Attualità » Primo piano Umbertide: sportello Umbra Acque, il Commissario De Rosa chiede il potenziamento dei servizi offerti

Riceviamo e pubblichiamo Rivedere i servizi offerti dallo sportello di Umbra Acque che ad oggi risulta poco funzionale e non rispondente alle esigenze degli utenti. E' con questo obbiettivo che il commissario straordinario del Comune di Umbertide Castrese De Rosa ha preso carta e penna e scritto ai vertici di Umbra Acque, raccogliendo le numerose lamentele degli umbertidesi sulla funzionalità dello sportello. Attualmente infatti l'ufficio di Umbra Acque, attivo all'interno dei locali di AIMET solo il mercoledì mattina dalle 8.45 alle 13.30 - ha visto mutare la propria funzione, diventando un “punto di facilitazione digitale”. “Ciò significa – scrive il commissario De Rosa - che se prima i cittadini umbertidesi potevano recarsi presso tale sportello per attivare, volturare o chiudere una fornitura, ad oggi tutto questo non è più possibile dal momento che l'ufficio ha perso qualsiasi operatività e i due operatori presenti si limitano a fornire chiarimenti su bollette ed utenze. Da qualche tempo poi gli utenti non possono nemmeno comunicare l'autolettura e siamo arrivati alla situazione paradossale che, magari dopo una lunga attesa, si sentano rispondere di dover inviare una mail, telefonare al call center o addirittura recarsi a Perugia per vedere soddisfatta la propria richiesta. Considerando che gran parte dell'utenza che si reca allo sportello ha un'età avanzata, capirete che tali nuove modalità di operare rischiano di causare un grave disservizio per i cittadini. Siamo tutti favorevoli alle novità se queste agevolano il rapporto tra cittadino e fornitore del servizio – aggiunge il commissario De Rosa - ma molte sono le perplessità quando queste complicano i rapporti. Il rapporto umano molte volte è l’unico in grado di trovare la soluzione migliore ai problemi, a maggior ragione quando si ha a che fare con persone che non hanno dimestichezza con l’informatica, soprattutto se anziane. Auspico quindi – conclude De Rosa rivolgendosi ai vertici di Umbra Acque - che possiate valutare l’opportunità di rivedere i servizi offerti dallo Sportello di Umbertide che ad oggi risulta poco funzionale e non rispondente alle esigenze di un'utenza di età avanzata e spesso poco avvezza all'utilizzo di mezzi informatici”.  

08/03/2018 09:51:49

Attualità » Primo piano Denunciati dai Carabinieri conducenti di auto sospette segnalate dai cittadini

Un 47enne originario della provincia di Bari, da anni residente nel perugino e un 35enne del folignate, sono stati sorpresi a bordo di alcune autovetture segnalate da attenti residenti. All’arrivo dei Carabinieri i conducenti sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Grazie all’aiuto dei cittadini, che hanno segnalato al 112 la presenza di auto sospette nella zona di Palazzo e Petrignano di Assisi, è stato possibile far intervenire, subito, i militari dell'Aliquota Radiomobile della Compagnia di Assisi, che hanno denunciato alle Autorità competenti, i due soggetti, non nuovi alle Forze dell’ordine. L’occasione serve a ribadire l’importanza che i cittadini segnalino qualunque persona o fatto sospetto, perché la comunicazione raccolta dalla centrale operativa competente per territorio, viene subito diramata a tutte le pattuglie in servizio. E’ bene ricordare di fornire più elementi possibili per l’identificazione dei sospetti, numero di targa, modello autovettura, colore, etc. in modo da poter mettere i militari nelle migliori condizioni per intervenire. Questo è avvenuto a Petrignano d’Assisi e Palazzo, dove le vetture segnalate sono state subito individuate dalle pattuglie dell’Arma. Quella del folignate, tra l’altro, era parzialmente nascosta da una siepe ed a bordo veniva rinvenuta una modica quantità di sostanza stupefacente ed una siringa. L’altra mentre percorreva una stradina sterrata della frazione Palazzo con il conducente che evidenziava sintomatologia tipica di chi si pone alla guida in stato di ebbrezza alcolica. Gli accertamenti clinici e strumentali effettuati su entrambi facevano emergere che il folignate risultava positivo alle sostanze stupefacenti mentre per il quarantasettenne si rilevava un tasso alcolemico superiore di oltre quattro volte a quello consentito dalla norma. Per i due sono scattate le denunce alla Procura della Repubblica di Perugia. L’attività di contrasto ai reati predatori è uno degli obiettivi principali del Comando Provinciale dei Carabinieri di Perugia. In tale contesto va sottolineato come la collaborazione tra cittadini e Forze dell’Ordine porti sempre ad eccellenti risultati. I cittadini che notano qualcosa di strano, in questo caso la presenza di due autovetture sospette, devono sempre chiamare immediatamente il 112. Nel corso dei mirati controlli nelle zone maggiormente colpite dai reati predatori i militari della stazione di Petrignano hanno inoltre rintracciato ed assicurato alla giustizia un pregiudicato 50enne laziale, sul quale gravava un ordine di carcerazione, per reati attinenti gli stupefacenti, il quale dopo le formalità di rito è stato accompagnato presso il carcere perugino di Capanne. Stesso fatto è avvenuto a Valfabbrica dove grazie ad un solerte cittadino che ha notato un ragazzo, non del posto, aggirarsi nelle vie del paese guardandosi ripetutamente intorno, ha telefonato alla locale stazione i cui militari hanno provveduto a bloccare il giovane. E’ bastato un rapido controllo per capire che si trattava di un soggetto già gravato da numerosi pregiudizi penali. La perquisizione personale e veicolare eseguita permetteva di recuperare vari oggetti atti allo scasso. Portato nella vicina caserma veniva deferito alla Procura di Perugia per possesso ingiustificato di grimaldelli. Nei confronti del soggetto veniva inoltre emessa la misura del divieto di ritorno nel comune valfabbrichese per ben 3 anni. A volte basta un semplice gesto per prevenire spiacevoli situazioni, ritrovarsi la casa depredata degli oggetti più cari è senza ombra di dubbio avvilente e la sensazione è di sicura impotenza. La collaborazione è fondamentale e l’attenzione dei cittadini deve essere costante e non solo nei periodi più “caldi”. Un plauso alle persone che, senza pensarci due volte, non hanno esitato a chiamare i Carabinieri salvando l’integrità chissà di quale abitazione.

07/03/2018 20:27:20

Notizie » Politica Boom della Lega anche ad Umbertide, il partito di Salvini sbanca e si prepara per le amministrative

Riceviamo e pubblichiamo L’Umbria vira a destra e nell’ondata blu che ha investito l’intera Regione, l’Alto Tevere gioca un ruolo da protagonista. Ad analizzare il voto nel suo comprensorio di riferimento è Vittorio Galmacci, commissario cittadino Lega nei comuni di Umbertide, Montone, Pietralunga e Lisciano Niccone. “Quanto accaduto nella notte tra il 4 e il 5 Marzo è qualcosa di inverosimile sia a livello nazionale che locale. Comuni roccaforte del Pd come Pietralunga o Lisciano Niccone hanno virato a destra e in maniera significativa, senza appello e senza indugi, dando fiducia a Riccardo Augusto Marchetti e alla Lega,complice anche l’ottimo lavoro portato avanti sul territorio, dal consigliere regionale Valerio Mancini. Montone resta un comune a trazione PD, ma è altrettanto vero che, anche in questo caso, l’onda leghista è cresciuta in maniera esponenziale. Un discorso a parte va fatto per Umbertide, vessata da un Pd che per anni non ha mai curato i suoi mali ma che si è sempre preoccupato di spartire poltrone e sanare guerre interne. Fino all’inevitabile commissariamento. Seppur senza un rappresentante comunale, la Lega in questi anni ha proposto soluzioni concrete come l’ implemento di video sorveglianza, arrivato in questi giorni nonostante lo avessimo chiesto da anni, la polizia municipale armata, ha presentato un esposto alla procura della Repubblica per chiedere trasparenza circa la costruzione della moschea a cui è poi seguito un blitz dei Carabinieri ed ha raccolto firme per assegnare le case popolari agli italiani, si è battuta contro i cattivi odori provenienti dal Calzolaro e sulla viabilità delle frazioni come Preggio. La nostra voce l’abbiamo fatta sentire in più di un’occasione e sembra che sia arrivata a destinazione visto che ad Umberitde, terra natia dell’onorevole, Giuletti, per altro non riconfermato, la coalizione di Cdx ha registrato il 32,52% dei consensi contro il 33,72% del centro sinistra. Appena 110 voti sono mancati per raggiungere un risultato epocale, già comunque ipotizzabile vista l’acclamazione ricevuta da Matteo Salvini il giorno in cui ha inaugurato la nostra sede. Dati alla mano la Lega ad Umbertide c’è, con le quasi 2000 preferenze registrate. Da questa base partiamo perché, con impegno e dedizione, possiamo sperare di governare la città e ridare dignità a tutti gli umbertidesi. A chi ha creduto in noi voglio dire grazie, grazie anche ai militanti e sostenitori di Umbertide, grazie al lavoro della sezione tifernate e del consigliere regionale Mancini, grazie a chi ha scelto Marchetti, Briziarelli, Caparvi e Tesei per farci degnamente rappresentare a Roma”

07/03/2018 16:16:07

Cultura » Mostre Umbertide, la statua di San Rocco in prestito al Metropolitan Museum di New York

Riceviamo e pubblichiamo Ci sarà anche un pezzo di Umbertide alla mostra dal titolo “The Body in Color” che si terrà prossimamente al Metropolitan Museum of Art di New York. E' infatti volata fino negli Stati Uniti la statua lignea di San Rocco, conservata presso il Museo Santa Croce, tra le protagoniste della mostra in programma dal 20 marzo al 22 luglio prossimi al Metropolitan Realizzata nel 1527 da Nero Alberti di Sansepolcro durante la drammatica pestilenza che colpì in quegli anni l'antica Fratta, la statua di San Rocco fu poi posizionata all'interno dell'omonima cappella della Chiesa di San Francesco come segno di devozione al Santo con l'intento appunto di scongiurare la peste. Dopo aver fatto parte della mostra “Sculture da vestire”, dedicata alla produzione di manichini lignei nelle botteghe biturgensi di Nero Alberti, ora il San Rocco è stato prestato al Metropolitan Museum per l'evento in programma nei prossimi mesi. Così, a spese del museo newyorkese, la statua è stata presa in carico dalla ditta Arteria di Sesto Fiorentino, esperta in imballaggi e trasporto di opere d'arte, ed accompagnata dal responsabile del Settore cultura del Comune di Umbertide fino al Metropolitan dove il funzionario comunale ha personalmente seguito l'allestimento dell'opera che tornerà a fare bella mostra di sé al Museo Santa Croce entro la fine di luglio.

06/03/2018 18:15:02 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Sport Prosegue il momento positivo del Volley Umbertide, vittoria al tie break contro Foligno

Prosegue il momento positivo del Volley Umbertide, che vince al tie break ed in rimonta un combattutissimo scontro diretto contro il Foligno Volley I due punti consentono ad Umbertide di riportarsi al quarto posto della classifica della stagione regolare, mantenendosi al passo delle dirette avversarie di Raffaello Agea Foligno – Nonostante l’assenza di coach Gabriele Violini, più che giustificata per un impegno di lavoro a New York, il Volley Umbertide, affidatosi per l’occasione alla guida dalla panchina dell’esperta Maddalena Rosi, non ha deluso le aspettative. Le umbertidesi partono molto forte: grazie anche ad una difesa molto attenta ed al muro delle centrali Chiara Moretti e Livia Bianchini che tocca spesso e volentieri, l’attacco gira a mille, soprattutto con l’opposta Greta Ottaviani e con la banda Matilde Ercolani. L’allungo, con un vantaggio massimo di 9 punti (11 – 2), sembra essere di quelli decisivi. Ma le folignati, forse più per demeriti delle ospiti che grazie al loro gioco, rosicchiano qualche punto capitalizzando qualche banale errore dall’altra parte della rete.  Nonostante cominci a mettere a segno attacchi vincenti anche la schiacciatrice Giada Palazzetti, peraltro anche da seconda linea, dalla parte di Umbertide gli errori continuano a superare i punti ed al mulino delle padrone di casa arriva anche qualche ace, che sul finale del set le porta in vantaggio.  Completata la rimonta ed il sorpasso è proprio un altro errore in difesa di Umbertide che consegna il primo set (25 – 20) a Foligno. Anche il secondo set, malgrado il morale per il recupero subito avrebbe potuto essere sotto i tacchi, si apre con le umbertidesi in vantaggio, che anzi ritrovano incisività in attacco. La distribuzione della regista Martina Ubaldi, che quando capita attacca anche di seconda intenzione, è abbastanza varia e fluida, ma inspiegabilmente l’attacco smette di funzionare a metà del secondo parziale, prorio quando il vantaggio accumulato (14 – 9) consentirebbe di controllare senza dover strafare.  Con il secondo set incamerato da Foligno (25 – 22), la rimonta si profila difficile, ma il Volley Umbertide non ci sta a mollare ed è proprio nel terzo set, soprattutto con gli attacchi di Ottaviani e Palazzetti, che le ospiti dimezzano lo svantaggio nel conto dei set, aggiudicandosi il terzo per 25 a 19. Il quarto parziale ricalca quasi esattamente quello precedente, con l’attacco delle umbertidesi sugli scudi, tra l’altro coadiuvato dal ritorno del muro e da un’eccellente Althea Giulietti in seconda linea. Finisce con ampio margine (25 – 15) in favore di Umbertide; punteggio e gioco che fanno ben sperare per il tie break, quando si sa che sbagliare è vietato. Nel game decisivo le squadre prendono alla lettera questa regola, tanto che in pratica si va punto a punto fino al cambio campo, quando Foligno mette a segno un primo strappo, arrivando ad un vantaggio massimo di + 4 (11 – 7). Ma sono solo due episodi sfortunati, prima con una palla difesa egregiamente che sfiora il soffitto e poi con un ace veramente beffardo (la palla danza sul nastro e muore imprendibile a filo rete), a regalare a Foligno 2 match point sul 14 a 12. Le due palle match vengono annullate da una coraggiosa Greta Ottaviani, la cui mano non trema in questi momenti. Ai vantaggi è ancora l’opposta di Umbertide a mettere palla a terra per due volte consecutive, consegnando il set (17 – 15) e l’incontro alla sua squadra. Nelle rotazioni con le attaccanti di banda e con l’opposto in seconda linea, c’è spazio anche per Elisa Governatori e Stefania Nicoletti, che danno il loro contributo dalla linea dei nove metri, consentendo alle prime di rifiatare un po’.  Dopo una partita dalla fasi così alterne, caratterizzata sempre da ampi vantaggi del Volley Umbertide all’inizio dei parziali, verrebbe quasi da dire … un punto perso. In realtà, però, non è così, perché al netto degli errori che hanno propiziato le rimonte di Foligno nei primi due set, ciò che va sottolineato è la voglia di stare sempre dentro la partita, insomma di non mollare di un centimetro. Vale la pena di aggiungere ancora che questo è lo spirito giusto per affrontare le prossime partite, che quasi sempre, con una classifica sempre molto corta, saranno scontri diretti. Il tabellino Foligno Volley – Volley Umbertide 2 – 3 Parziali: 25 – 20, 25 – 22, 19 – 25, 15 – 25, 15 – 17 Volley Umbertide: Ubaldi (C) 12, Ottaviani 26, Palazzetti 12, Ercolani 11, Moretti 6, Bianchini, Governatori, Nicoletti, Giuletti A. (L1). N.e.: Giulietti M. (L2), Ceccagnoli, Beacci, Rosi. B.s. 5, 10 ace, 38 errori. Foligno Volley: Pagnini, Mariucci, Benincasa, Adriani, Pesciaioli, Pacilio, Bruno, Mancinelli, Gaudenzi, Lucidi, Falcinelli, Formica (L1), Trabalza (L2). Allenatore Loreti (dati relativi agli scores individuali ed altro non disponibili) Arbitro: Salinaro Angela

06/03/2018 11:28:19 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy