Addio a Lorenzo Medici: il suo ricordo nella storia di Italmacchine

Si è spento all'età di 78 anni, dopo una lunga malattia, l'imprenditore Lorenzo Medici. Conosciuto e ricordato per aver fondato l'Italmacchine (poi assorbita da Terex Corporation) e anche il suo ruolo di Presidente del Basket Club Fratta. Un uomo, prima che imprenditore e manager, che ha dato tanto all'industria e all'economia umbertidese. I funerali si svolgeranno oggi, 10 settembre, presso la Chiesa di Niccone.

La nostra redazione vuole ricordarlo con un articolo che pubblicammo a marzo dello scorso anno proprio sulla storia di Italmacchine, inevitabilmente legata a quella del suo fondatore.

La storia e l'evoluzione di un territorio dipendono anche e soprattutto dalle aziende e le imprese che ne costituiscono e costruiscono il tessuto economico. Questo vale anche per Umbertide e l'Italmacchine SpA. Già perchè quando alcuni protagonisti di questa storia ci hanno raggiunti in redazione, con tanto di foglio scritto a penna alla mano, abbiamo deciso che meritavano un po' del nostro spazio e del tempo dei nostri lettori. Era il settembre scorso quando un numeroso gruppo di lavoratori (ingegneri, tecnici, impiegati, operai e collaboratori) ormai in pensione hanno deciso di riunirsi e ricordare insieme gli anni della Italmacchine SpA. Una realtà nata ad Umbertide che è stata fondamentale per la crescita industriale della città, occupando tra gli anni '80 e '90 fino a 150 dipendenti. 

La "rimpatriata" dei lavoratori è stata una bella occasione per ricordare la storia di questa impresa che abbiamo deciso di pubblicare attraverso il racconto di chi quegli anni li ha vissuti. "Vogliamo ricordare il bel periodo passato insieme, quando ancora giovani, siamo stati assunti all'Italmacchine, un'azienda fondata per merito del giovane Lorenzo Medici che si era trasferito a Milano per lavorare presso la ditta CIFA, impiegata nella costruzione di macchinari per il calcestruzzo. 

Nel 1973 Lorenzo Medici riuscì a fondare Italmacchine ad Umbertide, convincendo la giunta comunale e il sindaco Celestino Sonaglia, che si trattava di un progetto serio che poteva avere un bel risultato a livello occupazionale. Così l'anno successivo, nel 1974, iniziarono le prime assunzioni e l'attività principale prevedeva la costruzione di parti materiali in conto lavorazione, che poi venivano assemblate proprio presso la CIFA di Milano. Negli anni '80 Italmacchine contava più di 50 occupati, che avevano ormai acquisito molta esperienza nel settore. Per questo motivo la dirigenza e lo stesso Lorenzo Medici che era stato nominato amministatore delegato, decisero di sfruttare tutta questa conoscenza ed iniziare a progettare ed assemblare in proprio piccole macchine a tradizione oleodinamica per impastare il calcestruzzo e macchine per il sollevamento pesi con braccio telescopico. Quando la produzione fu in grado di produrre macchinari testati che fossero 

esteticamente belli e tecnologicamente avanzati, furono esposti alla Fiera dedicata al movimento terra che si svolgeva a Verona. Fu l'inizio del successo che con il passare degli anni non abbandonò Italmacchine che raggiunse i 150 occupati, esportando macchine in tutto il mondo. Nel 1998, nel pieno del suo successo produttivo, Italmacchine venne acquistata dalla multinazionale americana Terex Corporation, una realtà che tutti oggi conosciamo e conta ad oggi oltre 400 dipendenti. 

L'idea di riunirci nel ricordo di quegli anni e del nostro lavoro è stata un successo e ci teniamo ad invitare alla prossima occasione anche tutti i pensionati ex dipendenti Terex." 


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy