Sport Basket A2/F: Umbertide fa il bis, batte Roma e vola a 10 punti in classifica

Secondo successo di fila per la Pallacanestro Femminile Umbertide che davanti al pubblico del PalaMorandi batte il San Raffaele Roma per 60 a 52. Le ragazze di coach Contu trovano la quinta vittoria stagionale e volano a quota 10 punti in classifica nel girone sud di A2, a pari merito proprio con le capitoline. Partita equilibrata nel primo periodo che termina 18-17 per le bianco-azzurre. Nel secondo quarto, Umbertide prende il largo e va al riposo in vantaggio 40 a 24. Nel terzo periodo Landi e compagne stentano a mantenere il ritmo della seconda frazione di gioco, con le romane che si riavvicinano minacciosamente. La PFU si ritrova avanti di sole nove lunghezze, sul punteggio di 50-41. Nell’ultimo periodo le umbertidesi tengono i nervi saldi e resistono fino al 60 a 52 finale. 16 i punti di Capitan Landi, 10 quelli della pivot Mandic. La PFU non vinceva in casa dal 5 novembre scorso, nella vittoria contro Forlì. Ora la salvezza è ancora più vicina, ma la giovane squadra umbertidese non deve abbassare la guardia. Prossima partita sabato 3 febbraio a Palermo, contro la corazzata guidata da Santino Coppa, prima partita di un trio di incontri formato anche da Faenza e San Giovanni Valdarno.   Pall. Femm. Umbertide - San Raffaele Roma 60-52 Parziali (18 -17, 40-24, 50-41)   Pall. Femm. Umbertide: Giudice 8, Landi 16, Mandic 10, Fusco 9, Conti ne, Dettori 7, Paolocci 8, Meschi 2, Cutrupi, Catalino ne. Allenatore: Alessandro Contu.   San Raffaele Roma: Pompei 6, Giorgi 14, Ciaccioni ne, Prosperi 3, Marchetti 18, Russo 4, Nnodi 2, Borghi ne, Ballirano 2, Santucci, Barbieri 3.   Classifica: Empoli 28, San Giovanni Valdarno 28, Palermo 26, Bologna 26, Civitanova 20, La Spezia 18, Orvieto 16, Faenza 16, Campobasso 16, Savona 14, Roma 10, Umbertide 10, Forlì 4, Virtus Cagliari 4, Alghero 2.

28/01/2018 21:19:51 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica L'ex Sindaco Locchi sul Protocollo d’intesa con l’associazione islamica

L’ex Sindaco di Umbertide Marco Locchi torna a parlare del Protocollo d’intesa con l’associazione islamica ed afferma:’’E' inutile far finta di non riconoscere il grandissimo valore che riveste il “Protocollo di intesa per favorire la convivenza tra le diverse comunità religiose, per consolidare la coesione sociale e promuovere processi di integrazione” sottoscritto fra il Prefetto, il sindaco e l' Imam di Umbertide. Credo sia utile riportare i punti principali di tale patto che per lungo tempo sono stati richiesti a gran voce dalle varie forze politiche; le stesse forze politiche che oggi non lo riconoscono, nonostante sia stato “certificato” da innumerevoli istituzioni laiche e religiose". "Il Protocollo, -prosegue l'ex primo cittadino - che richiama integralmente quanto previsto nel “Patto nazionale per un Islam Italiano”, contiene impegni precisi di tutti nel dare progressiva attuazione a quanto contenuto nel patto nazionale. Il primo punto è finalizzato a favorire i contatti e le relazioni delle istituzioni e della società civile con le associazioni islamiche: questo significa iniziative condivise, conoscenza e rispetto reciproco, ecc. Il secondo punto riguarda l'impegno da parte della associazione islamica a trasmettere alla prefettura , con congruo anticipo, i sermoni del venerdì in arabo ed in italiano e a trasmettere con cadenza trimestrale i sermoni tradotti in italiano. Il terzo punto impegna l' associazione islamica, nel rispetto della piena trasparenza, ad inviare al Prefetto con cadenza trimestrale la documentazione relativa ai finanziamenti e alle donazioni proveniente da qualsiasi fonte".  "Ultimo punto - conclude Locchi - riguarda l'edificio in costruzione rispetto al quale il protocollo firmato prevede la realizzazione in due fasi: la prima che riguarderà soltanto il piano terra e la seconda che avrà luogo a seguito di specifiche intese fra le parti. Quindi una base molto importante che stabilisce alcuni punti fermi rispetto a criticità sostanziali e che lascia aperto il tavolo per sviluppi ed accordi specifici successivi”. 

27/01/2018 16:00:58

Attualità » Primo piano Foligno: 2 chili di marijuana nascosti in casa, arrestato dai Carabinieri

Continua l’impegno dei Carabinieri della Compagnia di Foligno nella prevenzione e repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti. Questa volta a finire nel mirino dei militari è stato un 30enne di origini albanesi, residente a Foligno e già noto alle Forze di Polizia. Mercoledì sera gli uomini del NORM di Foligno con l’ausilio di quelli della stazione di Bevagna, a seguito di serrata attività info-investigativa, hanno raccolto elementi utili per effettuare una perquisizione all’interno dell’abitazione dell’uomo. La serrata attività di ricerca, estesa anche alle pertinenze dell’immobile, ha permesso ai militari di rinvenire in una cantinetta, un pacco avvolto dal cellophane contente al suo interno sostanza stupefacente del tipo marijuana del perso complessivo di 1 kg e 940 g, oltre a 3 grammi di cocaina, 12 grammi di hashish, materiale vario per il confezionamento, bilancini di precisione, telefoni cellulari, e la somma contante pari a 4800 euro in moneta contante. Le analisi della sostanza effettuate presso il Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti (LASS) del Comando Provinciale Carabinieri di Perugia hanno confermato l’ottima qualità della sostanza, il cui quantitativo è stato ritenuto idoneo a ricavare circa 8.100 dosi destinate prevalentemente alla piazza folignate, che avrebbero fruttato al dettaglio circa 60.000 euro. L’uomo è stato quindi tratto in arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e tradotto presso il carcere di Spoleto.  

27/01/2018 15:42:45

Attualità » Primo piano Sicurezza a Perugia, Carabinieri arrestano spacciatore

Altro duro colpo inferto dai Carabinieri di Perugia agli ambienti della malavita collegati al mondo della droga nell’hinterland perugino. I militari della stazione di Castel del Piano, nelle ultimissime ore, al termine di un prolungato servizio di osservazione, grazie anche alla fattiva collaborazione di alcuni residenti che hanno segnalato al 112 anomali movimenti di giovani tossicodipendenti che non lasciavano presagire nulla di buono, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un cittadino italiano, residente in un comune lacustre, ma abitante di fatto a Perugia, già noto alle forze dell’ordine e alle cronache giudiziarie, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’arresto è scaturito a seguito di una vigile attività di osservazione dei movimenti del predetto che consentivano di appurare che lo stesso, presso la propria abitazione perugina, veniva avvicinato da soggetti noti ai militari quali assuntori abituali di sostanze stupefacenti, i quali, dopo un breve scambio di parole con il soggetto, si allontanavano in tutta fretta con fare sospetto guardandosi ripetutamente le spalle. A quel punto i nostri Carabinieri decidevano d’intervenire facendo irruzione nell’appartamento, approfittando di uno dei momenti in cui l’uomo stava uscendo dalla propria abitazione “carico di merce” per rifornire alcuni avventori. L’acume investigativo ed il sospetto ingenerato nei militari operanti si dimostravano fondati. Infatti, a seguito della perquisizione personale e domiciliare dei vani domestici e delle relative pertinenze, l’uomo veniva trovato in possesso di: 500 grammi circa di marijuana; 100 grammi circa di hashish; 5 grammi circa di oppio; Denaro contante per un totale 950 euro, ritenuto provento dell’attività delittuosa; un bilancino di precisione; Materiale vario per il confezionamento delle citate sostanze. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, tradotto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa della direttissima disposta dalla magistratura che ha confermato la stessa misura cautelare.    

27/01/2018 15:26:06

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy