Attualità » Primo piano Il Campus 'Da Vinci' insignito del titolo di 'Scuola polo regionale di avanguardie educative'

Il Campus “Leonardo da Vinci” di Umbertide è stato insignito del titolo di “Scuola polo regionale di avanguardie educative”, un importante riconoscimento attribuito a 28 scuole in Italia per l’eccellenza dei percorsi di innovazione che stanno portando avanti nel proprio territorio. Il riconoscimento è stato consegnato alla preside Franca Burzigotti a Firenze presso la sede dell'”Istituto nazionale di documentazione, innovazione e ricerca educativa” (Indire). Le “Scuole polo” sono state selezionate mediante una procedura comparativa con bando pubblico che richiedeva, oltre che di aver adottato idee innovative di avanguardie educative, di ricostruire le fondamentali e più recenti azioni di innovazione realizzate dall’Istituto. “Non è stato difficile scegliere – afferma la preside Franca Burzigotti - tra le più significative che hanno caratterizzato la crescita del nostro istituto negli ultimi 5 anni: dalle innovazioni metodologiche come il Debate e Service Learning, all’Ict Lab che si è concretizzato nel FabLab, alla Biblioteca diffusa e digitale, al bilinguismo Cambridge ed Esabac, al progetto “Global teaching lab” in partenariato con il Mit di Boston, all’innovazione degli spazi d’apprendimento come le aule 3.0, le aule Apple, il laboratorio di Scienze 4.0 appena inaugurato e quelli da inaugurare di Prototipazione avanzata (a maggio) e il Future Labs (a settembre). Un ringraziamento particolarmente sentito va alla docente Chiara Brecchia che ha curato con eccellente efficacia la fase procedurale dell’elaborazione della documentazione da presentare al bando che ci ha visto meritevole del titolo di “Scuola polo di avanguardie educative” per l’ Umbria. E’ stato un momento di grande soddisfazione ed emozione che ripaga l’impegno, la fatica quotidiana e la determinazione di tutti coloro che senza tregua, con coraggio ed entusiasmo lavorano con spirito di appartenenza e servizio, consapevoli di far parte di una grande squadra che si arricchisce di anno in anno di docenti, personale Ata, studenti e famiglie che convergono sull’obiettivo comune del miglioramento continuo di questa scuola”. Elisabetta Mughini, referente scientifico del gruppo di ricerca di Indire, ha sottolineato di essere lieta “che le vostre scuole rappresentino uno dei punti di diffusione delle buone pratiche della rete di avanguardie educative sul territorio; ciò ci consente di valorizzare la vostre esperienza nel processo di contaminazione tipico del nostro movimento. E’ anche sulla base di questa graduatoria che abbiamo potuto constatare il valore delle vostre scuole e ciò ci conferma che sarete istituti in grado di proseguire nel difficile percorso di sistematizzazione dei processi d'innovazione a partire dai vostri territori e poi su scala nazionale”. Come “Scuola polo”, grazie anche al contributo finanziario erogato, il Campus di Umbertide assicurerà in Umbria un’articolata serie di attività di informazione, formazione, diffusione e sostegno alle altre scuole e ai processi d’innovazione favorendo un costante scaling-up verso il cambiamento sistemico, garantendo la diffusione sul territorio dei principi di innovazione promossi dal manifesto del movimento delle avanguardie educative, anche tramite l’organizzazione e l’erogazione di interventi formativi online e in presenza. In particolare l'istituto di Umbertide contribuirà all’individuazione di nuove esperienze di innovazione che potrebbero arricchire la “Galleria delle idee per l’innovazione”, considerata la ricchezza di esperienze significative che molte scuole dell’Umbria realizzano e che spesso rimangono confinate solo all’interno del contesto scolastico senza poter emergere come “buone pratiche" da replicare e diffondere.       premio campus.jpg

18/04/2019 12:31:06 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Inaugurati i giardini di via Garibaldi e il parco di via XX Settembre

Sono stati inaugurati questa mattina i riqualificati giardini di via Garibaldi e il rinnovato parco di via XX settembre. Alla cerimonia, accompagnata dalle note della Banda Città di Umbertide, erano presenti il sindaco, altri membri della giunta comunale, la dirigente scolastica del I Circolo, Gabriella Bartocci, monsignor Pietro Vispi, i giovani alunni della scuola primaria e della scuola dell’infanzia “Giuseppe Garibaldi” accompagnati dai loro insegnanti e numerosi cittadini. Nello specifico gli interventi hanno riguardato la sistemazione dei giardini attraverso il rifacimento delle cordolature esistenti e dei vialetti del giardino all'italiana adiacenti la facciata della scuola primaria “Garibaldi” e la sistemazione dell'area circostante il monumento ai Caduti, di cui è stata effettuata idonea pulizia dei materiali lapidei. Oltre a ciò l’area è stata interessata anche da uno specifico progetto di sistemazione del giardino. All'interno del parco lungo via XX Settembre è stato creato invece un nuovo spazio giochi. Sono state sostituite le vecchie attrezzature ormai vetuste con una nuova altalena, una composizione a torri con scivoli e nuovi giochi a molla, uno dei quali è stato donato dall’associazione “Per sempre noi”. E’ stato quindi realizzato un nuovo camminamento senza barriere architettoniche e installate nuove panchine. Al termine della cerimonia del taglio del nastro dei giardini di via Garibaldi e del parco di via XX Settembre, la festa si è spostata all’interno del giardino della scuola dell'infanzia dove alla presenza delle autorità cittadine è stato inaugurato un nuovo gioco, il cui acquisto è stato possibile grazie alla generosità dei genitori e negozianti di Umbertide.    

17/04/2019 18:50:04 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Grande riscontro per il convegno sui disturbi del comportamento alimentare 'L'anima ha bisogno di un luogo'

Si è svolto presso il Cinema Metropolis di Umbertide il convegno sui disturbi del comportamento alimentare (DCA) “L’anima ha bisogno di un luogo”. L’evento, proposto da Assofarm Umbria e patrocinato da Comune di Umbertide e Regione Umbria, ha avuto un grande riscontro e ha visto la partecipazione di numerose associazioni e di società sportive del territorio, di genitori e di ragazzi delle scuole umbertidesi. Alla conferenza hanno preso parte rappresentanti dell’Amministrazione Comunale di Umbertide, la psichiatra e responsabile dei Centri DCA della Usl Umbria 1, Laura Dalla Ragione, la coordinatrice dell’ambulatorio DCA di Umbertide, Francesca Rossetti, il presidente di Assofarm Umbria, Virgilio Puletti e la direttrice della farmacia comunale 2, Luisella Selvi. All’incontro erano presenti anche le dirigenti scolastiche Gabriella Bartocci (I Circolo-Istituto comprensivo Umbertide-Montone-Pietralunga), Franca Burzigotti (Campus “Leonardo Da Vinci”) e Angela Monaldi (II Circolo); e il presidente della Fondazione Mòveo, Paolo Arcelli. L'Amministrazione ha sottolineato l’importanza di un presidio fondamentale per tutto il territorio comunale e per altre realtà circostanti come l’ambulatorio per i disturbi del comportamento alimentare che ha sede presso la palazzina gialla dell’ospedale cittadino. L’Amministrazione si è quindi complimentata con la dottoressa Dalla Ragione e con la dottoressa Rossetti per il lavoro che ogni giorno portano avanti insieme ai loro collaboratori e ha riaffermato la necessità di fare fronte comune per fornire un aiuto concreto a chi è affetto da DCA. “I disturbi del comportamento alimentare costituiscono una vera e propria emergenza nazionale e regionale – ha affermato la dottoressa Dalla Ragione - In Italia ci sono 3 milioni di persone che ne soffrono e in Umbria calcoliamo che ce ne siano 12mila. Tante ragazze e tanti ragazzi, persone sempre più giovani, anche bambini. Le patologie principali sono l’anoressia nervosa, la bulimia nervosa e il disturbo da alimentazione incontrollata. Importante è chiedere aiuto presto, perché si può guarire ma bisogna curarsi in centri specializzati. Noi forniamo un servizio specializzato integrato con psicologi, nutrizionisti e terapisti della famiglia. Ci occupiamo sia del trattamento nutrizionale che di quello psicologico, fornendo un trattamento mente-corpo unitario che possa garantire la guarigione. ‘L’anima ha bisogno di un luogo’ è una frase del filosofo greco Plotino. Tutti noi abbiamo bisogno di un rifugio quando soffriamo. Nei nostri centri accogliamo le ragazze e i ragazzi colpiti da disturbi del comportamento alimentare e le loro famiglie in ambienti di cura accoglienti, cercando di dare loro un luogo dove portare tutta la loro sofferenza”. “Siamo di fronte a un’esplosione di disturbi del comportamento alimentare – ha spiegato la dottoressa Rossetti - Si tratta di patologie multifattoriali, nelle quali molte cause e molti fattori interagiscono insieme e portano un adolescente a iniziare un percorso di sofferenza di questo tipo. Il nostro ambulatorio è aperto dal 2013 e sono passati più di 800 persone in prima visita. Attualmente i bambini da noi seguiti sono 46. Per uscire da patologie del genere serve un grande lavoro sull’autostima e sulla costruzione della propria identità, che gli adolescenti devono fare all’interno del gruppo dei pari”. “Questi disturbi, che stanno diventando sempre più significativi e che colpiscono una fascia di età sempre minore, si evidenziano con una serie di segnali e di atteggiamenti che solo coloro che hanno una specializzazione precisa riescono a cogliere – ha affermato il presidente Puletti - E’ bene sottolineare il ruolo che rivestono le farmacie pubbliche. Dobbiamo intraprendere un ruolo di interazione tra il sistema sanitario e la cittadinanza; incontri formativi, come quello che si è svolto a Umbertide, devono centrare questo obiettivo. E’ necessario un approccio composito di più professionalità”. “La farmacie – ha dichiarato la dottoressa Selvi - sulla base di richieste particolari come diuretici non necessari e pillole dimagrati, riescono a intercettare questo tipo di disturbi”. Infine, nei loro interventi le dirigenti Bartocci, Burzigotti e Monaldi, insieme al presidente di Mòveo, Paolo Arcelli, hanno ribadito l’importanza di un lavoro di squadra tra istituzioni, sanità, scuola, società sportive e associazioni per trovare soluzioni alla patologia. L'Amministrazione Comunale ringrazia la dottoressa Dina Centogambe, le farmaciste delle farmacie comunali, a chi con una dovizia e precisione incredibile ha creato il fiocchetto lilla (simbolo della lotta ai DCA) che è stato distribuito, il geometra Enrico Palazzoli per le visite al DigiPass e Davide Menghini per le visite al Museo Rometti. Un ringraziamento alle ragazze centro DCA di Umbertide e a Luca Benni e Matteo Cesarini del cinema Metropolis.

15/04/2019 17:56:16 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Inaugurazione dei giardini di via Garibaldi e del parco di via XX Settembre

Saranno inaugurati mercoledì 17 aprile i riqualificati giardini di via Garibaldi e il rinnovato parco di via XX settembre. Gli interventi hanno riguardato la sistemazione dei giardini attraverso il rifacimento delle cordolature esistenti e dei vialetti del giardino all'italiana adiacente la facciata della scuola primaria “Garibaldi” e la sistemazione dell'area circostante il monumento ai Caduti, di cui è stata effettuata idonea pulizia dei materiali lapidei. Oltre a ciò l’area è stata interessata anche da uno specifico progetto di sistemazione del giardino. All'interno del parco lungo via XX Settembre è stato creato invece un nuovo spazio giochi. Sono state sostituite le vecchie attrezzature ormai vetuste con una nuova altalena, una composizione a torri con scivoli e nuovi giochi a molla. E’ stato quindi realizzato un nuovo camminamento senza barriere architettoniche e installate nuove panchine. Alla cerimonia di inaugurazione, che prenderà il via alle ore 11.30, saranno presenti rappresentanti dell’Amministrazione Comunale e gli alunni delle scuole “Garibaldi” accompagnati dai loro insegnanti. L’evento vedrà la partecipazione della Banda Città di Umbertide. La cittadinanza è invitata a partecipare. Sempre nella mattinata di mercoledì, presso il giardino della scuola dell'infanzia “Garibaldi”, verrà inaugurato un nuovo gioco donato da genitori e negozianti della nostra città. L'Amministrazione Comunale intende ringraziare l'associazione “Per sempre noi” e tutti coloro che si sono impegnati per l'acquisto di alcuni dei nuovi giochi.  

15/04/2019 17:53:55 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano La risposta dell'ANPI alla nota stampa dell'amministrazione comunale sul 25 aprile

Riceviamo e pubblichiamo la risposta dell'Anpi in merito alla nota stampa dell'amministrazione comunale relativa alle celebrazioni del 25 aprile "Come ANPI vorremmo chiarire che la nostra insistente richiesta fatta all’Amministrazione,non era una richiesta strumentale in quanto, se fosse stata nostra intenzione, avremmo richiesto di intervenire non attraverso una regolare lettera protocollata ma attraverso i giornali. L’unica nostra intenzione era di comprendere se l’ANPI, anche quest’anno, come tutti gli anni, fosse intervenuta dal palco, visto che questa è la consuetudine da sempre, vicino al Sindaco con le personalità che negli anni ci hanno sempre ricordato il valore della Lotta di Liberazione. La nostra richiesta ci sembrava legittima, anche perché il nostro Comune, come era doveroso recandosi con il Gonfalone ad Alfonsine, ci ha dimostrato il suo riconoscimento a quanti partirono da Umbertide per combattere lungo il Senio ed agli umbertidesi che lì diedero la vita nella guerra di Liberazione per regalarci la nostra Costituzione ed uno stato democratico. Siamo rammaricati in primo luogo che un Ente pubblico risponda alle lettere dei cittadini e delle associazioni tramite la stampa, soprattutto se vuole veramente tenere un “profilo rigorosamente istituzionale, quindi volto a rappresentare in maniera unitaria tutta la comunità umbertidese”; in secondo luogo ci rammarichiamo del fatto che non vi sia nella memoria storica che avrebbe dovuto raccogliere l’Amministrazione il ruolo dell’ANPI, fondamentale rispetto alla giornata del 25 Aprile, festa della Resistenza e della Liberazione frutto anche della Lotta partigiana,. L’ANPI ogni anno ha portato la sua testimonianza dal palco di Piazza XXV Aprile, una piazza che ricorda a tutti noi quanto la nostra città ha dato per la liberazione del nostro paese, l’ANPI in tutti questi anni ha continuato a tenere alta la memoria con la sua presenza e con il saluto dei suoi presidenti che si sono susseguiti. Quindi la Sezione ANPI prende nota che non potrà per la prima volta portare il suo saluto dal palco, rispettando l’ordine delle celebrazioni e comunica fin d’ora che parteciperà alle celebrazione del 25 Aprile, con la sue bandiere, come ogni altro cittadino umbertidese."  

12/04/2019 10:26:43 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy