Categorie

Sport Tra le mura amiche torna il sorriso per il Volley Umbertide, San Mariano battuta 3 a 1

Dopo la prestazione un po’ opaca di Tavernelle e dopo due trasferte consecutive, le ragazze di Maddalena Rosi erano attese al riscatto sul campo di casa. Superati i problemi di infermeria e nonostante qualche incertezza iniziale, il numeroso pubblico accorso (circa 200 sugli spalti), non è rimasto deluso. Bottino pieno (3 a 1) e sorpasso in classifica sulle ospiti.   Partenza da motore diesel Con Beatrice Leveque rientrante e con Matilde Ercolani a pieno servizio, Benedetta Cruciani viene tenuta prudenzialmente a riposo. Così, con la diagonale ricomposta e con la prima banda recuperata, coach Rosi non ha problemi di formazione. All’inizio, nonostante le umbertidesi non riescano a mettere a segno l’allungo decisivo, il punteggio si mantiene costantemente in loro favore. Però l’attacco non funziona come ci si aspetterebbe in una partita nella quale sono attesi i tre punti e il time out chiamato sul sette pari dal tecnico delle padrone di casa non serve a dare la scossa sperata. Alle basse percentuali in attacco, si aggiungono numerosi errori al servizio e qualche incertezza in ricezione, che sul finale del frangente induce Maddalena Rosi ad invertire i ruoli dei due liberi, con Althea Giulietti che avvicenda Agnese Girelli in ricezione. Ma l’attacco, per innescare il quale Martina Ubaldi è spesso costretta ad inseguire palloni, non ne vuole proprio sentire di decollare. E l’atteggiamento non è quello giusto, con il muro che non riesce mai ad arginare l’attacco avversario. La prima frazione si chiude con un netto 25 a 16 in favore delle ospiti, che forse non aspettavano nemmeno “tanta grazia”.   Ma un prosieguo di gara da passista I passisti, per chi non masticasse di ciclismo, sono quei corridori che sono capaci di mantenere una prestazione di livello per un tempo sufficientemente lungo e vincere proprio grazie a questa loro caratteristica. E l’Umbertide vista nei set successivi al primo, è paragonabile ad un passista del ciclismo. Piede sempre sull’acceleratore, ma senza esagerare. Parte bene Giada Palazzetti, che mette a segno due aces consecutivi ad inizio seconda frazione. Dai nove metri mettono a segno colpi vincenti anche Martina Ubaldi ed Eleonora Polidori, mentre sul finale del set è Matilde Ercolani, sempre temibile in questo fondamentale, a trovare ben 4 aces consecutivi, portando Umbertide sul 20 a 10. Sul finale del set al centro c’è spazio anche per la (quasi) esordiente Greta Beacci, che rimane in campo fino al definitivo 25 a 12. Nel terzo frangente le ospiti risultano essere molto fallose nei presi della rete, collezionando molte invasioni, forse frutto del ritrovato attacco di Umbertide, che sia con Palazzetti, sia con Ercolani, ma anche con Leveque, oltre che con Polidori e Chiara Moretti al centro, mette a segno i colpi che consentono di portare le padrone di casa sul 20 a 15. Martina Giulietti dà una mano in seconda linea, Chiara Sarnari consente di riprendere fiato alle compagne di reparto e la seconda regista Sara Fiorucci entra in seconda linea per graffiare di più in battuta. Tutte le mosse risultano azzeccate e il set si conclude con un significativo 25 a 19. Nel quarto parziale San Mariano è meno fallosa, ma Umbertide gioca ancora con attenzione e non consente alle avversarie di riavvicinarsi più di tanto, nemmeno con la complicità di qualche errore al servizio, fondamentale nel quale le biancorosse di casa chiuderanno con un saldo passivo (11 aces e 18 errori). La massima attenzione dà il “la” per i colpi finali: due muri vincenti di Polidori e uno di Ubaldi consegnano al Volley Umbertide il set (25 – 21) ed il match.   Sorpasso e terzo posto in solitario I dubbi della prima sconfitta stagionale sembrano essere sopiti. Almeno in parte e almeno per una ricezione che ha funzionato meglio anche contro una squadra come San Mariano, che pur con un’età media abbastanza bassa, sa farsi minacciosa in battuta. I 20 errori totali (al netto di quelli in battuta) ci possono stare, ma ciò che sicuramente va rivisto sono gli errori al servizio. Anche se, c’è da dirlo, gli 11 aces totali, così come i muri vincenti, sono arrivati nei momenti giusti. Ma a fronte di una vittoria da tre punti che vale il sorpasso sulle avversarie e il terzo posto solitario, forse non bisogna nemmeno sottilizzare tanto. Però sabato a Trestina ci sarà un’altra sfida decisiva, con la squadra di mister Rossi al secondo posto e ad appena una lunghezza di distanza. Quindi è già tempo di archiviare e di pensare a questo match, che risulta già essere decisivo, non tanto in chiave classifica, quanto per la verifica dei veri valori in campo; quei valori che alla quinta giornata le due formazioni saranno sicuramente in grado di esprimere.     VOLLEY UMBERTIDE – SAN MARIANO SCHOOL VOLLEY = 3 - 1 (16-25; 25-12; 25-19; 25-21)   VOLLEY UMBERTIDE: Ubaldi (C) 6, Ercolani 23, Leveque 12, Polidori 11, Palazzetti 4, Moretti 7, Fiorucci, Sarnari, Giulietti M., Beacci, Girelli (L1), Giulietti A. (L2). Allenatore: Maddalena Rosi, (b.s. 18; aces 11; muri 11; errori 20)   SAN MARIANO SCHOOL VOLLEY: Patrignani (C), Lemm, Caligiani, Montacci, Capretta, Sabatini, Baglioni, Tarpani, Bottega, Baioletti, Castellani, Urbani (L). Allenatore: Thomas Ciofetta. (dati relativi agli scores individuali e altro non disponibili)   Arbitro: Marco Rosignoli

07/11/2018 11:23:38

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy