Ancora nessuna traccia del giovane che si è tuffato nel Tevere

Ancora nessuna traccia del 20enne albanese che si è tuffato nelle acque, gelide ed in piena, del Tevere a Città di Castello. I sommozzatori dei vigili del Fuoco, insieme alla polizia, stanno scandagliando il fiume, ma per ora è stato ritrovato solo il registratore di cassa rubato dal 20enne insieme al suo complice, in un esercizio commerciale di Città di Castello, nella notte tra venerdì e sabato. Il complice è un 21enne nordafricano che si è costituito nella mattina di domenica 26 febbraio ai carabinieri. 


Commenti

Inserisci un nuovo commento

News in evidenza

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy