Notizie » Società Civile Pensioni di aprile. Quando e come ritirarle

Anche Poste Italiane si adegua ai provvedamenti governativi in materia di contenimento del virus e distanziamento interpersonale. Vista e considerata l’evoluzione della situazione epidemiologica in atto, cambia la modalità di ritiro delle pensioni: Le pensioni del mese di aprile per i pensionati, titolari di un Conto BancoPosta, di un Libretto di Risparmio o di una Postepay Evolution, saranno accreditate in anticipo il 26 marzo. Per chi fosse in possesso di una carta Postamat, una Carta Libretto o una Postepay Evolution, si ricorda che è possibile prelevare in contanti da oltre 7.000 Postamat, senza recarsi allo sportello. Se, invece, fosse necessario il ritiro allo sportello, Poste Italiane ha effettuato la seguente ripartizione delle giornate di ritiro, in base alla lettera del proprio cognome: 26 marzo giovedì  -  dalla A alla B 27 marzo venerdì -  dalla C alla D 28 marzo (mattina) sabato - dalla E alla K 30 marzo lunedì -  dalla L alla O 31 marzo martedì  - dalla P alla R 1 aprile mercoledì  - dalla S alla Z Poste Italiane ricorda inoltre che in questa fase ciascuno è pertanto invitato ad entrare negli uffici postali esclusivamente per il compimento di operazioni essenziali e indifferibili, in ogni caso avendo cura, ove possibile, di indossare dispositivi di protezione personale; di entrare in ufficio solo all’uscita dei clienti precedenti; tenere la distanza di almeno un metro, sia in attesa all’esterno degli uffici che nelle sale aperte al pubblico.    

21/03/2020 11:47:00 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile “'N FAMO I FREGNONI: STAMO A CASA”

di Mario Tosti Ci troviamo di fronte ad una delle più tragiche sfide della storia moderna, che ci sta sconvolgendo per le conseguenze fisiche e ci dovrebbe scuotere dalla mania di onnipotenza dell’uomo, messo a nudo nella sua piccolezza. Avremo la forza di riprendere il cammino con più umiltà e ragionevolezza, se avremo avuto la capacità di capire e riflettere. Non fa ben sperare la diffusa insofferenza per l’isolamento a cui dobbiamo sottoporci, per responsabilità collettiva.  Questa irresponsabilità rappresenta un insulto verso i tanti concittadini che si stanno prodigando in una tremenda trincea per tutelarci. È patetica agli occhi di quelli che sono stati costretti, all’opposto, ad abbandonare le loro case durante lo sfollamento dopo il bombardamento del ‘44; sconvolti e impauriti, ma confortati dall’accoglienza nelle stalle delle campagne vicine. È sacrilega rispetto ai nuovi sfollati che, anche in questo momento, fuggono da guerre abominevoli, di cui nuovi barbari dovranno rispondere alla storia: mandrie transumanti su territori sconfinati, lontanissimi dai loro paesi; scortate da minacciosi butteri di uomini; respinte da nuovi fili spinati. Cosa mangeranno; cosa berranno; dove si ripareranno dalle intemperie; dove dormiranno, si laveranno, defecheranno; chi consolerà quei bambini che trotterellano dietro a genitori disperati, come cerbiatti neonati, obbligati ad alzarsi subito e correre. Se il virus non avrà un minimo di pietà, sarà una catastrofe: senza tamponi, ospedali, letti, ventilatori, medici, infermieri, bare. Oggi sono scomparsi dalle televisioni: è una vergogna vivere nello stesso pianeta, inerti, cercando di non pensarci. Come potranno non odiare i persecutori di oggi? Proponiamoci almeno di reagire, ammaestrati dalla tempesta, per rifondare la convivenza fra i popoli: ci si presenta una condizione comparabile a quella che nel dopoguerra ha fatto nascere l’Europa, di cui oggi appare evidente l’indispensabilità. È l’ultima chiamata per farne tesoro.  

20/03/2020 20:37:40 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Emergenza Coronavirus, i consiglieri di opposizione di Umbertide “devolviamo i nostri gettoni alla Balducci”

Emergenza Coronavirus. I consiglieri di opposizione lanciano una proposta concreta: devolviamo i nostri gettoni alla Balducci. Stessa richiesta alla Giunta. Con un comunicato stampa firmato a più mani i consiglieri di opposizione di Umbertide lanciano una proposta in aiuto della Residenza Balducci: È il momento delle scelte concrete e degli atti di fronte all’emergenza. Per stare al fianco di chi sta combattendo questa difficilissima guerra, abbiamo deciso come consiglieri comunali di opposizione, anche per svolgere fino in fondo il nostro ruolo istituzionale, di devolvere i nostri gettoni di consiglieri per i mesi di marzo, aprile e maggio alla Residenza Balducci, dove c’è stato il primo caso di Coronavirus ed è anche un ente comunale, e che di certo ha bisogno di ogni risorsa. Chiediamo ai consiglieri di maggioranza, con spirito repubblicano, di fare lo stesso. E chiediamo alla Giunta, al Sindaco e al presidente del Consiglio di devolvere alla Balducci parte delle loro indennità per i mesi di marzo, aprile e maggio. Sono piccoli segnali che cementano però la comunità. Bisogna farsi modello di comportamento e impegnarsi concretamente nei limiti dei ruoli. I nostri anziani alla Balducci sono la nostra storia di umbertidesi. Insieme ce la faremo. Codovini Gianni, Conti Giampaolo, Corbucci Filippo, Ventanni Matteo.

20/03/2020 12:01:52 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Emergenza Covid-19, a Umbertide attivato un servizio telefonico di ascolto e sostegno psicologico

  Il Comune di Umbertide, nell'ambito delle azioni di supporto alla popolazione nel corso dell'emergenza sanitaria da Covid-19 ha istituito un servizio telefonico di ascolto e sostegno psicologico.  Si tratta di un servizio completamente gratuito, attivo in seguito alla disponibilità fornita su base volontaria del dottor Federico De Salvo, psicologo e neuropsicologo dell'Istituto Prosperius Tiberino. Il numero da contattare è il 349 1693230.  Questi i giorni e gli orari: dal lunedì al sabato dalle 12.00 alle 14.00; il martedì e il venerdì anche in orario pomeridiano dalle 18.00 alle 20.00. "Il servizio - spiegano il sindaco Luca Carizia e  l'assessore alle Politiche sociali, Sara Pierucci - è completamente gratuito ed è destinato alle persone in quarantena o autoisolamento, a rappresentanti di associazioni che necessitano di ascolto, di supporto e ai cittadini che versano in stato di necessità. Un ringraziamento va al dottor De Salvo, per il contributo fornito a tutta la nostra comunità in un momento così difficile per tutti noi".  "Anche l'Istituto Propserius Tiberino vuole dare il suo contributo in questo momento di emergenza - afferma il presidente Giuseppe Barberi - Ringrazio il dottor De Salvo che ha ideato il servizio e che mette a disposizione oltre la sua professionalità anche parte del suo tempo libero per aiutare in questo difficle momento coloro che hanno bisogno di un supporto psicologico".    

19/03/2020 09:39:50 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Multiservice srl invita gli utenti all'auto lettura del metano: ecco le modalità

Azienda Sevizi Intercomunali – Multiservices S.r.l. – società di distribuzione gas metano in favore dei Comuni Soci Umbertide, San Giustino e Montone, in occasione dell’emergenza sanitaria, sociale ed economica in corso, intende rassicurare tutti gli utenti sul fatto che l’azienda continuerà a garantire la regolare erogazione del servizio pubblico di distribuzione di gas metano in favore delle società venditrici e, dunque, di tutti gli utenti finali. Sarà quindi regolarmente garantito il servizio di Pronto Intervento per interruzioni o irregolarità della fornitura, dispersioni di gas o danneggiamenti; il servizio sarà attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7 contattando il numero verde 800736739. L’Azienda, inoltre, invita gli utenti dei Comuni di Umbertide (ad eccezione delle Frazioni di Niccone, Monte Corona, Pian d’Assino e Pierantonio) e San Giustino a comunicare in proprio le letture dei contatori gas metano con le modalità indicate nel comunicato. Questo il comunicato ufficiale dell'Azienda: Azienda Servizi Intercomunali - Multiservices Srl - ente gestore delle reti gas metano dei Comuni di Umbertide, San Giustino e Montone (PG) Valutata la situazione di emergenza sanitaria, economica e sociale legata alla pandemia da coronavirus Tenuto conto delle recenti disposizioni governative D.P.C.M. dell’8, 9, 11 e 14 marzo 2020 e dei comunicati dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, Intende rassicurare gli utenti dei comuni di Umbertide, San Giustino e Montone sul fatto che l’azienda continuerà a garantire la regolare erogazione del servizio pubblico di distribuzione di gas metano in favore delle società venditrici e, dunque, di tutti gli utenti finali. Sarà quindi regolarmente garantito il servizio di Pronto Intervento per interruzioni o irregolarità della fornitura, dispersioni di gas o danneggiamenti; il servizio sarà attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7 contattando il numero verde 800736739. Sarà inoltre garantita l’esecuzione delle richieste di prestazioni ritenute essenziali per la continuità di servizio quali ad esempio: l’attivazione di una fornitura, la riattivazione di fornitura precedentemente sospesa per morosità, la disattivazione di forniture per ragioni di sicurezza su richiesta dei Comuni, installatori o clienti finali. Si ricorda inoltre che l’attività di rilevazione della lettura contatori gas metano, avviata nel mese di marzo, per la definizione dei consumi dei mesi invernali, è stata temporaneamente sospesa per limitare i contatti interpersonali tra i nostri addetti e gli utenti, nel rispetto delle disposizioni di sicurezza adottate a livello governativo, dei lavoratori e della collettività. Al fine di consentire la corretta fatturazione dei volumi consumati, Invitiamo gli utenti (tranne Comune di Montone e le Frazioni di Niccone, Monte Corona, Pian d’Assino e Pierantonio del Comune di Umbertide) di trasmettere la lettura del contatore gas utilizzando una delle seguenti modalità: a mezzo posta elettronica all’indirizzo info@asimultiservices.it o tramite whatsapp al numero 335 6060413 allegando la foto del display del contatore con nominativo utente; in alternativa indicando il nominativo dell’utente, l’indirizzo e la lettura; contattando direttamente gli uffici telefonando al numero 075 9417861 dalle ore 8.15 alle ore 13.30 nei giorni dal lunedì al venerdì; trasmettendo l’autolettura al proprio venditore con le modalità in essere.   Multiservices ringrazia fin d’ora tutti coloro che vorranno trasmetterci le proprie autoletture.

17/03/2020 15:07:42 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica #insiemecelafaremo. Lettera aperta di Marco Locchi

Marco Locchi (Umbertide Partecipa) ha inviato una lettera aperta sull'attuale situazione di emergenza. Un pensiero su ciò che ci troviamo ad affrontare e uno sguardo al futuro.  #INSIEMECELAFAREMO#IORESTOACASA Molti dei nostri genitori hanno vissuto il dramma della guerra: disperazione, fame, bombe. Lutti che colpirono anche molto duramente la nostra città con il bombardamento del 1944 che ancora oggi ricordiamo puntualmente con immutato dolore. Finalmente un giorno tutto ciò finì per lasciare posto ad una fase nuova nella quale tutti capirono che era il momento di “ricostruire”, lasciando da parte le tantissime divisioni che avevano caratterizzato i momenti precedenti. Un insegnamento che dobbiamo tenere presente anche oggi con le nostre vite che sono state stravolte nel giro di due settimane: restrizioni inimmaginabili, dure ma assolutamente necessarie e che dobbiamo rispettare. Lo slogan dominante è “Tutti a casa”, ma non possiamo dimenticare i tantissimi nostri concittadini che in prima linea quotidianamente, anche con turni massacranti, assicurano i servizi essenziali a cominciare da quelli sanitari. Allora TUTTI dobbiamo dare il nostro contributo, TUTTI dobbiamo rispettare le regole cercando magari di dare un aiuto morale e materiale a chi è più in difficoltà. Ma guardiamo anche al futuro: io credo e spero che “dopo COVID-19” non sarà più come prima. Mi auguro che anche sul piano politico cambi qualcosa: i fatti di questi giorni dimostrano che questo paese, se agisce in modo condiviso nell’ esclusivo interesse dei cittadini senza tanti battibecchi e ostruzionismi, ha grandissime potenzialità e può rappresentare un esempio per molti altri stati europei e non solo. Una compattezza indispensabile anche nei confronti di questa Europa che mai come ora dimostra tutta la sua fragilità. Certo trovare, dal piccolo comune al governo centrale, la formula magica di un approccio collaborativo (non consociativo!) tra maggioranza e opposizione non sarà facile, ma indispensabile per il bene supremo del Paese. Oggi il superamento della crisi è in mano a noi Italiani, tutto dipende dalla nostra responsabilità. Domani il futuro del dopo-crisi dipenderà ancora da noi anche in misura maggiore. Democraticamente dovremo decidere se capitalizzare l’esperienza attuale e continuare a spingere verso una rinnovata direzione di responsabilità e di visione comune di intenti per il bene del paese e di noi tutti oppure se una volta passata la paura lasciare che tutto torni come prima.

14/03/2020 11:48:17 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy