Notizie » Politica La Lega presente al sit in a sostegno dei lavoratori della Nardi spa, Mancini:''Le rappresentanze sindacali si dimenticano che le responsabilità sono dei Governi PD''

Riceviamo e pubblichiamo La Lega presente al sit in a sostegno dei lavoratori della Nardi spa. Mancini: “Le rappresentanze sindacali si dimenticano che le responsabilità sono dei Governi PD” Anche il consigliere regionale della Lega, Valerio Mancini ha partecipato al sit in a favore dei dipendenti della Nardi spa. “Giustificate le preoccupazioni di numerose famiglie e lavoratori – ha spiegato Mancini – ma serve un'unità di intenti per risolvere la questione. Credo sia altresì inaccettabile che ogni qualvolta si verifichi una crisi occupazionale di simile portata, le responsabilità vengano attribuite ad un unico soggetto, in questo caso la proprietà, come evidenziato anche durante il sit in, da alcune rappresentanze sindacali. Nel Gennaio del 2017 la Lega, tramite il Sen. Stefano Candiani aveva interessato della vicenda il Ministro degli Esteri, per sbloccare l’intervento finanziario della SACE (Agenzia per finanziamenti esportazioni estero) per un investimento di oltre 10 milioni di euro. Se la proposta non si concretizzò non fu certo per volere dell'azienda. In certi momenti se si cercano responsabilità non possiamo che iniziare dai disastrosi governi regionali e nazionali del PD che, in Alta Valle del Tevere, hanno anche autorevoli esponenti i quali si accorgono solo ora delle crisi occupazionali in corso. Se proprio vogliamo parlare di responsabilità – chiosa Mancini -  sarebbe stato logico ed opportuno che le rappresentanze sindacali presenti al sit in avessero riversato quelle stesse critiche anche ai governi regionali e nazionali i quali  hanno contribuito a generare questo quadro così precario.  Purtroppo la Nardi si inserisce, assieme a tante altre aziende umbre come la Tagina, la Ex Pozzi, la Perugina o la Colussi, per citarne alcune,  in un ampio contesto dove il tema dell’occupazione non si limita ad uno specifico settore in difficoltà, ma si interseca nella più ampia ed evidente crisi generale. Fa piacere – conclude Mancini  -   vedere i sindaci alto tiberini a fianco dei lavoratori, ma trovo poco opportuno che quegli stessi sindaci sostengano anche esponenti di governo che, di fatto, hanno fallito la loro politica economica”  

22/01/2018 19:18:43

Notizie » Politica L'ex Sindaco Locchi risponde al PD:''Questa segreteria del PD di Umbertide mi pare la bella addormentata''

Riceviamo e pubblichiamo L'ex Sindaco di Umbertide Marco Locchi risponde alle dichiarazioni fatte dal PD umbertidese nei giorni scorsi:''Tutti conosciamo la storia della “bella addormentata nel bosco”… Ecco questo gruppo dirigente, questa segreteria del PD di Umbertide mi pare la bella addormentata: dopo anni di silenzio assoluto in consiglio comunale, con i 7 consiglieri ( si, si gli stessi delle dimissioni fatte “nascostamente” – come direbbe “Cetto”- da un notaio!) che, a detta anche delle opposizioni, sembravano muti, da qualche giorno a questa parte hanno improvvisamente ritrovato la favella. Ma sarà per mano del “principe azzurro” che baciando la bella addormentata l’ ha svegliata dal sonno eterno?'' ''E’ vero -prosegue Locchi- gli argomenti scelti non sono molto azzeccati anche perché tutto quello che dicono, che scrivono sui social, ma anche sui manifesti  lo stanno o ricopiando dalle news del comune uscite nel corso dell’ultimo anno su ospedale, scuola,ecc. o dalle interrogazioni in consiglio comunale di Umbertide Cambia ( vedi questione su Umbra Acque). Certo poi ogni articolo si chiude con l’ immancabile attacco alla precedente amministrazione: ma loro dove erano? Perché in tre anni non hanno mai parlato? Perché non hanno mai presentato un odg che guardava al futuro ( visto che ora, nella speranza di far dimenticare agli umbertidesi il disastro fatto,  la parola  d’ordine è “guardiamo al futuro” ..improvvisamente guardiamo al futuro, ma fino ad ora dove hanno guardato??);  hanno sempre approvato tutto, anzi spesso le interrogazioni le ha dovute fare la Giunta visto che non sapevano neanche come farle!!'' ''E allora - continua l'ex primo cittadino- si parla dell’ospedale delle cose che si stanno facendo: ma queste cose, per chiarezza, chi le ha costantemente spinte sollecitate, volute è il sottoscritto (chiedere alla Direzione Sanitaria per conferma). Un grazie alla Direzione Sanitaria per tutto quello che sta facendo per l’ Ospedale di Umbertide che è da sempre stato al centro della azione amministrativa. E quindi i problemi dell’ospedale sono i piccioni? Ma per favore ..parliamo piuttosto del grande successo del nuovo reparto di DCA (disturbi del Comportamento alimentare) fortemente voluto dal sottoscritto e dalla Dott.ssa Laura Dalla Ragione che grazie all’impegno del Dot. Silvio Pasqui e del Direttore Andrea Casciari è stato possibile realizzare. La situazione intorno all’ospedale: ma questa segreteria non sa neanche che da mesi è stato avviato un progetto per sistemare anche la cartellonistica intorno all’ospedale (chieder sempre alla direzione sanitaria per conferma). Quindi per favore..vogliamo parlare di futuro?? Lo faremo, sicuramente  insieme agli umbertidesi per sentire anche da loro le esigenze reali e non quelle finte emerse da una cenetta a quattro ! Vi assicuro che di idee  ce ne sono molte. Nel Ringraziare per la consueta disponibilità saluto cordialmente. Marco Locchi''  

22/01/2018 19:06:57

Notizie » Politica Pd Umbertide:''L’ospedale va potenziato e necessita di cura ed attenzione. Il diritto alla salute è fondamentale''

Riceviamo e pubblichiamo Umbertide, il Pd: “L’ospedale va potenziato e necessita di cura ed attenzione. Il diritto alla salute è fondamentale”   “Il presidio ospedaliero, unitamente al Centro di Riabilitazione Posperius Tiberino di Umbertide, ha avuto ed ha tuttora una valenza fondamentale anche per le comunità limitrofe che trovano risposte ai loro bisogni di salute con percorsi accessibili e puntuali. La riorganizzazione intrapresa ha garantito, e dovrebbe continuare a garantire, l’erogazione di servizi indispensabili quali quelli relativi agli ambulatoriali specialistici, il pronto soccorso (dove è urgente la ristrutturazione e il potenziamento funzionale), la radiologia, il reparto di medicina, la chirurgia a ciclo breve (che per quanto riguarda la chirurgia plastico-ricostruttiva rappresenta un modello e un’eccellenza per l’intera regione), la struttura di RSA, il centro per i disturbi del comportamento alimentare, il punto prelievi e il laboratorio. Il reparto di medicina negli ultimi tempi ha registrato problematiche legate sia al personale medico che infermieristico/OSS che per l’importanza rispetto alla popolazione residente necessitano di immediata attenzione. Da tempo sono in corso lavori di ristrutturazione alla radiologia che speriamo siano arrivati alla fase conclusiva in modo da risolvere gli inevitabili disagi di operatori ed utenti. A breve dovrebbe essere riattivato il servizio di MOC e avremo un nuovo Litotritore. Su questo aspetto sarebbe necessario che lo strumento fosse supportato da un adeguato servizio di urologia e nefrologia valido per l’intera Asl. Va garantito, inoltre, un pieno funzionamento dell’ambulatorio oncologico. Non può esserci un servizio a singhiozzo. Chi si rivolge all’ambulatorio oncologico ha, più di altri, bisogno di un servizio efficiente.   Se la gestione ed il funzionamento dei servizi sono fondamentali, non bisogna trascurare in maniera totale il decoro strutturale ed ambientale di un luogo deputato alla cura della salute. In particolare, spesso segnalato dagli utenti agli operatori, il degrado esterno provocato dalle deieizioni degli innumerovoli piccioni che colonizzano il tetto e l’area circostante, deve essere oggetto di bonifica immediata. Da segnalare l’incuria nella gestione dell’area di pertinenza priva di sbarra che ne limiti l’accesso (oramai fuori uso da 4 anni) che di fatto consente, ancorchè vietato, il parcheggio dovunque. Gli arredi degli ambulatori spesso sono vetusti e spesso non consentono una agevole movimentazione del paziente. Insomma abbiamo un ospedale che da risposte efficaci ma che ha bisogno di attenzione, cura e decoro. E risposte concrete in tempi certi.”   Segreteria Pd Umbertide

22/01/2018 18:47:15

Notizie » Politica Dopo 17 anni di Sogepu, il servizio di affissione del comune di Città di Castello affidato ad un’azienda di Taranto. Insorge la Lega:''Vogliamo spiegazioni''

Riceviamo e pubblichiamo Dopo 17 anni di Sogepu, il servizio di affissione del comune di Città di Castello affidato ad un’azienda di Taranto. Insorge la Lega: “Vogliamo spiegazioni” Sogepu, non partecipa alla nuova gara per il servizio di affissione, per la Lega è una “scelta discutibile, il comune ci dia delle spiegazioni”. “Presenteremo una question time per conoscere i motivi per i quali una partecipata del comune non viene invitata a prendere parte ad un’importante gara di servizio, come invece, accade per altre società con lo stesso organigramma. Sogepu – si legge nella nota a firma dei consiglieri Lega, Marchetti e Mancini – rappresenta uno spaccato consolidato della quotidianità tifernate, da oltre 17 anni al servizio della comunità: negli anni si è costruita un legame solido con il territorio svolgendo il servizio di affissione con regolarità e rettitudine, adeguandosi alle più moderne tecniche di pagamento ed offrendo, di fatto, un servizio inattaccabile nei modi e nei metodi. In questi giorni apprendiamo non solo che Sogepu ha deciso di non partecipare alla gara del servizio affissione, ma anche che la nuova società di Taranto, in alcune zone della città, come ad esempio in via Morandi, ha subito applicato la così detta “area speciale” raddoppiandone le tariffe. Oltre al danno anche la beffa: Città di Castello perde così un servizio locale e i cittadini vengono vessati da tasse aggiuntive. Riteniamo tutto ciò inammissibile considerato il delicato momento storico ed economico che stiamo attraversando, con tante aziende in difficoltà così come i piccoli commercianti e gli artigiani che, con il sistema delle affissioni sono riusciti a far conoscere le loro attività alla comunità”. Per la Lega, “l’amministrazione comunale ha sottovalutato l’importanza della gara per l’affidamento del servizio di affissione e di fatto, sta avallando una scelta privatistica seppur nel rispetto della normativa. La nostra posizione sulle partecipate del comune è sempre stata chiara – concludono Marchetti e Mancini – noi siamo a favore del servizio pubblico se questo è efficiente, con Sogepu che non si occupa più delle affissioni abbiamo perso entrambe le prerogative”.  

20/01/2018 16:14:47

Notizie » Politica Michael Zurino (FI):''Urgenza di analisi leali e di priorità''

Riceviamo e pubblichiamo Dopo un'accurata analisi dei bilanci, constatiamo che, la giunta Locchi in materia di bilancio comunale, abbia avuto maggiori attenzioni rispetto alle amministrazioni precedenti. Il debito pubblico, ad oggi, è infatti relativamente incisivo sull'intero bilancio comunale. Anche se tutto ciò, onestamente analizzando, possiamo definirlo un aspetto positivo, Forza Italia intende puntualizzare la sua diversità rispetto alla "concorrenza", proprio in materia di "priorità". Riteniamo infatti urgente per una città come Umbertide, anche a fronte degli eventi politici che l'hanno logorata, potenziare innanzitutto il rapporto tra istituzioni e cittadinanza, al fine di recuperare quella relazione positiva tra le parti, la quale genererebbe da una parte un'attività politica più sana (senza giochi di potere) e dall'altra, una maggiore collaborazione con la cittadinanza. Un altro aspetto su cui la nostra politica intende porgere attenzione è quello di assicurare in maniera sistematica fondi per la ordinaria manutenzione (strade, parchi pubblici), sicurezza (numerosi furti sono avvenuti anche quest'anno nel medesimo periodo, pertanto riteniamo che vada attuata una strategia diversa) e sviluppo dell'identità socio-culturale. Saranno questi i tre temi principali, oltre ad azioni mirate a giovani e sviluppo economico, di cui il nostro partito si farà garante e che a breve approfondirà in ogni suo punto. Michael Zurino vice-coordinatore Forza Italia

19/01/2018 16:36:56

Notizie » Politica M5S Umbertide:''Politica di basso rango sulla sicurezza dei bambini''

Riceviamo e pubblichiamo POLITICA DI BASSO RANGO SULLA SICUREZZA DEI BAMBINI. E’ ufficiale. Oramai L’ex Sindaco Locchi e il PD umbertidese si parlano solo attraverso i rispettivi comunicati stampa al vetriolo. Un po’ come quando, nel peggiore dei divorzi, gli (ex) sposi si parlano solo attraverso i rispettivi avvocati. La prolificità di comunicati di questi giorni ha raggiunto livelli tali da invadere le pagine di giornale (e le bacheche di facebook) di arroganti scaricabarile sulle rispettive responsabilità e incapacità. Come se fino a ieri Locchi e il PD umbertidese fossero state due entità distinte e non la stessa, identica cosa.  L’ultimo scontro infuocato ha come oggetto l’edilizia scolastica, o meglio, la totale assenza di fondi che negli ultimi anni ha fatto degenerare la situazione degli edifici scolastici cittadini.  Vorremmo ricordare che già nel 2014 il Movimento 5 Stelle presentò una mozione sensibilizzando l’amministrazione sulla possibilità di accedere ai fondi dell'8 per mille destinati all'edilizia scolastica. Si trattava di fondi rivolti alla “ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento antisismico ed efficientamento energetico degli immobili di proprietà pubblica adibiti all'istruzione scolastica”. Sempre nel 2014 presentammo un ordine del giorno che prevedeva un piano organico e articolato, dettando tempi e modi, per iniziare ad intraprendere la strada della bonifica di tutti gli edifici del territorio comunale ponendo particolare attenzione sulla necessità di bonificare il tetto in eternit della scuola Monini.  Questa nostra proposta è stata bocciata dalla maggioranza PD.  La scusante addotta è stata la mancanza di fondi, giustificazione che non regge quando di mezzo c'è la salute pubblica, soprattutto perché abbiamo visto che per cose ben meno importanti i soldi si trovano sempre e spesso si sprecano pure. Un esempio lampante è l’ampliamento della ex scuola Monini costato agli umbertidesi quasi 130.000 €, soldi che sarebbe stato meglio utilizzare per sistemare le scuole già esistenti (ad oggi nessuna di esse, tranne il liceo, risulta essere antisismica, cfr. fonte ministeriale). E’ invece di settembre 2016 l’ordine del giorno in cui chiedevamo all’allora sindaco Locchi un ragguaglio sulle condizioni statiche e sugli gli adeguamenti sismici a norma di legge degli edifici pubblici e delle scuole. Oggi restiamo basiti di fronte al il fatto che gli ex sposini cadono dalle nuvole scoprendo problematiche già sotto gli occhi di tutti e riportate alla loro attenzione varie volte nel corso della passata legislatura. Il fatto che vengano sbandierati imminenti finanziamenti che vengono promessi ai cittadini da almeno 2 anni, fa alquanto sorridere e qualche sospetto che si tratti solo di campagna elettorale in effetti ci sorge.  Ma la cosa che più di tutte supera ogni comune senso del pudore è che il PD, intento a contendersi con l’ex sposo Locchi, l’amore e la benevolenza dei “figli” umbertidesi, emetta comunicati in cui si possono leggere frasi come “finalmente è il momento di guardare avanti” oppure “nella nostra città è mancata negli ultimi tempi progettualità e capacità nel reperire risorse” e persino “è necessario passare dalle chiacchiere degli ultimi anni ai fatti concreti”. Si saranno forse dimenticati che è stata loro la direzione del comune negli ultimi 70 anni e pertanto, con essa, ogni responsabilità, inefficienza e inconcludenza?  

19/01/2018 10:02:19

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy