Cultura » Mostre Presentato il Calendario 2018 dell'Arma dei Carabinieri

Riceviamo e pubblichiamo Il Calendario ideato e realizzato sotto la direzione artistica di Silvia Di Paolo è divenuto ormai un oggetto di culto ed ha raggiunto una tiratura di 1.300.000 copie, di cui quasi 11.000 in altre lingue (inglese, francese, spagnolo, tedesco, arabo e quest’anno anche giapponese, cinese e russo), indice sia dell’affetto di cui gode la Benemerita, sia del valore dei suoi contenuti, che ne fanno un prodotto editoriale apprezzato, ambito e presente nelle abitazioni e nei luoghi di lavoro, a testimonianza del fatto che “in ogni famiglia c’è un Carabiniere”. Nato nel 1928, dopo l’interruzione post-bellica dal 1945 al 1949 il Calendario tornò a vivere nel 1950 e da allora è stato puntuale interprete, con le sue tavole, delle vicende dei Carabinieri e della stessa Storia d’Italia. La pubblicazione ha una rilevanza particolare per la famiglia dell’Arma, costituendo motivo di coesione attorno a un oggetto semplice eppure significativo, poiché ispirato ai valori nei quali si riconosce ogni carabiniere, da un capo all’altro d’Italia. Il Calendario 2018 è incentrato sul tema “I valori etici e sociali dell’Arma”, una rappresentazione visiva dell’essenza dell’Istituzione che rende omaggio all’attività svolta dall’Arma in Italia ed all’Estero a favore di tanti Paesi e delle loro Forze di Polizia. L’“impegno per l’ambiente”, la “sicurezza personale e sociale”, la “tutela delle categorie deboli”, l’“integrazione multiculturale”, il “valore della tradizione”, la “libertà di espressione”, la “libertà di riunione”, la “cooperazione internazionale”, la “tutela del patrimonio culturale”, la “tutela dei minori”, l’ “ordinata convivenza civile”, l’“identità culturale”, dodici temi per dodici mesi dell’anno che dodici affermati pittori contemporanei, ognuno proveniente da un’area del mondo dove l’Arma dei Carabinieri è intervenuta oppure ha avviato collaborazioni con le forze locali, hanno espresso e raffigurato.   L’Agenda 2018, in un formato moderno e funzionale, ha dedicato il proprio inserto allo “Sport nell’Arma” ed ai Gruppi Sportivi dell’Istituzione. Sport come espressione dei valori universalmente riconosciuti: rispetto di persone e regole, disciplina, impegno, sacrificio, lealtà, tenacia, correttezza, emulazione, valori che devono essere patrimonio di ogni Carabiniere.       Calendario Storico dell’Arma 2018     Il filo conduttore che lega i mesi dell'anno è costituito dal tema “I valori etici e sociali dell’Arma”.   Il Calendario del 2018 vuol diffondere la conoscenza di altre forme di espressione di culture diverse dalla nostra. Culture anch’esse portatrici di valori importanti, con le quali i Carabinieri si confrontano quotidianamente. Per aree omogenee, comprendenti più Paesi, sono stati individuati autori di riconosciuto talento e scelte opere di forte testimonianza. Mese dopo mese, viene richiamato un tema dal valore universale, espressione dei diritti e delle libertà che l’Arma è impegnata a sostenere nel mondo insieme alle rappresentanze diplomatiche e, nelle missioni internazionali, alle altre Forze Armate. Il filo conduttore è costituito dalle colorate e vivide opere del Maestro Ugo Nespolo, tra i migliori artisti contemporanei: dalla copertina, un album di famiglia a rappresentare tutti i centodiecimila Carabinieri in servizio nelle tante specialità dell’Arma, alle pagine di sinistra di ogni mese, dedicate a nostri compiti istituzionali. Scorrendo le pagine interne e con esse i dodici mesi dell’anno, a Gennaio, la fusione con la natura del congolese Steve Bandoma, espressione del Centro e Sud Africa, evoca l’impegno per l’ambiente; nella pagina di sinistra, i Carabinieri del ruolo forestale, che hanno implementato responsabilità e impegno dell’Arma a difesa dell’habitat umano. Nel mese di febbraio, dedicato all’Europa dell’Est, il volto severo dipinto dal rumeno Adrian Ghenie interpreta il tema della sicurezza personale e sociale; di fianco, tre operatori del GIS, le forze speciali dell’Arma, pronti a effettuare un intervento risolutivo. In Marzo, per i Balcani, l’albanese Adrian Paci esalta, dipingendo l’affannosa corsa di un ragazzo verso la libertà, il tema della tutela delle categorie deboli; si accompagna, a sinistra, la plastica immagine di un Carabiniere che offre premurosa attenzione ad alcune persone in stato di bisogno. Ad Aprile, per il Nord America, lo statunitense Mark Bradford, scelto a rappresentare gli USA all’ultima Biennale di Venezia, esprime con un’esplosione di colori e forme la sua visione dell’integrità multiculturale; a lato, Nespolo rappresenta un Corazziere e due altri Carabinieri di origine straniera, esempi di concreta integrazione. Per Maggio, dedicato al Centro e Sud America, una fantasiosa architettura indigena del messicano Curiot esalta il valore della tradizione; a sinistra, l’immagine di una processione religiosa, con i classici due Carabinieri in G.U.S. ai lati della Vergine Maria. In Giugno, per la Mesopotamia, i colorati microfoni della conferenza stampa immaginata dall’iracheno Adel Abidin plaudono alla libertà d’espressione; di fianco, i Carabinieri colti nell’atto di informare la pubblica opinione attraverso i media. Segue il paginone centrale, nel quale Silvia Di Paolo, nostra valente e fedele art director, ha raccolto le Bandiere delle Organizzazioni Internazionali e degli Stati con i quali i Carabinieri collaborano quale espressione dello Stato italiano, rappresentato dal tricolore, sul quale sottile, ma netta e chiara, si staglia la nostra Fiamma. Nella tavola di Luglio, dedicata al nord Africa, un gruppo di persone dipinte dal marocchino Nabil El Makloufi evoca la libertà di riunione; a sinistra, alcuni Carabinieri, sereni ma attenti, vigilano sull’ordinato svolgimento di una pubblica manifestazione. In Agosto, per l’Africa Centrorientale, la multiforme composizione del kenyota Paul Onditi richiama la cooperazione internazionale; la tavola di Nespolo abbina la stretta di mano tra un Carabiniere in missione e un commilitone straniero. A Settembre, per l’Oriente, la sovrapposizione di scritti antichi dell’artista afghano Mohsem Taasha Wahidi valorizza la tutela del patrimonio culturale; di fianco, alcune delle innumerevoli opere d’arte recuperate dal nostro Comando Tutela Patrimonio Culturale con in primo piano un Carabiniere dei Caschi blu della cultura. Ottobre, per il Medio Oriente, dà spazio all’israeliano Gideon Rubin che richiama l’importanza della tutela dei minori raffigurando un bambino in posa; a sinistra, un Carabiniere che fraternizza con un bimbo. In Novembre, dedicato all’estremo oriente, lo scorcio urbano della pittrice indiana Reena Saini Kallat sottolinea la necessità dell’ordinata convivenza civile; di fianco, un Carabiniere all’ingresso di una Stazione, capillare presidio di legalità e di prossimità italiano da oltre duecento anni. Nel mese di Dicembre, per l’Africa Sahel, le sagome colorate del maliano Abdoulaye Konaté evocano il tema dell’identità culturale; di lato, a identificare la presenza continua e il pronto intervento dell’Arma, i Carabinieri di un reparto Radiomobile. Nelle ultime due tavole interne, i simboli del nostro Stemma Araldico rendono il tradizionale, doveroso omaggio al sacrificio e al valore degli eroi che tanto lustro hanno dato all’Arma e al Paese. Silvia Di Paolo, con il suo estro, proietta questi simboli fuori dallo scudo bucranico, esaltandone il significato araldico.     Agenda dell’Arma 2018 L’Agenda dell’Arma dei Carabinieri, rinnovata nel formato e nella veste grafica nel 2017, arriva al trentanovesimo anno di pubblicazione (risale infatti al 1979 la prima edizione). L’inserto monografico quest’anno è dedicato allo Sport nell’Arma dei Carabinieri, e in particolare al centro Sportivo Carabinieri che, con i successi dei propri atleti, ha contribuito significativamente alla grande tradizione sportiva dell’Italia, quinto Paese al mondo nel medagliere olimpico di tutti i tempi. Un contributo accresciuto nel 2017 con l’apporto degli atleti già appartenenti al Gruppo Sportivo Forestale.  

07/11/2017 18:34:31 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre La programmazione del cinema Metropolis da mercoledì 8 novembre

THOR: RAGNAROK UNA PRODUZIONE MARVEL STUDIO / WALT DISNEY DA GIOVEDI 9 NOVEMBRE UN FILM DI TAIKA WAITITI. CON CHRIS HEMSWORTH, TOM HIDDLESTON, MARK RUFFALO, IDRIS ELBA, CATE BLANCHETT, KARL URBAN, ANTHONY HOPKINS, JEFF GOLDBLUM, STAN LEE, LOU FERRIGNO. TITOLO ORIGINALE THOR: RAGNAROK. AZIONE, FANTASY, DURATA 110 MIN, COLORE - USA, 2017 Thor: Ragnarok trae ispirazione dalla mitologia norrena. Il sottotitolo stesso della terza avventura del supereroe Marvel rimanda alla leggendaria battaglia tra le forze delle tenebre e quelle della luce. Per intervenire a difesa del pianeta Terra e dei suoi abitanti, il vanaglorioso principe di Asgard Thor (Chris Hemsworth) ha messo da parte i nobili natali, la discendenza aliena e i conflitti familiari con Loki (Tom Hiddleston), atterrando puntualmente con un tonfo al fianco dei colleghi Avengers tutte le volte che ce n’è stato bisogno. Dopo averlo visto sfidare i componenti più forti della squadra a sollevare il leggendario Mjöllnir, e gongolare nella consapevolezza di essere il solo degno di brandirlo, un potente nemico in gonnella si fa avanti per raccogliere la sfida e disintegra il martello sotto gli increduli occhi del proprietario. Le sorprese non finiranno (chi ha detto HULK?!)... Prosegui su www.cinemametropolis.it Giovedì 9 ore 21:15 Venerdì 10 ore 21:15 Sabato 11 ore 21:15 Domenica 12 ore 19:15 - 21:15 Lunedì 13 ore 21:15* Mercoledì 15 ore 21:15** *Lunedì 6 proiezioni VOST (inglese con sottotitoli in italiano) **Mercoledì 8 ingresso al prezzo speciale di € 4,00 TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=h5eJIEyIXvw     CAPITAN MUTANDA UN FILM DI DAVID SOREN, ANIMAZIONE DA GIOVEDI 9 NOVEMBRE   TITOLO ORIGINALE CAPTAIN UNDERPANTS DURATA 90 MIN, COLORE - USA, 2017 20TH CENTURY FOX. Basato sullo scalmanato personaggio ideato da Dav Pilkey negli anni novanta, Capitan Mutanda è il supereroe del quotidiano che mancava nel vasto panorama animato e non. Grassoccio, inetto, irrimediabilmente tonto, non perde mai l’esuberanza e il portamento snodato e disinvolto con cui affronta le sfide e i nemici immaginari. Ma il Signor Grugno (Ed Helms nella versione originale), l’alter ego del paladino in mutandoni bianchi, non è sempre stato così… Prosegui su www.cinemametropolis.it Giovedì 9 ore 16:15 Venerdì 10 ore 16:15 Sabato 11 ore 18:15 Domenica 12 ore 15:15 - 17:15 Lunedì 13 ore 16:15 Martedì 14 ore 16:15 Mercoledì 15 ore 16:15** **Mercoledì 15 ingresso al prezzo speciale di € 4,00 TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=SFiv8WXplrY  LA CORRAZZATA POTËMKIN  RITORNA AL CINEMA IL GRANDE CAPOLAVORO DI SERGEJ EJZENŠTEJN RESTAURATO DALLA CINETECA DI BOLOGNA  SPETTACOLO UNICO MARTEDI 14 NOVEMBRE - ORE 21.15 UN FILM DI SERGEJ EJZENŠTEJN. TITOLO ORIGINALE BRONENOSEC POTËMKIN. DRAMMATICO DURATA 86 MIN, B/N - USSR, 1925 - CINETECA DI BOLOGNA. Nato su commissione per celebrare la rivoluzione del 1905, il film solleva immediati entusiasmi internazionali. “La Potëmkin non è di quelle navi che si possano affondare con dei siluri. Ha levato l’ancora per sempre. Naviga. La sua scia contiene tutto” (Robert Desnos, 1927). Tenendo ferma la potenza delle idee e della loro forma cinematografica, possiamo osare: il Potëmkin è anche un film di straordinario intrattenimento. Il film viene presentato con la partitura originale di Edmund Meisel nell’adattamento ricostruito e riorchestrato da Helmut Imig. In più un’introduzione di Paolo Mereghetti e, in coda al film, un piccolo documentario sulle diverse versioni del film in Italia. Prosegui su www.cinemametropolis.it Martedì 14 ore 21:15 - ULTIMO SPETTACOLO TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=XOK5soAvB8Q   LISTINO BIGLIETTI CINEMA** Tutti i giorni (mercoledì escluso) – Intero € 6,50 | Ridotto € 5,00 Tutti i mercoledì, escluso eventi speciali, biglietto unico di € 4,00 Biglietti Ridotti riservati a spettatori under 14 / over 65 ** Prezzi relativi a tutte le proiezioni ordinarie

07/11/2017 18:26:29 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre L'arte umbra ferita dal sisma protagonista al Guggenheim di New York, serata di beneficenza per restauro crocefisso Chiesa Santa Maria Argentea di Norcia

Riceviamo e pubblichiamo L'Umbria, e la sua "arte ferita" dal terremoto, protagonista al Guggenheim di New York. Qui la rivista "Panorama", nell'ambito dell'edizione americana di "Panorami d'Italia", ha voluto organizzare una serata di beneficenza per raccogliere fondi da destinare al restauro di una delle opere danneggiate dal sisma del 2016. Alla serata hanno partecipato la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, e con lei anche il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, e numerosissime personalità, tra cui il tenore Vittorio Grigolo, ed il calciatore Andrea Pirlo. Il direttore del settimanale, Giorgio Mulè, che si è detto "umbro di adozione", ha voluto ricordare i gravi danni che la Valnerina, con tutte le sue città, ha subito a causa dei diversi terremoti dello scorso anno. "Questa terra– ha detto Mulè – è forte, ed ancor più forti sono i suoi abitanti. Persone tenaci e coraggiose, con una forza enorme. La forza necessaria per tornare a ricostruire le loro case, i loro centri abitati. E noi vogliamo dare un contributo concreto alla ricostruzione, per questo – ha aggiunto Mulè, rivolgendosi a tutti gli invitati al "gala charity dinner" – abbiamo voluto adottare un'opera d'arte danneggiata, che sarà restaurata grazie al vostro generoso contributo". Su tutti i tavoli, allestiti nell'atrio del prestigioso museo, a cui sono stati assegnati i nomi delle città umbre, una brochure illustrava l'opera individuata dalla Soprintendenza ai beni culturali dell'Umbria, d'intesa con la Regione Umbria: il Crocifisso di Giovanni Teutonico, della chiesa di Santa Maria Argentea di Norcia. Il crocefisso, a grandezza naturale, del ‘400, era posto sopra il presbiterio dell'altare maggiore della chiesa. Il terremoto – come noto - ha causato il crollo della chiesa; il crocefisso è andato in frantumi ed è stato successivamente recuperato dalle macerie. I frammenti più significativi sono stati anche esposti nella mostra "La bellezza ferita", allestita a Siena, nel complesso museale di Santa Maria della Scala. "La scultura lignea – recita la scheda dell'opera - è una pregevole opera plastica, che esprime con grande e coinvolgente realismo, il patetismo e le sofferenze dalla crocefissione, accentuate da un meccanismo che, attivato da una cordicella, faceva muovere la lingua entro la bocca del Cristo, rendendolo ‘parlante' in occasione delle celebrazioni liturgiche del Venerdì Santo" "Un anno fa – ha detto la presidente Marini nel corso del suo saluto – il terremoto ha colpito nuovamente una parte dell'Italia centrale; un terremoto, quello del 30 ottobre del 2016, che ha avuto proprio Norcia e la Valnerina come epicentro. Questi sono luoghi di grande valore artistico. Norcia – ha ricordato - è anche il luogo di nascita del monachesimo occidentale. In questa terra nacque circa 1500 anni fa San Benedetto e prese avvio la spiritualità benedettina, che grande influenza ebbe nella storia dell'Europa, con la nascita delle abbazie e delle biblioteche che salvarono la grande cultura classica ed occidentale". "Oggi, con questa vostra ‘charity' – ha proseguito la presidente -  date un contributo importante al restauro di queste opere d'arte, contribuendo concretamente al recupero del grande patrimonio artistico della mia regione. Sono grata a tutti voi, al settimanale ‘Panorama' ed al suo direttore Giorgio Mulè, al Guggenheim che ci ospita, ed a tutti voi che siete qui questa sera. Con questo gesto – ha concluso Marini -  vi sentiamo profondamente amici dell'Umbria e di Norcia".

03/11/2017 12:59:28 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Umbertide: ''Expo in centro storico'', due weekend all'insegna della danza

Riceviamo e pubblichiamo Umbertide torna ad essere capoluogo della danza: la regina della arti farà tappa in Val Tiberina dove per ben due week-end (4- 5 e 11-12 novembre) avrà luogo una serie di iniziative dedicate all'arte coreutica.L'evento è realizzato dall'Associazione Culturale OPLAS / Centro Regionale della Danza Umbria; l'appuntamento principale è senza dubbio la XXIII Rassegna umbra Scuole di danza che riunirà sul palcoscenico del Teatro Domenico Bruni ben 20 scuole provenienti da tutto il centro Italia. Altre iniziative collaterali sono le Incursioni di Danza Contemporanea presso il Museo di Santa Croce (luogo magico che accoglie preziose opere del Signorelli e del Pomarancio), dove avrà luogo lo spettacolo "Nounderstanding" della coreografa Sara Marinelli,  ed il Contemporary Dance Training Program con workshop di danza contemporanea realizzati al Teatro dei Riuniti, maestri ospiti i direttori delle compagnie di danza Egri-Bianco (Piemonte) e Megakles Ballet (Sicilia).Tutto ciò sarà arricchito da visite guidate al centro storico di Umbertide alla scoperta dei tesori del piccolo borgo antico incastonato fra le colline e il Tevere.Proprio in virtù di queste iniziative realizzate allo scopo di ravvivare l'attenzione verso il centro storico  - dove sono attive più di 30 attività commerciali - questi appuntamenti hanno ricevuto il sostegno del Comune di Umbertide nell'ambito del progetto “Expo in centro storico”, con il contributo economico della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.Gli altri partner istituzionali sono il MiBACT, la Regione Umbria, il Museo di Santa Croce (Sistema Museo) e il Teatro Stabile dell'Umbria (Umbria in Danza).Per maggiori informazioni basterà visitare il sito ufficiale  www.improntedidanza.eu   .

03/11/2017 12:14:54 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre La programmazione del cinema Metropolis da mercoledì 1 novembre

Riceviamo e pubblichiamo VITTORIA & ABDUL UN FILM DI STEPHEN FREARS DA GIOVEDI 2 NOVEMBRE   UN FILM DI STEPHEN FREARS. CON JUDI DENCH, EDDIE IZZARD, ALI FAZAL, MICHAEL GAMBON, OLIVIA WILLIAMS, TIM PIGOTT-SMITH, SIMON CALLOW, FENELLA WOOLGAR, JULIAN WADHAM, RUTH MCCABE. TITOLO ORIGINALE VICTORIA & ABDUL. DRAMMATICO, DURATA 112 MIN, COLORE - USA, GRAN BRETAGNA, 2017 - UNIVERSAL PICTURES. Victoria e Abdul è ispirato alla storia vera dell’improbabile amicizia tra il commesso indiano Abdul e la regina Vittoria, durante gli ultimi anni del suo regno. Abdul Karim (Ali Fazal) ha solo 24 anni quando sbarca in Inghilterra per servire a tavola durante il Giubileo d’oro della Regina (Judi Dench). Lo sguardo curioso e l’animo incline alla ribellione del ragazzo fanno breccia nel cuore dell’anziana monarca, stanca di protocolli e rituali di corte e di notizie funeste dalle colonie britanniche. Affascinata dai racconti esotici e spensierati di Abdul, la Regina comincia a preferire la compagnia del domestico alla cerchia di barbosi e petulanti consiglieri reali. Tanto che il giovane e inesperto commesso si ritrova d’un tratto assistente personale dell’imperatrice d’India in persona. E l’anno dopo addirittura insegnante, incaricato di istruirla sulle questioni indiane. Ma la relazione sempre più intensa e controversa tra i due scatena una rivolta ai vertici della casa reale, che neanche la dispotica Vittoria, ormai alla soglia degli 82 anni, riuscirà a sedare tanto facilmente. Vittoria e Abdul è stato presentato in anteprima mondiale, fuori concorso, alla 74° edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Prosegui su www.cinemametropolis.it Giovedì 2 ore 21:15 Venerdì 3 ore 21:15 Sabato 4 ore 17:15 - 19:15 - 21:15 Domenica 5 ore 17:15 - 19:15 - 21:15 Lunedì 6 ore 18:15** - 21:15** Martedì 7 ore 21:15 Mercoledì 8 ore 21:15** *Lunedì 6 proiezioni VOST (inglese con sottotitoli in italiano) **Mercoledì 8 ingresso al prezzo speciale di € 4,00 TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=h5eJIEyIXvw   MONSTER FAMILY UN FILM DI HOLGER TAPPE, ANIMAZIONE DA MERCOLEDI 1° NOVEMBRE   CON LE VOCI DI CARMEN CONSOLI, MAX GAZZÈ, EMILY WATSON, JASON ISAACS, NICK FROST, JESSICA BROWN FINDLAY, CELIA IMRIE, CATHERINE TATE. TITOLO ORIGINALE MONSTER FAMILY. ANIMAZIONE, DURATA 88 MIN, COLORE - GERMANIA, 2017 - ADLER ENT. Dal best seller del tedesco David Safier (La mia famiglia e altri orrori) Monster Family racconta la storia di Emma Wishbone (la voce italiana è di Carmen Consoli), proprietaria di una piccola e impolverata libreria per ragazzi, del marito Frank e dei loro indisciplinati figli. L’illusione di una famiglia felice si scontra con l’ingobrante presenza di quattro “mostri” infestanti: stress da lavoro, crisi di mezza età, pubertà e bullismo. Papà Frank è sfiancato dal lavoro, tiranneggiato da un datore prepotente e apparentemente disinteressato ai problemi dei figli. Fay sta attraversando gli imbarazzanti anni dell’adolescenza, tra risultati scolastici insoddisfacenti e irrazionali cotte per ragazzini sboccati. Max è un dodicenne imberbe, canzonato dai compagni per le scarse doti atletiche e la bassa statura. Mamma Emma, infine, vorrebbe ricreare il nucleo compatto dei primi tempi ma finisce per sbraitare, rimbrottare e promettere punizioni a tutti, marito compreso. Durante una festa mascherata, gli alterchi dei Wishbone prendono una piega inaspettata: genitori e figli restano vittime di un sortilegio lanciato dalla strega Baba Yaga, inviata dal Conte Dracula (Max Gazzè) in persona, e assumono per magia le sembianze dei loro costumi. Mummia, licantropo, vampira e mostro di Frankestein saranno costretti a unire le forze e ritrovare l’armonia familiare per invertire l’incantesimo. Prosegui su www.cinemametropolis.it Mercoledì 1 ore 16:15 - 18:15 Sabato 4 ore 15:15 Domenica 5 ore 15:15 Mercoledì 8 ore 16:15** **Mercoledì 8 ingresso al prezzo speciale di € 4,00 TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=SFiv8WXplrY   IT REGIA DI ANDY MUSCHIETTI, DAL ROMANZO DI STEPHEN KING ULTIMO GIORNO, ULTIMO SPETTACOLO MERCOLEDI 1° NOVEMBRE - ORE 21.15   UN FILM DI ANDY MUSCHIETTI. CON BILL SKARSGÅRD, FINN WOLFHARD, JAEDEN LIEBERHER, NICHOLAS HAMILTON, OWEN TEAGUE, SOPHIA LILLIS, MEGAN CHARPENTIER, STEVEN WILLIAMS, WYATT OLEFF, JEREMY RAY TAYLOR, JACK GRAZER. TITOLO ORIGINALE IT. DRAMMATICO, AVVENTURA, HORROR, THRILLER, DURATA 135 MIN, COLORE - USA, 2017 - WARNER BROS.   A GRANDE RICHIESTA torna l'adattamento dell’omonimo romanzo di Stephen King, IT si incentra sulla prima parte del racconto, ambientata negli anni 80. Il palloncino rosso che galleggia a mezz’aria è il biglietto da visita di una misteriosa entità demoniaca che tormenta i ragazzini di Derry, attirandoli in una trappola mortale senza vie di scampo.  Prosegui su www.cinemametropolis.it Mercoledì 1 ore 21:15 - ULTIMO SPETTACOLO TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=w7Zv5nPLDqw   LISTINO BIGLIETTI CINEMA** Tutti i giorni (mercoledì escluso) – Intero € 6,50 | Ridotto € 5,00 Tutti i mercoledì, escluso eventi speciali, biglietto unico di € 4,00 Biglietti Ridotti riservati a spettatori under 14 / over 65 ** Prezzi relativi a tutte le proiezioni ordinarie  

31/10/2017 10:30:36 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Lunedì 30 ottobre al Cinema Metropolis di Umbertide fa tappa Rockin' Umbria Winter con il concerto degli Unsane

Riceviamo e pubblichiamo Dopo il primo appuntamento a Perugia con il concerto de Il Sogno del Marinaio del 9 ottobre, per la seconda tappa Rockin’ Umbria Winter ritorna nella città che è lo storico punto di riferimento del festival. Lunedì 30 ottobre gli Unsane saranno ospiti del Cinema Metropolis di Umbertide per quella che si anticipa come una delle date più “calde” della stagione invernale live. Autori dell’omonimo seminale capolavoro datato 1991, gli Unsane sono tornati alla ribalta lo scorso 29 settembre con il cupo e cavernoso ‘Sterilize’, pubblicato per l’etichetta californiana Southern Lord a cinque anni di distanza da ‘Wreck’, che celebrò il ventesimo anniversario della band. A dar supporto agli Unsane, capitanati come sempre da Chris Spencer, due amici e già collaboratori dei nostri: Andrew Schneider in fase di mixaggio e Dave Curran in regia. Power trio in possesso di una chirurgica e martellante sezione ritmica, gli Unsane hanno saputo miscelare punk, metal, noise e hardcore, diventando i pionieri del noise più aggressivo e oggetto di culto nell’underground mondiale. Insieme Today Is The Day, Jesus Lizard, Helmet, Tad, Cows, Halo Of Flies e Melvins, gli Unsane hanno contribuito alla definizione del cosiddetto “AmRep sound”, bandiera sonora dell’etichetta discografica Amphetamine Reptile Records. Special guests della serata: Bennett dalla Toscana (To Lose La Track records) e Six Feet Tall (ÙA Dischi). Rockin’ Umbria Winter farà poi tappa al Serendipity di Foligno il 5 novembre con Gnod, Big Brave e OvO e ancora al Metropolis il 16 novembre per la chiusura con Qui + Trevor Dunn. Rockin’ Umbria Winter è organizzato dall’associazione culturale St.Art in collaborazione con il Cinema Metropolis di Umbertide e l’etichetta indipendente To Lose La Track, con il supporto di Bar Chupito(Perugia) e Serendipity (Foligno) e il patrocinio dei Comuni di Perugia, Umbertide e Foligno.    

27/10/2017 16:31:56 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy