merito all’accordo di giugno che, come ho ricordato in conferenza stampa e che oggi ribadisco  di nuovo, per noi resta ancora valido e basato su due cose semplicissime: il programma e due assessori in giunta di fiducia di Umbertide Partecipa. E’ evidente che  eventuali rotture del patto saranno tutte imputabili al nostro partner di governo locale". 

13/02/2019 15:34:21 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy